Vai al contenuto

Gastroenterite Cronica?


pesk
 Share

Recommended Posts

Scrivo per il gatto della mia vicina, un micione rosso di circa 10 anni che da due mesi presenta vomito, diarrea e scarso appetito. Da quel micio enorme che era in questo breve periodo si è ridotto a uno scheletro, e la sua padrona è molto preoccupata per lui nonostante le rassicurazioni che le vengono dai veterinari che lo seguono.

I veterinari (che sono gli stessi dei miei mici e che reputo molto bravi) hanno dapprima ipotizzato un'allergia alimentare, poi gli hanno diagnosticato una gastroenterite cronica, e gli hanno prescritto St*****yl 10 (Spiramicina / Metronidazolo), 1/2 pastiglia al giorno, più vitamine. Hanno anche prescritto un'alimentazione diversa, sia con pappe e crocchette commerciali scelte tra quelle che dovrebbero essere più digeribili per lui, sia con carne e pesce cucinati in casa.

Questa è una scansione dei risultati degli esami del sangue fatti un mese fa (è un fax e si legge un po' male):

http://img157.imageshack.us/img157/7922/esamirossocc9.jpg

Il micio è risultato negativo a FELV e FIV, inoltre nella pagina che vi mando sono annotati pochi valori (glucosio 100, GPT 90, urea 51,3, creatinina 1,42), tutti nella norma.

Il micio si comporta normalmente, non sembra essere particolarmente sofferente. E' capitato che un paio di volte si rifiutasse di scendere in giardino, preferendo stare tranquillo in casa, ma niente di più. La scorsa settimana, dopo che per alcuni giorni i miei vicini non erano riusciti a somministrargli la pastiglia perchè lui si ribellava, ha perso in giro per casa (vomitato?) una grande quantità di liquido giallo durante la notte. Da allora sono riusciti a fargli prendere la pastiglia regolarmente. Le feci sono normali e non ha più vomitato, ma stamattina la sua padrona si è di nuovo spaventata per dei sobbalzi e dei movimenti molto evidenti nella sua pancia. Il veterinario, sentito al telefono, ha detto che si trattava di una colica, che è normale che ne abbia e di non preoccuparsi.

La mia vicina invece è angosciata all'idea che possa trattarsi di qualcosa di più grave, come un tumore, o delle conseguenze di un'operazione che il micio ha subito più o meno nel periodo in cui ha iniziato a star male, per rimuovere un ascesso da morso che gli si era sviluppato su un fianco. Pensa che possa aver risentito dell'anestesia, o che l'operazione possa avergli lasciato dei problemi. Ha chiesto insistentemente ai veterinari che gli facciano una radiografia ma loro, sicuri della diagnosi fatta, la giudicano inutile.

Cosa ne pensate? Spero con tutto il cuore che sia come dicono i veterinari e che il micio, pur con un disturbo cronico, possa stare relativamente bene. Secondo voi è così, o ha ragione la mia vicina a temere che si tratti di qualcosa di più grave? Fa star male anche me vedere questo povero gatto ridotto a pelle e ossa...!

Grazie a tutti anticipatamente. Spero che qualcuno che ha avuto esperienze simili possa rassicurarci, e ovviamente confido nell'intervento di Zarina! Tra l'altro il micio è delle sue parti... i miei vicini l'hanno avuto da dei loro amici che l'avevano raccolto, cucciolo e abbandonato, mentre erano in vacanza a Pompei! ^_^

Link al commento
Condividi su altri siti

  • Risposte 116
  • Created
  • Ultima Risposta

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Dalle analisi sembra che non abbiano fatto la emocromo e formula leucocitaria. Potrebbe anche essere un'enterite cronica, ma se la diarrea è comparsa all'improvviso... è un po' presto per dire che è cronica!

