Vai al contenuto

Discussione


rockina
 Share

Recommended Posts

mi piacerebbe introdurre una discussione con voi sulle principali manifestazioni di paura da parte del cavallo, come le impennate, le sgroppate ma soprattutto gli scarti. manifestazioni di paura ma soprattutto l'essere messi alla prova, il mio cavallo per esempio da un momento all'altro scarta, in seguito ad un rumore oppure perchè non ha piu voglia di lavorare e quindi prende in giro... scarta al galoppo e anche al trotto dopo di che si ferma subito come se non fosse successo niente! mi piacerebbe sentire le vostre esperienze in merito e il parere ciao ciao

Link al commento
Condividi su altri siti

mi piacerebbe introdurre una discussione con voi sulle principali manifestazioni di paura da parte del cavallo, come le impennate, le sgroppate ma soprattutto gli scarti. manifestazioni di paura ma soprattutto l'essere messi alla prova, il mio cavallo per esempio da un momento all'altro scarta, in seguito ad un rumore oppure perchè non ha piu voglia di lavorare e quindi prende in giro... scarta al galoppo e anche al trotto dopo di che si ferma subito come se non fosse successo niente! mi piacerebbe sentire le vostre esperienze in merito e il parere ciao ciao

Ciao Rockina,

premetto che ci sono cavalli più tolleranti e cavalli meno tolleranti rispetto a rumori improvvisi.

Sono dell'opinione che se un cavallo è impegnato durante il lavoro penserà meno allo spaventarsi e a fare stupidagini. Per quanto riguarda le sgroppate, concediamo questa manifestazione di vita ai nostri amici non sono mica di marmo.

Le impennate, sicuramente c'è un problema serio. Se il tuo cavallo avesse questa abitudine , parlane con il tuo istrutture. Ci sono metodi dolci e metodi meno dolci. Ti consiglio di affidarti a mani esperte.

Sir Hiss

Link al commento
Condividi su altri siti

Quoto quello che dice Sir, più il cavallo è impegnato meno ha tempo per guardarsi in giro.

Purtroppo ci sono cavalli più timorosi di altri e neppure l'impegno gli impedisce di spaventarsi. In genere è una questione di carattere ma stà a noi fargli superare le paure. Più il cavallo è giovane e più possibilità abbiamo per fargli superare gli scogli delle paure ma in questo caso, siamo noi per primi a dover avere una grande esperienza.

Le impennate come mezzo di rifiuto sono molto percolose e giustamente è bene farsi seguire da qualcuno con grande esperienza e sensibilità e soprttutto che è in grado di valutare da dove viene il problema, e qual'è il metodo migliore per affrontarlo. Io ho un pò di esperienza in proposito negli ultimi due anni...............

Link al commento
Condividi su altri siti

A me è successo camminando su e giù per la stradina che attraversa il maneggio, in attesa che tutti fossero pronti per partire, il cavallo ad un tratto si è fermato e non ne voleva sapere di proseguire avanti e di allontanarsi un pò di più dal maneggio.. era fermo in mobile e io, da inesperta continuavo a dare gambe così ha deciso di fare una piccola impennata come "avvertimento" quindi gli ho fatto fare una volta molto stretta in modo da non poter alzare troppo la testa per l'impennata e gli ho dato gambe fino a farlo trottare, così sono riuscita ad avanzare.. altrimenti se gliela davo vinta per una volta dopo me l'avrebbe fatto sempre.. voi cosa ne dite? è giusto come mi sono comportata o dovevo farglielo capire in modo più "dolce" diciamo..?

Link al commento
Condividi su altri siti

Secondo il mio parere , concettualmente hai fatto la cosa giusta. No so che spazio avevi a disposizione per fare la volta, o in quale situazione ti trovavi ma non hai fatto la lotta, hai agito d'astuzia, cosa che spesso premia. I cavalli si intestardiscono e non c'è soluzione migliore di essere più furbi di loro.

Non sempre è così intuitivo e bisogna prestare attenzione ai motivi , al carattere del gioiello, ed alle eventuali soluzioni.

