Vai al contenuto

Aiuto: Stagno


eretics
 Share

Recommended Posts

Salve a tutti sono nuovo di questo utilissimo forum; prima di scrivere mi sono fatto un briciolo di cultura girolonzolando per i vari thread, ma ora ho una domanda da porvi.

Sono proprietario di una scuola, sul retro della struttura proggettiamo l'orto, ma c'è un spazio vuoto che voglio adibbire a stagno,laghetto,o mini palude; ho a disposizione una vasca da interrare 2MTx1x1, il punto in questione ha un esposizione al sole non diretta per l'80% della giornata.

Ora il quesito è: che specie di animali mi consigliate di inserire e come adibbire la cosa?

In teoria avevo fatto gia qualche ipotesi da me, ma mi sono accorto che ci sono troppi fattori da considerare, la reperibilità di alcune specie, l'esposizione al sole, il mese di dicembre, il riciclaggio e il filtraggio dell' acqua, sono a Napoli ecc...

N.B. non ho la possiblità di inserire una pompa per il filtraggio, ma vorrei immettere numerosissime piante acquatiche.

Grazie e scusate eventuali errori.

Link al commento
Condividi su altri siti

Il thread ha girovagato per le sezioni anche troppo per i miei gusti.

Ma visto che siamo approdati nuovamente in sezione....

Il laghetto necessita comunque di un ricircolo d'acqua, chiunque tu intenda ospitare. Qualsiasi pozza d'acqua abitata, necessita del ricircolo o di una fornitura costante di acqua pulita e ossigenata. Quindi la pompa è necessaria.

Gli urodeli e gli anfibi amano acqua pulita e ciascuna specie ha determinate necessità.

Se vuoi spiegare in che zona vivi, se ci sono specie di anuri o urodeli nella tua zona che potrebbero beneficiare del tuo laghetto, che specie sono ecc... potremmo darti un aiuto in più. Ma sappi che il ricircolo è praticamente obbligatorio, che sia una fonte naturale o tramite una pompa.

Link al commento
Condividi su altri siti

Allora iniziamo dall'inizio la prima cosa di cui ci dobbiamo occupare sono le piante, anch'io quest,estate vorrei creare uno stagno dentro un grosso vaso e alla fine ho deciso di introdurre il papiro nei bordi per ridurre l insolazione,anche se non è propio autoctono è la soluzione piu semplice,come piante acquatiche ti consiglio la comunissima lenticchia d'acqua e la solita ninfea,ora non ho tempo approfondr piu tardi.

Link al commento
Condividi su altri siti

Scusa superjo, ma quanto è grande il vaso dentro il quale intendi ricavare lo stagno?

Secondo me prima di cominciare è bene documentarsi su cosa serve per realizzare uno stagno, e perl'appunto il ricambio d'acqua. Tu metterai una pompa in questo mega vaso?

Link al commento
Condividi su altri siti

Bene pare ke il mio post abbia trovato dimora :bigemo_harabe_net-117:

Allora urodeli dovrebbero essere tritoni e salamandre giusto?

Io vivo nella provincia a nord di Napoli, la zona è urbanizzata, la fauna del mio grande giardino è composta da una capra tibetana (pet therapy) e una moltitudine di lucertoline verdi e marroni che hanno trovato rifugio, per il resto e' tutto artifficiale.

Per quanto riguarda il riciclo ho sentito di pompe ad energia solare, ma funzioneranno quando il sole non arriva diretto?

Link al commento
Condividi su altri siti

Io sono piu che documentato sul realizzare uno stagno,visto che è sempre stato il mio sogno,per le pompe non so tanto ho tempo fino all'estate.Allora, le informazioni sulla fauna che ci servono riguardano gli anfibi,per esempio se c'è una popolazione di rane nelle vicinanze del laghetto verranno da sole ma se non ci sono dovrai introdurle tu,nella tua zona dovrebbero essere presenti tra gli anuri la rana verde il rospo comune la rana rossa e lo smeraldino.Tempo fa avevo un link in cui si spiegava la realizzazione di un laghetto,vedo se lo trovo.

