Vai al contenuto

Quando Il Micio Ti Porta Una Sua Preda...


Haplo80
 Share

Recommended Posts

quando frequentavo i primi tempi questo forum (e parlo solo di qualche mese fa) avevo letto qualcuno che vivendo in campagna col proprio felino gli era capitato e chiedendo a più esperte aveva ottenuto come risposta che era un regalo per contraccambiare (se non sbaglio)

ho letto st'estate su un libro di Ma*** un esperto di su**** (se si può dire il titolo che non è pubblicità ditemelo che ve lo dirò) dove diceva che questo comportamento è sopratutto da parte di gattE le quali vorrebbero insegnarci come farebbero con la loro prole a cacciarci le prede da soli.

mi spiego meglio:

l'insegnamento consiste in tre o più tappe. Nella prima ti portano la preda morta e l'uomo(o i micini) dovrebbe cibarsi con esso, poi te lo portano moribondo per insegnarti a catturarlo e poi bello vivo...

vabbè fine della storia :D

Modificato da DONA
Link al commento
Condividi su altri siti

Questa è la teoria più accreditata.

Spiego meglio: il gatto non discende (come il cane) da un antenato sociale, e quindi gli unici rapporti affettivi che sarebbe (il condizionale è d'obbligo) geneticamente predisposto ad instaurare sono quelli tra madre-figlio.

E' come se un gatto potesse provare solo questa forma d'amore.

Per questo motivo una gatta ama i suoi umani come se fossero suoi figli, infatti spesso li lecca, li chiama con voce dolce e vuole insegnargli la caccia portandogli una preda... insomma si prende cura di loro!

Ed invece questo comportamento è molto raro (il portare prede) nei maschi, che invece tendono a considerarci come le loro "mamme" ed è più facile che abbiano l'abitudine di succhiare o impastare il pane quando ci stanno in braccio.

Il gatto domestico però è un animale che si sta modificando rapidamente, infatti è diventato animale sociale vivendo in colonie, e sono sicura che provi sentimenti di vera amicizia verso alcuni suoi simili, e quindi il suo modo di amare è molto più complesso, come quello di qualsiasi essere intelligente.

Link al commento
Condividi su altri siti

Beh...io sapevo invece che i gatti (sia maschi che femmine) portavano le loro prede aqi pardoni per fargliele ammirare, e ricevere congratulazioni...

Una delle mie prime gatte, Piccola, era una grande predatrice, e ogni volta che prendeva un topo, un uccello ecc...ce lo portava fuori il terrazzino come se volesse dirci di complimentarci con lei perchè era stata brava ad acchiappare quella preda... :huh:

Poi un'altra cosa che so è che le catturano solo per giocarci, ma non le mangiano... :huh::huh::huh:

Link al commento
Condividi su altri siti

non sapevo questa cosa...

zarina, posso approfittarne per chiederti che significa impastare il pane...?

ovvero...la mia micia lo fa... ma non so che voglia dire :huh:

in attesa della risposta sicuramente più esauriente ti dò la mia: vuol dire quando ti sale in braccio che con le zampette fa come dei piccoli "passettini" come se si preparasse il posto oppure da sdraiata di fianco a te fa così con le zampette...è un ricordo di quando era cucciolo e beveva il latte dai capezzoli della mamma e per far venire meglio il latte premeva un po' con le zampette...

Link al commento
Condividi su altri siti

Come ti ha detto giustamente Haplo, per "impastare il pane" si intende il movimento ritmico con le zampette anteriori che i cuccioli fanno, durante la poppata per facilatare la fuoriuscita del latte. Questo comportamento viene tenuto dai gatti molto spesso anche con gli umani come gesto d'affetto

Link al commento
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...
 Share

×
×
  • Crea Nuovo...