Vai al contenuto

Cavallo Traumatizzato


kiary
 Share

Recommended Posts

E' arrivato da circa una settimana un nuovo cavallo in maneggio; quando viene montato è spettacolare, è sensibilissimo e attento al caavliere infatti quando ad esempio fa le curve si piega molto per garantire l'equilibrio a chi lo sta montando. Io l'ho visto per la prima volta ieri e, senza esserlo neanche andata a guardare prima nel box, ho deciso di montarlo. Si è comportato benissimo però ho notato che si spaventava di ogni cosa (esempio degli uccellini che sbucavano dal prato, del signore che fa le pulizie in maneggio). Finita la lezione l'ho portato nel box ma mentre eravamo ancora nel corridoio ho chiamato il groom e gli ho indicato il box del cavallo in modo che me lo aprisse; ho alzato pianissimo e soprattutto pochissimo il braccio ma il cavallo appena lo ha visto ha nitrito fortissimo e si è alzato sulle zampe posteriori, a candela; non voleva calmarsi, continuava a nitrire e a scalciare.

Mi hanno spiegato che è stato maltrattato e quindi adesso è molto spaventato. Volevo chiedervi una cosa, quando un cavallo si comporta così cosa bisogna fare per farlo calmare?? *rreeaadd*

Link al commento
Condividi su altri siti

Essere pazienti,pazienti e pazienti...

Muoversi con calma,delicatezza(ma decisione),non alzare la voce e guadagnarsi la fiducia del cavallo...

Link al commento
Condividi su altri siti

Ci vuole davvero molta pazienza e non sgarrare mai...

Sarebbe opportuno sapere come il cavallo è stato maltrattato; da quello che dici sembra sia stato picchiato da terra (non mentre era montato) con bastoni o fruste.

Bisogna avvicinarsi sempre con cautela dal lato, mai da dietro o piombargli davanti. Quando è per es. in box e lo volete accarezzare, prima si avvicina piano la mano sotto il muso, come per dargli qualcosa da mangiare, mentre ti annusa pian piano tenendo il contatto col muso lo accarezzi senza mai staccare la mano.

Sarebbe opportuno indicare a tutti quelli del maneggio, soprattutto ai bambini, i timori di questo cavalli, in modo da farlo stare il piu tranquillo possibile.

Per quel che riguarda uccellini, foglie che cadono, ombre ecc... dubito che sia tutto dovuto ai maltrattamenti; sicuramente queste fobie si sono accentuate, ma di natura sarà un cavallo ombroso, quindi certi timori è impossibile toglierli. L'importante è non lasciarsi abbattere e non deve accadere mai che a causa di un suo scatto di paura si termini prima la lezione o non si finisca l'esercizio

Una precisazione:

uando ad esempio fa le curve si piega molto per garantire l'equilibrio a chi lo sta montando

A parte il fatto che non so cosa vuol dire "si piega", comunque il cavallo quando fa le curve o in qualsiasi altra cosa non aiuta volontariamente il cavaliere... al massimo lo ascolta, esegue i comandi, o inconsciamente "aiuta" nel salto partendo anche con la titubanza di chi lo monta

Link al commento
Condividi su altri siti

Guest PuPiNaX89

Kyky ha ragione.... <_<

anche la mia cavalla ha avuto una cosa simile ma io sapevo tutto bene come è accaduto....appena arrivata era una cavalla dolcissima e soprattutto buona, si faceva montare con estrema facilità da una come me che sono una cavallerizza ancora alle prime armi (l'ho presa per questo) e non ci credeva nessuno visto che è una purosangue inglese insanguata con una maremmana e si sa che sta razza è molto vivace e scattanta..

Il maneggio dove l'ho portata è in piena maremma (dove vivo)e di fatto la monta è maremmana e come la monta anche la doma, se non lo sapessi i cavalli vengono domati come facevano i butteri ed è una doma dove si crea una completa sottomissione del cavallo usando maniere forti, frustate e castighi che non oso spiegare!!La mia cavallina aveva dei difettucci che il mio insegnante ha cercato di mandar via ma naturalmente lei era abbituata ad una doma più dolce e non rozza, in quel periodo da settembre a marzo(alla fine l'ho portata a casa) era cambiata, prima si faceva coccolare il muso ed invece dopo bastava alzare la mano piano che lei iniziava a stolsare, rifiutava di mettere la sella ed i difettucci erano peggiorati.....ora da quando è tornata ha casa l'ho trattata con mille attenzioni, passavo ore a cercare di coccolarla e fargli capire che di me si poteva fidare, la premiavo, e piano piano ho ripreso confidenza, ora è tranquillissima, si fa mettere la sella senza problemi, in passeggiata non ha più paure, si fa coccolare come fosse un pupazzetto ed ha lo sguardo sereno e felice...io almeno sono riuscita così....lei si fida di me e sa che gli voglio bene e che non gli farei mai male e credo questo l'abbia fatta cambiare ;) Spero riuscirà anche a te...

