Vai al contenuto

Quando Il Cane Non Serve Più


Malinois
 Share

Recommended Posts

Si è già risaputo che molti cacciatori quando il cane non serve più per lo scopo lo sopprimono. :bigemo_harabe_net-102:

Ora spero che questo post non vada fuori limite.

Le mie domande ora sono:

Le forze dell'ordine, quando il cane è vecchio o non và più bene allo scopo cosa fanno del cane?

Ho visto che la polizia di stato nel proprio sito, li dona, ma lo fanno tutti i comuni?

e i carabinieri e guardia di finanza?

Faccio queste domande perchè ho parlato con uno di loro è sono rimasto a bocca aperta, non vi dico la risposta, sono dell'idea non stuzzicar can che dorme.

Molte volte ci capita di non capire come mai esistono centri di addestramento che usano il collare elettrico.

Per curisità....... le forze dell'ordine che metodo usano? qualcuno ha visto come addestrano i cani?

Come mai se il collare elettrico è fuori legge si permette ancora di venderlo?

Se non sbaglio i primi ad addestrare i cani all'utilità e difesa sono state proprio le forze dell'ordine.

Ora io mi chiedo, questi istruttori che usano collari elettrici, da chi hanno imparato?

Ricordo che solo curiosità.

Nel caso dovesse essere pericoloso il post prego i moderatori di cancellarlo

Link al commento
Condividi su altri siti

Leggendo sul sito ufficiale della guardia di Finanza c'è una sezione dedicata all'addestramento delle Unità Cinofile. Se vuoi poi in privato ti do il link.

Conosco strettamente una persona che si è occupata di addestramento di cani proprio per la GdF, non abbiamo parlato nello specifico di metodi ma credo che non venga utilizzato il collare elettrico, come credo che non vengano usati i metodi gentili. Un avia di mezzo, a mio parere. E quando scrivo a mio parere è proprio perchè non ne sono realmente a conoscenza.

Qui in Umbria c'è uno dei centri cinofili più importanti a livello nazionale per la preparazione dei cani antidroga e antiterrorismo che allevano a questo scopo proprio il pastore belga malinois.

Gli organi di Stato come Polizia, Gdf e Carabinieri fanno adottare i proprio cani che sono in pensione; il più delle volte se il conduttore ne ha la possibilità, il cane viene dato a lui. Altrimenti vengono fatte delle vere e proprie "selezioni" tra le persone che vorrebbero adottarne uno facendo attenzione al possibile adottante. Non dimentichiamo comunque il passato di questi cani, impiegati in situazioni molto particolari...sono cani con un certo tempramento e una certa tempra e necessitano di un "padrone" responsabile e con la testa a posto.

Purtroppo credo che non tutti i cani vengano adottati e vengano rinchiusi in canili. Questo però succede con i cani delle unità cinofile come per i levrieri che fanno le gare di coursing, etc...

E tutto ciò è davvero triste, tristissimo. Poi non so se si arrivi al sopprimere alcuni soggetti ma voglio sperare che non sia così.

Link al commento
Condividi su altri siti

I cani delle unità cinofile sono di proprietà dello Stato ed una volta giunti all'età pensionabile dovrebbero addirittura essere ceduti per la sperimentazione scientifica.

Sì avete capito bene, invece di godersi la pensione finirebbero in mano ai vivisettori!!!!

Questo però, tendo a sottolinearlo, soltanto IN TEORIA. La maggioranza infatti resta in casa del proprio conduttore o presso famiglie idonee che li adottano.

Link al commento
Condividi su altri siti

Calma ora non esageriamo. :bigemo_harabe_net-172:

La legge che suggeriva di dare i cani non più in servizio attivo ai laboratori è stata abrogata da tempo.

I cani poliziotto, come quelli delle unità cinofile dei carabinieri, della finanza, guardia costiera, penitenziaria, esercito ecc...ecc...che arrivano alla fine della loro carriera o che per motivi di salute non possono essere più impiegati hanno diversi destini.

possono rimanere in struttura, possono essere adottati e portati a casa dai propri conduttori, altri se sono più giovani vengono proposti per adozioni di privati e tenete conto che da qualche anno a questa parte molti cani da soccorso, antimine, e con altri particolari compiti sono cani di un solo conduttore che alla fine della carriera diventa a tutti gli effetti il proprio cane da famiglia.

