Vai al contenuto

Guinzaglio: E Sei Il "cucciolo" Ha 10 Anni?


miselisa
 Share

Recommended Posts

Ciao a tutti, ho già dato un'occhiata alle varie domande e risposte presenti nel forum alla voce "guinzaglio" e non mi sembra di poter trovare una discussione vicina al mio specifico problema.

Infatti, il cane da abituare al guinzaglio ha 10 anni, non ne ha mai visto uno e soprattutto ha una mamma che geneticamente le ha trasmesso il terrore per tutto ciò che sta oltre i gradini di casa.

Però, se la mamma è giustificabile perchè strappata in tarda età ad una difficile vita da randagia, lei è nata cresciuta e pasciuta per 10 anni, insieme alla sua mamma, in una grande casa con una anziana zia che però adesso non c'è più.

In più la sua mamma è stata di recente operata ed ora è a casa con me.

Vorrei tanto che mamma e figlia, che per 10 anni hanno vissuto in simbiosi, si ricongiungano, ma come si fa ad educare un cane di 10 anni con una genetica paura per tutto ciò che la circonda?

Per il collare nessun problema... ma con il guinzaglio...

Link al commento
Condividi su altri siti

non credo proprio che si possa rivoluzionare la vita di un cane a 10 anni. Tu dici che non è giustificabile il suo comportamento perchè è stata "pasciuta" come dici tu fin dalla tenera età, ma non è questo che determina l'educazione e la socializzazione di un cane. Anche se fosse nata con un carattere molto timido, l'essere cresciuta all'ombra della madre in un ambiente sempre uguale per ben 10 anni l'ha resa ancora più timorosa e timida. Il carattere e l'educazione di un cane dipende per metà dalla genetica e per l'altra metà dalla qualità di vita del cane, dalle esperienze fatte, dalle relazioni che ha avuto. Io non credo che tu possa far diventare questo cane un cane da appartamento o comunque da vita simil-urbana. Ti consiglio vivamente di trovare un compromesso tra la vita che faceva prima e quella che è "costretta" a fare ora, ma non forzarla..è un cane anziano ed è giusto che viva come è sempre vissuta

Link al commento
Condividi su altri siti

Ti ringrazio per aver risposto. E credo anche che tu abbia ragione.

E se non pensassi che la situazione è davvero critica, l'idea di spostare lei (Bruna) e sua mamma (Cucciola) non mi avrebbe sfiorata. Infondo, la casa in cui vivono è accanto la mia, e per evitarLe questo trauma preferirei 1000 volte fare avanti e inditero da casa mia a casa sua, ogni giorno e più volte al giorno, come abbiamo fatto in questi 10 anni.

Adesso però la situazione è cambiata.

Cucciola (la madre) è gravemente malata e necessita di assistenza costante. Un recente intervento ci ha convinti dell'opportunità di portarla a casa nostra. Mi piacerebbe, ma so che non ci sono speranze di un sensibile miglioramente che possa consentirle di tornare a casa sua. E so che anche a lei manca la figlia.

Bruna (la figlia nonchè il cane in questione) è dunque rimasta completamente sola, ed il timore è che possa deprimersi. Ed infatti ha già perso l'appetito di sempre, non va più sul terrazzo a giocare come ha sempre fatto... Soffre insomma per la mancanza della madre e per la solitudine. Il tempo che riusciamo a trascorrere con lei (un paio d'ore mia madre al mattino ed il la sera al ritorno dall'ufficio) certamente non può bastarle. Per questo vorrei convincerla ad uscire... per portala a casa con me, da sua madre (vorrei tanto che si rivedessero prima che...) e soprattutto per portarla a fare una seria ed approfondita visita veterinaria.

Una sola precisazione: per i primi anni siamo riusciti ad abituarla al guinzaglio. Infatti capitava spesso di portala da me o per giocare con la sorella (Lara) e gli altri due cani che aveno. Poi tutto è cambiato. Pensa che non è più entrata in una stanza da quando un elettricista entrò per fare una riparazione!

