Vai al contenuto

Gigio Il Gatto "ragazzo-padre"


Ada & Matisse
 Share

Recommended Posts

Non so se vi è mai capitato, forse è più frequente di quanto io non pensi...saprete dire voi...

Anni fa ebbi il mio primo gatto, Gigio, un coccolone trovatello, rosso a macchie bianche.

Aveva circa un mese quando fu abbandonato ma superò a "pieni voti" la condizione, diventando il mio migliore amico per due anni, poi andò via per cause a me ignote. In quei due anni nel giardino di casa arrivarono molti gatti, gatte e gattini, una in particolare fu sua compagna fedele finchè un giorno scomparse lasciando sotto un cespuglio una cucciolata, di questi riuscirono a sopravvivere solo tre gattini, e Gigio se ne prese cura. Pensavamo fossero suoi, ma questo non contava molto probabilmente, contava più vedere che, suoi o meno, lui fu un "mammo-gatto". Si lasciava "infastidire" nelle ore di siesta, i piccoli tiravano le orecchie a Gigio, lo mordicchiavano, giocavano con lui, e lui un pò seccato e un pò segretamente lusingato :rolleyes: si alzava per accontentarli... insegnava loro ad arrampicarsi sulla mimosa del giardino, ma sapeva anche quando sgridarli...insegnava loro la vita, insomma!!! Io me ne stavo spesso stupefatta dietro la finestra ad osservare, ma la cosa più emozionante fu vedere che quando riempivamo la ciotola perchè tutti potessero mangiare, Gigio faceva sfamare i piccoli e solo alla fine, quando "i tre porcellini" erano sazi con le panciotte gonfie, lui mangiava. Aveva lo spirito paterno che i gatti solitamente (per quel che ne so) non hanno. Era certamente un carattere docile, anche con me ed i miei familiari. Anche con me... che bambina lo sottoponevo a sedute di bellezza, con tanto di fiocchi e cappellini colorati, visite guidate su un passeggino per le bambole, in giro per il residence dove vivevamo e tante altre buone "torture" :wub: .

Ci sarebbero mille altre cose da raccontare rischiando i "lucciconi", ma crederei di raccontare storie comuni che certamente conoscete bene, però la sua paternità forse lo caratterizza a voi.

A presto :bigemo_harabe_net-100:

Link al commento
Condividi su altri siti

La stessa cosa è successa sotto da me, Un gatta randagia, la cui compagna è morta investita da una macchina;

I tre cucciolini se li è tirati su da solo (aiutato praticamente da chiunque abita li vicino :bigemo_harabe_net-104: ), e vedere i pelosini seguirlo, e lui controllarli premurosamente...beh, era uno spettacolo bellissimo.

Ora i tre sorcini son cresciuti (uno, Romeo, è assiduo cliente dei crocchini che gli regalo, e delle vaccinazioni che gli faccio fare controvoglia :bigemo_harabe_net-163: ), ma sono ancora in buoni rapporti, e mi piace coccolarli.

Link al commento
Condividi su altri siti

Le qualità di cui parli sono rare in un gatto. Ho praticamente condiviso ogni anno della mia vita con questi splendidi animali, ma solo una volta mi è capitato un gatto davvero "materno", tant'è che l'avevamo battezzato "il mammo". Alle sue cure venivano affidati gli innumerevoli cuccioli abbandonati che passavano per casa, e lui non lesinava leccatine, giochi, ramanzine... Nerino adorava qualsiasi cucciolo, e non era raro vederlo mentre leccava e ripuliva anche i nostri conigli. Un vero tesoro.

Link al commento
Condividi su altri siti

E' bello condividere con voi queste storie. Gigio è stato un gattino speciale, ed è vero purtroppo per poco, credo avesse una malattia cosi si allontanò dalla casa, dopo un mese ritornò, magrissimo, restò per un'ora circa, non volle neanche mangiare, forse era lì per salutarci, poi non lo vidi più. Da bambina immaginavo che stanco della vita sedentaria avesse iniziato a vagabondare. Chissà magari un giorno mi arriverà una sua cartolina ^_^

Baci a presto :bigemo_harabe_net-146:

Link al commento
Condividi su altri siti

una ventina di anni fa, il persiano rosso chou ebbe dalla siamese Jedi (ho sempre in casa uno opiù siamesi:mi portano buono!) tre cuccioli e, oltre ad essere un papà perfetto, che faceva giocare i piccoli, li accudiva e, se si arrampicavano troppo in alto, li recuperava, restò per tutta la vita fedele alla compagna, cosa insolita, nei gatti , pur essendoci molte altre gatte ..disponibili. il suo comportamento è passato ad alcuni dei suoi discendenti: il figlio mes, ed i nipoti cid e Teja . teja, attualmente si occupa dell'istruzione superiore dei cuccioli di casa: quando arrivano sui 6 mesi insegna loro a scassinare frigoriferi, armadi , ad aprire porte niormali e scorrevoli, a toglire gancetti di sicurezza... (davanti al frigo ho un peso di cemento!)

Link al commento
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...
 Share

×
×
  • Crea Nuovo...