Per fortuna tante "cattiverie" che prima si facevano ( ma comunque esisteva un'altra mentalità e un altro modo di concepire il rapporto con il cane) ora non esistono più.

Uno dei posti dove ho potuto verificare questa cosa è proprio un centro della guardia di Finanza molto grande, ci sono stati pure dei grossi cambiamenti anche nella tipologia di addestramento dei cani, alcuni dei quali impiegati per mansioni particolari vengono addestrati esclusivamente con il condizionamento classico: comportamento giusto= premio. Comportamento sbagliato = niente premio.

Link al commento
Condividi su altri siti

Oddio Laura mi stava quasi venendo un colpo al pensiero che queste anime buone, che hanno dato la loro vita ad aiutare l'uomo in tante situazioni, potessero finire nei laboratori per la vivisezione. Sarò crudele ma a questo punto preferirei 100 volte di più che vengano soppressi!

Fortunatamente le tue parole mi hanno rincuorata...

(Ora son curiosa di sapere cosa ha detto il finanziere che conosce Malinois!)

Link al commento
Condividi su altri siti

Che fine fanno alcuni cani me lo chiedo anche io, e personalmente non ho idea... di sicuro comunque non vengono affidati...alcuni cioè quelli che coi metodi utilizzati non rispondono bene vengono messi in canili di cui solo alcuni conoscono l'esistenza...intendo i civili!

Ora che i metodi siano cambiati un pò per alcune cose come l' antidroga..ecc è vero per il resto collare elettrico non è nulla in confronto a quello che so io... vi assicuro!

POI ovvviamente e per fortuna molti altri se li tengono i conduttori che vanno in pensione!

Link al commento
Condividi su altri siti

Nel mio centro di addestramento viene uno, che guarda caso e della guardia di finanza.

Mi diceva che fanno una selezione conduttore e cane, poi il cane rimane insieme al conduttore fino a tutta la carriera del cane.

Qualora il cane non dovesse essere più idoneo al suo operato, il cane viene affidato esclusivamente alla persona che lo ha accudito in questi anni, altrimenti viene soppresso.

Queste parole mi sono state dette circa 5 giorni fà.

Non immaginate il mio stupore, spero che non tutte le unità cinofile facciano la stessa cosa.

Link al commento
Condividi su altri siti

Nel mio centro di addestramento viene uno, che guarda caso e della guardia di finanza.

Mi diceva che fanno una selezione conduttore e cane, poi il cane rimane insieme al conduttore fino a tutta la carriera del cane.

Qualora il cane non dovesse essere più idoneo al suo operato, il cane viene affidato esclusivamente alla persona che lo ha accudito in questi anni, altrimenti viene soppresso.

Queste parole mi sono state dette circa 5 giorni fà.

Non immaginate il mio stupore, spero che non tutte le unità cinofile facciano la stessa cosa.

E' davvero molto triste... mi chiedo perchè debbano fare una fine così orribile dopo tutto quello che ci hanno dato nella loro carriera... rischiando ogni giorno la vita per noi.

Link al commento
Condividi su altri siti

nel paese in cui mio padre aveva la farmacia c'era una sezione dei carabinieri per l'addestramneto e la riproduzione dei cani. i cuccioli non idonei erano ceduti a privati o anche per l'addestramnto per ciechi, soccorso etc. i cani vecchi non affidati all'istruttore erano dati in affido a persone di fiducia qualcuno restava lì fino alla morte naturale. ne sono certa perchè l'ufficiale che comandava il centro era cliente ed amico di mio padre ed il nostro veterinario di fiducia era anche lui amico di mio padre . diverse persone della zonaavevano adottato cuccioli inadatti o cani ""in pensione".

Link al commento
Condividi su altri siti

Nel mio centro di addestramento viene uno, che guarda caso e della guardia di finanza.

Mi diceva che fanno una selezione conduttore e cane, poi il cane rimane insieme al conduttore fino a tutta la carriera del cane.

Qualora il cane non dovesse essere più idoneo al suo operato, il cane viene affidato esclusivamente alla persona che lo ha accudito in questi anni, altrimenti viene soppresso.

Queste parole mi sono state dette circa 5 giorni fà.

Non immaginate il mio stupore, spero che non tutte le unità cinofile facciano la stessa cosa.