Link al commento
Condividi su altri siti

in genere è vero non bisogna dargliela vinta, perchè poi da bravi furbetti che sono se ne approfitteranno sempre..io con il mio dopo i suoi scherzetti sto imparando a lavorarlo ancora di più, per il semplice fatto che è meglio che il cavallo non associ il suo gesto alla fine del lavoro, lui non si spaventa effettivamente dei rumori ma te lo fa credere.. nel senso che quando non ha più voglia fa lo stupido per smettere di lavorare, mette molto alla prova. e poi oggi notavo che nonostante la sua magrezza che ultimamente mi stava preoccupando dopo averlo svermato, è un cavallo sempre pieno di energie, nonostante venga montato quattro volte alla settimana, devo girarlo alla corda prima di montarlo e per di più lo lavora anche la mia istruttrice. io in questi ultimi mesi mi sto facendo le ossa su un cavallo che purtroppo hanno ingranato, di cui mi sono innamorata perchè era in un box al buio con le orecchie da asino e triste triste...ma che quando monto diventa il più elegante ed energico..ma anche schizzatello (ogni tanto fa degli scartoni) e quindi ripeto mi sto facendo le ossa con lui perchè prima montavo poco e niente e cavalli da scuola.. che però mi sta insegnando molto, essendo più difficile devo cercare di arrivare al suo livello senza aver avuto una base con i cavalli da scuola, è una bella sfida e soddisfazione quando si fanno dei miglioramenti che con lui sono riuscita ad ottenere! essendo molto caldo come cavallo sto cercando di vincere le mie paure e le mie insicurezze per continuare a montarlo perchè voglio migliorare per arrivare ad una completa sintonia... ammetto che ho fatto tanti sacrifici e qualche caduta ma la passione è grande e poi ci sono molto affezionata...poi non so se sia solo il mio ma prima di montarlo è svogliatissimo e triste, poi dopo si scatena e quando scendo diventa coccoloso come se fosse un altro cavallo... capita anche a voi? ciao mery

Link al commento
Condividi su altri siti

qualche volta capita che i cavalli scartino perchè ci si alza prima o lo si ha preceduto, in questo modo il cavallo non sente il tuo peso e si spaventa... prova a spingere sulle staffe senza alzarti, ricorda che se all'inizio per ( fare un esempio) avevi due kili per redine (dipende da quanto le tieni corte) dovrai avere lo stesso peso anche durante il salto se no scarterà sempre perchè non sente il tuo peso e quindi non si sente protetto.

Link al commento
Condividi su altri siti

Il concetto vale per il salto e per la passeggiata. Il contatto, è la base della cosa. Mantenere il contatto, il più leggero possibile, ma contatto. Mai lasciare che il cavallo cada nel vuoto, non perchè non si sente protetto ma perchè è disorientato e non sa cosa fare.

Scartare è la difesa ad una paura, i cavalli hanno paura. Non sempre sono dei gigioni furboni. Sono animali che per reazione istintiva scappano davanti al pericolo.

A volte ci prendono in giro ma a volte si spaventano davvero, il segreto stà nel capire quando hanno paura e quando fanno i furbetti e come affrontare le due situazioni.

I vostri cavalli quando si spaventano cosa fanno?

Link al commento
Condividi su altri siti

No no il mio è particolarmente furbo, scarta per spaventarti... quando vede che non succede si rassegna e continua a lavorare...quando rifiuta si impenna proprio, quando ha paura me ne accorgo fa un verso strano e accenna due tre falcate di galoppo...le volte che si è proprio spaventato ha fatto cosi per il resto è solo pigrizia... pigrizia per modo di dire perchè poi è un cavallo molto avanti, pieno di energie insomma gli piace essere sottomesso o rassicurato vedetela come volete...quando fa il cretino lo sgrido, quando si spaventa lo rassicuro...per quanto riguarda me non si tratta di disorientamento da parte sua ma di capricci. di sicuro si spaventa quando lo prende in mano la mia istruttrice che è piuttosto determinata io lo sono ma in modo più dolce

Link al commento
Condividi su altri siti

bella domanda.... innanzitutto potrà sembrare banale , ma mi affido al mio istinto e le sensazioni che provo in quel momento, date anche le circostanze.poi facendo un esempio ,se per dieci volte il cavallo non si spaventa se passa un trattore e per l'undicesima volta si, è improbabile che lo faccia per paura ma come pretesto per smettere di lavorare perchè un furbacchione, in tal caso gli tiro una tallonata e continuo a lavorarlo; quando si spaventa , per esempio quando un altro cavallo gli si avvicina troppo sotto e si sente chiuso (non saprei bene spiegare che ragionamento faccia in quel momento) sgrana gli occhi e il respiro si affanna, da li lo tranquillizzo con una carezza. in più la mia istruttrice che mi segue conferma ogni mia sensazione, e con lei per prima che ha determinati atteggiamenti. poi ci sono altri casi, ultimamente ha problemi a galoppare a mano sinistra sia alla corda che con me sopra, oggi ho fatto qualche salto da mano destra che ha concluso brillantemente, da mano sinistra venti metri prima si è rifiutato categoricamente; allora mi viene da pensare che abbia qualche dolore alle articolazioni, non saprei... è una questione che devo valutare bene. comunque posso anche aggiungere che nell'ultimo periodo aveva comportamenti strani anche perchè è stato svermato da poco è ha ripreso un sacco di energia avendo superato un breve periodo di debilitazione.

