Vai al contenuto

Tristezza


AnnaChiara
 Share

Recommended Posts

Adoro gli animali e se avessi spazio e tempo da dedicargli me ne riempirei la casa.

Ma siccome non posso, ogni volta che passo davanti al negozio dove ho comprato Tappo, entro e guardo e accarezzo gli animaletti che ci sono.

L'ultima volta che ci sono stata , sono rimasta rapita da sei coniglietti piccoli piccoli che erano proprio amorosi, e mettevo il dito nella loro gabbia per accarezzarli e farmi leccare.

Ma non mi è sfuggito che tutt'intorno a quei tesori, c'erano altre gabbie, con dentro dei conigli più cresciuti, di taglia adulta, tipo il mio Tappo. Se ne stavano lì rassegnati, ognuno in una gabbia troppo piccola per lui, a smangiucchiare fieno.

Allora ho detto al titolare: "ma se tu prendi dei coniglietti così piccoli e teneri per venderli (hanno circa due mesi), chi se li compra quelli più grossi poverini?"

E lui mi ha risposto che se non prende i più piccolini, non vende nulla!

Non è giusto! Che tristezza! Per la nostra egoistica voglia di avere degli animali domestici, esistono i negozi di animali, e i negozi di animali purtroppo usano le stesse tecniche di vendita di altri tipi di negozi: immagazzinano e espongono la merce che si vende di più!

Ma mentre in un negozio di stoffe ad esempio se una stoffa non piace e resta lì, non soffre, gli animali che non piacciono fanno una vita triste!

E poi molte volte fanno una vita triste anche gli animali che vengono acquistati.

Io l'ho visto con Tappo: all'inizio lo tenevo in gabbia la maggior parte del tempo, facendolo uscire solo qualche ora al giorno. Poi mi sono resa conto che soffriva, perché quando era fuori faceva delle corse liberatorie, e perché mi diventava sempre più difficile rimetterlo dentro.

Alla fine in famiglia abbiamo deciso di lasciarlo libero sempre, anche la notte. Chiudiamo la porta della cucina così lui ha parecchi metri di spazio per saltare e correre.

Nonostante tutto, Tappo non è fortunato! Sicuramente è molto più fortunato di un coniglio destinato a passare la sua vita in gabbia, ma quando lo libero per tutta la casa, fa dei salti e delle corse che mi fanno capire che comunque per lui lo spazio di cucina e balcone non sono sufficienti per garantigli una vita felice. E poi penso a quei conigli che possono correre, rosicchiare e scavare nei prati in piena libertà e mi chedo che ha fatto di male Tappo per essere capitato in una casa senza giardino!

Se avesse potuto vivere libero, probabilmente non gli sarebbero venuti gli ascessi e non avrebbe dovuto soffrire per due operazioni e medicazioni varie.

Se non non avessimo voluto animali a misura delle nostre case, non avrebbero mai prodotto i delicati conigli nani, e ci sarebbero stati solo i sani e robusti coniglioni giganti!

Insomma, penso che la nostra voglia di animali domestici sia anche egoismo!

Link al commento
Condividi su altri siti

Come hai ragione Anna... Gli animali vengono spesso trattati come merce, e non come esseri viventi... Tante volte ci penso anche io, quanto vorrei poter aiutare gli animali più sfortunati... Quando sento che una persona compra un cucciolo di razza sapendo che ci sono tantissimi cani al canile, mi si stringe il cuore... :bigemo_harabe_net-102:

<_<

Link al commento
Condividi su altri siti

quoto Erika..

comunque AnnaChiara non sentirti in colpa...Tappo è fortunato..pensa che c'è qualcuno che gli vuole bene...ha da mangiare..non deve stare sempre in gabbia...

Link al commento
Condividi su altri siti

Come le persone, c'è sempre chi ha più cose di noi, ma non è detto che per questo loro siano più felici!!!

Il tuo tappo è stato fortunatissimo!!

Molte persone neanche ce li portano i conigli dal veterinario, pensaci: se non ci fossi tu che lo curi pazientemente, ma fosse finito in casa di qualcuno che lo considerasse "SOLO" un animale, avrebbe già fatto una brutta fine!

Lui ha voi che lo amate, ed una cucina con balcone non è poco per campare!!!!

Sul fatto dei canili e dei cani di razza purtroppo non la penso assolutamente come erika, ma per il resto la quoto.

Link al commento
Condividi su altri siti

ank io vorrei portarlo in giro il mio bunni in un bel prato verde. ma purtroppo è difficile e penso ke comunque a lui basti essere curato , vivere in un ambiente confortevole, avere sempre del cibo, stare tranquillo senza correre il rischio ke qualche animale lo catturi. vorrei lasciarlo ank io libero nella stanzetta ma purtroppo non potrei perrkè distruggerebbe ogni cosa. quindi spero e credo ke si accontenti delle 3 o 4 ore al giorno di libertà che gli dò. anche perkè gli ho comprato una gabbia a 2 piani e ha piu ke spazio sufficiente per muoversi. credo ke anche il tuo niglio sia felice di vivere in una casa invece ke in natura con la paura di poter essere ucciso da qualke brutto animale.

Link al commento
Condividi su altri siti

Non preoccuparti Anna,Tappo è fortunatissimo,tu fai quello che puoi per renderlo felice.Comunque con il fatto dei cani randagi sono d'accordo con te, :bigemo_harabe_net-117: certa gente per capriccio vuole il cane o il gattto di razza,mentre nei canili e gattili ce ne sono tantissimi ancora più dolci e bisoghosi di coccole :bigemo_harabe_net-102:

Link al commento
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...
 Share

×
×
  • Crea Nuovo...