Vai al contenuto

Comportamento Con Gattino Sordo


nadiamaria
 Share

Recommended Posts

Ciao a tutti, mi sono appena iscritta ed avrei subito bisogno di un consiglio da parte vostra. Da una settimana ho preso un gattino di circa due mesi con il pelo tutto bianco, è bellissimo ma purtroppo ho scoperto che è completamente sordo. Non risponde ai miei richiami, gioca con l'aspirapolvere mentre è in movimento (questo rumore di solito li terrorizza) e quindi ho dedotto che proprio non ci sente! Si chiama Brio ma purtroppo il nome non gli serve, lui non lo capirà mai. :bigemo_harabe_net-102: Inoltre è vivace in modo esagerato salta ovunque e mentre gioca tira sempre fuori le unghie, ho mani e braccia massacrate dai suoi graffi. Chi mi può dare qualche consiglio su come comportarmi con lui? Non sente i miei no, e quindi non so come riuscire ad educarlo, non vorrei dover arrivare alle pacche perchè ho paura di creare in lui maggior ribellione. Ho già avuto altri gatti in precedenza, ma loro ci sentivano, ed è stato tutto più semplice. Mi fa tanta tenerezza, e vorrei instaurare con lui un buon rapporto come ho avuto con i precedenti. Ciao!

Nadia

Link al commento
Condividi su altri siti

benvenuta nadia..

io non ho mai avuto gatti sordi e non so quanto potrei aiutarti..qui nel forum sicuramente ti sapranno consigliare..

comunque l'unica idea che mi viene in mente e che quando le sgridi falle il segno con il dito come per dire NO..magari riescono ad associare i movimenti..

ovviamente però ti deve guardare...

ogni volta che lei ripete un comportamento sbagliato tu le fai il segno con il dito..

con tanta pazienza imparerà ad associare i tuoi gesti..

Link al commento
Condividi su altri siti

Innanzitutto prova a verificare se effettivamente non ci sente, puoi provare a fare un rumore forte mettendoti dove non ti vede, dovrebbe girarsi o sobbalzare.

I gatti sordi vivono benissimo basta che non vadano in strada o nei pericoli.

Invece della voce puoi usare i gesti per comunicare con lui

Link al commento
Condividi su altri siti

Vi ringrazio per le vostre risposte. Purtroppo sono proprio sicura che non ci sente perchè ho provato a battere forte le mani dietro la sua testa e lui non si è neppure mosso. Vorrei cercare di proteggerlo dai pericoli ma siccome abito in una villetta a pian terreno tenerlo in casa sarà veramente difficile.

In estate porte e finestre sono aperte, i precedenti mici entravano e uscivano a loro piacimento, ma con questo che non sente, non sarà un'impresa facile specialmente quando crescendo vorrà maggiore libertà. Sono un po' scoraggiata, ma non lascerei il mio Brio per nessuna ragione, mentre sto scrivendo è qui raggomitolato che dorme e ronfa beato..... mi fa una tenerezza infinita!

Link al commento
Condividi su altri siti

Se il gatto ha entrambi gli occhi azzurri allora è affetto da un'anomalia genetica (malformazione dell'orecchio interno) che gli causa la completa sordità.

Per moderare i morsi ed i graffi (ma questo problema non è legato al suo deficit uditivo) puoi usare diversi metodi: innanzitutto non giocare con le mani, ma interponi sempre un giochino (pupazzo, palla, fune...), poi, quando stringe i denti, abbassagli la lingua verso il basso o verso il fondo della bocca. Se anche così non molla puoi stringergli il naso o le orecchie, in modo che capisca che stringendo i denti avverte dolore.

Per il resto i gatti imparano benissimo i gesti se associati allo stesso comando. Anch'io ho un gatto completamente sordo, e con le mani capisce aspetta, vieni, sali...

E' importante associare il gesto all'azione ed al premio. Ad esempio mentre ti guarda fai il gesto "vieni" con le mani e fagli vedere la ciotola. Ben presto assocerà il tuo richiamo a qualcosa di piacevole e verrà anche se non gli mostri più il cibo.

