Vai al contenuto

Feromoni?


Ada & Matisse
 Share

Recommended Posts

Il veterinario vedendo le mie braccia distrutte dal temperamento vivace di Matisse, il mio gattino di due mesi e mezzo, mi ha consigliato di usare feromoni per gatti che si diffondono nell'ambiente dove vive il gatto. Mi chiedo se ci siano delle soluzioni alternative dato che Matisse ha soltanto dei momenti di aggressività che non rivelano necessariamente, a mio parere, un carattere aggressivo. Leggendo anche le indicazioni d'uso non compare nessun sintomo, ad esempio mancanza d'appetito, o stress o apatia al gioco...voi che dite? :huh:

Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao, anche io ho un gattino di due mesi, Pepe, e anche lui, per giocare, mi distrugge le braccia, perchè è come se le prendesse per un altro gattino..se si tratta solo di gioco e non di un problema comportamentale, vedrai che con il tempo sparirà..

Baci!

Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao, anche io ho una gattina di due anni che è sempre un po' nervosetta e non è capace a giocare in maniera delicata. Comunque si fa volere bene ugualmente perchè quando è il momento che desidera essere coccolata è veramente dolcissima. Magari non sta molto tempo in braccio pero' abbiamo imparato a conoscerla e non appena muove un po' la coda la lasciamo andare. Io credo che anche loro abbiano il loro carattere, non tutti possono essere coccoloni, ma non per questo hanno bisogno di farmaci. Bisogna solo riuscire a capirtli. Vedrai che con il tempo ti sembrerà tutto più semplice e apprezzerai anche il suo caratterino...ciao

Link al commento
Condividi su altri siti

Io invece ti consiglio di usare i feromoni come ti ha consigliato il tuo medico!!! Se te lo ha consigliato vuol dire che ha notato un PROBLEMA!

Il tuo gatto non ha l'inibizione al morso, probabilmente è stato separato troppo presto dalla mamma e dai suoi fratelli e non ha compreso che i morsi FANNO MALE!

Questo comportamento, se eccessivo, può poi rivelarsi pericoloso in età adulta, ed il gatto può essere aggressivo nei tuoi confronti e di quelli che lo circondano.

Acquista il F********y spray e spruzzalo sulle TUE braccia. Scoraggia qualsiasi gioco con le mani e con le braccia, deve imparare che NON SI TOCCANO!

Se le punta e ti morde un secco NO, poi lo prendi per la collottola e lo scrolli via e finisci il gioco.

Gioca con palline attacate ad un filo, topi finti, tappi di sughero, cuscini, lenze, esche... qualsiasi cosa ti venga in mente ma SEMPRE frapposta tra te e il gatto. Le tue mani devono accarezzare, coccolare, prendere in braccio e medicare e non essere usate da lui come un affila-denti!

Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao Zarina grazie per il tuo parere. C'è una cosa importante però da dire, io sono assolutamente certa che lui sappia che i morsi e i graffi fanno male dato che li usa quando io dico NO per un qualsiasi motivo che lui "non condivide", tra l'altro questo atteggiamento lo tiene sopratutto con me, del mio ragazzo, che vive con noi, ha una sorta di rispetto sempre relativo al suo carattere vivace. I morsi e i graffi dolorosi infatti sono proprio in questi casi, nel gioco è meno aggressivo. Non so perchè questo atteggiamento sia riservato a me dato che sono convinta che mi abbia adottata come mamma e certe sue "attenzioni" mi sono riservate esclusivamente come "la pulizia delle mie orecchie al mattino" o la cosidetta "mossa del pane"... cosa ne pensi? Grazie ancora.

Link al commento
Condividi su altri siti

I gatti sono animali intelliggenti, vuole farti capire che non condivide i tuoi rimproveri o ciòc he fai..però non deve prendere questo atteggiamento che è SBAGLIATO.. Antonella(Zarina) saprà darti i giusti consigli per attenuare questo comportamento..forse allora i feromoni sono necessari..

