Vai al contenuto

Aggressività Gatto


lupin113
 Share

Recommended Posts

Salve a tutti! Volevo chiedere se vi è mai capitato di essere "aggredite" dal vostro gatto, tanto da averne paura.Matisse, il mio micio di tredici mesi, mi ha morso ginocchia e caviglia più volte nel giro di poche ore, dandomi continuamente la caccia e vedendomi costretta a nascondermi da lui e chiamare la veterinaria per sapere cosa fare.

Era stato sgridato perchè aveva fatto la pipì su una maglietta, ma non mi sembrava di avere esagerato, e non era nemmeno la prima volta che riceveva un rimprovero e non aveva mai reagito. Ieri invece mi è saltato addosso e mi ha morso la gamba con forza; l'ho chiuso 10 minuti sul balcone e poi l'ho fatto entrare e accarezzato. Sembrava tranquillo, quando improvvisamente mi ha morso di nuovo, lasciandomi dei segni molto profondi e dolorosi. E questo per ben sette volte. Cercare di prenderlo per metterlo nel trasportino è stata un'impresa!! Mi ha aiutato mio padre che a sua volta è stato morso alla mano rimediando una bella lacerazione.

Ero terrorizzata; mi seguiva dappertutto e appena giravo lo sguardo mi saltava addosso.

Ora si trova dalla veterinaria e stamattina verrà castrato, nella speranza che si calmi un pò.

Non so cosa gli sia accaduto; eppure dorme con me, "fa il pane" prima di addormentarsi accanto a me, mi viene sempre incontro quando torno dal lavoro...insomma era tutto perfetto fino a ieri.

Confesso di avere un pò di paura per come sarà al suo ritorno..

Mi attaccherà ancora? Mi considera un nemico? Consigliatemi...

PS: la veterinaria mi ha consigliato di preparare un ambiente tranquillo e utilizzare i feromoni. Funzionano davvero?

Grazie in anticipo per le vostre risposte e consigli.

Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao Maria..

ti dirò che a me è capitato ogni tanto con Caramello..

Spessp quando vuole giocare e io non ho voglia..inizia a mordermi piano..poi appena io gli sgrido mi attacca di continuo.. fino a quando non è contento..

ieri mi ha lasciato un segno di morsi nel braccio e un graffio enorme in tutta la coscia..

io di solito gli prendo le zampe e lo metto tranquillo...poi dopo un po si calma..e ritorna tutto coccolone come prima..

anche il mio è dolcissimo ma ogni tanto ha questi attacchi.. io non so se lo faccia per giocare, anche se non credo perchè lo vedo negli occhi che sembra voglia vendicarsi..

però se si mette in mezzo qualcuno come nel caso di tuo padre lui comincia a mordere solo me, non attacca gli altri..

l'unico consiglio che posso darti è quello di tenerlo fermo quando fa cosi..poi lasciarlo stare..tu magari vai in un altra camera per un po.. (anche se verrà a graffiarti la porta o a miagolare come fa il mio)

Link al commento
Condividi su altri siti

amalasunta non vuole essere sgridata, per cui se lo faccio so che mi attacca. per pochissimo a dire il vero, e solo con morsi che anche se fanno male, non feriscono (tanto per dire: i buchi nelle mani e nelle braccia ma niente sangue) ... tenerla ferma in quei momenti sarebbe peggio perché sentendosi "braccata" si arrabbierebbe di più. il tutto dura però pochi secondi... ben diverso da ciò che è accaduto a te.

posso dirti solo dell esperienza di amalasunta: non vuole essere comandata, colpita o sgridata... deve sentirsi libera di fare ciò che vuole, anche se capisco che un gatto in casa deve pur avere delle restrizioni. forse ti conviene provare altri metodi per insegnare, più che sgridare.... non so, è una possibilità che mi viene in mente...

cmq ieri stavo camminando a mezzo metro di disatnza da lei... e all improvviso mi salta sui piedi e inzia a mordermeli, non con cattiveria da aver paura ma nemmeno per gioco! ero in ciabatte, ho lasciato lì quelle e ho fatto un balzo all indietro, allora lei mi è saltata ancora addosso e mi ha graffiato caviglie e e polpacci e mi son macchiata di sangue tutti i pantaloni, accidenti!

l ho allontanata con le mani, senza cattiveria perché in realtà mi veniva anche un p' da ridere per la strana situazione e anche perché credevo lo facesse per giocare (non ha l inibizione del morso per cui anche quando gioca utilizza tutta la forza che ha facendo male) ..

allontanandola, ha girato le orecchie indietro, mi ha guardato male e ha cominciato ad attaccarmi le mani finché non sono scappata via e non mi ha rincorso XD

10 minuti dopo era tutto tranquillo quando sono tornata da lei... magari per lei era anche gioco, solo che come al solito non ha dosato la forza e ci ha creduto un po' di più.. o forse si è arrabbiata perché voleva continuare a giocare e io nn gliene davo la possibilità!

però il tuo caso è differente, ma queste son le uniche due testimonianze più similari che mi siano capitate

Link al commento
Condividi su altri siti

Secondo me l'aggressività può essere dovuta al fatto sia che il gatto gioca in modo "pesante" sia al fatto che è agitato. Raccontaci un po' la sua storia: dove l'hai preso? che età aveva?