Per quanto riguarda il lasciarlo libero di entrare ed uscire... un gatto sordo ha una grave menomazione, ed è facile che rimanga vittima di un cane o di un'auto o altri pericoli... se possibile chiudilo in casa.

Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao prima abitavo in un appartamento vicino ad un fiume perciò l'afa d'estate era tremenda e per poter aprire le finestre mio papà aveva costruito delle zanzariere in legno e rete asportabili, ma ora anche nei supermercati vendono delle retine apposite da mettere a porte e finestre così potrai tenerle aperte senza pericolo :bigemo_harabe_net-117: . Fai ciao ciao con la manina al micetto

Link al commento
Condividi su altri siti

Per prima cosa io gli metterei un collarino con un campanello in modo che tu possa sapere dove e come si muove per casa. Eviterei di farlo uscire e quindi sterilizzalo il prima possibile.

E' difficile che un gatto sordo possa sopravvivere in strada, ma in casa imparerà a "SENTIRTI" attraverso le vibrazioni.

una mia collega sordo muta ha un gatto sordo e "parlano" benissimo tra loro. Con i gesti capirà il no, il salire sul letto. Saprà quando è ora della pappa dai tuoi movimenti e dai tuoi atteggiamenti.

Link al commento
Condividi su altri siti

Grazie! Siete tutte molto carine nel darmi suggerimenti, cercherò di metterli in pratica (marito acconsentendo, visto che le zanzariere dovrebbe installarle lui). Per quanto riguarda il collarino con campanellino ho cercato di mettergli quello del mio precedente gatto ma Brio non sembra molto contento, se lo tira con le zampette come un matto. Ahahahah! A proposito oggi ha rotto un altro sopramobile e siamo a quota 4! Speriamo che si dia presto una calmata altrimenti mi demolisce casa!

Grazie e ciao a tutte! *+++* Nadia

Link al commento
Condividi su altri siti

anche secondo me dovresti iniziare ad associare i segni ai suoi comportamenti..quando fa qualcosa di sbagliato fai dei gesti che x lui siano "punitivi" mentre quando fa qualcosa di posotivo come nn graffiare oppure venirti incontro allora associa questi suoi atteggiamenti ad un premio..come un bocconcino il latte o un pezzetto di formaggio..vedrai che piano piano per lui sarà un vero piacere fare il "bravo"!!!!!! :D

Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao Nadia, anch'io ho una gatta sorda che ho trovato un anno fa e ti assicuro che è dolcissima e si lascia coccolare da tutti (forse anche troppo...); quando mi sono accorta che era sorda ci sono rimasta un pò male, ma poi abbiamo imparato a comunicare a gesti (tipo per chiamarla muovo la mano anzichè usare la voce) e ora ci capiamo perfettamente!

Non avere paura imparerete a capirvi in pochissimo tempo, l'unica precauzione da avere è quella di non farlo mai uscire da solo per evitargli i rischi della strada e di non coglierlo mai di sorpresa (non farlo svegliare di soprassalto!), ti accorgerai presto che il suo piccolo handicap per molti aspetti può essere anche una marcia in più!

Un bacio e in bocca al lupo, Susy.

Link al commento
Condividi su altri siti

Grazie ancora a tutte per i consigli e gli incoraggiomenti. Brio comincia piano, piano a capire qualche mio gesto, come ad esempio vieni e quando faccio segno di no per qualche cosa che non va bene anche se dei no molto spesso se ne frega. Quello che proprio non migliora per niente è la sua grandissima agitazione, corre, salta ovunque, rovescia cose nella sua folle corsa, guarda in continuazione se trova porte e finestre aperte per uscire. Sono un po' preoccupata, perchè facendo il confronto con il gattino di mia mamma (sono grandi uguali) il suo è decisamente più tranquillo ed equilibrato. Secondo voi si calmerà un po' e se sì fra quanto tempo? Mi sembra che questa chiusura forzata lo renda sempre più insofferente, cerco di farlo giocare ma sembra che si agiti ancora di più, sarà forse meglio ignorarlo?

Scusate se vi assillo con tutte queste domande, ma credetemi non mi era mai capitato un gatto così, i due precedenti erano decisamente più tranquilli. Ciao, ciao.

Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao Nadia.. io non ho mai avuto gatti sordi ma insegno in una scuola per bambini sordi. So che non è lo stesso, ma l'apprendimento passa comunque per la gestualità e la mimica facciale: se vuoi sgridarlo, col viso arrabbiato, soffiagli leggermente in faccia, ai gatti dà molto fastidio, capirà che stà facendo una cosa che non deve, e funziona molto di più delle piccole pacche sul culetto, che come dici tu potrebbe spaventarlo.

Quando lo chiami utilizza le vibrazioni, potresti per esempio picchiare sul pavimento qualcosa che produce una vibrazione forte (per esempio del metallo o il manico della scopa), e farlo vicino alla zona ciotole per lui dovrebbe significare che è pronta la pappa.

Molto bene anche i consigli di "no..aspetta..fermo" fatti con le mani; se non ti guarda, insisti perchè lo faccia afferrandolo con un po' più di forza dietro le orecchie in zona scapolare.

Quando abitavo vicino alla strada avevo insegnato al mio gattino i pericoli delle auto portandolo sul ciglio della strada con un collare e guinzaglio, proprio come quello dei cani: ti metti con lui ad osservare la strada, vedrai che vedere le auto sfrecciare per lui sarà più spaventoso che non sentirlo arrivare. Il mio dopo quell'esperienza non si avvicinava neppure al vialetto..

..in bocca al lupo...

Link al commento
Condividi su altri siti

Oggi, visto che erano a casa anche mio marito e mio figlio, per la prima volta abbiamo provato a mettere il guinzalietto a Brio. Subito cercava di divincolarsi poi si è calmato ed ora dopo essersi fatto un pisolino se ne sta all'ombra di un'albero in giardino a giocare. Il giunzaglietto l'abbiamo legato ad un filo abbastanza lungo in modo che lui abbia spazio di movimento. Per ora è solo una prova, se funziona perfezioneremo il sistema in modo che anche lui, povero piccolo, possa starsene fuori all'aria aperta senza correre pericoli, naturalmente sotto il nostro controllo. Il vedere che si è adattato abbastanza velocemente mi rincuora un po', certo se potesse correre libero come gli altri gatti sarebbe meglio, ma anche così è sempre meglio di niente. Ciao a tutti!

Link al commento
Condividi su altri siti

Oggi, visto che erano a casa anche mio marito e mio figlio, per la prima volta abbiamo provato a mettere il guinzalietto a Brio. Subito cercava di divincolarsi poi si è calmato ed ora dopo essersi fatto un pisolino se ne sta all'ombra di un'albero in giardino a giocare. Il giunzaglietto l'abbiamo legato ad un filo abbastanza lungo in modo che lui abbia spazio di movimento. Per ora è solo una prova, se funziona perfezioneremo il sistema in modo che anche lui, povero piccolo, possa starsene fuori all'aria aperta senza correre pericoli, naturalmente sotto il nostro controllo. Il vedere che si è adattato abbastanza velocemente mi rincuora un po', certo se potesse correre libero come gli altri gatti sarebbe meglio, ma anche così è sempre meglio di niente. Ciao a tutti!

povero cucciolo.. e come sarà dolce vederlo! che tenerezza, già lo immagino.. ti faccio tanti complimenti per il tuo lavoro e tanti auguri per il tuo piccolino e la sua "educazione" non facile in un mondo così pieno di pericoli... :bigemo_harabe_net-104:

Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao a tutti, è già da un po' che non ci si sente e quindi vi mando un affettuoso saluto.

Vi scrivo per aggiornarvi sulla crescita del piccolo Brio e per chiedervi ancora qualche consiglio.

Ora la peste ha 8 mesi e non si sogna minimamente di calmarsi nonostante sia sterilizzato.

Questo è il mio cruccio, ma quando la smetterà di saltare ovunque rompendo tutto?

Essendo sordo non sente il rumore di ciò che rompe e quindi non si spaventa e naturalmente non sente neppure le mie sgidate.......sono esasperata! Datemi qualche consiglio e un po' di conforto vi prego.....Gli voglio molto bene e lui sa essere anche coccolone ma non posso neppure farmi distruggere casa. Certo di distrarlo con giochini, grattatoio ecc. ma lui dopo un po' si stufa e ricomincia a saltare su tutti i mobili. Sempre più spesso mi domando.....ma chi me l'ha fatto fare? Come devo comportarmi? Grazie e ciao!

Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao Nadia!

Sono contenta di avere notizie di Brio, un po' meno di leggere che ti fa esasperare!

Fallo giocare molto, probabilmente non riesce a scaricare tutte le sue energie. E' un gatto giovane, e quindi ha bisogno di molta attività.

Dato il suo handicap sgridate e spaventi servono a poco, quindi puoi provare a dissuaderlo usando uno spruzzatore con dentro acqua. Quando salta sui mobili colpiscilo con un getto d'acqua addosso, sperando che gli dia fastidio e non lo interpreti come un nuovo gioco!

Ti consiglio poi di cambiare la sua alimentazione. A volte mangimi troppo proteici inducono una certa iperattività. Prova a trovare un alimentazione con minor contenuto di proteine rispetto a quella attuale.

Coccole al terribile, facci sapere come procede!

Link al commento
Condividi su altri siti

Vi ringrazio per aver risposto subito al mio grido di aiuto.... Non voglio essere pessimista ma credo che lo spruzzo d'acqua con la peste non funzioni, purtroppo gli piace anche andare sul lavandino a pasticciare con l'acqua. Il gatto più strano in circolazione è capitato a me. Pensate che quest'anno non farò neppure l'albero di Natale tanto so già che me lo distruggerebbe, la sala non ha porta e quindi lui può entrare quando vuole.....vi immaginate che festa con le palline......

Secondo voi crescendo si calmerà....mio marito lo vuole dare ad un suo conoscente che abita in campagna ma a me dispiace tantissimo e non vorrei dover arrivare a questa soluzione.

Il fatto che è sordo potrebbe essere in parte la causa di questa sua iperattività?

Per quanto riguarda il cibo proverò a chiedere consiglio nel negozio di animali dove compro il suo mangiare

Scusate se vi ho un po' stressati con i miei problemi e ancora grazie. Ecco Brio com'è adesso:

brio8mesi.th.jpg come si può vedere è accucciato sopra un mobile.....

Link al commento
Condividi su altri siti

E' bellissimo! Secondo me il vivere in campagna, avendo il suo handicap potrebbe causargli dei problemi. La sua iperattività può essere data sia dal suo handicap sia dal fatto che è ancora giovane. Hai provato a usare un prodotto a base di ferromoni che trovi sotto forma di erogatore da attaccare alla corrente? Lo devi utilizzare nella stanza che viene più frequentata dal gatto, i ferromoni sono delle sostanze naturali che servono a tranquilizzare i gatti.

Link al commento
Condividi su altri siti

se ti è possibile, son d accordo con le altre, tienilo tu... intanto perché ti vorrà bene e poi per la pericolosità.. io ho due gatti e stanno spesso nel campo... tra i cani dei vicini che girano liberi, i trattori, ecc nn starei mai tranquilla con un gattino sordo...

amalasunta all età di un anno si è tranquillizzata molto... mentre per quanto riguarda il mio maschietto non saprei: sta sempre a dormire e mangiare senza far movimento sin da quando è nato per cui non posso far confronti col tuo :P

ps: i miei più sentiti complimenti per la bellezza del tuo micetto :bigemo_harabe_net-117:

Link al commento
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share

×
×
  • Crea Nuovo...