Vai al contenuto

Nello Sport...


Ele
 Share

Recommended Posts

Forse dal titolo non si capisce cosa voglio intendere... ma vorrei sapere cosa ne pensate di quest'argomento. Per i risultati (soprattutto a livello agonistico) quanto conta il "buon cavallo"? indubbiamente molto ma, per intenderci, se un principiante si prende un cavallo da GP lo può vincere? Chiaramente dipende anche dalla disciplina che si pratica... ma voi cosa ne pensate?

Spero abbiate capito cosa intendo... perchè ho fatto un pò di casino.. :P

Link al commento
Condividi su altri siti

allora vediamo se ho capito....

il cavallo conta...e anche tanto...è lui che ci "scarrozza" per i GP!!però il cavaliere deve essere all'altezza del cavallo naturalmente...

mi sono spiegata??

Link al commento
Condividi su altri siti

A livelli medi, il buon cavallo conta tantissimo... Ne ho viste di gare vinte da gente che a cavallo ci stava si e no aggrappata, ma grazie a 25.000e di cavallo se la cavava.

Gente invece davvero in gamba cotretta a ritirarsi a causa di un rifiuto o uno scarto x colpa di un rumorino.

Certo a livelli superiori il rapporto cavaliere cavallo deve essere davvero speciale, e l'abilità del cavaliere è indiscutibile. I migliori dicono sempre: ho sbagliato io, non il cavallo.

Nel dressage penso sia un altro discorso, conta decisamente anche il cavaliere.

Link al commento
Condividi su altri siti

Quoto in toto samer. Anche se devo ammettere che ci sono certi primi gradi che riescono a ingranare cavalli da Gp! :bigemo_harabe_net-102:

certi primi grado riescono a ingranare cavalli da GP perchè quei cavalli sono cavalli particolari...insanguati con carattere, sicuramente cavalli più difficili di quelli che saltano 1 e 10...cavalli orgogliosi, con un loro equilibrio...un 1 grado poco esperto è chiaro che non riesce a gestire un cavallo del genere...

Per quanto riguarda l'importanza di un cavallo nelle gare grosse rispetto al cavaliere direi che siamo a un 50% e 50%...l'equitazione è un gioco di squadra giusto? bene allora è necessaria la collaborazione di equino e umano...entrambi sono determinanti per il risultato...

se il cavallo non ha nelle gambe 1 e 50 ci può salire sopra anche il Papa ma legna in percorso la farà uguale....discorso identico per il cavaliere...puoi avere sotto al sedere Calvaro, ma se non vedi una distanza, entri in una gabbia cacciano o tirando...bhe il cavallo non sarà felice....!

Link al commento
Condividi su altri siti

Secondo me la percentuale è sbagliata. Un cavallo essendo un animale, agisce d'istinto, non possiamo considerarci al loro pari. Un cavallo agisce d'istinto saltando un ostacolo che gli viene messo davanti, ovvio poi che una girata fatta alla spera in Dio, un avvicinamento al salto sbagliato, una distanza vista male sono tutti errori del cavaliere che il cavallo, nella sua condizione di sottomissione non può correggere. Ci sono cavalli molto buoni che a volte, perdonano certi errori, ma questo errori devono essere uno, due al massimo in un giro di 13/14 salti, se no alla terza il cavaliere va di la ma senza cavallo, e fanno davvero bene!

Link al commento
Condividi su altri siti

Secondo me la percentuale è sbagliata. Un cavallo essendo un animale, agisce d'istinto, non possiamo considerarci al loro pari. Un cavallo agisce d'istinto saltando un ostacolo che gli viene messo davanti, ovvio poi che una girata fatta alla spera in Dio, un avvicinamento al salto sbagliato, una distanza vista male sono tutti errori del cavaliere che il cavallo, nella sua condizione di sottomissione non può correggere. Ci sono cavalli molto buoni che a volte, perdonano certi errori, ma questo errori devono essere uno, due al massimo in un giro di 13/14 salti, se no alla terza il cavaliere va di la ma senza cavallo, e fanno davvero bene!