Bacioniii

Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao Zarina grazie per il tuo parere. C'è una cosa importante però da dire, io sono assolutamente certa che lui sappia che i morsi e i graffi fanno male dato che li usa quando io dico NO per un qualsiasi motivo che lui "non condivide", tra l'altro questo atteggiamento lo tiene sopratutto con me, del mio ragazzo, che vive con noi, ha una sorta di rispetto sempre relativo al suo carattere vivace. I morsi e i graffi dolorosi infatti sono proprio in questi casi, nel gioco è meno aggressivo. Non so perchè questo atteggiamento sia riservato a me dato che sono convinta che mi abbia adottata come mamma e certe sue "attenzioni" mi sono riservate esclusivamente come "la pulizia delle mie orecchie al mattino" o la cosidetta "mossa del pane"... cosa ne pensi? Grazie ancora.

Di sicuro sei la sua mamma, ma nello stesso tempo cerca di dominarti. I gatti non hanno una vera e propria scala gerarchica, ma comunque i gattini devono obbedire alla mamma. Il fatto che rispetti il tuo ragazzo forse rispecchia un suo timore. Invece di te non ha paura, e neanche rispetto, e quindi diventa violento. Secchi NO quando fa qualcosa che non vuoi, fallo giocare molto (quando vuoi tu, non lui) lo stesso per le coccole... potresti anche provare ad insegnargli qualche comando, ad esempio il SEDUTO. Ci vuole molta pazienza, ma ad esempio io ho risolto il problema con il mio gatto che, se non gli servivi subito il cibo, ti azzannava le gambe... un bel SEDUTO e adesso aspetta che gli riempio la ciotola.

Dargli un comando può servire a renderlo un po' meno dominante nei tuoi confronti. Anche se per un micino di pochi mesi mi sembra un atteggiamento esagerato... raccontami tutta la sua storia così posso farmi un'idea più precisa del suo carattere...

Link al commento
Condividi su altri siti

Ok, comincio dall'inizio. E' nato il 12 aprile, mi è stato regalato il 22 maggio, quindi a un mese e 10 giorni, era già svezzato e sapeva usare la lettiera, ha preso subito confidenza con la casa e presto si è ambientato, all'inizio era molto dolce e calmo, sembrava fosse "perfetto" non tentava neanche di fare ciò che non è consentito a priori, poi non so, forse si è ambientato veramente, ha preso confidenza ed ha cominciato ad avere momenti di rabbia acuta, tanto da pensare che avesse seri problemi (li avrei paragonati all'epilessia, in forma molto lieve, umana) ma il veterinario mi ha assolutamente detto che non era cosi "E' un cucciolo" disse, la cosa "bella" è che quando arrivava gente estranea lui era dolce (nei limiti del suo caratterino) così tutti si stupivano delle mie perplessiatà, solo una volta il mio ragazzo l'ha visto avventarsi contro di me e si è stupito, infatti come dicevo anche se quando gioca non è un "santo", in questi momenti non sembra il "normale" Matisse! Di contro come ripeto con me ha dei momenti di dolcezza infinita, tanto che se non fosse tanto dolce non gli permetterei di lavarmi le orecchie (è cmq poco igenico) ma...Io non sono stata mai molto autoritaria, forse anche perchè vive in casa e non ho voglia di dare divieti eccessivi, in fondo addomesticarli è un nostro "capriccio", ma parlo sempre nei limiti della normale convivenza. Adesso l'unica cosa che evita il suo scontro violento è uno schizzo d'acqua che sono costretta a fargli per "difendermi"!! Stasera poi mi è saltato da dietro nella schiena e non l'aveva mai fatto... Spero d'averti fornito tutte le informazioni per capire. Grazie ancora!

Link al commento
Condividi su altri siti

dimenticavo che i comandi li segue o meglio se io dico a Matisse di venire lui viene e questo non è associato a nulla, ne al pasto ne al gioco. Credo sia molto più intelligente di quello che si può pensare per un gatto, ma forse parlo cosi perchè da molto non ne ho uno. Cmq sembra capire benissimo tutto quanto e quando ha i momenti di scontro gli si legge in faccia che è arrabbiato perchè qualcosa gli è vietato, non sempre reagisce cosi ad un NO, non c' è una regola fissa...!!

