Vai al contenuto

Maleducato


giuditta
 Share

Recommended Posts

Basta....ci mollo....

è da nove mesi che ho preso rudy....ne ho passate di tutti i colori....

non c'è giorno che passi senza che combini qualcosa.

una mattna si e l'altra anche ..trovo o p..ì o c..a in casa.

ho un giardino che si perde a vista d'occhio e lui..scappa sempre in paese e mi chiamano perchè disturba, se lo sgrido mi gira i denti .

vede altri cani abbaia insomma...

ho provato con le cocccole,ho provato con la fermezza fà il bravo 2 giorni e appena giro gli occhi alèè 

è troppo stress, noi lo amiamo ma è un impegno che nn riesco a far fronte.

ha molti pregi, ma oggi vedo solo negativo,penso che sia difficile il suo recupero...non voglio tenerlo legato ad una catena,non è la mia storia io voglio vivere il cane  

scusate lo sfogo ciao

Link al commento
Condividi su altri siti

  • Risposte 81
  • Created
  • Ultima Risposta

Top Posters In This Topic

confermo vai da un professionista e lavora il tuo cane fa delle cose che non vanno assolutamente bene .

e se trascuri ancora il lavoro del cane poi più avanti vai più sarà difficile recuperare i comportamenti sbagliati.

dal giardino hai capito come fa a scappare? la recinzione quanto è alta?

il problema dell'andare in paese è che 1 si può far male lui finendo sotto ad un auto e 2 può causare un incidente .

fai attenzione

Link al commento
Condividi su altri siti

acuv i jack tendono a passar sotto alla recinzione quindi ci deve esswere un punto dove la recinzione e un po sollevata o ha fatto un buco...

loro cono cani da tana scavano....

comunque anch'io ti consigli di recarti in un centro cinofilo il jack se vuole sa essere davvere impestato ed e capacie di dare il peggio ma se educato sa riempirti d'amore,ti parlo da jackista convinta :bigemo_harabe_net-163:

coraggio non ti fare abbattere

ciao marella

Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao, quoto quanto ti è stato detto!

Ma aggiungerei oltre ad andare in un campo di addestamento con il tuo cucciolo, e parlare con un addestratore che ti spieghi come comportanti e come educare il cane, sembra un paradosso ma molte volte siamo noi che sbagliamo ad educarlo e il cane si comporta di conseguenza, cerca di comportarti in modo coerente con lui, esempio non puoi farlo salire sul divano un giorno e il giorno dopo sgridarlo se lo trovi sdraiato sopra, il cane non capirà, sarà confuso, e non saprà come comportarsi!

Per quanto riguarda i bisogni, prova a portarlo fuori dopo i pasti e dopo i pisolini e premialo appena sporca nel posto giusto, a me è stato consigliato di mettere i suoi bisogni dove vuoi che sporchi, così lui sente il suo odore ed è invogliato.

Non sgridarlo appena rientri in casa e trovi qualche disastro, se non lo becchi sul fatto il cane non capirà il motivo per cui lo sgridi e lo associerà al tuo rientro! Con i cuccioli ci vuole molta pazienza, lasciagli dei giochini mentre sei via e premialo quando rientri e non ha distrutto niente.

Ciao

elena

Link al commento
Condividi su altri siti

L'unico consiglio che mi sento di darti (avendo un jack maschio) è quello di iniziare subito un corso di obbedienza.

I jrt sono molto dominanti e forti caratterialmente e spesso per la sua piccola mole si incappa nello sbaglio di prenderlo esclusivamente come cane da compagnia. In realtà è un cane che ha bisogno di tanta fermezza e di un ottima educazione.

Non ti scoraggiare, è ancora giovane, recuperarlo è possibile.

Link al commento
Condividi su altri siti

gia.. dopo le pubblicita e i film pensano al jack come un pupazzeto....

ma hanno un carattere molto deciso e rissoso specie il maschio..........

Link al commento
Condividi su altri siti

Non è cucciolo ha 4 anni passati, oggi mi ha graziato....mi ha fatto trovare i bisogni in giardino,siamo andati a camminare e libero rispondeva al richiamo....è molto furbo io credo che capisca quando arrivo a tappo.

Forse mi mette alla prova?....se così fosse .....

Non ho preso il jack perchè visto al cine,mi sà che siamo gli unici a non aver visto il film.

Non sapevo neanche che era un jack e così via,lo abbiamo preso perchè lo mollavano. e forse..... c'era motivo!!!!

Comunque grazie dei consigli.

Link al commento
Condividi su altri siti

Scusatemi ancora

ma una persona che non può andare da un addestratore come fà...sembra che sia di moda sti addestratori...ma fino ad oggi come si è fatto? Allora diciamolo che i cani non sono per tutti!!

Mi sembra di far passare il concetto che il cane è aggressivo,e che se non sei un educatore non c'è niente da fare, Ho capito male?

Link al commento
Condividi su altri siti

E' possibile addrestrare i cani anche da soli secondo me, ma per gente non esperta credo che sia molto complesso. Andare da un addestratore poi permette al cane di socializzare con altri cani.

Un addestratore poi insegna a interpretare il linguaggio canino e come rapportarsii con il cane nel modo corretto

Link al commento
Condividi su altri siti

pultroppo si una volta avevano i cani ma li tenevano anche in condizioni diverse .....

iuna volta il loro ruolo era diverso vivevano in catene o buttati in cascine in piu la vita era ancvhe diversa (traffico.....)adesso il cane vive in casa con noi e deve essere educato perche lo spazio che abbiamo a dispozione per vivere di solito e aggiungo pultroppo e poco...

si puo anche educare il cane da soli ma e difficile in piu dipende dai casi se uno ha la possibilita di addestrarsi un cane fin da cucciolo lo trovera molto piu semplice che addestrare un cane adulto come e capitato a te.....inpiu tu hai preso un maschio un carattere ancora piu difficile della femmina.

chi addestra cani come me ha fatto corsi e si aggiorna continuamente e di asi come il tuo ne vediamo tutti i giorni per questo ti dico bastasolo un corso di ubbidienza nel quale ti viene spiegato dove sbagli a rapportarti con il cane e ti diranno come fare e cosi tu impari a controllare e a rapportarti con lui in maniera tale da renderti la vita piu facile ....

ciao marella

Link al commento
Condividi su altri siti

Allora diciamolo che i cani non sono per tutti!!

Scusami se ti sembrerò cattiva, ma è quello che penso...si i cani non sono per tutti!

Prima di prendere un cane si deve fare un bell'esame di coscenza e capire se si ha tempo a disposizione da dedicargli, e inoltre informarsi sulla razza che ci piace in modo da valutare se è compatibile con noi!

Poi penso che hai fatto un bel gesto a prendere un cane già di 4 anni (questo non lo metto in dubbio), però prova a metterti nei suoi panni, probabilmente non è stato educato bene, se non addirittura per niente dalla famiglia che lo ha avuto fino a 4 anni (poi perchè dare via il cane quando arriva un bambino, questo non lo concepisco, ma è un'altro discorso!) si è trovato in un ambiente nuovo con persone nuove, magari con abitudini diverse, non puoi pretendere che cambi da un giorno all'altro!

ma una persona che non può andare da un addestratore come fà...sembra che sia di moda sti addestratori...ma fino ad oggi come si è fatto?

Ti stiamo consigliando di andare in un campo di addestramento, perchè l'addestratore potra aiutarti a capire dove sbagli TU con il cane, perchè se il cane non ti ubbidisce, mi dispiace dirlo me sei tu che sbagli in qualcosa, non penso proprio che sia studipo e non ti capisce! Inoltre se sei esasperata e un pò stressata per il tutto, il cane lo sente, prova a stare più tranquilla e a cercare di capire come mai il cane non ti ubbidisce.

Non sapevo neanche che era un jack e così via,lo abbiamo preso perchè lo mollavano. e forse..... c'era motivo!!!!

Ripeto hai fatto un bel gesto a prenderlo, ma che motivo c'era? perchè lo mollavano? Se il cane faceva e fa da padrone in casa, è perchè glielo lasciavano fare, il cane deve capire chi è il capo branco altrimenti se puo diventa lui il capo branco e fa ciò che vuole.

Ti racconto di me...quando avevo 10 anni circa, la mia famiglia decise di prendere un cane, non ne avevamo mai avuti, a mio papà piacevano i pastori tedeschi, siamo andati a prenderlo in un centro di addestramento cani per ciechi, abbiamo preso un cane di 1 anno che non era "riuscito" all'addestramento, ovviamente era un pò zuccone e tendeva a non obbedire, ma a noi andava bene così, ci dava tanto amore e non si è mai mostrato aggressivo ne cattivo. Quindi che ti devo dire, se non puoi portalo da un addestratore, puoi fare del tuo meglio, altrimenti devi accettarlo così!

Link al commento
Condividi su altri siti

quoto su tutto quello che ha detto loveanimals, io la penso allo stesso modo.

Aggiungo che: molte persone pensano che si possa gestire un cane da soli o attraverso dei libri, ma poi si accorgono che è un'idea infondata.

Quando si accorgono i problemi che possono dare, se non gestite bene, se non si riescono a regalare, li abbandonano.

Perciò prima di prendere un cane, valutiamo gli impegni che ci danno e se il tipo di razza è adatta a noi.

Link al commento
Condividi su altri siti

Giuditta, mi spiace leggere nei tuoi commenti così tanto dispiacere e amarezza.

Tu hai ragione, fino ad ora come si è fatto senza educatori cinofili? Beh ti rispondo nel mio piccolo come si è fatto.

Anni fa (ma tuttora oggi in molte zone d'Italia) la gente aveva una concezione diversa dul tenere un cane. Spesso serviva solo come cane da guardia e veniva relegato in giardino o peggio ancora legato a catena, senza nessun contatto con l'uomo... o cmq con sporadici incontri.

Oggi invece il cane è entrato a far parte della famiglia, la maggior parte di noi lo tiene in casa e lo fa dormire con sè... non solo. Il cane è entrato nella vera e propria vita sociale delle persone. Si portano nei ristoranti, nelle spiagge, sui mezzi pubblici.

E' per tutte queste cose e non solo che si è sempre più parlato di cane EDUCATO. Prova a pensare se col tuo cane salissi su un autobus ed improvvisamente tu non riuscissi ad avere il pieno controllo di lui. Si scatenerebbe l'inferno per quei passeggeri che magari i cani li detestano.

Tuttavia, per quanto una persona possa aver letto libri su libri riguardo l'educazione del cane non sarà mai pienamente in grado di EDUCARE BENE il proprio cane. Concordo con te su la moda degli educatori.... ma per moda non intendo che tutti vanno a fare i corsi di obbedienza quanto il fatto che TUTTI vogliono diventare istruttori... ritrovandoci così con una marea di persone che dicono di esserlo ma che in realtà non sanno nemmeno cosa sia un segnale calmante.

Inoltre secondo me l'introduzione di leggi più severe per chi possiede un cane, a tutela della 'quiete e salute pubblica' ha indotto molti proprietari a frequentare corsi di obbedienza.

Pubblico qui di seguito un articolo tratto da un recente numero della rivista dell'Enci:

Cane ben addestrato. Cane buon cittadino!

Sempre più, i recenti fatti di cronaca di aggressioni perpetrate da cani mal custoditi e mal gestiti a danni di sfortunati cittadini, genera una continua pressione negativa da parte dei media e dell’ opinione pubblica nei confronti dei cani e della loro convivenza con l’ uomo e la società in generale. Le soluzioni che il governo prospetta e porta avanti per risolvere o almeno contenere il problema costituiscono principalmente in una sorta di segregazione sociale dei cani obbligandoli a muoversi e vivere nella società civile e collettiva rimanendo relegati ad un guinzaglio o addirittura in casi particolari anche con l’ uso della museruola.

Questa degenerazione della prevenzione del problema delle aggressioni da cani è principalmente se non in termini quasi assoluti dovuta non ad una particolare aggressività o comportamento anti-sociale di determinati cani ma all’ inadeguatezza e mancanza di responsabilità che determinati proprietari di cani hanno e mantengono nei confronti dei loro “amici”. Questa responsabilità costituisce principalmente nell’inosservanza di tre principi:

1° - L’acquisto del proprio cane presso pseudo-allevatori o rivenditori che acquistano o allevano cuccioli in cattive condizioni ambientali e con scarsa cura soprattutto del loro benessere psicofisico e in totale assenza di stimolazioni esterne positive per il corretto sviluppo sociale della cucciolata.

2° - La mancanza di cure e di tempo dedicato al cucciolo nei primi mesi di vita, in particolare l’assenza di socializzazione del cane con l’uomo, i suoi simili e con l’ ambiente sociale più svariato in generale.

3° La mancanza di un corretto e professionale addestramento che sia finalizzato oltre che alla socializzazione e all’educazione di base anche all’apprendimento di determinati esercizi di obbedienza di base che permettano al proprietario di avere un reale controllo del proprio cane nelle più svariate occasioni della vita quotidiana.

L’ osservare strettamente e con attenzione questi tre principi fondamentali permette ad ogni proprietario di cani di vivere in pace e in armonia con la società il rapporto con il proprio cane, facendo sì che l’ incontro tra la società in generale e il proprio “amico” sia fonte di arricchimento per tutti e non causa di preoccupazione per la collettività. Una corretta disciplina ed etica dei proprietari di cani è alla base di un inserimento di successo e di un buon marketing per i cani nella società civile.

Per i motivi sopra elencati è fondamentale che ogni proprietario di cani si rivolga nei primi mesi di vita ad un addestratore professionista iscritto all’Albo dell’ ENCI, e che quindi è in possesso sia delle competenze professionali necessarie sia di un etica professionale ineccepibile, che con pazienza e dedizione permetterà di acquisire al cane e al padrone quelle nozioni di base dell’ addestramento necessarie per vivere in armonia sia all’interno che all’esterno “del branco”.

In particolare è mio consiglio curare con particolare attenzione gli esercizi di controllo più importanti quali lo stare fermo a terra anche in presenza di forti stimoli e distrazioni, il camminare senza tirare al guinzaglio e l’ accorrere libero al richiamo anche in presenza di altri cani o persone che passeggiano.

Il corretto apprendimento di questi tre esercizi fondamentali costituisce una base importante per mantenere in ogni situazione un controllo affidabile del proprio cane senza dover relegare questo tipo di sicurezza ad una segregazione ad opera del guinzaglio o della museruola.

Link al commento
Condividi su altri siti

ottima risposta jackina...........

i jack sono cani difficili e pultroppo non sono adatti a tutti ma ormai che hai il cane non arrenderti....

Link al commento
Condividi su altri siti

....quoto tutto ogni risposta daccordissimo.

Vorre torare sul tuo caso e farti capire quale sbaglio hai gia fatto, ovvero, di essere andata in giro come hai detto con lui libero senza guinzaglio.

Questo lo considero già un tuo sbaglio, se non l'ha ancora mettigli un collare si sentirebbe più sottomesso e idem vai in giro con lui al guizaglio.

Link al commento
Condividi su altri siti

Mi dispiace di sentirti così avvilita. Capisco che un cane problematico porti chi lo ha adottato a stancarsi. Credo che prima di arrenderti, però, tu debba provare ad impostare diversamente il tuo/vostro rapporto con lui. Sono convinta, che proprio perchè Rudy ha subito l'abbandono del suo primo proprietario tu ti sia sentita in "dovere" di coccolarlo e di avere per lui maggiore comprensione.

Visto il suo comportamento è il momento di cambiare rotta. Da quanto ho capito non hai la possibilità di consultare un educatore. A questo punto proviamo a ripartire da zero ed impostare nuovamente il posto del cane all'interno della vostra famiglia.

Supponiamo che i suoi dispetti, le disobbedienze, la sua cocciutaggine sono dovute ad una sua dominanza nei vostri confronti. Lui è il capo e fa ciò che vuole.

Questa situazione deve mutare radicalmente.

1) Il cane deve avere una sua cuccia/cesta dove riposare.

Da adesso in poi ASSOLUTAMENTE VIETATI divani e letti.

2) Il cane mangia DOPO DI VOI.

Niente bocconi da tavola. Quando avete finito preparate la sua ciotola e manipolate il suo cibo con le mani. Anche se sono crocchette giragli le mani dentro. Il cibo deve avere il vostro odore affinchè Rudy capisca che il suo nutrimento DIPENDE DA VOI.

3) NIENTE GRATIS.

Prima di darli il cibo fagli fare un piccolo esercizio di obbedienza: seduto, terra... qualsiasi cosa e metti la ciotola a terra solo dopo che ha obbedito. La stessa cosa vale per coccole e carezze. Se si comporta bene lo carezzi, altrimenti lo ignori, soprattutto se te le chiede.

4) DALLA PORTA PASSI PRIMA TU.

Quando lo porti a passeggio, con il guinzaglio, esci ed entra in casa per prima.

5) EDUCAZIONE DI BASE.

Un po' di tempo al giorno per insegnargli un esercizio e, una volta che l'ha eseguito bene in premio coccole oppure un gioco.

6) Lavora sul vieni.

Prima in casa. Chiamalo e quando viene da te coccolalo o dagli un bocconcino o gioca un po' con lui. Nella sua testa tu devi diventare la cosa più importante. Ciò non può avvenire se ha la tua attenzione qualsiasi cosa faccia (soprattutto le marachelle). Ignoralo per tutto il resto del tempo e solo quando DECIDI TU lo coccoli. Quando lo porti a spasso usa un guinzaglio estensibile o una corda. Nei prati lunghi lascialo sciolto per tutta la lunghezza e quando lo chiami, mettiti accosciata sulle ginocchia e guardalo con gioia. Se non viene verso di te tiralo e quando arriva premialo.

I Jack Russel sono cani estremamente vivaci. I primi tempi, se non hai la sua attenzione per insegnargli gli esercizi, puoi lasciarlo sfogare in giardino per un po' e poi lo chiami per il quarto d'ora di lezione. Occorre pazienza e perseveranza, e soprattutto coerenza e costanza. Se non mantieni un atteggiamento fermo non riuscirai a modificare il suo comportamento. Sono sicura che gli si può insegnare ad essere un cane più educato, ma devi essere ferma e pensare che qualsiasi cosa tu faccia, e che magari può sembrarti crudele, la fai per il suo/vostro bene.

Armati di pazienza e coraggio e tenta, noi siamo qui per aiutarti!

Link al commento
Condividi su altri siti

Grazie mille

ora seguirò i tuoi consigli e vi saprò dire....GRAZIE

Ho problemi ad essere autoritaria con me stessa vorrà dire che rudy mi aiuterà a tirar fuori questo mio lato mancante.

Vedi..... non sono io che aiuto lui ma...lui me.

Bacioni a tutti e ancora grazie

Link al commento
Condividi su altri siti

Guarda ..io sono nuova qui mi sono inscritta perche ho bisogno di consigli sui miei 2 cani..non sono un esperta . Piu di di consigliarti anche io di portarlo ad un campo cinofilo non posso farlo .L"unica cosa che poso dirti...pregarti..e di non regalarlo .Non farlo anche tu ,lo hanno gia fatto altri e gia confuso pasando da una famiglia ad un altra. Io faccio il voluntariato ad un canile di brescia ed veddo tutti i giorni dei casi diversi di abandono. O per il fatto che partono per ferie o perche il cane abbaia o perche avranno un bambino. Guarda te lo dico di sicuro che se lo regali starai male dopo..ti manchera ..lo penserai. Sono pure bambini monelii pero sono sempre i nostri figli. Secondo me e la colpa del altra famiglia che non hanno saputto educarlo quando era piu facile farlo... cioe quando era picolino. Adesso tu devi ricuperare tutti gli ani persi.Anche io ho un problema con la mia pointer ed anche io cercavo un consiglio sui adestratori...a dirti la verita speravo di poter farlo io... ( per risparmiare )Provero ad seguire un po i consigli di tutti vediamo se riesco a fare qualcosa.. se no.... la portero a fare il corso....(costi quello che costi..metero a parte ogni mese un po di soldi ed prima o poi fara il corso). Credimi secondo me non esiste cane shemo..o stupido. Deve imparare. Vedrai che sara tutto bene. Magari sei anche tu stresatta :bigemo_harabe_net-139::bigemo_harabe_net-139: o in crisi...se non hai mai avuto cani ti capisco cosi ero anche io al inizio..(per il pelo che cera da per tutto per la pipi e cachine in giro) poi sono arrivata al punto di prendere il secondo cane. Dai forza..non arenderti.

Link al commento
Condividi su altri siti

brava giuditta cosi si fa metti fuori le unghie e dopo vedrai il risultato........

se hai problemi tutte noi del forum siamo qui per aiutarti..

ciao

Link al commento
Condividi su altri siti

Tante cose non condivido,ma non ha importanza.

Penso che con tanto amore e pazienza e,forse si meno stress, riuscirò ad farmi accettare da rudy e a condividere dei bei momenti.

Penso che la simbiosi cane uomo sia realtà ma io sono l'uomo.

Volevo ancora dire: molto spesso capita che noi esseri umani, pretendiamo che il cane capisca noi, mentre non siamo interessati a capire il nostro amico.

Pretendiamo l'ascolto solo da parte sua, questo è sbagliato dobbiamo sforzarci a capire anche i suoi bisogni, l'addestramento così sarebbe più semplice.

Ecco perchè sono convinto che se vai in un centro, ti può aiutare ad avere una simbiosi fra te e il tuo cane

Link al commento
Condividi su altri siti

Grazie per il tifo.

Strumf23 tranquilla non mi è mai balenato nel cervello di abbandonare il mio scrici..MAI E POI MAI

Ho avuto un pò di sconforto,pensavo che un cane in natura fosse felice e potesse godersi la libertà (quella che ho cercato io) lui invece se la vuole guadagnare...contento lui .......

Considera che vivo isolata immersa in un uliveto ho a che fare con cinghiali a cui dò da mangiare...con i cacciatori che mi minacciano,con cani dei killer che si perdono o vengono feriti mi prendo cura di loro e con un amico vet ritroviamo i proprietari ecc. insomma amo gli animali ragni compresi,mi ero solo illusa che un cane in libertà fosse felice...invece mi chiede anche altro,l'ho capito nel forum e ringrazio.

tanti baci da me e rudy che vi vuole bene.

Link al commento
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share


×
×
  • Crea Nuovo...