Sono daccordo con te nel dire che il cavaliere è importante...ma se rifletti, posso fare un giro da Dio non sbagliare un avvicinamento, fare delle girate sensazionali...ma se il cavallo non salta non salta....se sono un professionista che va a fare giri grossi è chiaro che io sappia montare in un certo modo....

pensa ad una cosa...ci sono due ottimi cavalieri, stesso livello, dotati di sensibilità in egual maniera, dopo la gara pulita e corretta di entrambi ci deve essere un 1 e un 2....apparte gli errori umani...cos'è che determina la differenza?...il cavallo...ovvio...magari non sempre è una questione di potenza nelle gambe...solo esperienza del cavallo...ma la base è quella...

spero di essermi spiegata bene, non voglio farti cambiare idea, solo spiegarti il mio punto di vista...anche per esperienza personale!

:bigemo_harabe_net-146:

Link al commento
Condividi su altri siti

Ma secondo me parlare di errori a livelli alti (prendiamo un Piazza di Siena va...) è davvero difficile stabilire se ha sbagliato cavallo o cavaliere...

Ripeto a fare concorsi del genere non ci vanno principianti e men che meno con cavalli scarsucci... (siamo logici...chi ci va con un cavallo non perfetto!!!)

Cavalli e cavalieri in tecnica e bravura si eguagliano... è una questione di forma e allenamento.

Certo, una tantum nasce il vero campione che in mani capaci farà faville.

Può essere il cavallo come il cavaliere a fare la differenza... e una super dose di fortuna a volte ^_^

Questo discorso si può quindi solo mettere su se si parla di gare di mio livello <_<

Link al commento
Condividi su altri siti

Sicuramente hai ragione, in GP di errori se ne vedono abbastanza pochi...e anche i cavalli sono sempre quasi perfetti...

il discorso che facevamo può essere individuato meglio nelle categorie da 1 grado...li sicuro il cavallo fa la differenza...ehehehe e come se la fa....!!!!!!!

comunque il discorso di fondo è un'altro secondo me....bisogna riuscire a creare il binomio altrimenti....non si va da nessuna parte...per esempio....io ho un'ottimo cavallo, salta davvero con il cuore, insieme abbiamo ottenuto un sacco di risultati importanti...riusciamo a capirci e perciò riusciamo a saltare alto...lui ci mette la potenza io contribuisco guidandolo con sicurezza e facendomi sentire sicura e tranquilla....con me va benone...ma invece, il ragazzo che lo aveva prima :bigemo_harabe_net-127: ...poveraccio...non ne cavava un ragno dal buco, si odiavano, si facevano dispetti a vicenda...faceva eliminato in B100...

Insomma, quello che cerco di dire è che il binomio è fondamentale...l'ex proprietario del mio cavallone tecnicamente era più preparato di me, aveva un buon lavoro in piano, ottima scuola....ma gli mancava l'istinto...avete opresente di cosa parlo...?di quella sensazione che provi guardando avvicinarsi il salto...quando ti accorgi che è in quel preciso istante che devi alleggerire il contatto stringere le gambe e andare su....senza troppi pensieri o indecisioni, senza contare i tempi...quello fa la differenza...la complicità fra te e l'animale....la voglia di fare bene, di non deludersi reciprocamente...questo è lo sport...questa è l'equitazione e l'amore per i cavalli...

Sempre secondo me :bigemo_harabe_net-104:

Link al commento
Condividi su altri siti

Assolutamente vero, il binomio è il binomio...

Se c'è intesa non ti ferma più nessuno... ma qui poi si divaga un po' dalla domanda di partenza.

Purtroppo nel s.o. capita: il cavallo fa il cavaliere fino a certi livelli...

Link al commento
Condividi su altri siti

Faccio un esempio...

Se io montassi Vobinda mi troverei appesa al muro ancora prima di tirarlo fuori dal box.