Link al commento
Condividi su altri siti

Cosa intendi per attacchi di rabbia acuta? Descrivimi il suo comportamento prima, durante e dopo. Cosa li scatena? Il divieto? E cosa gli è vietato? Che il suo comportamento sia cambiato rispetto ad un mese fa è normale, quello che non è normale è che ti attacchi... praticamente sei la sua mamma-preda. Probabilmente vivendo sempre in appartamento ha un surplus di energie che non riesce a scaricare, e quindi le riversa nel suo comportamento violento. Quante ore gioca? Quante ore resta solo? Quanto è grande l'appartamento? Ha accesso a tutta la casa? Sale sui mobili? Dove dorme? (oltre che sul tuo letto...)

OK per lo schizzo d'acqua. Hai preso i feromoni?

Con un gatto non si può essere autoritari, questo lo so bene! Quello che ti suggerivo è di insegnargli qualche comando (anche il vieni) associato con uno stimolo piacevole. Visto che il tuo comportamento nei suoi confronti, finora, ha portato ad un aumento della sua aggressività, forse è proprio il caso di cambiare qualcosa. Raccontami una giornata tipo tua e sua, è importante per sapere cosa possiamo modificare per far stare meglio te e Matisse. (A proposito, anch'io sono nata il 12 aprile...)

Link al commento
Condividi su altri siti

La rabbia gli si legge negli occhi è come se stesse attaccando un nemico, infatti tira le orecchie indietro agita la coda e poi si avventa su mani e piedi. Capita spesso quando giochiamo, con un pupazzetto ad esempio, se lui punta e morde la mia mano che tiene il gioco io dico NO, ed ecco che come ti dicevo inizia la sua rabbia sopra descritta, capita anche se lo accarezzo semplicemente, tutto inizia sempre come un gioco per lui e poi...Non gli è vietato nulla di particolare, in fondo, l'unico vero divieto è appunto quello di non farmi male. Non sale sui mobili, l'appartamento è un bilocale non grandissimo ma lui ha una grande terrazza a sua disposizione collegata al tetto (che per ora cerco di evitargli ma in futuro lascierò che vada), ed ha accesso a tutta la casa, dorme nel suo cestino che lui apprezza parecchio, in ogni caso sa riconoscere e apprezzare tutto ciò che gli appartiene pienamente. Non ho ancora preso i feromoni, non ti nascondo che è anche per il prezzo, intanto stavo aspettando consigli da te e se sarà necessario li prenderò, come sai un cucciolo ha bisogno di molte cure ed ho avuto parecchie spese per questo...

La giornata tipo è: prima sveglia (cioè Matisse mi sveglia) alle 08.00 e pappa, poi io torno a dormire e lui con me. Seconda sveglia si gioca un pò (se ne ha voglia) poi si pranza e seconda pappa, il pomeriggio lui gioca o dorme ed io sto al pc o studio poi la sera verso le 19.00 resta solo perchè sia io che il mio compagno andiamo a lavorare, io torno verso le 4.00, lui sta davanti la tv di solito a sonnechiare, appena arrivo giochiamo un pò, poi lui comincia ad essere molto vispo dato l'orario (so che i gatti prediligono la notte) io vado a dormire lui appena è stanco mi segue e fine! Non saprei dirti con esattezza le ore di gioco, ma alterna bene (credo) il gioco al riposino...

Il cambimento è stato nel giro di pochi giorni una settimana al massimo dal giorno in cui l'ho portato a casa. Mi chiedo una cosa, è possibile che la sua fame costante gli porti stress?? Io gli do da mangiare 3 o 4 volte al giorno le dosi indicate nella confezione dei suoi croccantini che li accompagno all'umido entrambi della stessa marca (I**s, consigliata dal veterinario), non so oggi ha mangiato un pò di più e mi sembra vagamente più tranquillo ma può essere soltanto un'impressione, dato che oggi comunque ha fatto un vaccino.

Coincidenza carina quella della data, speriamo che fra arietini vi capiate meglio... Aspetto tue notizie, grazie per l'aiuto!

Link al commento
Condividi su altri siti

dimenticavo ancora...quando ti parlavo "dell'epilessia" intendevo dire che a volte sempre nei momenti di gioco misto all'aggressività è cosi tanto eccitato e nervoso che sembra bloccarsi su un movimento e ripeterlo per qualche secondo, io lo tranquillizzo spostandolo dalla posizione e lui riprende normalmente... ovviamente non è sempre cosi! Ma credo d'aver già detto tutto!