Link al commento
Condividi su altri siti

Come ho gia detto è tutto "artificiale" mi trovo in una zona urbanizzata, e non esistono anfibi in zona; la mia sarebbe (e lo è gia per tante altre cose) un "oasi nel deserto"; il mio obbiettivo (oltre al fatto estetico) e sviluppare nei nostri alunni un amore per la natura e dargli la possibilità di osservare, studiare e apprezzare animali e piante che sicuramente non avrebbero mai visto in una grande città.

Navigando ho trovato un sistema di filtraggio dell' acqua fai da te in un tubo idraulico di PVC, dovrei però portare la corrente eletrica alla vasca; la pompa deve funzionare per tutta la giornata o posso lasciarla staccata durante la notte?

Link al commento
Condividi su altri siti

I fattori sono due e ben distinti.

1. La realizzazione della vasca con annessi e connessi

2. Gli abitanti.

devo darti una delusione, non puoi trasferire tritoni o salamandre in un laghetto artificiale a beneficio di chi non li conosce. Innanzituttto distinguiamoli. Le salamandre non vivono in acqua ma nel sottobosco umido, nascoste sotto tronchi caduti o anfratti naturali i tritoni nostrani vivono in acque pulite di torrenti di montagna. Necessitano tutti di basse temperature e non credo che a Napoli in estate, anche se in zona ombreggiata possano avere 25 gradi che è la massima temperatura che possono sopportare.

Non per ultimo..... la legge vieta di prelevare questi animali per detenerli, quindi non ti è consentito nessun genere di cattura neppure per trasferirli, oltretutto in un luogo non idoneo.

Se vuoi costruire un laghetto sarà sicuramente una bella sorpresa perchè arriveranno ospiti che non ti aspettavi, ma devono venire da soli e sarà una sorpresa ancora maggiore.

Link al commento
Condividi su altri siti

A questo punto come anfibi puoi inserire solo delle rane visto che ora che mi viene in mente i rospi comuni non possono vivere in vasche dai bordi ripidi perchè annegherebbero nell'ultima fase della metamorfosi in cui hanno bisogno di acqua bassa.Se vivi in piena città dubito che gli anfibi vengano da soli quindi devi mettere tu dei girini,ma per trovarli devi aspettare la bella stagione, per ora puoi solo iniziare a preparare lo stagno con le piante.Per il fatto del vaso io volevo prendere un grosso vaso tipo 50 cm di diametro mettere delle piante e introdurre qualche girino per vedere che succede di sicuro non avro una gran fauna ma almeno ci avrò provato e comunque mi resterebbero le piante.

Link al commento
Condividi su altri siti

Hai risolto il problema della pompa di ricircolo? E' indispensabile, anltrimenti la tua vasca diventa una pozza di acqua stagnante e puzzolente nel giro di pochi mesi.

Devo ribadire che vale lo stesso discorso del divieto di prelevare animali autoctoni anche per le rane, rospi, ricci, caprioli, lepri, volpi, ecc.... A parte il fatto che poi se vogliono scappano e poi gli devi dare da mangiare.....

Penso che prima di metterti a scavare il buco, tu ti faccia un bell'esame della situazione.

Link al commento
Condividi su altri siti

Si conosco le leggi che riguardano questa cosa; e poi qui non saprei proprio dove trovarli certi animali, dovrò rivolgermi ad un negozio specializato in rettili e anfibi. Per la pompa ho trovato un sistema di filtraggio artigianale facile da reperire e costruire, all' interno di un tubo in PVC inserirò da un estremità una pompa, nel mezzo dei materiali filtranti e uno sbocco sull'altra estremità, l'acqua circolerà attraverso il filtro risucchiata dalla pompa e poi verrà reinserita nello stagno dall'altra bocca della pompa che la getta fuori.