Cavallo potente,nevrile,stallona,che ha fatto tante gare e che non si fa montare da chiunque...

E se Massignan o chi per esso montasse un cavallo "normale",non per forza scadente,facciamo da rookie,beh..non andrebbe a vincermi futurity,maturity e derby come ha fatto con vobinda!!

L'equitazione a bisogno di soldi e talento...Un binomio è fatto al 50%

...ho visto rookie con cavalli costosissimi marcare anche 72...bravi,indubbiamente....ma se avessero montato un altro cavallo sarebbero arrivati lì??

ops..non avevo letto le risposte e ho risposto quasi uguale..sorry

Link al commento
Condividi su altri siti

Faccio un esempio...

Se io montassi Vobinda mi troverei appesa al muro ancora prima di tirarlo fuori dal box.

Cavallo potente,nevrile,stallona,che ha fatto tante gare e che non si fa montare da chiunque...

E se Massignan o chi per esso montasse un cavallo "normale",non per forza scadente,facciamo da rookie,beh..non andrebbe a vincermi futurity,maturity e derby come ha fatto con vobinda!!

L'equitazione a bisogno di soldi e talento...Un binomio è fatto al 50%

...ho visto rookie con cavalli costosissimi marcare anche 72...bravi,indubbiamente....ma se avessero montato un altro cavallo sarebbero arrivati

ops..non avevo letto le risposte e ho risposto quasi uguale..sorry

:bigemo_harabe_net-134: ...anche a me capita di non leggere le altre risposte ogni tanto....

comunque per me tutto quello che hai detto è arabo!!!non capisco nulla di manta western... :bigemo_harabe_net-104: ma mi sembra di aver intuito che la pensi come noi...(e come me al solito!!!!! :bigemo_harabe_net-134: )

:bigemo_harabe_net-146:

Link al commento
Condividi su altri siti

ah hai ragione..

Comunque..Massignan e Vobinda insieme hanno vinto le tre gare più importanti..

Futurity maturity e derby...

CRedo che nessuno in italia avesse vinto tutte e tre le gare con lo stesso cavallo..(pedra correggimi se sbaglio)

Link al commento
Condividi su altri siti

secondo me come già detto a livelli medi capia di vedere il cavallo che lavora e che trascina di la il cavaliere(ne ho visti a bizzeffe ai regionali).

ovviamente però se metti un signor cavalli sotto il sedere di un inesperto, o quantomeno nn al livello del cavallo e lo porti a fare GP ti assicuro che nn combina nulla. perchè il cavallo abituato a essere montato da cavalieri, che mettono le distanze giuste, che nn svuotano prima del salto che non precedono, appena il cavaliere inesperto commette uno di questi errori, il cavallo nn salta più ed è logico. il cavallo è un fenomeno ma se nn viene montato da chi è capace commette errore.

quindi si spesso si vede il cavallo che conta anche senza cavaliere, ma quando il livello della competizione si alza, conta moltissimo anche il cavaliere!

Link al commento
Condividi su altri siti

x me il cavallo conta molto...con il mio trotter ho fatto al massimo le crocette...martedi ho provato un nuovo cavallo..ho saltato un metro e 10.

calcolate che avevo fatto massimo le crocette al trotto..giuro.

non sono diventata di botto una professionista..era il cavallo bravo.mi han proposto di cambiarlo ma per ora tengo il mio adorato trotter

Link al commento
Condividi su altri siti

Secondo me dipende anche dalla categoria.

Esempio pratico: nella mia scuderia una ragazzina alle prime armi si è comprata il cavallone da primo grado. E non riesce a montarlo bene. Ora, finchè i salti sono bassini, max un metro o giù di lì, il cavallo la salva, appena si sale un pò iniziano i rifiuti.

questo per dire che secodo me anche il più perfetto dei cavalli ti salva fino a un certo punto.... in certe categorie(a meno che non siano alianti travestiti da equini) conta molto anche il cavaliere.

Link al commento
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...
 Share

×
×
  • Crea Nuovo...