Link al commento
Condividi su altri siti

proverò, grazie per i consigli!!!! La sfortuna è che, non essendo mio, passo poco tempo cn lui e non posso neanche controllare che lo trattano con cautela.....spero che le persone che si occupano di lui in mia assenza abbiano un pò di giudizio!! ;)
Link al commento
Condividi su altri siti

uh mi è venuto un altro dubbio, così prima di andare a montarlo ho qualche consiglio! Allora, lui ha il vizio che quando è nei circoli al galoppo aumenta di brutto la velocità, io invece sapevo che i circoli servissero per far rallentare il cavallo e non per farlo aumentare! Però, se mentre è in circolo faccio pressione sulle redini per rallentarlo tende a trottare...come posso fare per rallentarlo ma senza fargli cambiare andatura??
Link al commento
Condividi su altri siti

metti gamba ;)

o fai una mezza fermata... ma la cosa si complica..

alza un pelo la edine esterna e metti gamba interna mantenendo arretrata la esterna..

Link al commento
Condividi su altri siti

grazie Ilion proverò!! ;) :P
Link al commento
Condividi su altri siti

Kiary cosa intendi per "fare pressione sulle redini"?

Io proporrei di riunire il cavallo, in modo da avere il massimo controllo dell'impulso: flessione, galoppo raccolto, redini ben tese e ottimo contatto e impulso sempre presente tramite la gamba. Cosi lo tieni "a bada" ma non manca l'impulso ed eviti che si metta al trotto.

Se però la flessione ancora per voi è presto, prova ad allargare un pò il circolo e fai transizioni, trotto galoppo finche non senti che il cavallo è ai tuoi ordini, e non si mette al trotto da solo. Poi man mano che lo senti piu attento e riesci a dosare l'azione mano-gamba rimani piu tempo al galoppo.

Link al commento
Condividi su altri siti

calma kyky calma...

palrare di riunione è un po' assurdo.

la riunione è qualcosa di davvero difficile da ottenere... non basta tirare le redini.

le stai dicendo di chiudere il cavallo fra la mano e la gamba.. miglior modo per buttare il cavallo sulle spalle e poi sul filetto.

piuttosto che una mezza fermata... flessione interna lieve, solo della nuca, mani un pelo più alte, contatto leggero, gamba.

ma un contatto "forte" e una gamba che preme troppo non va bene.

non si ottiene così la riunione.

le transizioni possono invece essere utili, ma i comandi devono essere precisi e netti.

in bocca al lupo ;)

Link al commento
Condividi su altri siti

palrare di riunione è un po' assurdo

scusa perche? un cavallo riunito che lavora bene col posteriore a mio parere è molto piu gestibile e attento.

la riunione è qualcosa di davvero difficile da ottenere... non basta tirare le redini

so cosa vuol dire riunire... non vado a cavallo da 2 giorni, e dove ho detto che per riunire basta tirare le redini?

le stai dicendo di chiudere il cavallo fra la mano e la gamba

ho suggerito di impegnare il cavallo, non di chiuderlo ma di riunirlo se è in grado

non si ottiene così la riunione

io non ho spiegato a kiary come si fa la riunione

Link al commento
Condividi su altri siti

dunque... la riunione è un pelo più complicata del semplice "portare sotto il posteriore". ed è difficile. difficilissimo ottenerla.

per riunione si intende la capacità del cavallo di portare il proprio peso sui posteriorie, contemporaneamente, di spingerlo verso l'alto.