Link al commento
Condividi su altri siti

Parliamo allora degli ospiti.

Il discorso sembra strano, ma non posso esimermi dal fare tutta la manfrina dall'inizio.

Se ti trovassi in una zona periferica e con una fauna autoctona nelle vicinanze, potresti tentare di introdurre in uno stagno una piccola colonia di autoctoni che rimarrebbero nel loro ambiente e nella loro zona a patto che tu ti sia ben informato e organizzato per dargli il gusto habitat a seconda della specie tipica della zona. Si tratterebbe di un tentativo di ripopolamento e per questo potresti con successo avvalerti di svariati aiuti da parte di esperti in materia.

La cosa più sbagliata che puoi fare è andare da un negoziante e comprare qualche animale non autoctono.

Non puoi controllare le fughe e ammettendo che i tuoi ospiti si trovassero bene, tanto da riprodursi, spargeresti animali alloctoni in maniera incontrollabile. Ne abbiamo esempi di tutte le specie.

Non voglio fare la guatafeste e sono sicura che lo faresti con le migliori intenzioni ma non fissarti con l'inserimento forzato in un ambiente non adatto. Un laghetto ben fatto e con ospiti adeguati può attirare altre specie spontaneamente. Cosa c'è di più bello di avere creato un'oasi naturale vera e propria? E cosa ti dice che non arriveranno da soli gli anfibi che desideri?

Ti prego solamente di non acquistare specie non nostrane.

Link al commento
Condividi su altri siti

Da quanto ha scritto vive in una zona urbanizzata, le specie come le libellule e tutto il resto potrebbero anche giungere da sole ma non credo che un laghetto situato in mezzo alla citta sia raggiungibile dalla fauna anfibia,ma il fatto che sia stato raggiunto dalle lucertole significa che c'è un minimo di contatto con la natura,in tal caso tutto cambierebbe e gli anfibi arriverebbero da soli.

p.s:se riesci "nell'impresa" metti cortecce nei dintorni del laghetto come rifugi,se no per loro sarebbe inabitabile.

Link al commento
Condividi su altri siti

Grazie dei consigli, si effettivamente il contatto con la natura è minimo.

A Napoli, come in molte altre città quando gli animali diventano troppo grossi vengono abbandonati, il mio veterinario mi ha consigliato di "adottare" questi animali che vengono rivenduti a poco prezzo in un mercato locale, e che si trovano in pessime condizioni; sinceramente credo che il mio laghetto sia sicuramente più accogliente di una bacinella super affollata; per quanto riguarda l'impatto ambientale...quale ambiente? esiste il mio prato, oltre non c'è

Link al commento
Condividi su altri siti

Adottare animali abbandonati potrebbe essere una buona idea solo se non venissero a contatto con l'esterno perchè questi animali,visto che è vietato detenere animali autoctoni, sono necessariamente tutti alloctoni(e quindi danneggerebbero l'ecosistema del laghetto) ,poi visto che l'ambiente è stato raggiunto dalle lucertoline verdi non è detto che non possa essere raggiunto da degli anfibi, che se il laghetto è ben fatto si troverebbero bene, quindi,visto che è anche l'unica cosa che puoi fare io aspetterei con pazienza che gli ospiti arrivino da soli,nel frattempo devi impegnarti a rendere l'ambiente del laghetto il piu ospitale possibile, cosa che sicuramente saprai fare bene.Buona fortuna! :lol:

Link al commento
Condividi su altri siti

Sono s'accordo, peraltro lo avevo già scritto in precedenza, non si può rischiare di mettere nel laghetto degli alloctoni. Al limite quelli li puoi ospitare in acquari adeguati dove non esiste il pericolo di fuga ma dove puoi allevarli perfettamente e adeguatamente.

Link al commento
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...
 Share

×
×
  • Crea Nuovo...