Vai al contenuto

Paure Come Le Gestiamo?


ErisBad
 Share

Recommended Posts

Ho aperto qui il topic, perchè non avrei saputo collocarlo altrimenti..

Vi è mai capitato di trovarvi in una situazione difficile e/o pericolosa ed avere paura??

A me capita sovente con la mia cavalla "acida", ma riesco non so come per pochi secondi ad annullare la paura giusto il tempo per gestire la situazione, ma vi assicuro che dopo mi tremano le mai dallo spavento..

Come si riesce a far fronte a una situazione che ci mette così terrore che a volte non pensiamo con lucidità sufficiente per risolvere la situazione prima che diventi critica???

Eris

Link al commento
Condividi su altri siti

È una bella domanda Eris!

Penso che più si monta, più si impara a gestire situazione che magari solo qualche tempo prima ci avrebbero spaventato.. Come dire "ci spaventa ciò che non conosciamo".

Visto che comunque abbiamo a che fare a nostra volta con un animale pensante, possono pero' presentarsi situazioni impreviste.. che fare? Cercare di rilassarsi, di non fare male al cavallo con una qualche azione troppo brutale (penso ad esempio ai tironi o alle frustate) che possa spaventare il cavallo, già preoccupato dalla paura che noi stessi gli trasmettiamo. Insomma, facciamo due respiri profondi e proviamo a pensare con lucidità.

Oppure, se siamo fortunati e c'è una persona competente con noi, concentriamoci sulla sua voce e sui suoi consigli.

Anche se so che le paure sono già difficili da affrontare nella vita, figuriamoci in grippo ad un animale così sensibile ;o)

Ci sono poi delle volte in cui, secondo me, le cosa migliore è smontare e calmarsi. Mi è capitata una volta di passare in paese e un ragazzino ha buttato dei petardi proprio tra i piedi del cavallo che montavo.. proprio quando stava passando una macchina.

Sono stati momenti di puro panico, in cui solo per miracolo il cavallo, terrorizzato, non è saltato sul cofano dell'auto. Fortunatamente sono riuscita a condurlo in un prato e lì ho potuto metterlo in cerchio... Ma alla fine sono dovuta smontare per calmarmi perché stavo tremando.. e la cosa di certo non aiutava per tranquillizzare il cavallo!

Fatto sta che siamo rimasti lì quasi un'ora, in modo da riprendere avere di nuovo l'animale un po' calmo... E subito l'ho ricondotto piano piano nel punto in cui si è spaventato. Ci è voluto un bel po', ma alla fine ha capito che il pericolo era scampato e siamo potuti ritornare a casa. Che esperienza! Non la auguro a nessuno...

Link al commento
Condividi su altri siti

quando mi trovo in situazioni da panico la maggior parte delle volte faccio la cosa giusta da fare,non so come,mi viene automatico...

Certo in una situazione come quella descritta da Lady c'è proprio da averne tanta di paura...e da sperare che tutto vada nel migliore dei modi...

Ad ogni modo se si è da soli bisogna cercare di non urlare,assolutamente, e provare a tranquillizare noi stessi e il cavallo...

Se invece c'è qualcuno di un po' più esperto come dice Lady,è più facile...

Lucidità,non sempre è facile in certe situazioni...

Link al commento
Condividi su altri siti

Quoto Lady.

E per mia esperienza non c'è cosa migliore di qualcuno che ti dice cosa fare. A me è capitato al pimo ribaltamento della mia vita. Ai mondiali, la gara doveva continuare per non essere eliminati e io sono rimasta per un attimo a guardare la scena di quello che ci era appena successo, ferma impietrita. Il mio driver si era messo subito alla testa del cavallo ma avrei dovuto farlo io. Per fortuna un compagno di squadra, da fuori l'ostacolo, si è accorto che ero in difficoltà ea cominciato a dirmi cosa fare. Vai davanti al cavallo, fai questo, quello, raccogli la frusta, aspetta a salire . Se non c'èra lui , io ero ancora là.