In casa come me c'è la sorella Lara. Anche lei, pur essendo cresciuta (da piccolissima) con altri due cani abituati ad uscire 3 o più volte al giorno e che erano ben lieti di farlo, ha sempre fatto molta resistenza al momento di uscire, cosa che avviene sempre più di rado e fra mille ansie. Per prendere confidenza con il ragazzo che lavora a casa mia da sempre, già da prima che nascesse, ha impiegato circa 7 anni.. Ne ho parlato spesso con il veterinario, e secondo la sua opinione è stata la madre a trasmettere, probabilmente a ragione, questa diffedenza alle figlie.

E una domanda: ritieni dunque che, data la sua età, sia quasi impresa impossibile ed improduttiva? Non vorrei mai, infatti, danneggiarla nella convizione di fare invece il suo bene.

Grazie ancora, Elisa

Link al commento
Condividi su altri siti

Stare sola tutto il giorno non è una gran bella cosa. Potresti provare a portarla a casa tua magari solo per un'ora e vedere come si comporta. Magari la porti a casa tua e le dai da mangiare anche qualcosa di molto ghiotto in aggiunta al suo normale pasto..in modo che associ casa tua=cibo e attenzioni. Poi la riporti a casa sua e osserva che succede. Magari alla terza volta ti seguirà di sua spontanea volontà e sarà soddisfatta di restare da te...l'unica cosa che mi viene in mente è di provare a fare così e poi dipende tutto dal cane...buona fortuna e facci sapere :bigemo_harabe_net-117:

Link al commento
Condividi su altri siti

Grazie ad entrambe per i consigli, e soprattutto per l'attenzione che avete dimostrato nei confronti di Bruna e del ns. problema!

Sto già provando... spero però di riuscire a convincerla che il guinzaglio NON è uno strumento di tortura ma che serve soltanto a farle scoprire una nuova casa ed una famiglia... Io intanto continuerò a provare, ho già sacrificato metà del mese di agosto per dedicarmi all'obiettivo, e speriamo di riuscire!

Vi terrò informate.

Ciao

elisa

Link al commento
Condividi su altri siti

Credo che piano piano ci riuscirai. Certo farle vincere una paura così grande, e all'età che ha Bruna è un compito molto difficile, e molto dipenderà anche dalle esperienze che farà attraversando la strada. Se fossi in te incomincerei ad associare la vostra presenza al guinzaglio. Mi spiego meglio: ogni volta che tu o tua madre andate da lei infilatele il collare e sfilatelo quando andate via, così incomincerà ad associare il collare al piacere della vostra compagnia. Se già porta il collare allora mettetele il guinzaglio e lasciatelo ciondoloni. Dopo qualche giorno provate a prendere il guinzaglio in mano e giocate con lei, magari provate a fare qualche passo (il tutto SEMPRE dentro il suo appartamento e sul terrazzo) tenendo il giunzaglio in una mano ed un boccone di cibo nell'altra mano e davanti al muso del cane.

Quando si sarà abituata ad avere solo esperienze piacevoli al guinzaglio (non strattonatela e non tiratela MAI) potreste provare, sempre con il boccone di cibo, a farla uscire sul pianerottolo...

Facci sapere come procede.

Link al commento
Condividi su altri siti

E' questa appunto la strada che sto cercando di percorrere. Con il collare nessun problema. E' il guinzagli ad allarmarla. Ogni giorno, sia io che mia madre, per prima cosa quando arriviamo da lei le diamo un bacio (in verità anche qualcuno di più..) le mettiamo il guinzaglio e le facciamo vedere la ciotola per il cibo. E finchè deve mangiare tutto ok. Cammina da solo al guinzaglio senza necessità alcuna di forzarla. Appena finisce di mangiare, però, corre a nascondersi sotto il tavolo e non c'è nulla che possa convincerla ad uscire! Ed alla fine ci ritroviamo anche noi sotto il tavolo insieme a lei, con le tasche (preventivamente riempite di croccantini e cose buone per alletarla) rigorosamente VUOTE! Solo quando le sganciamo il guinzaglio esce. Ho anche provato ad impedirle di infilarsi sotto il tavolo, ma si è rannicchiata in un angolo ed ho ritenuto più giusto non forzarla.