Link al commento
Condividi su altri siti

bella domanda.... innanzitutto potrà sembrare banale , ma mi affido al mio istinto e le sensazioni che provo in quel momento, date anche le circostanze.poi facendo un esempio ,se per dieci volte il cavallo non si spaventa se passa un trattore e per l'undicesima volta si, è improbabile che lo faccia per paura ma come pretesto per smettere di lavorare perchè un furbacchione, in tal caso gli tiro una tallonata e continuo a lavorarlo; quando si spaventa , per esempio quando un altro cavallo gli si avvicina troppo sotto e si sente chiuso (non saprei bene spiegare che ragionamento faccia in quel momento) sgrana gli occhi e il respiro si affanna, da li lo tranquillizzo con una carezza. in più la mia istruttrice che mi segue conferma ogni mia sensazione, e con lei per prima che ha determinati atteggiamenti. poi ci sono altri casi, ultimamente ha problemi a galoppare a mano sinistra sia alla corda che con me sopra, oggi ho fatto qualche salto da mano destra che ha concluso brillantemente, da mano sinistra venti metri prima si è rifiutato categoricamente; allora mi viene da pensare che abbia qualche dolore alle articolazioni, non saprei... è una questione che devo valutare bene. comunque posso anche aggiungere che nell'ultimo periodo aveva comportamenti strani anche perchè è stato svermato da poco è ha ripreso un sacco di energia avendo superato un breve periodo di debilitazione.

Buongiorno Rockina,

ho delle perplessità...

1) che senso ha una sgambata quando il cavallo si spaventa??

Sono dell'opinione che il cavallo ha sempre ragione. Quindi da come scrivi direi che avendo un cavallo con molte energie, con la gamba sei poco presente. Con questo non intendo calcioni gratuiti ma una costante. Anche con un cavallo avanti la gamaba deve essere presente sempre, il colpetto di tacco per aumentare/cambaiare andatura, non vuol dire usara la gamba.

2) prima di salatare brillantemente solo da una mano metterei a posto il lavoro in piano

3) ogni quanto svermate i cavalli? Non è normale un cambiamento del genere per un vermifugo...

Sir Hiss

Link al commento
Condividi su altri siti

i cavalli si svermano ogni quattro sei mesi, dopo la svermatura hanno un mese di debilitazione, in cui sono più mosci e anche il pelo è bruttino... dopo un mese circa rifioriscono, e ritrovano la loro forma, manifestandola. non so cosa tu abbia inteso o probabilmente mi sarò espressa male io; ma intendevo dire che quando il cavallo fa lo stupido gli do una tallonata (che poi è solo il gesto perchè non la sente neanche) per sgridarlo, per fargli capire che non lo deve fare... non puoi fargliele mica passare tutte lisce. e poi comunque il mio cavallo è innanzitutto troppo energico e in secondo luogo non ho bisogno di lavorare con le gambe perchè quando parte và. le gambe le use per altri scopi. non ho capito la tua frase però "Quindi da come scrivi direi che avendo un cavallo con molte energie, con la gamba sei poco presente." inoltre mi sembra di aver già detto che il mio cavallo è stato ingranato prima che lo comprassi, di lavoro in piano ne facciamo moltissimo, se dico che ha saltato brillantemente è perchè finalmente dopo tanto lavoro non ha più paura ed io ne sono contenta; però ho detto anche che ultimamente ha problemi a galoppare a mano sinistra e anche a saltare giustamente... quindi sto cercando di capire come mai, altro non so che dire spero di essermi spiegata bene. baci

Link al commento
Condividi su altri siti

ah un ultima cosa, io non penso che il cavallo abbia sempre ragione, se fa il prepotente e capriccioso , e cerca di farti cadere...ho avuto modo di conoscere quel tipo di cavallo, e non va bene, anche loro sbagliano e quando sbagliano vanno sgridati perchè se no ti mettono i piedi in testa. ps, preciso che sgridarlo non significa piacchiarlo ma semplicemente fargli capire con un gesto o con la voce di smetterla

Link al commento
Condividi su altri siti

ah un ultima cosa, io non penso che il cavallo abbia sempre ragione, se fa il prepotente e capriccioso , e cerca di farti cadere...ho avuto modo di conoscere quel tipo di cavallo, e non va bene, anche loro sbagliano e quando sbagliano vanno sgridati perchè se no ti mettono i piedi in testa. ps, preciso che sgridarlo non significa piacchiarlo ma semplicemente fargli capire con un gesto o con la voce di smetterla

Buongiorno Rockina

il cavallo al 99.9% ha ragione. Se non siamo in grado di farlo lavorare e quindi lui pensa ai fattacci suoi è colpa nostra, non sua. E sicuramente non servirà sgridarlo per migliorare il suo atteggiamento. Dobbiamo cambiare noi.