Consiglierei alla proprietaria di fargli fare le analisi per la FIP, che a volte porta questi sintomi e, purtroppo, ha il brutto vizio di trasformarsi da sieropositività a malattia in caso di forti stress (come può essere un intervento chirurgico...)

Se invece è un'intolleranza alimentare vedrai che con il cibo adatto piano piano scomparirà. Fammi sapere se ci sono novità.

Link al commento
Condividi su altri siti

Grazie, carissima! Anch'io mi ero chiesta come mai non gli avessero fatto il test per la FIP, forse perchè è poco indicativo? Ho sempre sentito dire che possono risultare negativi soggetti malati e positivi soggetti sani... ma allora come si fa a diagnosticare con certezza la FIP?

Link al commento
Condividi su altri siti

Quando purtroppo è conclamata i sintomi sono evidenti... devo dirti però che in tutti i casi in cui le analisi effettuate da noi erano positive i gatti effettivamente avevano gli anticorpi... per fortuna la malattia non si sviluppa spesso. A volte si può fare anche un analisi del liquido prelevato dall'addome del gatto. Non è che il micione rosso è dimagrito ma ti sembra abbia la pancia un po' gonfia? Potrebbe esserci del liquido.

Link al commento
Condividi su altri siti

Ho riferito e chiesto maggiori informazioni. La proprietaria del micio conferma che non ha la pancia gonfia e che quando prende lo St*****yl con regolarità sta bene, salvo episodi come quello di ieri (evidenti movimenti della pancia e conati senza vomito), che gli capitano più o meno una volta alla settimana. Spero proprio che la FIP non c'entri. Il fatto che reagisca bene allo St*****yl può essere indicativo del fatto che effettivamente si tratta di un'enterite?

Link al commento
Condividi su altri siti

Ho letto che il micione assume anche cibo fatto in casa, allora prova questo vecchio rimedio, che una volta mi ha salvato un gattino dai postumi di una gastroenterite (stavolta infettiva).

Insieme al pesce bollito fai somministrare della purea di carote. Mi raccomando, devono essere ridotte ad una purea finissima, senza pezzettini duri. Le carote non vengono ben digerite dal gatto ma solidificano le feci e tonificano l'intestino.

Falle somministrare ESCLUSIVAMENTE pesce e carote per 4/5 giorni e tienimi aggiornata... (non sospendete i medicinali).

Link al commento
Condividi su altri siti

io non sono una veterinaria ma curo gli umani non pelosi , pero' mi viene in mente una cosa ... siamo sicuri che la rimozione dell'ascesso non abbia coinvolto in qualche modo l'apparato digerente? qualche aderenza o similari ? In tal caso potrebbe crearsi una specie di subocclusione e ci starebbe col vomito e di conseguenza lo scarso assorbimento degli alimenti . Il movimento addominale anomalo , da peristalsi accentuata , che tenta di superare l'ostacolo ... una idea così... io una radiografia gliela farei ...

Link al commento
Condividi su altri siti

Una radiografia è quello che chiede da un bel po' la proprietaria. Le sto riferendo tutti i consigli che mi date, le dirò anche questo, grazie! Domani proverà a dare al micio pesce e purea di carote (immagino vada fatta con sola acqua e non con latte, giusto?). Lui è abbastanza schizzinoso, per il pesce va matto ma non so se mangerà anche la purea... ma spero proprio di sì, e che funzioni!

Sembra sempre stare abbastanza bene ma continua ad avere diarrea occasionalmente, non so se nonostante l'assunzione della medicina o a causa della non completa assunzione: gliela sminuzzano e gliela spalmano sulla zampa insieme alla pasta vitaminica, e anche se alla fine lui si lecca via la pasta, può sempre essere che un po' gli cada e che non assuma tutta la mezza compressa.