La sua mamma (Cucciola) non sta bene, per nulla. Abbiamo fatto un disperato tentaivo lasciandola in degenza nella clinica veterinaria di ns. fiducia, ma ieri sera abbiamo deciso di riportarla a casa, vedendo solo peggioramenti. E' un cane non giovane (purtroppo non possiamo sapere con certenza quanti anni ha, certamente oltre i 12-13), un tumore al fegato ed ora anche una grave insufficienza renale. Quest'anno ho già perso 2 Fox terrier per un tumore la femminuccia (13 anni), e di insufficienza renale il maschietto (16). Sono morti ad aprile a distanza di 1 settimana uno dall'altro... E così ho imparato che la natura DEVE fare il suo corso... e noi possiamo far poco per impedirlo.

E' sempre stato un cane molto timido ed insicuro, e credo che stare in clinica, sebbene noi le facessimo compagnia a turno da mattina a sera, le causasse un ulteriore disagio. A casa è più serena, più sveglia e questa mattina ha anche bevuto un po' di sua spontanea volontà. Noi chiaramente cerchiamo di darle aiuto con le flebo, ormai siamo diventati esperti... purtroppo! E quando arriverà il suo momento, dovrà essere con serenità e fra le ns. braccia, non in una gabbia in un luogo a lei sconosciuto.

Grazie a tutte, di cuore.

Link al commento
Condividi su altri siti

Allora gira in casa con la ciotola di cibo. Abituala a mangiare in un'altra stanza, o magari sul balcone. Falle fare prima qualche esercizio per casa dandole i croccantini per premio e dopo, solo se si è comportata bene, cibala. Purtroppo uno dei pochi modi che hai per rieducarla è prenderla per fame!

Mi spiace per l'altro cane, quindi Bruna è destinata a rimanere sola. Al limite potreste anche trasportarla dalla sua casa alla tua con l'aiuto di un veterinario che le somministri un sedativo, una volta a casa tua piano piano si abituerà.

Link al commento
Condividi su altri siti

mi dispiace moltissimo per la mamma..ma siete dei padroni bravissimi e come dici tu la natura deve fare il suo corso! Un abbraccio forte forte.

Per quanto riguarda la figlia, andate avanti così..ma quando si mette sotto il tavolo o in una posizione difensiva, voi lasciatela stare, non parlatele e non toccatela. Allontanatevi da lei, fate qualche faccenda per conto vostro ignorandola e dopo qualche minuto provate a far cadere a terra un pezzetto di cibo, lontano dal posto dove si è rintanata, se esce e lo mangia bene. Non importa se poi torna di nuovo sotto. Continuate a darle premi lontano dai luoghi dove si rifugia.

Vedrete che con il tempo prenderà sicurezza.

Se le state "addosso" quando si mette sulla difensiva aggravate la sua ansia. Lasciate che prenda confidenza con l'ambiente da sola, anche se resta sotto il tavolo per delle ore..non importa.

Mio zio ha adottato una cucciolona di pastore tedesco di 8 mesi che i vecchi proprietari picchiavano perchè volevano un cane da guardia aggressivo..invece lei è una super timidona e il primo giorno che mio zio l'ha portata nella sua villetta, la cucciola ha passato tutta la notte e la mattina sotto la macchina di mio zio, sdraiata e impaurita, non c'è stato verso di farla uscire..l'abbiamo lasciata in pace e alla fine piano piano è uscita per mangiare e bere e poi è ritornata sotto per molte volte, dopo un mese la cucciola ha iniziato a fidarsi di lui..ma ci vorrà tanto tempo per farle riprendere fiducia nell'uomo.

Link al commento
Condividi su altri siti

Bene! Per fortuna ha trovato voi. Poteva non essere così fortunata..

Io mi sono spesso trovata a dover combattere con i danni causati dall'uomo a queste povere creature, perchè abbiamo l'abitudine di "raccattare dalla strada" tutto ciò che l'uomo (cani, gatti, piccioni, pesci), ed a volte anche la natura, ha scacciato ed emarginato.

Tornando a Bruna credo tu abbia ragione. Il fatto di assecondare le sue paure, infilandoci sotto il tavolo insieme a lei, peggiora la situazione.

Proverò a fare come pollicino, lasciando briciole di formaggio, anzichè pane, in giro per casa... e vediamo che succede!

Link al commento
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...
 Share

×
×
  • Crea Nuovo...