Link al commento
Condividi su altri siti

Non preoccuparti, non mi descrivi affatto un mostriciattolo! E' solo un gattino che non è cresciuto con una mamma gatta e con dei fratellini, e quindi non sa come comportarsi. Credo che in lui ci sia una certa "ostinazione" a fare ciò che vuole. (Come tutti i gatti del resto). L'ansia verso il cibo (può essere una fame nervosa), il fatto che mentre gioca diventa aggressivo (nel momento in cui mette le orecchie indietro la caccia diventa lotta), secondo me sono il sintomo di un accumulo di energie. Prova a cambiare tipo di gioco. Lega il pupazzetto ad una corda lunga e trascinalo per casa facendoglielo catturare. Tieni SEMPRE una distanza fra le tue mani e l'oggetto del gioco. Lascia in giro palline fatte con la carta stagnola, tappi di sughero legati ad una corda ed appesi alla maniglia della porta... oggetti con i quali può giocare nelle ore in cui non ci siete.

Inventa per lui tanti stimoli: Basta uno scatolo con due buchi per simulare una tana, un bigodino una preda...

Prendi uno scatolino di cioccolatini (quello a tubo per intenderci) fai dei taglietti nel cartone ed infila nel tubo dei croccantini in modo che rotolando ne esca fuori uno ogni tanto. Dagli questo giochino quando siete a lavoro, così mimerà una caccia e mangerà anche.

Quando giocate interrompi non appena passa dalla fase "gioco" a quella aggressiva. Da come me l'hai descritta vedo che ti accorgi subito del cambiamento. Se ti sembra che il NO aumenti il suo nervosismo, potrebbe darsi che lo scambi per un MAOO, e quindi una risposta al suo attacco. Allora non parlare e fai un tentativo di bloccarlo soffiandogli in faccia con un soffio breve e deciso (mi raccomando, tieni il volto a distanza di sicurezza). Non appena si blocca allontanati. Se ti segue ok per lo spruzzo d'acqua, e magari dopo fermato l'attacco, distrailo lanciandogli una pallina.

In verità credo che molti di questi problemi si risolverebbero prendendo un altro gattino, ma mi rendo conto che in un bilocale sarebbe problematico...

Sono comunque sicura che offrendogli maggiori stimoli e facendolo giocare un po' di più molte cose si risolveranno. Per quanto riguarda i feromoni proviamo un mesetto con la terapia che ti ho descritta e poi decidiamo.

Link al commento
Condividi su altri siti

Sono sicura che Matisse non è affatto un mostriciattolo, anzi, e sono certa che con i consigli di Antonella, con i feromoni e con la tua pazienza e la tua dolcezza presto si tranquillizzerà..! Anche il mio Pepe, due mesi, fino a due setiamne fa era un po' troppo aggressivo nei giochi, poi con una sculacciatina quando fa il birbante ha capito che le mie mani servono per fare le coccole, non per mangiarle ed ora gioca solo con i suoi pupazzi o con le palline di carta stagnola..

Dai, che presto Matisse si calmerà!

Baciii

Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao Ada, come va con Matisse? Hai provato a mettere in atto qualche consiglio?

Una carezza al piccolo tigrotto!

Ciao Zarina ho visto soltanto adesso la tua domanda nella discussione. Ti ringrazio ancora per i tuoi consigli, sono stati molto utili. Matisse è molto più calmo oltre al fatto che è cresciuto sembra fidarsi di me molto più di prima, è stata un pò dura all'inizio ma ora c'intendiamo, non è di certo un angioletto ma va bene cosi, il carattere è una faccenda diversa ed il suo è comunque molto divertente. Un saluto, a presto

anche da Matisse

Link al commento
Condividi su altri siti

Io tagliavo le unghie al micio con la forbicina apposta ogni 2 settimane.

Sebbene lui usasse molto poco le zampe in ogni caso le unghie erano meno affilate.

Stranamente il mio Maine Coon mordeva anche per giocare. ma comunque sempre sufficientemente piano. Solo pochissime volte si è preso qualche sculacciata.

Link al commento
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...
 Share

×
×
  • Crea Nuovo...