Purtroppo quando ha la diarrea sporca in posti strani: in casa sul pavimento, sulle scale o nei vasi del balcone. così il problema più grande sta diventando la sua gestione. Per ora passa molte ore in giardino e di notte dorme sul balcone, ma c'è da pensare a quest'inverno quando dovrà necessariamente stare in casa. La sua proprietaria tra l'altro ha una situazione di salute molto delicata, si sottopone a dialisi in casa e questo richiede tutta una serie di precauzioni igieniche che non vanno molto d'accordo con la situazione che si è venuta a creare. Comincia a pensare di non poter tenere il micio con sè, e si dice che nessun altro lo prenderebbe viste le sue condizioni. Voi ovviamente immaginerete che qualcuno disposto a farsene carico c'è: io le sto già pensando tutte su come potrei sistemarlo al meglio! Voglio bene a questo micione, quando ancora non avevo gatti veniva spesso a farmi visita e passava del tempo anche in casa mia. Poi l'arrivo della Machi l'ha indispettito, da allora viene a sdraiarsi sul davanzale delle nostre finestre, ma niente di più.

Vi ringrazio ancora e ho già un'altra domanda da farvi: la gastroenterite, ammesso che di questo si tratti, può contagiare gli altri gatti? Che precauzioni devo prendere se decido di far stare il micio rosso in casa mia?

Link al commento
Condividi su altri siti

Cara Pesk,

il problema è che non sappiamo da cosa sia causata la sua enterite, e per questo motivo non possiamo sapere se sia infettiva o no... vediamo almeno di fargli fare anche le analisi per la FIP prima che tu lo prenda in casa, e poi non è detto che non guarisca!

Link al commento
Condividi su altri siti

Infatti, anch'io mi auguro che guarisca presto e tutto si sistemi così. Tra l'altro i gatti stanno insieme in giardino, per cui se fosse FIP potrebbero già esserne tutti contagiati. Spero che gli facciano fare anche questa analisi. Come sai, purtroppo, non sono io che decido!

Ma la FIP dovrebbe dare frequentemente pancia gonfia o può essere che sia FIP nonostante lui non presenti questo sintomo? E soprattutto, l'episodio di quella notte in cui ha perso del liquido giallastro in giro per tutta la casa può far pensare alla FIP?

Scusate se vi tempesto di domande, e ancora grazie! Se gli faranno l'esame per la FIP e/o la radiografia vi farò sapere.

Link al commento
Condividi su altri siti

La pancia gonfia si ha solo nel caso di FIP conclamata in forma umida. Invece molti gatti sono FIP+ pur non avendo la malattia.

Il liquido giallastro potrebbe essere anche solo bile vomitata, non gli hanno fatto tutte le transaminasi.

Spero sia solo un'infezione dovuta all'indebolimento del suo organismo in seguito all'ascesso, e che guarisca presto in modo che la sua proprietaria non debba disfarsene...

Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao cara Pesk, mi dispiace molto per questo micione di cui ci racconti..spero davvero che la diagnosi dei veterinari sia esatta e non si tratti di nulla di più grave..cmq consiglierei alla padrona di andare da un altro vet e di far fare la radiografia al micio, se non riesce a convincere i suoi vet, almeno starà più tranquilla..spero che tutto si risolva per il meglio e che la padrona non debba separarsi dal suo gatto..ma se così dovesse essere, la cosa positiva è che ci sei tu disponibile!

Tienici aggiornate, un bacio!

Link al commento
Condividi su altri siti

Aggiornamento: la mia vicina starà via per i prossimi tre giorni, rientrando a casa solo per la notte. Non ha fatto in tempo nè a provare la purea di carote, nè a portare il micio dal veterinario (lo porterà lunedì). Fino a domenica devo occuparmi io di lui durante il giorno. Proverò a dargli solo pesce e purea di carote, e spero di riuscire a fargli mangiare la medicina. Non la prende dall'altro ieri, sembra che il trucco di metterla sulla zampina con la pasta vitaminica non funzioni più. Nonostante questo pare non abbia più avuto diarrea... dico "pare" perchè non c'è modo di essere sicuri che non sia capitato mentre era in giardino o in giro. Oggi ha vomitato, ma aveva appena mangiato dell'erba e quindi probabilmente è normale.