Quella della soppressione in caso di non adozione da parte del conduttore è la fine di alcune tipologie di cani che non potrebbero, a causa del lavoro che hanno svolto per anni, rinserirsi in un contesto familiare normale. E vengono soppressi quelli che presentano in vecchiaia gravi malattie invalidanti.

Per la maggioranza di questi bravissimi cani c'è comunque una pensione fatta di riposo e vita normale.

Link al commento
Condividi su altri siti

Ovviamente cmq qualche cani viene affidato a delle persone, dopo una lunga selezione!

Per il resto nessuno lo sa e sinceramente neanche lo voglio sapere...il mondo a volte è difficile e crudele...anche con chi non se lo merita!

Maligold non ci sono nè misteri nè chissà quali operazioni oscure. Il cane anziano che va in pensione viene affidato al conduttore se lo vuole e se può farlo. Sennò viene proposto come adozione a persone conosciute e fidate e ti assicuro che c'è un'ottima rete di persone per questo. Lo stesso vale per i cani guida per ciechi quando vanno in pensione. Chiaro che se un cane si ammala ed è anziano e non c'è possibilità di farlo adottare può essere soppresso.

Altra storia sono i cuccioli che vengono scartati all'inizio dell'addestramento vengono ceduti a privati e ci sono liste lunghissime per avere uno di questi cuccioli.

E poi ribadisco che oggi molti cani da soccorso sono cani di privati, che fanno il lavoro insieme al loro legittimo proprietario quindi il problema della pensione non si pone.

Link al commento
Condividi su altri siti

Ovviamente cmq qualche cani viene affidato a delle persone, dopo una lunga selezione!

Per il resto nessuno lo sa e sinceramente neanche lo voglio sapere...il mondo a volte è difficile e crudele...anche con chi non se lo merita!

Maligold non ci sono nè misteri nè chissà quali operazioni oscure. Il cane anziano che va in pensione viene affidato al conduttore se lo vuole e se può farlo. Sennò viene proposto come adozione a persone conosciute e fidate e ti assicuro che c'è un'ottima rete di persone per questo. Lo stesso vale per i cani guida per ciechi quando vanno in pensione. Chiaro che se un cane si ammala ed è anziano e non c'è possibilità di farlo adottare può essere soppresso.

Altra storia sono i cuccioli che vengono scartati all'inizio dell'addestramento vengono ceduti a privati e ci sono liste lunghissime per avere uno di questi cuccioli.

E poi ribadisco che oggi molti cani da soccorso sono cani di privati, che fanno il lavoro insieme al loro legittimo proprietario quindi il problema della pensione non si pone.

Secondo me invece vivi una realtà molto fortunata!!

Che esiste ma non è la maggioranza dei casi...ti assicuro!

Poi... magari sono io che vivo le situazioni più estreme...di certo molti cani che come dici, hanno fatto un lavoro particolare non vengono, giustamente secondo me, e non possono essere affidati!

Link al commento
Condividi su altri siti

Anch'io non penso che vengano affidati.

Se il cane ha già 2 o 3 anni e lo danno via sicuramente è perchè ha avuto qualche incidente sul lavoro e può presentare qualche handicap. se ha un'età molto adulta penso che sia molto difficile riuscire a trovargli un nuovo propretario, penso che molti prendono un cane giovane.

C'è da ricordare che questi cani svolgono un lavoro particolare e non tutti riescono a gestire.

La mia conclusione è : o lo prende il conduttore che ci ha lavorato assieme o molto probabilmente lo sopprimono

Link al commento
Condividi su altri siti

la soppressione si usa solo in quei cani, come dicevo prima che hanno sviluppato malattie o che per lavoro facevano compiti impossibili da togliergli dalla testa una volta messi in pensione ( vedi cani anti-sommossa, tanto per citarne una).

Qui in Umbria essendoci un centro molto grande, conosco diverse famiglie che hanno pastori tedeschi e labrador piuttosto anziani presi da loro e fanno una vita normalissima. Non dico che tutti finiscono così, però oggi le cose fortunatamente sono cambiate. A nettuno c'è un altro grosso centro cinofilo della polizia di stato e anche lì vige questa politica di cedere i cuccioloni scartati dal lavoro e quelli che se ne vanno in pensione. Poi è chiaro che non è mai tutto bianco o tutto nero...però devo dire che le cose sono molto meglio di qualche decennio fa.

Almeno questo è quello che ho visto con i miei occhi

Link al commento
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share

×
×
  • Crea Nuovo...