Non giocare mai con lui usando le mani. La sterilizzazione potrebbe aiutare a calmarlo. Prova nche a usare un prodotto sotto forma di erogatore da attaccare alla corrente a base di ferormoni. I ferormoni sono sostanze naturali che servono a tranquilizzare i gatti

Link al commento
Condividi su altri siti

Il gatto che avevo prima era temuto da tutti aggrediva chiunque entrasse in casa, solo mia madre riusciva a tenerlo a freno, evidentemente l'aveva riconosciuta come capo branco mentre il resto della famiglia erano suoi pari e allora ogni tanto ci metteva in riga, ma a parte i momenti di follia per il resto dormiva con noi, giocava e faceva tutte le cose che fanno i gatti normali. Sarà stato il carettere, non l'abbiamo mai capito, però nonostante tutto l'amavamo con tutto il cuore :bigemo_harabe_net-104:

Link al commento
Condividi su altri siti

anche il mio gatto aveva di questi attacchi e più lo sgridavo, più si arrabbiava, ed era comunque castrato... non credo facesse parte di un gioco, perchè quando giocava lo faceva in maniera diversa, credo fosse (ma è solo un'ipotesi...) che mi identificasse come "preda" e mettesse in atto i meccanismi da cacciatore... ho ancora i segni dei suoi attacchi su braccia e gambe! l'unico modo per farlo smettere era fingere indifferenza ed andare in un'altra stanza, poi veniva a strusciarsi e a fare il coccolone come sempre...

forse è anche caratteriale...

Link al commento
Condividi su altri siti

Secondo me l'aggressività può essere dovuta al fatto sia che il gatto gioca in modo "pesante" sia al fatto che è agitato. Raccontaci un po' la sua storia: dove l'hai preso? che età aveva?

Non giocare mai con lui usando le mani. La sterilizzazione potrebbe aiutare a calmarlo. Prova nche a usare un prodotto sotto forma di erogatore da attaccare alla corrente a base di ferormoni. I ferormoni sono sostanze naturali che servono a tranquilizzare i gatti

innanzitutto grazie a tutti per le vostre risposte.

Ho preso Matisse all'età di 2 mesi e 4 giorni, da una ragazza di un paese vicino. E' sempre stato vivace fin da piccolo e giocava di continuo ( palline, gomitoli, topolini..); intorno agli otto mesi circa il suo tempo gioco inizia a ridursi sempre di più. Ho provato a cambiare giochi ma niente. Il suo comportamento è sempre stato normale fino a l'altro ieri.

Ieri sera l'ho portato a casa perchè sinceramente a vederlo in gabbia dalla veterinaria mi si strigeva il cuore. E' stato tranquillo: ha mangiato dalle mie mani perchè non riusciva a stare seduto e si faceva coccolare ogni tanto... stanotte ha dormito sul letto tranquillo ma stamattina, dopo essersi strofinato sulle mie gambe, all'improvviso si è girato e mi ha morso la mano ( piano per fortuna). Ho fatto finto di niente e poco dopo mi ha morso la caviglia. Stavolta con più forza. Ho evitato di sgridarlo e me ne sono andata. Ogni tanto mi seguiva per vedere cosa facevo, poi si è rintananto sotto il mio letto. E' lì da qualche ora e non vuole uscire. Ho provato a chinarmi e chiamarlo..niente. Boh.. proprio non capisco. Forse è ancora arrabbiato o "sconvolto" per l'intervento.Un po' di paura la ho...ancora. Ho messo il diffusore di feromoni..spero faccia effetto. La vet mi ha detto di lasciarlo tranquillo per un pò di giorni e se si dovessero ripetere gli episodi decideremo cosa fare. Di sicuro é un gatto territoriale e il suo caratterino non è proprio dei più tranquilli, ma ho l'impressione che sia annoiato, insoddisfatto, di sicuro è un pò strano ultimamente.. Lei pensa a qualche malattia del sistema neurologico...

Link al commento
Condividi su altri siti

Potrebbe anche essere qualche patologia al sistema neurologico ma io credo che si posa trattare anche di qualcosa di comportamentale, ad esempio qualcosa che lo innervosisce. Prova a fare come ha detto la vet, lascialo tranquillo e vedi cosa succede.

Per fargli passare un po' la noia, puoi provare a nascondere in giro per casa, in tubi di cartone delle crocchette che lui per mangiare deve trovare ed estrarre.

Link al commento
Condividi su altri siti

immagino sia una sofferenza per te vederlo così insoddisfatto, il mio ha cominciato a "calmarsi" quando l'ho lasciato libero di uscire e tornare mettendo la gattaiola... è sempre stato anche il mio vivacissimo e "morsicaiolo"... credo che sia proprio il carattere indomabile, l'ho visto però molto infastidito dai rumori esterni, potrebbe esser qualcosa di simile?

Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao Maria, benvenuta nel forum!

Il problema di Matisse potrebbe essere sì, di natura neurologica, ma anche comportamentale. Alcuni gatti diventano aggressivi con i proprietari a causa di un evento che li ha turbati, e al quale non possono aver reagito in maniera "normale".

Mi spiego meglio: il gatto è chiuso in casa ed in giardino passa un cane/gatto estraneo. Il gatto libero fuggirebbe o aggredirebbe l'estraneo, mentre quello che vive esclusivamente in appartamento accumula delle energie "negative" che lo portano, poi, ad aggredire la prima persona che gli capita a tiro.

Questo potrebbe essere accaduto con il tuo micio. Poi si crea una situazione per cui lui è "stimolato" dalla tua fuga/paura e quindi è invogliato a ripetere gli attacchi.

Oltre alla castrazione prova a girare munita di uno spruzzino con l'acqua. Quando ti si avvicina con fare bellicoso non esitare e colpiscilo al volto. Puoi anche girare con una lattina piena di monetine o sassi e fare un rumore forte ed improvviso non appena prova ad attaccarti.

Metti in casa i feromoni, per un po' evita il contatto con lui, carezzalo per poco tempo e solo mentre mangia. Prova inoltre ad imbrigliare le sue energie facendolo giocare (ad esempio con un piumino per la polvere) senza MAI fargli addentare le mani.

Mi raccomando dacci notizie!

Link al commento
Condividi su altri siti

Quoto ZARINA.

Potrebbe essere aggressività reindirazzata.

Non potendo scaricare paura, ansia, stress il gatto aggredisce il primo soggetto che gli passa vicino, cioè TE.

il gatto NON capisce la punizione di tenerlo chiuso in balcone per 10 minuti.

Se ti aggredisce NON URLARE perchè questo lo eccita ancora di più. Lo so è difficile ma provaci.

Indossa calzini pesanti, in modo che se ti morde riesci a non urlare e tieni in mano un oggetto che faccia rumore da far cadere in terra (o uno spruzzino) se ti aggredisce.

Accarezzalo per poco tempo e guarda il movimento della coda e delle orecchie: se vedi che cambia atteggiamento SMETTI DI ACCAREZZARLO.

Fallo mangiare SOLO quando decidi tu e non quando lo chiede lui.

Leggi il libro CAT CONFIDENTIAL ci sono delle buone indicazioni.

Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao Maria, benvenuta nel forum!

Il problema di Matisse potrebbe essere sì, di natura neurologica, ma anche comportamentale. Alcuni gatti diventano aggressivi con i proprietari a causa di un evento che li ha turbati, e al quale non possono aver reagito in maniera "normale".

Mi spiego meglio: il gatto è chiuso in casa ed in giardino passa un cane/gatto estraneo. Il gatto libero fuggirebbe o aggredirebbe l'estraneo, mentre quello che vive esclusivamente in appartamento accumula delle energie "negative" che lo portano, poi, ad aggredire la prima persona che gli capita a tiro.

Questo potrebbe essere accaduto con il tuo micio. Poi si crea una situazione per cui lui è "stimolato" dalla tua fuga/paura e quindi è invogliato a ripetere gli attacchi.

Oltre alla castrazione prova a girare munita di uno spruzzino con l'acqua. Quando ti si avvicina con fare bellicoso non esitare e colpiscilo al volto. Puoi anche girare con una lattina piena di monetine o sassi e fare un rumore forte ed improvviso non appena prova ad attaccarti.

Metti in casa i feromoni, per un po' evita il contatto con lui, carezzalo per poco tempo e solo mentre mangia. Prova inoltre ad imbrigliare le sue energie facendolo giocare (ad esempio con un piumino per la polvere) senza MAI fargli addentare le mani.

Mi raccomando dacci notizie!

Link al commento
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...
 Share

×
×
  • Crea Nuovo...