Per quanto rigurada la gamba, leggo:

e poi comunque il mio cavallo è innanzitutto troppo energico e in secondo luogo non ho bisogno di lavorare con le gambe perchè quando parte và. le gambe le use per altri scopi.

Ma cosa vuol dire? Che lo tocci con il tacco e lui va? A cosa serve la gamba? Solo per mandarlo avanti? Le nostre gambe non sono le 500 lire per il juke-box, lo tocco e va e se poi si ferma lo tocco e va di nuovo...

E alla fine la colpa è del cavallo.... Mah!

Fossi in te chiederei bene alla mia istruttrice/istruttore cosa vuol dire usare la gamba a cavallo.

Tanto più che il tuo cavallo è ingranato, le tue azioni devono essere precise e corrette.

Sir Hiss

Link al commento
Condividi su altri siti

mi piacerebbe introdurre una discussione con voi sulle principali manifestazioni di paura da parte del cavallo, come le impennate, le sgroppate ma soprattutto gli scarti. manifestazioni di paura ma soprattutto l'essere messi alla prova, il mio cavallo per esempio da un momento all'altro scarta, in seguito ad un rumore oppure perchè non ha piu voglia di lavorare e quindi prende in giro... scarta al galoppo e anche al trotto dopo di che si ferma subito come se non fosse successo niente! mi piacerebbe sentire le vostre esperienze in merito e il parere ciao ciao

Ciao Rockina, anche il cavallo che monto io di solito (è della scuola) a volte scarta perchè non ha voglia di lavorare, è un po' pigretto e soprattutto la parte della lezione in cui si galoppa la salterebbe ben volentieri.

Invece c'è un'altra cavalla che è paurosissima e scarta e sgroppa appena sente un rumore strano o vede un movimento improvviso di qualcosa, ma la differenza tra uno scarto perchè il cavallo non ha voglia di lavorare e uno scarto perchè il cavallo ha paura si sente eccome, purtroppo per noi... :lol:

Link al commento
Condividi su altri siti

Iuhuuuuuuu!

Mi permetto di intromettermi per cercare di fare un pò di ordine e chiarezza.

Rokina: si stà parlando! cerchiamo di capire quali sono i tuoi problemi visto che hai chiesto un parere, magari c'è qualche malinteso, visto appunto che come dici tu siamo via internet. Cerchiamo di capirci che sicuramente è più produttivo, e continuiamo a parlare in tutta tranquillità.

Spero di interpretare quello che diceva Sir Hiss proposito della gamba:

l'uso della gmba non deve essere solo l'impulso iniziale all'azione, la gamba deve sempre essere presente, quando più incisiva, quando solamente per contatto , a seconda dei casi. Diciamo che deve essere come un binario entro il quale tenere il cavallo costantemente. Se il cavallo è energico , avrà meno bisogno di gamba per partire ma avrà lo stesso bisogno della gamba al fianco di qualsiasi altro cavallo.

Ricominciamo dai problemi dello scarto e di cercare di capirne il perchè, se vuoi approfondire.

Link al commento
Condividi su altri siti

Spero di interpretare quello che diceva Sir Hiss proposito della gamba:

l'uso della gmba non deve essere solo l'impulso iniziale all'azione, la gamba deve sempre essere presente, quando più incisiva, quando solamente per contatto , a seconda dei casi. Diciamo che deve essere come un binario entro il quale tenere il cavallo costantemente. Se il cavallo è energico , avrà meno bisogno di gamba per partire ma avrà lo stesso bisogno della gamba al fianco di qualsiasi altro cavallo.

Bravissima Ela!

Anche il cavallo energico ha bisogno della gamba vicino. Non possiamo ottenere una riuione solo tirando.

Sir Hiss

Link al commento
Condividi su altri siti

io una volta finita la lezione, stavo salendo per una stradina e la cavalla mi è partita in bomba perchè aveva visto il puledrino impennarsi mentre stava giocando...ho preso tanta di quella paura, avevo il terrore di finire sulla strada ma per fortuna mi sono buttata sul prato e la cavalla si è fermata subito.

Era da poco che avevo iniziato, quindi mi sono spaventata molto!

Link al commento
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...
 Share

×
×
  • Crea Nuovo...