In fin dei conti è un oò come quando il cavallo sgroppa da matti e l'istruttore ti urla "stai su!".

Link al commento
Condividi su altri siti

Difficile dirlo, non che abbia mai affrontato situazioni davvero pericolose, ma la paura c'è. In genere però nel momento esatto del "pericolo" (come può essere ad esempio una sgroppata) riesco a far qualcosa e quasi non me ne accorgo, dopo o magari prima tremo anche... quindi tanti respironi, cerco di concentrarmi su altro, ma è un po' difficile, eh? :P

Link al commento
Condividi su altri siti

Secondo me l'istinto di conservazione gioca il suo ruolo. Nel momento del bisogno si riescono a fare cose che non penseremmo di fare lucidamente e non sappiamo i poter fare.

A pensarci bene questo accade anche se succede qualcosa di imprevisto e siamo soli. Una situazione di emergenza spesso ci fa agire nel modo più lucido del mondo. Poi, come dice bene Lady, ci si ferma e si aspetta che passi la tremarella.

Link al commento
Condividi su altri siti

Per me funziona un po diversamente, razionalmente so di poter affrontare le situazioni di pericolo, ho passato i primi anni di "addestramento" perchè ciò accadesse.. è come quando ripeti un esercizio all'infinito, giorno dopo giorno, anno dopo anno; si arriva al punto che quando compi quell'esercizio, lo compi automaticamente senza più starci a pensare, come quando la mattina ti svegli, ti alzi, fai colazione, ti lavi e ti vesti e nel mentre stai già pensado alla giornata che devi affrontare, a come ti devi vestire, alla festa della sera prima... compi i gesti senza stare lì a pensarci.. Stessa cosa vale per me, sono in grado di gestire ciò che mi si presenta..

Quando devo montare un cavallo nuovo (per quanto lo abbia già visto all'opera e so quanto sia bravo, la paura serpeggia) oppure il cavallo del mio fidanzato, finora ho trovato mille scuse per evitare di montarlo eppure è bravo non sgroppa e non s'impenna è allegro (è più bravo di Juanita) e quando esco con la mia cavalla la conosco così bene che quando comincio a ravvisare segni di nervosismo prima ancora di sellarla, so già cosa mi devo aspettare in passeggiata e so cosa devo fare per evitare casini, eppure una sorta di apprensione mi sale lungo la spina dorsale e mi prende allo stomaco, dura dieci minuti e poi tutto torna bello e semplice..

Forse è solo l'istinto di conservazione.. però frena il mio entusiasmo quando si tratta di affrontare situazioni nuove, da noi arrivano un sacco di cavalli belli in attesa di essere venduti e a volte ci chiedono (solo a chi ha le capacità per farlo) se vogliamo montarli in campo o farci un giro (ovviamente la proposta ci viene fatta dopo averli già provati), spesso sono cavalli belli e sento il desiderio di montarli, ma poi mi ritrovo a dire No, perchè comincio a pensare:"e se non riesco a gestirlo, o se s'impenna, o se sgroppa etc etc" poi lo monta qualcun altro ed io mi pento di aver rifiutato.. devo ammettere che da tanti anni che lo conosco, non mi ha mai dato in mano cavalli che non fossi in grado di gestire..

E' buffa questa cosa perchè in fondo la mia cavalla non è per tutti, non è facile da gestire, saper prevenire il suo temperamento irruento.. spesso gli altri privati mi chiedono come faccio a sopportare "quel demonio" eppure per me non così...

Eris

Eris

Link al commento
Condividi su altri siti

non ho mai avuto paura del mio cavallone.... fino a qualche giorno fa:

era mattina, lo stavo spazzolando e mi trovavo sul suo fianco destro; tra una spazzolata e l'altra me lo coccolavo (come ahimè ho sempre fatto) :bigemo_harabe_net-127: abbraccaindolo qua e là e solleticandolo sotto il pancione! ad un certo punto fiaccamente ha alzato la zampa e ha sferzato un lento ma pesante calcio laterale...

