Vai al contenuto

Emergenza Polmonare


Recommended Posts

Pippo è un europeo di 16 anni che ha sempre goduto di buona salute. Vive in casa.

Da un paio di settimane ha iniziato ad avere problemi di carattere influenzale: ha mostrato dapprima uno strano comportamento dormendo in terrazza (cominciavano i primi freschi notturni) poi nei giorni successivi ha mostrato scolo non abbondantissimo dalle narici. il muco si è poi intensificato fino ad occludere le narici stesse che ho cura di riaprire.

il quadro è peggiorato e nonostante 12 punture effettuate dal veterinario (4 di antibiotico "normale", 6 di antibiotico "forte" e due di cortisone) il declino non si arresta. la nutrizione è difficoltosa ed è a base di solo omogenizzato ad uso umano (circa 150-200 grammi al giorno). vista l'estrema spossatezza e la quantità di antibiotici somministrati ho interrotto il trattamento continuato circa 4 gg fa.

il muco nasale si è un po diminuito dai giorni scorsi quello che mi fa però molta paura è il respiro che da regolare, oggi è divenuto più veloce, quasi faticoso. Pippo emette anche un rantolo durante la respirazione simile alle fusa, un rumore che non riesco a capire se sia polmonare ma comunque parrebbe di origine catarrosa. Tende ad isolarsi in zone nascoste della casa, nonostante l'ambiente dove è ricoverato sia caldo e credo sufficientemente confortevole. ieri il veterinario ha somministrato un "tonico". L'alimentazione cerco di variarla molto per invogliarlo a non abbattersi; carne tritata, omogenizzati ecc. negli ultimi giorni il dimagrimento è stato notevole tanto che accarezzando Pippo sul dorso si possono sentire chiaramente le sue ossa della schiena. non c'è mai stata lacrimazione, la testa è spesso calda mentre le orecchie passano da calde a fredde spesso. qualche gorgoglio dall'intestino soprattutto nei giorni scorsi ha portato a diarrea. oggi ho dato mezza fialetta di e***********a. aggiungo alla dieta qualche cucchiaino di yogurt magro.

so che l'età è avanzata e che non ci debbono fare illusioni, però come si fa a non tentare tutto per un amico che ti ha fatto compagnia per tanti anni? vi prego di aiutarmi e vi ringrazio, andrea

Modificato da zarina
non si possono citare nomi di medicinali o prodotti
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Andrea e innanzitutto benvenuto nel forum!

Volevo chiederti se a Pippo è stata fatta una radiografia ai polmoni, se è un gatto regolarmente vaccinato, se prima di avere catarro starnutiva, se si nutre da solo oppure lo costringi.

Il rantolo che senti quando respira, ed il respiro affannoso (più rapido, ti sembra anche che respiri con la pancia?) potrebbero essere sintomi di un edema polmonare.

Ti consiglio di sentire il parere di un altro medico, almeno per avere una diagnosi più approfondita. Il tuo cosa ti ha detto? perchè il gatto non guarisce? L'età non è un deterrente, soprattutto se è sempre stato un gatto sano! Il fatto che non si alimenti poi gli causa disidratazione ed è importante che sia sottoposto a flebo per nutrirlo e dargli maggiori opportunità di guarigione.

E' vero che le bronchiti hanno spesso un decorso lento, ma da ciò che dici il tuo Pippo mi sembra peggiorare... non arrenderti e chiedi maggiori approfondimenti, cure diverse, oppure cambia medico.

Non ho capito se la terapia antibiotica l'ha interrotta il vet. oppure tu. Credo che in questo momento sia necessario seguire il gatto con flebo reidratanti, tonici, vitamine, mucolitici e quant'altro serva per combattere questa patologia che sembra si stia aggravando/cronicizzando.

Una volta ho seguito una gatta anziana con lo stesso problema del tuo, ed ha rifiutato il cibo per ben 31 giorni, anche dopo la scomparsa dei sintomi respiratori. Non arrenderti!

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Zarina del benvenuto e della risposta.

vado per ordine: Pippo non è vaccinato, non gli è ancora stata fatta nessuna radiografia o ecografia ai polmoni, non è vaccinato. non ha mai starnutito. nel tempo ha tossito saltuariamente ma il vet ha sempre detto che erano palline di pelo. fino a stamani pur con un po di diffidenza si è alimentato da solo porgendogli comunque la ciotolina.

si sembra gonfiarsi dalla pancia. il rantolo nn è continuo pare anche in parte nasale.

il mio ha detto.. età! e lasciando li la cosa..

seguo alla lettera il discorso flebo.

la terapia antibiotica l'avevo cessata io dopo quasi 15 punture quasi continuate Pippo era uno straccio.. uno degli antibiotici era r*****n.

insisto, finchè ci sarà qualche possibilità gli starò dietro con dedizione.

grazie ancora, i tuoi consigli sono utilissimi.

Andrea

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A questo punto puoi chiedere al tuo veterinario di far fare un antibiogramma al muco del tuo micione. Così si potrà vedere se ha sviluppato una resistenza alle cefalosporine e quindi usare un antibiotico mirato per il suo problema. Mi raccomando le vitamine, utili quelle C e molto spesso anche quelle del gruppo B, e l'idratazione. Mi raccomando, dacci notizie!

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 1 month later...

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...
×
×
  • Crea Nuovo...