Vai al contenuto
Ospite

Svezzamento Ara Ararauna

Recommended Posts

Ospite   
Ospite

scusatemi ma sono nuovo..

mi hanno da poco regalato un'ara piccolo di quattro mesi stò finendo di svezzarlo da solo non ho molta esperienza ma pare che me la sto cavando...lo imbecco con la siringa 3 volte al dì, pesandolo ogni mattina per vedere se cresce bene e lo tengo in una scatola per tenerlo al caldo il più possibile....avete qualche consiglio da darmi in merito per crescere bene il piccolo.

ciao e grazie a tutti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
bardo    1

Ciao e benvenuto! :D

Da quello che racconti dovrebbe andare tutto bene. Lo alimenti con un preparato commerciale?

Una cosa importante è che lo svezzamento segua il suo corretto svolgimento senza cercare di velocizzarne i tempi, per non avere un soggetto debole o con problemi comportamentali. Quindi, abbi pazienza e... in bocca al lupo!

E se hai qualche dubbio, fammi sapere e cercherò di risponderti!

P.S. Posta qualche foto, che siamo curiosi! :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
dokindok    0

Ciao... Un'ara , che bella.... ma che fatica!!! Ti faccio un augurio per il tuo, suppongo, primo pappagallo, ma bisogna subito capire come va effettivamente... Lo svezzamento, come anticipava Bardo, è un periodo molto delicato in cui si decide molto del pappagallo... Un'ara si svezza abbastanza tardi, anche oltre i 7 mesi... Dovrai essere scrupoloso e seguire i consigli che ti verranno dati... Ora ti chiederei però di raccontarci qualcopsa di più... Quanto pesa? quanto cibo gli dai? A che temperatura? Quanto tempo passi con lui? Che formula da imbecco usi? Cosa usi per dargliela... Insomma scrivi tutto ciò che fai in modo da avere un quadro chiaro e correggere eventuali sbagli.... Dopodicchè scrivi anche cosa vorresti fare dopo lo svezzamento...hai pensato al suo 'alloggio' ? Come organizzarai il suo spazio? Anche quaesto è importante. Vivi in condominio o in una casa isolata? