Vai al contenuto

Come Te La Cavi Ad Insegnare?


Martina
 Share

come te la cavi ad insegnare??  

13 voti

  1. 1. ..sei un bravo insegnante di equitazione o uno dal quale scappare a gambe levate??

    • sono molto bravo e paziente
      6
    • mi spazientisco subito
      0
    • non ho mai provato
      2
    • sono bravo solo con i bambini
      3
    • faccio un po' fatica ad esprimermi e perciò trovo alcune dfficoltà
      1
    • insegnare è la mia professione
      1


Recommended Posts

Allora...ho aperto questo sondaggio sotto suggerimento di lady d per scongiurare al malefico ot...

Parliamo qui delle nostre avventure da insegnanti...

Link al commento
Condividi su altri siti

Come dicevo nell'altro topic Martina,

sono assolutamente negata per l'insegnamento di qualsisi cosa, tranne per dare lezioni di equitazione ai bambini, lì non so come mai mi trasformo, in una persona paziente che riesce a spiegarti una cosa mille volte in mille modi diversi senza mai accusare un attimo di nervosismo.. mentre in tutto il resto divento una bestia mangia persone..

Eris

Link al commento
Condividi su altri siti

Io invece me la vado meglio a dare ripetizioni di materie scolastiche piuttosto che di equitazione...

Il fatto è che do spesso le cose per scontato e poi mi rendo conto che le cose banalissime che faccio ogni giorno sono assolute novità...

Me la cavo bene a dare lezioni sul grooming ma quando uno sale a cavallo.......dico 8000 parole al secondo e credo di non riuscire a spiegarmi molto bene...

Link al commento
Condividi su altri siti

la mia istruttrice l'altro giorno mentre spiegavo ad un bimbo come fare un esercizio mi ha detto che sono nata per insegnare ahaha

io sono impaziente, aggressiva.. ma quando mi metto ad insegnare equitazione ai bimbi o ai principianti mi trasformo e ripeto le cose anche 100 volte.. basta che vedo impegno da parte delle persone.. se mi prendono per i fondelli mi incavolo..

Link al commento
Condividi su altri siti

il fatto è che ci vuole metodo a spiegare le cose e anche ordine...

Ihih una volta volevo far fare un piccolo giretto al fretellino del mio moroso...

E mi sono dimenticata di dirgli che si sale da sinistra....lui ovvimente è salito da destra e lilly ha iniziato a camminare perchè si è spaventata...

Nulla di grave però lui un po' si è spaventato...non è stato un gran inizio eh... :bigemo_harabe_net-163:

Link al commento
Condividi su altri siti

Beh, penso che per insegnare bisogna avere metodo, e una buona base sia tecnica che teorica... Nonché una non indifferente pazienza e valutazione delle persone. Se spieghi una cosa devi sapere anche motivarla e saperla anche mostrare in sella.

Istruttori che ti urlano dietro dall'inizio alla fine senza spiegarti niente sono inutili, se non dannosi... Può certo capitare di "tirare un'urlata", ma deve essere motivata e devi saper bene valutare l'allievo.. in modo da non agitarlo di più invece di farlo reagire.

Anche gli istruttori che ti stanno sempre dietro al collo non vanno bene... Una volta che si spiega all'allievo e lui dice di aver capito, è giusto farlo provare.. insomma dargli fiducia, responsabilizzarlo. Senza pero', mai perderlo di vista e bloccandolo se fa un errore. È anche basilare mettere a suo agio l'allievo, in modo che non abbia aura di chiedere se non ha capito. E se lo chiede.. bisogna avere la capacità di spiegare il concetto una e più volte, finché non ha capito. Gli esempi pratici presi da circostanze reali sono ottimi, permettono i confronti e "fanno vedere" in maniera concreta la spiegazione.

Bisogna poi avere una logica nell'insegnamento... Non si può per esempio iniziare a trottare ancora prima di sapere fare un alt decente dal passo.. cose che si vedono spesso in giro purtroppo.

È meglio inoltre fare qualche lezione di più alla longia in modo da rafforzare l'assetto, e poi si aggiungono le cose.. una alla volta.. in modo che l'allievo si possa concentrare su una novità per volta.

Insomma, non è evidente...

E per sapere se si è un buon istruttore e no, basta vedere i cavalli montati regolarmente e, naturalmente, i progressi degli allievi. Un allievo che non ha paura di chiedere il perché delle cose, che va avanti bene e continua a migliorare è la migliore delle gratificazioni. SOno loro che rispondono alla domanda "te la cavi ad insegnare?"

Link al commento
Condividi su altri siti

confermo quello che dice LadyD perché ho preso lezioni da diverse persone

un paio di volte da una signora che dal momento che salivo sul cavallo questa già subito urlava

logicamente mi sono impanicata ancora prima di iniziare 2 o tre lezioni e poi mi era passata la poesia

anni dopo sono andata da un altro signore e per la miseria la stessa cosa

ora finalmente un angelo mi è sceso dal cielo , lei ha pazienza mi da stimoli ma soprattutto mi da

fiducia e per questo la ringrazio ora e la ringrazierò sempre

chi dice di saper insegnare è meglio comunque che si faccia un esame di coscenza perché io ho

perso diversi anni di lezione proprio perché ho incontrato gente incompetente malata solo di soldi

il fatto è che personalmente da quello che mi sono vista in giro poche ma dico poche persone sanno

insegnare

Link al commento
Condividi su altri siti

si il tuo discorso non farebbe un piega teoricamente parlando, ed è giusto poter imparare con persone competenti e pazienti, ma questo problema non avrebbe dovuto fermarti.. è la passione che ci porta a montare cavalli che pesano 8 volte più di noi, non dovrebbe fermarci un isterica che urla, no? se io mi fermo per un anno perchè ho fatto tre volte lezione con un insegnante isterica vuol dire che la mia non era una passione duratura se al primo ostacolo ho detto basta..

al massimo avrei cambiato maneggio.. (ed io non ho fatto neanche quello)..

di solito affermo che per imparare ad andare a cavallo, bisogna imparare a capire quest'ultimi e quindi montare tanti cavalli e cercare di capire la storia di ognuno di loro, di conoscerli nel profondo.. mi ero dimenticata anche di dire che bisognerebbe anche cercare di cambiare istruttore ogni tanto, anche lui riveste una figura importante nella nostra preparazione e ha tanta esperienza alle spalle e bisogna capire perchè fa e dice certe cose in un determinato momento.. torneranno utili anche a noi un giorno..

con me ha funzionato..

Eris

Link al commento
Condividi su altri siti

Io ad insegnare non ci ho mai pensato. Preferisco imparare. E dopo tanti anni, penso di saper imparare qialcosa da un'urlatore e posso imparare da un deficente. Tutto stà in cosa imparare. Imparare s'ignifica anche capire cosa non fare! Ma questo avviene se almeno si ha una correta conoscenza di base.

Ma la prima volta che ti trovi a contatto con un cavallo, pur che ti piaccia e hai mille dubbi, non sai nulla di nulla e senti solo uno che urla..... o peggio.

Va bene la passione, ma ti sconforti un pò.

L'istruttore soprattutto nei primi tempi deve essere severo ma incoraggiante, aiutarti anche a superare le paure e spiegando il perchè e il come.

Io ho cominciato con una donna inglese fantastica e la ringrazio ancora oggi ma non era mica un'agnellino eh!

Link al commento
Condividi su altri siti

Io di maneggi e istruttori ne ho girati tanti e conisciuti tanti...e nonostante tutto posso dire di aver conosciuto solo una persona veramente degna di quel che faceva...

Comunque insegnare non è affatto facile..

Il fatto è che bisognerebbe pianificare prima cosa fare all'allievo..o come minimo prefiggersi dei livelli...

Raggiunto un livello si passa a quello dopo e così via...

Ci vuole ordine mentale e precisione...cose che assolutamente non mi appartengono...

Quando monto so cosa fare e come farlo e quando...ma spiegare ad una persona TUTTO è un'altra cosa...

Link al commento
Condividi su altri siti

per fortuna l'unico istruttore che ho avuto non urlava quasi mai, già io sono timida e mi incasino subito se c'è qualcuno che mi guarda... a insegnare, quel poco che so, NON sono proprio capace...sono più portata a insegnare ai cavalli che non alle persone, i cavalli almeno mi ascoltano.

Link al commento
Condividi su altri siti

..Una cosa che non sopporto sono gli allievi che quando l'istruttore dice "fai così" hanno sempre da obiettare...

E' mancanza di fiducia,rispetto ed è presunzione...

Credo che si possano proporre delle soluzioni,delle idee per sistemare un problema,quando si è a terra se ne parla ma in sella si fa quello che dice l'istruttore...perchè si vi trovate nel suo maneggio è perchè vi fidate...altrimenti potete anche cambiare aria...

Ecco se mi capitasse,ipoteticamente,che mentre insegno qualcuno si comportasse come ho spiegato spra andrei su tutte le furie e sarei io a cacciarlo via...

Probabilmente nel giro di 2 settimane mi ritroverei senza clienti... :bigemo_harabe_net-163:

Link al commento
Condividi su altri siti

E' arrivato il mio cuginetto dalla Campania qualche settimana fa, tutto solo e affidato alle mie cure.. mmmhhh.. poveretto.. cmq è venuto pensando di montare a cavallo, e h anche insistito tante di quelle volte che alla fine ha acconsentito, ma è tutto diverso se devi insegnare ad un parente e me ne sono accorta sulla mia pelle.. alla fine ho rinunciato, non sapevo motivarlo, aveva paura ma non sono stata in grado di aiutarlo e dopo cinque volte che sie è messo a piangere in cinque lezioni diverse, alla fine ho desistito.. lui mi ha ancora tormentata a lungo che voleva tornare, ma non sapevo come a fargli vincere la sua paura e l'unico cavallo disponibile e soprattutto affidabile era Sir che è decisamente alto e non aiuta..

Quindi ho continuato ad insegnargli la cura da terra e come sellare in modo corretto, come portarlo alla longia e fargli mangiare l'erba, ma gli ho detto chiaramente che per lezioni si doveva affidare ad un istruttore qualificato, non che io non sia ingrado di dare nozioni basilari, ma adesso so che non posso psicologicamente insegnare ad un amico o ad un parente, perchè hanno troppa confidenza con te e non ti danno modo di aiutarli, perchè non ascoltano te in quanto istruttore e anche la fiducia è diversa..

Cmq la sett scorsa, ho dato lezione ad un bambino di 8 anni per sostituire l'istruttrice, lezione sul trotto, è andata bene e sono contenta...

Eris

Link al commento
Condividi su altri siti

La cosa che non capisco è perchè se ha tanta paura vuole continuare a tutti i costi a montare...

Forse vuole solo per imitarti ma non è la sua vera passione...ipotizzo...

Link al commento
Condividi su altri siti

Martina io ho iniziato a montare a sette anni, con un ex istruttore dei carabinieri pazzo.. riuscivo a cadere in una lezione anche sette volte e quasi mai completavo l'ora intera, andavo via piangendo sia per la paura che per il dolore delle cadute senza contare lo shock che un bambino subisce quando ti danno dell'idiota, e mia mamma a fine di ogni lezione giurava che sarebbe stata l'ultima volta.. Ma poi piangevo tutta la settimana perchè volevo rimontare a cavallo.. e quando finalmente arrivava il momento ci andavo con lo stesso entusiasmo in con cui sarei salita al patibolo.. sempre tesa e all'erta, adesso non dico che le lezioni fossero tutte così, ma un buon 85% sì...

eppure ci sono andata per ben 3 anni prima di cambiare maneggio.. ed ho imparato molto dal pazzo anche se adesso lo ammetto con il senno di poi; non dico che i suoi metodi siano quelli giusti tutt'altro, ma nonostante il terrore ha ottenuto i suoi risultati..

Eris

Link al commento
Condividi su altri siti

forse hai ragione e poi magari montando un bel doppio pony da scuola si sente più tranquillo il cuginetto...

ahah stai attenta ai genitori..non so perchè ma non ho sentito un genitore dire "si che meraviglia" quando il figlio gli chiede di andare a cavallo... :bigemo_harabe_net-163:

Link al commento
Condividi su altri siti

Per fortuna che la mia mamma è sempre stata un mamma un po fuori dagli schemi borghesi, mi ha sempre fatto fare tutti gli sport che ho voluto..

Link al commento
Condividi su altri siti

uh..se pensi che io a sei anni giocavo a rugby.... :bigemo_harabe_net-163:

Però ho dovuto insistere parecchio per poter iniziare a fare equitazione..esattamente dai 2 ai 9 anni...

Vuoi per i costi e perchè ero troppo piccola...in effetti tutti mi avevano sconsigliato di iniziare a quell'età...

Link al commento
Condividi su altri siti

questo sondeggio vale anche per istruttori di volteggio??? E'quello che faccio io e a detta dei miei piccoli discepoli me la cavo bene... Mi è capitato qualche volta di "dare un occhio" ad una sezione della scuola perchè l'istruttrice si è dovuta allontanare, ma non è che "insegnassi"... A volte succedeva (qualche anno fa, mentre montavo con la scuola) che visto che ero la migliore in campo ero caposezione e l'istruttrice diceva cosa fare e io da sopra spiegavo come a beneficio degli altri allievi...non ero tanto male...

Anche a me insegnare piace tanto...anche se mi limito a volteggio e grooming...

Prima o poi piacerebbe anche a me diventare otb o al limite animatore pony...

Link al commento
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...
 Share

×
×
  • Crea Nuovo...