i posteriori si avvicinano il più possibile al baricentro quindi:

le anche si abbassano,

le articolazioni si flettono,

l'incollatura si rileva in un arco continuo, dal garrese alla nuca,

il naso è davanti alla verticale,

la base d'appoggio si accorcia,

aumenta la leggerezza e la mobilità del treno anteriore

la massima espressine della riunone : al passo e al galoppo è la piroette, al trotto l'appoggiata. si considerano a parte passege e piaffe.

parliamo di ingaggio del posteriore, così va bene, ma riunione è una parola grossa.

per avere un cavallo attento non è necessario lavorare su cose come la riunione.

non metto in dubbio le tue capacità equestri, non sarei in grado. nemmeno se ti vedessi a cavallo. parlavi di redini "ben tese" e di "gamba che spinge"

questo vuol dire chiudere il cavallo fra la mano e la gamba. se io blocco la bocca e spingo con la gamba...il cavallo è chiuso fra mano e gamba. o no?

se kiary fosse in grado di riunire un cavallo, sarebbe in un circuito M o D a fare gare, non qui a chiedere a noi come evitare una transizione non voluta da galoppo a trotto ;)

Link al commento
Condividi su altri siti

non metto in dubbio le tue capacità equestri, non sarei in grado. nemmeno se ti vedessi a cavallo. parlavi di redini "ben tese" e di "gamba che spinge

questo vuol dire chiudere il cavallo fra la mano e la gamba

Non credo proprio, non ho detto tirare le redini e dare gambate.

Redini tese significa buon contatto. Molti cavalli magari usati da cavalieri esperti e quindi abituati al giusto contatto in bocca, se si sentono montati da una persona che ha la mano che viene e che va, delle volte c'è contatto altre volte no, si sentono mancare l'appoggio e passano ad un'andatura inferiore.

Non ho parlato di gamba che spinge ma di gamba presente, che potrebbe essere la causa principale per cui il cavallo si mette al trotto da solo ( e questo non vuol dire dare sgambazzate per farlo avanzare, ma fargli sentire, tra mano e gamba l'ottimo mix tra impulso e contatto).

Se io personalmente ho un cavallo a cui sento manca impulso lo metto in lavoro, lo faccio lavorare bene col posteriore, chiedo la flessione, chiedo delle transizione, dei circoli, delle volte, delle fermate, se necessario passi indietro; tutto questo per tenerlo attento ma guai chiedergli queste cose se poi non lo sorreggo dandogli la sicurezza del mio contatto con la sua bocca e il mio incoraggiamento con l'impulso della gamba. Tutto questo mi è servito come basi per fare percorsi da 1.45 ...

Poi è ovvio che Kiary, (la conosco da tempo) so che sta ancora imparando, e quando parlo di riunione con lei ovviamente non intendo la riunione che fa un cavaliere di secondo grado, ma un minimo di impegno del cavallo, di tenerlo attento.(va bene che la riunione ha un concetto preciso come tutte le cose, e la descrizione che hai dato tu che hai preso da un sito è perfetta, però parlavo (e presumo di non essermi spiegata bene) riferendomi alle abilità di Kiary) E un cavallo con la verticale giusta, l'incollatura, il posteriore che spinge a mio parere è piu "in mano".

Link al commento
Condividi su altri siti

Ah, scusate se vado un attimo o.t., ma che sia chiaro: non voglio fare polemiche, e solitamente sono la prima a dire la mia senza attaccare i consigli di altri ma limitandomi a dire come farei io. Io mi sono solo messa un attimo nei panni dell'istruttore di Kiary, e se fossi in lui, se le da la possibilità di montare quel cavallo,credo anche sia il momento di insegnarle aspetti piu tecnici per evolvere sempre di piu la sua abilità nel montare ;)

Link al commento
Condividi su altri siti

... di fronte ad un cavallo maltrattato, credo (e questo non deve essere per tutti ma è una cosa soggettiva) ... che non sia importante il come o il quanto .. ma molto più importante sia il cosa è rimasto in lui!

Quindi tutto alla fine sta nel riuscire a far si che il cavallo si avvicini a noi per gradi .. ponendolo in attesa .. cioè ... lasciando stare il lavoro tecnico fino a che lui non accetterà la nostra presenza e non accetterà il e cercherà i lnostro contatto ..

Purtroppo non è valutabile .. a priori quanto il cavallo ha appreso o affinato da un maltrattamento! ... magari è un cavallo ombroso di suo .. che è bastata una mano troppo alta per far scattare una molla molto violenta ... o magari è un cavallo tranquillissimo .. che è stato davvero maltrattato molto !