sono rimasta di pietra, non ho avvertito neanche il dolore, ma ho avuto una mortificazione addosso e un senso di tradimento come mai prima d'ora avevo provato. il mio fidanzato che era lì con me dice che aveva alcune mosche vicino le zone intime. non so.... mi sono sentita veramente tradita, come se il vostro cane si alzasse su due zampe e vi schiaffeggiasse :bigemo_harabe_net-102: ...non ho ancora superato questa cosa. ieri per andarlo a prenderlo nel box sono stata fuori a pensarci e ripensarci su e un pensiero di paura mi attanagliava il cervello.

non ho mai avuto paura di lui prima d'ora, eppure l'ho preso piccolino, e mi ha fatto un sacco di scherzetti in un anno. adesso ha 4 anni e mezzo, è diventato un cavallone di 1,68 al garrese, non lo venderei mai per nessun motivo al mondo, eppure sto iniziando a capire che se vuole potrebbe ammazzarmi!!!

non voglio avere paura di lui....

Link al commento
Condividi su altri siti

Quando penso ad uno dei miei cani che si alza e mi schiaffeggia, comincio a sghignazzare..

Prendi la vita con meno serietà e prova a pensare ad una mosca che ti cammina sulla gamba.. automaticamente dopo poco la scacci.. danno fastidio.. il tuo pupo non voleba farti male.. e se hai paura stringi i denti..capita a tutti di averne, anzi ricordati sempre che eri più in pericolo prima pensando che il cavallo non avrebbe mai fatto male.. Sbagliato, magari non tene farebbe consapevolmente, ma come hai detto tu, per sbaglio te ne potrebbe fare per sbaglio..

Quindi BB, sii sempre consapevole dei rischi che corri, ma non farti mai bloccare dalla paura, altrimenti non vivresti più con serenità, ricordati che quasi ogni cosa che facciamo comporta dei rischi, basta esserne consapevoli per poterli poi affrontare con calma!!

Adesso voglio nel prossimo post un bel sorriso!!

:bigemo_harabe_net-163: Kira e Skelly che mi schiaffeggiano!!!!

Eris

Link al commento
Condividi su altri siti

Ragazze credo d'essere entrata in una via senza uscita... aiutatemi vi prego! Vi racconto un po'...

Sarà forse l'aria più fresca che sta arrivando l'inverno, sarà forse che io monto solo 3 volte alla settimana e non so se il cavallo viene montato nei giorni intermezzi, sarà che è semplicemente più allegro, beh, non so dirvi... Ma, fatto sta, che tutte le volte, ad ogni lezione, anche se il tempo è sereno, non c'è vento, non piove, trova una scusa qualunque, anche inutile per prendermi la mano sia al trotto che al galoppo, per partire al galoppo senza nessun comando, e sopratutto per sgroppare. Non so come ancora non sia caduta, visto che mi ha beccata in ogni modo, in ogni andatura, con o senza staffe, a redini lunghe o corte... beh, a questo punto credo cadrò in un modo davvero stupido! E questo mi mette un po' in crisi e a questo punto non credo sia solo lui, ma anche e sopratutto io... comincio agitata, con ansia, stressata, che ho paura di tutto... e puntualmente lui poi ne fa qualcuna.

Penso che il mio problema non sia la paura di cadere, ma essenzialmente la paura di non riuscire a controllarlo. Quando prende la mano beh, non è facile, per quanto io tira indietro le spalle e stringa le gambe, quando non vuole non riesco, lui è comunque un cavallone e la mia forza è ben poca in confronto.

Il consiglio che vi chiedo non è tanto come controllarlo, ma come farmi passare quest'ansia che ormai mi perseguita... adesso che pian piano il tempo peggiorerà penso che andrà sempre più male... dovrei risolvere in tempo...

Link al commento
Condividi su altri siti

Il tuo istruttore ti grida "stai su!!!!"?

La prima cosa sulla quale ti devi fare forza è che stai su quando sgroppa.

Anche questo vuol dire controllo di te stessa e dei tuoi mezzi. Dopo di che devi lavorare sull'assetto e magari se lui è un pò str...etto un momentino cattiveria (che vuol dire decisione, un momento di severità ), un attimo per dirgli che non comanda lui.

