Vai al contenuto

Toxoplasmosi E Gatti


paola dei gatti
 Share

Recommended Posts

Sono abbastanza esperta di gatti: vivo con loro fin dalla nascita…e non è un mero modo di dire: ai miei tempi (ho cinquantotto anni) si nasceva in casa, e mi è stato detto che, due ore dopo la mia nascita, Joe, il vecchio gatto di casa, dormiva già in fondo alla mia culla (ancora oggi le fusa del gatto mi rilassano), anche mio figlio, appena tornato dall’ospedale, ha trovato due gatte ed una cagnetta ad attenderlo, le due gatte si sono subito sistemate nella culla e la cagnolina sotto, pronte a coccolarlo ed a difenderlo contro tutto e contro tutti!

Premetto anche che sono figlia di un farmacista e moglie di un medico, ma nessuno dei due ha mai pensato che fosse necessario blindarmi con uno scafandro durante la gravidanza, o mettere mio figlio sotto una campana di vetro!

Molti, quando si preannuncia una gravidanza allontanano da casa gli animali. Tale precauzione, oltre che crudele, è anche inutile. Molti ginecologi spaventano le clienti con lo spauracchio della toxoplasmosi, però, tale malattia non si contrae specificamente dai gatti, infatti, la toxoplasmosi è causata dal Toxoplasma gondii, un microrganismo che può infettare mammiferi, uccelli, rettili e molluschi e che può trasmettersi da un animale all’altro attraverso l’alimentazione con carne infetta, inoltre, l’agente patogeno non si trova solo nella carne, ma anche nel terreno in cui abbia defecato un animale infetto. Poiché non si può vivere in un ambiente asettico, tanto vale vivere normalmente! Una cugina di mio marito, la quale teme gli animali, non ne ha mai posseduti e tanto meno toccati,ed inoltre vive in appartamento, ha ugualmente contratto la toxoplasmosi! Peraltro, chi ha sempre avuto animali o trafficato con le piante è assai probabile che abbia sviluppato i relativi anticorpi, infatti , solitamente, tale malattia si contrae in forma lieve già nell'infanzia. È stato calcolato in vari studi, tra i quali uno pubblicato sul British Medical Journal, che ha coinvolto anche due centri italiani, (a Napoli ed a Milano,) che, se si evita di mangiare carne cruda, semicruda e salumi durante la gravidanza, può essere evitato il 41% delle infezioni in gravidanza. Un’altra fonte di contaminazione (accertata recentemente anche da uno studio pubblicato sul British Medical Journal realizzato sulle donne europee) è la terra degli orti e dei giardini, pertanto, ortaggi e frutta fresca devono essere lavati accuratamente sotto acqua corrente.

Infine, è stato ridimensionato il ruolo del gatto come portatore della malattia, in particolare se si tratta di un gatto domestico, alimentato con prodotti in scatola e la cui lettiera è cambiata tutti i giorni.

Link al commento
Condividi su altri siti

questo post, che è già comparso sul mio blog, mi è stato a suo tempo suggerito dai miei veterinari disperati per l'azione terroristica di ginecologi disinformati e, nella sua compilazione , per le parti tecniche, mi ha aiutato mio marito che è medico! ora, cerco di far circolare il più possibile una corretta informazione in proposito!

Link al commento
Condividi su altri siti

Giusto per confermare le parole di Paola...

una mia amica che è allergica al pelo del gatto ha contratto la toxoplasmosi (fortunatamente non in gravidanza), probabilmente dalle verdure che assumeva non ben lavate.

Se ne sono accorti poichè seguiva una dieta dimagrante e dalle analisi del sangue risultò l'infezione in corso.

Link al commento
Condividi su altri siti

Brava Paola ! ! Pensa io sono biologa ma non ho figli e quando intervengo sulla questione , amiche incinte ,cognata incinta... non vengo presa in considerazione, quello che dice il ginecologo è legge ,ok,ma a volte non capisco se sono le pazienti che non capiscono le parole del propio dottore o è il dott che non si sa spiegare o è l'essere incinta che determina una fobia ... Addirittura a volte la fobia continua anche dopo la nascita , io e mio marito non potevamo toccare nostra nipote se prima avevamo toccato la nostra gatta (vive in casa) , premetto che quando sono in casa io la micia la tocco ogni volta che le vado vicino e viceversa e non mi lavo le mani ogni volta , le lavo quando è necessario lavarle come quando sono in cucina .Se avrò un bambino , non avrò nessun problema a far andare la micia nella culla ,anch'io penso sia ottimo metodo per far rilassare i bambini ,sempre se la gatta avrà voglia...