Antonella, che quantità di pesce e di purea devo dargli più o meno? Penso che il pesce dovrà essere preponderante se voglio avere qualche speranza che mangi anche le carote! Adesso mangia tre volte al giorno delle piccole porzioni dei vari cibi che ti avevo detto.

Link al commento
Condividi su altri siti

Tre/quattro pasti al giorno vanno bene. Le carote devono essere 1/3 del totale del cibo... speriamo le mangi! Anche se ho notato che molti gatti le apprezzano, ci sono anche quelli che le rifiutano decisamente. Speriamo che il micione appartenga ai primi!

Prova a dargli le medicine in un po' di pesce prima di dargli la sua pappa, forse se è affamato la ingoia senza tante storie (speriamo)!

Link al commento
Condividi su altri siti

Sì, lo spero anch'io! Mi hanno detto che se c'è la pastiglia, anche ben nascosta nel boccone di cibo, se ne accorge subito e non mangia... ma voglio vederlo coi miei occhi, stento a credere che rifiuti anche il pesce, per cui è sempre andato matto!

Dimenticavo... ho chiesto se gli hanno mai dato en********na o fermenti lattici, e mi hanno detto di no. La proprietaria aveva pensato di dargli l'e*******a, come fanno con il gatto di sua figlia (un gagliardo vecchietto di 18 anni!) quando ha la diarrea, ma i veterinari le hanno detto di non dargliela, non so bene con quale motivazione.

Modificato da DONA
attenzione....non si devono citare marche di medicinali sul forum
Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao Grazia e Cinzia, vi ringrazio per il vostro interesse! Dopo due giorni che tento di fargli prendere la medicina, posso confermare che il micio è davvero terribile... Non c'è trucco che tenga: se sbriciolo la pastiglia grossolanamente in mezzo al cibo (pesce o scatoletta) riesce a rintracciarne i pezzi e li scarta, addirittura se per sbaglio gli finiscono in bocca li sputa... se polverizzo la pastiglia e la mescolo al cibo in modo che risulti indistinguibile, lui non mangia proprio niente! Idem con la pasta vitaminica. Eppure sono entrambe medicinali per uso veterinario, non dovrebbero essere formulati per essere particolarmente appetibili...?!? :angry: Non sono riuscita neanche a fargli fare la dieta a base di pesce e carote consigliata da Zarina: se ci sono le carote non mangia neanche il pesce di cui è ghiotto.

Alla fine mi arrendo e gli do la pappa senza medicina, che lui spazzola via immediatamente (comunque sempre in modeste quantità, non è che si abbuffi)! Faccio male? Dovrei affamarlo sperando che così finisca per mangiare quella col medicinale? E' così magro che finora non me la sono mai sentita di fare questa mossa, mi sembra comunque meglio che mangi qualcosa.

Poco fa ho tentato il trucco, che usava anche la sua padrona, di spalmargli la pasta vitaminica su una zampina... si è subito rifugiato sotto la mia macchina, dove non potevo raggiungerlo, e adesso è in giro.

Vedremo se lunedì i veterinari si decideranno a fargli l'esame per la FIP e/o la radiografia. Grazie ancora a tutte, ciao!

Francesca

Link al commento
Condividi su altri siti

Mannaggia, mi spiace che il micio non voglia proprio prendere il medicinale..i miei gatti quando prendevano le pastiglie le mangiavano sempre insieme al cibo..secondo me non farlo mangiare non servirebbe molto e, visto che è già tanto magro, potrebbe deperirsi troppo..l'unica cosa sarebbe forse chiedere ai vet se possono somministrare il medicinale al gatto tramite punture..facci sapere se gli fanno gli esami..

Baci!

Link al commento
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...
 Share


×
×
  • Crea Nuovo...