... chi lo sa ...

Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao Ant :-)

non conosco benissimo la tua vita equestre, ma io, se per fortuna non lo so, ho vissuto molti anni in centri ippici in cui ci son privati, scuola e un istruttore che segue.

è impossibile riuscire a cavarci qualcosa.

lo sai meglio di me. in sella non riesci a valutare esattamente quale possa essere il problema del cavallo.

in un tondino è tutto più semplice. per me, forse, per te sicuramente.

una ragazza come kiary(spero di aver azzeccato il nick) non credo abbia la possibilità di prendere sto cavallo, mollarlo in un tondino. e aspettare. ascoltare. osservare. chiedere. aspettare una risposta. interpretare ogni suo gesto.

a questo punto, dando quasi per scontato che non si possa fare un lavoro di questo tipo sul cavallo in questione, bisogna trovare strade alternative. una di queste può essere la pazienza e la costanza per fare un buon lavoro in sella, ma che sia buono davvero.

capisci cosa intendo dire?

Link al commento
Condividi su altri siti

... di fronte ad un cavallo maltrattato, credo (e questo non deve essere per tutti ma è una cosa soggettiva) ... che non sia importante il come o il quanto .. ma molto più importante sia il cosa è rimasto in lui!

Quindi tutto alla fine sta nel riuscire a far si che il cavallo si avvicini a noi per gradi .. ponendolo in attesa .. cioè ... lasciando stare il lavoro tecnico fino a che lui non accetterà la nostra presenza e non accetterà il e cercherà i lnostro contatto ..

Purtroppo non è valutabile .. a priori quanto il cavallo ha appreso o affinato da un maltrattamento! ... magari è un cavallo ombroso di suo .. che è bastata una mano troppo alta per far scattare una molla molto violenta ... o magari è un cavallo tranquillissimo .. che è stato davvero maltrattato molto !

... chi lo sa ...

(non son soddisfatta dalla risposta di prima... e che cavolo mi metti fretta!!! :P )

dunque...

partiamo da un concetto semplice...(insomma).. la difesa.

la difesa scatta nel cavallo quando questo non ha possibilità di fuga da un fastidio. il fastidio può essere causato da centinaia di motivi. può essere un fastidio fisico. un dolore fisico. può essere un momento di panico. può essere un fastidio psicologico, una pressione psicologica.

il cavallo è una preda. è nella sua natura scappare da qualunque agente di disturbo. quando non può scappare, o si difende, o si lascia morire.

chiaro che prima prova a difendersi.

le sue armi sono i piedi e i denti. calcia e morde. impenna e sgroppa.

quando un cavallo, in una situazione che non impone una fuga per la sopravvivenza(come nel caso di questo cavallo), ergo non ha un lupo alle calcagna, si mette in difesa, qualcosa nella sua testa è scattato. quindi.. qualcosa non va.

bisogna scoprire cosa per poter risolvere il problema alla radice.

l'ideale sarebbe fare un passo indietro. anzi. girarsi completamente indietro e riprendere il cavallo da zero, analizzandolo in tutti i modi possibili per scoprire quale sia l'effetto che scatena la sua difesa.

qui non credo sia possibile mettere in pratica questa teoria... partiamo quindi dalle notizie che abbiamo.

lei ha alzato un braccio e il cavallo è scattato. i motivi?

il più semplice che mi viene in mente è "l'hanno picchiato nella sia zona percettiva"(la testa)

se il cavallo fosse con me farei un lavoro di desensibilizzazione. non so se è il caso di spiegarlo.. è una cosa semplicissima, ma abbiamo a che fare con dei cavalli, in più con dei problemi. le reazioni potrebbero essere non delle migliori.

se mi giurate che non ci provate o che lo fate con criterio lo spiego :-)

e non so nemmeno se ho detto tutto quel che volevo dire. mi perdo mentre scrivo.. sarà l'halzeimer... ??? *-+-+-*

