Vai al contenuto

Recommended Posts

  • 3 months later...

Guarda, se capiti a Roma e guardi nel Tevere potresti trovarne certe di nutrie che a prima vista potresti pensare di esserti imbattuto nel fantomatico alligatore che abita nelle fogne B)

Cmq una volta ad un laghetto ne trovai una di pochi giorni, era talmente carina che me la volevo portare a casa, ma mio padre non era dello stesso parere <_<

Debiru

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guarda, se capiti a Roma e guardi nel Tevere potresti trovarne certe di nutrie che a prima vista potresti pensare di esserti imbattuto nel fantomatico alligatore che abita nelle fogne B)

Cmq una volta ad un laghetto ne trovai una di pochi giorni, era talmente carina che me la volevo portare a casa, ma mio padre non era dello stesso parere <_<

Debiru

Io non ne ho mai viste <_< ho magari le ho scambiate per pantegane <_< scusate l'ignoranza :(

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 2 weeks later...

ciao a tutti sono un nuovo utente, nonchè un grande appassionato di questo maestoso mammifero, sono della provincia di Brescia e dalle mie parti ce ne sono molti esemplari di tutte le dimensioni ma la gente lo disprezza a tal punto che organizza delle battute di caccia per ucciderlo _----_ . Io lo ritengo un animale straordinario in grado di adattarsi ad ogni habitat e mi batterò in favore delle nutrie. Spero di non essere l'unico a pensarla in questo modo. ciao a tutti e ciao ciccio!!!!

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sapevo che le scambiavano per pantegane e soriche, ma per talpe.... :blink:

Vabbè che un poco assomigliano pure al castoro, cmq da notizie a me giunte da parenti sembra che un tempo le nutrie erano allevate per le pellicce, solo che figliavano peggio di un assembramento di batteri e i poveri contadini (ritrovatisi per guadagno allevatori di nutrie) alla consegna dei capi di "bestiame" se ne vedevano rifiutate una valanga (perchè toto dovevano allevarne, tot consegnarle). Di conseguenza spendevano più di quello che guadagnavano e decisero di lasciarle libere, e come una brava colonia di animali super riproduttivi hanno invaso tutto l'invadibile ;)

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 5 months later...

In estate porto il pane alle nutrie, sono molto socievoli anche se bisogna andare cauti, appena gli faccio una foto te la mando. Okey??

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 2 months later...

Mi spiace, ma per quanto bellissimi animali andrebbero eliminati dal suolo italico, non fanno parte della nostra fauna e creano solo problemi, ma credo che ormai sia tardi, prolifiche come sono sarà impossibile liberarcene, ma spero ci sia qualcuno che cercherà di tenere controllato il loro indice demografico.

Speriamo che la stessa cosa non accada con i visoni che furono liberati lo scorso anno, se le nutrie sono un problema i visoni possono esserlo 10 volte tanto, grossi predatori che ucciderebbero tutta la nostra piccola fauna(lucertole, gechi, topi, ecc..)...e mi dispiacerebbe parecchio *-+-+-*

Peccato che certe persone compiano azioni senza pensare al danno che possono fare.

Purtroppo gli animali nati per le pellicce sono destinati a morire in gabbia, annche se li rispedissimo nel loro paese d'origine sarebbe un vero disastro...immaginate migliaia di visoni scorrazzare e demolire tutto, la natura ha un'equilibrio e qual'ora finalmente smetteranno di produrre pellicce(sperando che un giorno smettano), gli animali in quelle gabbie potranno(forse) essere in parte reintrodotti in natura se ce ne sarà bisogno e gli altri, mantenuti in gabbia, magari da dei privati.

Ciao Manu

P.S. sono nuovo e spero di non rendermi antipatico con questo post

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Credo, Manu, che il problema degli alloctoni sia sempre delicato...

Sul fatto che la nutria sia di per sè un animale bellissimo posso essere d'accordo. Che però le sue gallerie stiano minando le rive dei fiumi, con interi paesi minacciati dal cedere degli argini a causa loro, questo non ci piove. Inoltre, nella mia zona si sono rese loro malgrado colpevoli di incidenti stradali paurosi, alcuni anche mortali, attraversando le strade ad alta percorrenza come la statale romea. Infine sono divenute assieme al ratto norvegico uno dei principali veicoli della Leptospirosi. Esso SONO senz'ombra di dubbio un problema per l'ambiente...

Considerato che nel nostro paese sono praticamente privi di nemici naturali, il loro numero è destinato a salire. Perciò sono anch'io d'accordo sul fatto che si debba intervenire limitandone il numero, cacciandole o sterilizzandole in massa. Stanno causando enormi problemi non solo a noi uomini, ma anche all'ecosistema delicatissimo costituito dalle rive dei corsi d'acqua. Non possono essere ignorate, purtroppo.

Ciao,

Andrea

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 2 weeks later...

i miei bisnonni allevavano le nutrie per la pelliccia... ne ho ancora una 40ina a casa....

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

MA IO MI CHIEDO... come si possono chiamare animalisti??? non riescono a capire muoiono subito... la maggior parte dei visoni sono morti dopo poco...

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

parlando sempre dei visoni...e quelli che non sono morti (per fame, per malattia, o tirati sotto dalle macchine) e che non sono stati ripresi il giorno dopo (5000 su 10000 sono rimasti nei dintorni dell'allevamento perchè non sapevano che fare o dove andare), hanno fatto ciò che è loro natura fare: predare animali appartenenti alla cosiddetta fauna minore. Col risultato di impoverire una zona che già faticava a sostenere una popolazione di mustelidi predatori di qualche decina di individui (figuriamoci migliaia!!!). Il problema è che molte persone amano l'idea di essere animaliste, non l'esserlo davvero. Un animalista avrebbe rilevato in qualche modo gli animali, avrebbe determinato da quale zona provenivano i loro antenati selvatici (esame del dna), verificato che la zona d'origine potesse sopportare il peso biologico di una tale massa di predatori, e in caso positivo avrebbe fatto una profilassi veterinaria a tutti gli animali prima di liberarli per evitare di introdurre pericolose malattie d'allevamento tra gli esemplari selvatici....così va fatta una reintroduzione.....e in caso negativo avrebbe povveduto a tentare di trovare una famiglia adottiva ai visoni in questione....

Purtroppo le cose giuste sono spesso anche lunghe, impegnative (in ogni senso) e noiose... perciò i baggiani che giocano ai "giustizieri degli animali" tendono ad ignorarle, e a comportarsi come elefanti in un negozio di porcellane cinesi.... e purtroppo, le porcellane cinesi sono l'ambiente e gli animali.....

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Cara Susie,

non ho detto che sia giusto allevare animali per farli diventare pellicce, ho semplicemete voluto sottolineare la realtà dei fatti.

Leggi quello che ha scritto AndreaM e focalizza bene i punti in cui spiega bene come fare una reintroduzione inteligente e ben fatta.

Ciao Manu

P.S. probabilmente presto lavorerò(o almeno io mi ci metterò di impegno) ad un progetto per la reintroduzione di anfibi nelle mie zone, tutelato e aiutato dalla provincia e dalla regione...ma prima di agire valuto bene e riporto gli animali in luoghi ideali o da dove sono provenuti.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...
×
×
  • Crea Nuovo...