Vai al contenuto

Troppe Domande..


renzamara
 Share

Recommended Posts

ciao a tutti, oggi è una giornata storta, forse è l'inverno, ma ho l'impressione che tutto quello che sto facendo per gli animali non abbia risultati... E' difficile farsi la scorza operando come volontaria dell'Enpa della mia città, maltrattamenti, sofferenze, abbandoni... e sembra che non abbia mai fine!

Oggi non reggo nemmeno alle piccole cose:al gattile dove opero ci sono anche due cani adorabili che si fanno compagnia, ma uno di questi ha 16 anni ed è pieno di dolori agli arti, perciò una volontaria di buon cuore ha deciso di portarselo a casa per fargli passare l'inverno al caldo, ma Huma, l'altro cane oggi ululava di solitudine, ti guardava con gli occhi interrogativi...

Stamattina ho portato dal veterinario un micio che si era rifugiato in una ditta, raffreddatissimo, magro e spaventato, ma se ha la leucemia felina dovrò liberarlo di nuovo dove stava, in gattile c'è il rischio che infetti anche gli altri... come si fa ad abituarsi? come si fa a costruirsi una corazza contro una sofferenza che siamo spesso noi umani a provocare? perchè tutto quello che faccio mi sembra quasi inutile?

mi ripeto che basta alleviare le sofferenze ad uno solo di loro perchè tutto abbia senso, ma perchè oggi non mi basta?

scusate lo sfogo, ma mi sento come a svuotare il mare con un secchiello...

Link al commento
Condividi su altri siti

Purtroppo ogni tanto, periodicamente, sono crisi che arrivano a tutti noi, a tutti quelli che operano nel settore degli animali a vario titolo. Più si cerca di fare e più sembra di essere inutili...ma ho imparato a sfogarmi e poi tirare dritto come sempre.

Certo la sofferenza letta negli occhi di un animale è qualcosa di terribile, ma almeno ci sono persone che li amano e che li aiutano.

Un abbraccio e vedrai che passerà. Fare quello che fai tu richiede davvero tanta energia emotiva e fisica.

Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao Renzamara...

conosco benissimo la sensazione che provi. E' toccato a tutti quelli che, come noi, operano nel volontariato.

Casi su casi e tutto sembra non avere mai fine. Non appena sistemi un trovatello, non appena una storia ha un lieto fine ecco che incontri di nuovo un caso tremendo, e si ricomincia tutto daccapo.

Purtroppo alcuni animali sono più fortunati: riusciamo a sistemarli, a trovare qualcuno che si prenda cura di loro. Altri devono tornare in strada, esposti alle intemperie ed ai pericoli.

E' difficile andare avanti, non sentirsi impotenti, scoraggiati... eppure ogni creatura che aiutiamo è una piccola vittoria, anche se non sempre possiamo fare ciò che ci sembrerebbe giusto per lei.

Sono però sicura che tu, come tante volontarie, agisci facendo il massimo, e questo dovrebbe aiutarti nei momenti di sconforto. Non sempre è possibile salvarli, ma quando sappiamo di aver fatto tutto ciò che è in nostro potere, non ci resta che accettare quello che il destino o Chi per lui, ha deciso.

Il tutto con dolore, perchè non si può e non si deve essere indifferenti, ma anche con la serenità che ci dà la consapevolezza di agire sempre al massimo delle nostre potenzialità.

Ti abbraccio

Link al commento
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share

×
×
  • Crea Nuovo...