Link al commento
Condividi su altri siti

Io quello che so su questo cavallo è quello che mi hanno spiegato i miei istruttori; Jak (così si chiama il mio amore) doveva finire al macello perchè il proprietario non lo poteva più mantenere. Sotto la pancia ha una ferita molto profonda (provocata dal proprietario anche se non si sa bene come) che è stata curata male; Jak veniva sellato anche se il sottopancia passava e fregava sulla ferita provocando grande dolore al cavallo! "£$!" L'istruttrice non mi ci fa far molto con lui perchè è ancora ancora troppo spaventato e lei non vuole che io rischio con lui; lo striglio, lo sello ma sempre facendo attenzione; la sella gliela mette lei perchè, nonostante la ferita stia guarendo, lui si agita molto quando lo si sella! Quindi non posso fare molto da terra ma posso cercare di stabilire un rapporto quando sono in sella! :rolleyes: l'unica cosa che mi interessava veramente era come posso farlo calmare quando si spaventa, inizia ad alzarsi sui posteriori e scalcia!!
Link al commento
Condividi su altri siti

a parte che.. se è in convalescenza.. ma lasciarlo tranquillo senza sella no vero? £@@£

poraccio.. anche io sarei sull'arrabbiato andante...

posso solo dirti di rilassarti. e che il rapporto parte da terra. sempre. ogni piccolo gesto per loro è comunicazione.

non siamo noi che dobbiamo parlare a loro, ricordatelo. sono loro che devono parlare a noi. e lo fanno. sempre. chiacchierano un sacco i cavalli. ma son parole silenziose. son fatte di soli gesti. sta a noi imparare a capirli e interpretarli nel modo più veritiero.

passa del tempo con lui. in box. fuori dal box, in paddok. pensa meno a montarlo... pensa ad ascoltarlo.

:-)

e se lui si spaventa. tu respira forte. e pensa intensamente "non c'è niente che ti può far male" :-)

Link al commento
Condividi su altri siti

sono daccordo con ilion! ... io penso che un cavallo del genere debba ritrovare innanzitutto la serenità e la fiducia nell'uomo! ... e in questo momento mancano entrambe le cose.

Dovrebbe .. staccae la spina ... e dovresti cercare come puoi da stabilire il rapporto sul suo stesso livello! .. da terra .. niente lavoro d'impegno, solo contatto ..e relax alla mano! ..

L'esempio e il consiglio di passare del tempo con lui nel box di ilion è perfetto ..o nel paddock .....aggiungo solo ... prova pian piano con piccoli gesti a portare le tue braccia sopra il suo collo ( .. supra la criniera per capirci meglio) e sfregalo .... il puledro viene difeso così dalla fattrice .. la fattrice appoggia il collo sul collo del puledro .. è come una coccola protettiva se la vogliamo vedere da questo punto di vista ... è un buon metodo per fare relax della mano! .... ti accorgerai che il cavallo si rilassa quando la sua incollatura si distende e te la piegherà introno in un abbraccio .. :-) findati .. è una cosa strepitosa saper di essere abbracciati da un animale che pesa così tanto eppure riesce ad essere così delicato :-)

ovvio .. molta attenzione .. perhcè come detto da ilion il cavallo ha dei brutti ricordi per quanto riguarda la sua testa .. il muso la faccia .. magari le orecchie .. quindi .. vacci tranquilla ... inizia dal garrese toccalo .. e sali ..poi quando lui ti da un po di fiducia prova a fare qeusta piccola cosa ... sono sicuro che .. si calmerà un pò .. e piano piano iniziera a riprendere fiducia ...

Link al commento
Condividi su altri siti

vero.. l'abbraccio del cavallo è un'emozione impagabile. :wub:

però.. senza prima una decente desensibilizzazione della testa, del collo e del costato credo sia un po' azzardato... non trovi Ant?

io, personalmente, secondo le mie esperienze, preferirei una "scala" di questo tipo.

che ne pensi? :-)

Link al commento
Condividi su altri siti

il muso la faccia .. magari le orecchie .. quindi .. vacci tranquilla ... inizia dal garrese toccalo .. e sali ..poi quando lui ti da un po di fiducia prova a fare qeusta piccola cosa ... sono sicuro che .. si calmerà un pò .. e piano piano iniziera a riprendere fiducia ...

... beh avevo detto di iniziare a toccare dal garrese .. salendo ;-) ... cmq tu sei stata più chiara :-)

Link al commento
Condividi su altri siti

sì.. lo so.. però.. in quella posizione, con un cavallo non desensibilizzato, siamo in zona morso e rampata... era una questione di sicurezza.. tutto qui.

Link al commento
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...
 Share

×
×
  • Crea Nuovo...