Il tuo istruttore cosa ti dice in questo caso?. Perchè in fondo, lui è li che ti guarda e vede le tue difficoltà.

Link al commento
Condividi su altri siti

Non grida per fortuna, credo per me sarebbe peggio... al massimo "giù i talloni, dietro con le spalle", quello si :P

Non vorrei cullarmi troppo sul fatto che riesco a stare su, nel senso se sono troppo tranquilla poi non prendo sul serio le cose e rischio di farmi male sul serio...

Il mio istruttore è abbastanza tranquillo sul fatto che io sappia controllarlo, anche perchè il tutto dura spesso non più di 10-20 secondi, mi dice di continuare il lavoro che stavo facendo e se fa le cose senza un perchè di essere un attimino severa... speriamo bene!!! :)

Link al commento
Condividi su altri siti

Eloin, aver paura è giusto..

Se fossimo senza paura saremmo degli incoscienti e potremmo farci molto male.. dobbiamo solo trovare il giusto equilibrio in modo che la nostra paura non ci blocchi, ci deve stimolare ad affrontare le situazioni con lucidità e consapevolezza..

Poi devi anche capire che da cavallo si cade e non per questo bisogna per forza farsi male..

Se il tuo istruttore confida nelle tue capicità, vuol dire che sei in grado di gestire quel cavallo, cerca di rilassarti, sii sempre consapevole che è un animale con un carattere allegro e delle difficoltà che ti potrebbe creare, ma cerca di trovare la serenità e apprezzare la tua lezione, altrimenti diventa un purgatorio e non ti diverti più..

Eris

Link al commento
Condividi su altri siti

paure...mamma mia quante!

da piccola avevo apura di portare i cavalli per la testiera avevo paura che mi mordessero...

i primi tempi col mio cavallone avevo paura ad entrare in box...che calciava e mordeva....

questi sono passati, risolti..un po' lavorandoci, un po' abitudine.

al momento una paura che ho è di passeggiare i cavalli.

ovvimaente passeggio ogni giorno il mio (o meglio non più perchè nn ce l'ho) e quelli degli altri ma...

dovete sapere che ad aprile del 2007, mentre passeggiavo una cavalla di 6 anni di una mia amica, questa si è spaventata di un cane ed è partita sgroppando e calciando. la cosa di per se non mi ha spaventato, se non che in queste sgroppe c'è finito un mio gomito e fianco. mi sono presa un super calcio mirato ad aletzza rene, parato (fortunatamente) dal mio gomito. un dolore allucinate. ho tenuto la cavalla che mi galoppava intorno finche non è intervenuto qualcuno(non so chi). di corsa la pronto soccorso....solo un paio di botte e un tatuaggio sul finaco di un bel ferro di cavallo.

il giorno dopo ero in maneggio a passeggiare un pony un po pazzo e che era fermo da qualche giorno.(sarà partito 10 volte in 10 minuti)

solo che da allora ho un certo timore a portare a mano cavalli. certo lo faccio più e più volte al giorno. e razionalmente nn ho paura, ma noto che sono sempre super attenta ad ogni loro movimento, spostamento di orecchie per devere se ha paura di qualcosa, dove sono io rispetto al cavallo, ipotizzo, se adesso parte dove andrà...a destra o a sinistra? a sinistra può andare oppure l'unica via di fuga è addosso a me?ecc

lo faccio con tranquillità, ma mi pongo domande che prima non mi ero mai posta.

quest'estate ho passeggiato tutto il mese il mio cavallo che (chissà che cacchio c'aveva) partiva di continuo, ma lo conoscevo e sapeva cosa faceva quando partiva ( mi galoppava intorno, poi si inchiodava e tirava indietro), ero preparata!

ma coi cavalli che non conosco sono sempre superscrupolosa a scegliere il posto migliore per mangiare, vedo cani, persone e bici prima ancora che arrivino....

avete capito no?!

Link al commento
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...
 Share

×
×
  • Crea Nuovo...