Link al commento
Condividi su altri siti

Sono pienamente d'accordo con Paola. Quando mia madre rimase incinta di me, 14 anni fa, aveva due gatti, e a causa dei pregiudizi del suo ginecologo, li diede via. Successivamente, scoprì che il ginecologo non era dei migliori: pensate che voleva farla abortire di mia sorella, perchè io avevo avuto da poco la varicella. Ora, a distanza di anni, mia madre ha capito di aver fatto male a dare via i due gattini, anche perchè li amava molto, ma era la sua prima gravidanza, e si è fidata ciecamente del suo ginecologo. Spero che questi fenomeni si verificheranno sempre di meno con il passare degli anni. Credo che tutti possano tenere un gatto, a meno che non siano allergici, l'importante è mantenere sempre una buona igiene.

:bigemo_harabe_net-146:

Link al commento
Condividi su altri siti

bene bene!

mi stampo queste due righe e le mando alla mia collega CRETINA che ha messo fuori di casa la gatta proprio perchè è incinta.

ma che cavolo!

ma poi, dopo aver vissuto tutta la vita con canie e gatti, possibile che proprio in gravidanza si debba contrarre la toxo?!

... poi magari sta gente si fa la doccia una volta alla settimana e mangia con le mani sporche...PERò ALLONTANIAMO GLI ANIMALI NE!!!

sono furiosa, ma questa tua testimanianza cade proprio a pennello...

Link al commento
Condividi su altri siti

C'è un'ignoranza assurda in materia. Pensate che molti associano la toxo pure ai cani... :huh::huh:

Link al commento
Condividi su altri siti

Nozioni di igiene, non sono di certo io, a prescriverle quando si ha un animale in casa, questo è certo..no?

E non sfato un mito sulla toxo ed il gatto...dicendo che proprio chi, un gatto, lo ha sempre avuto e specialmente da bambina aveva l'abitudine di giocacare con tutto e mettere in bocca le manine.. (chi non lo fà? Solo chi ha una mamma pazza per l'igiene)non si deve preoccupare della toxo, perchè l'ha gia presa sicuramente e questo è un bene..avete già gli anticorpi che vi proteggono..Se proprio si vuole star sicuri si fa un test sierologico (se siero positiva per toxo -no problem per il feto ovviamente si fa prima di essere incinta)

Ora i problemi per la donne in gravidanza sono nuovi e di nuova generazione se si può così dire...Neospora caninum pochi lo sanno, ma si sta diffondendo,non voglio fare terrorismo ma informatevi mamme...ah molto spesso ne sanno più i veterinari che i ginecologi a riguardo...ciao!

Link al commento
Condividi su altri siti

A sostegno della tesi che non sia poi così facile prendere la toxoplasmosi dai gatti, la mia amica veterinaria ha fatto le analisi prima della sua prima gravidanza (praticamente lei è stata vet. da sempre visto che aiutava il padre nello studio) e... guarda un po', NON AVEVA MAI CONTRATTO LA TOXO!!!!

Il suo ginecologo le consigliò di CAMBIARE MESTIERE!!!!

Inutile dirvi che la mia amica ha due splendidi figli e non ha mai smesso di fare il suo amato lavoro!

Link al commento
Condividi su altri siti

. Credo che tutti possano tenere un gatto, a meno che non siano allergici, l'importante è mantenere sempre una buona igiene.

:bigemo_harabe_net-146:

io, però sono allergica al pelo di cabni e gatti, e vedete anche voi con che truppa convivo, sono allergica alle polverii, ma lavoro in città e sono allergica ai pollini e vivo in campagna :bigemo_harabe_net-163: ciliegina sulla torta sono allergica agli antiallergici e distruggo i vaccini: ci hanno fatto una tesi su di me! però mica vivo in uno scafandro, semplicemente tengo sottomano il fazzoletto e quando ho le crisi forti prendo un po' di cortisonem che nopn è il massimo, ma è l'unica cosa che p9sso prewndere. ma non rinuncerei a nessuno dei miei animali!

Link al commento
Condividi su altri siti

Paola, ottima spiegazione.... e se puo servire... a chi leggerà il topic e a chi si troverà di fronte al bivio, beh vi posso dire che, e tutti nel forum ne sono a conoscienza, avevo a casa con il mio compagno, 2 alani, 3 gatti, un furetto, topi nudi, una moffetta, rettili, un coniglietto.... e fino a un anno fa... da due anni sono mamma... e la toxoplasmosi non ce l'ho mai avuta... quindi una gravidanza normale, con vita normale e figlia normale.

Link al commento
Condividi su altri siti

Paola, ottima spiegazione.... e se puo servire... a chi leggerà il topic e a chi si troverà di fronte al bivio, beh vi posso dire che, e tutti nel forum ne sono a conoscienza, avevo a casa con il mio compagno, 2 alani, 3 gatti, un furetto, topi nudi, una moffetta, rettili, un coniglietto.... e fino a un anno fa... da due anni sono mamma... e la toxoplasmosi non ce l'ho mai avuta... quindi una gravidanza normale, con vita normale e figlia normale.

Appunto....anche io 3 gravidanze (27 mesi....) fatte con 3 gatti e io sono pure recettiva alla toxo....3 figli splendidamente sani (grazie a Dio...)

Link al commento
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...
 Share

×
×
  • Crea Nuovo...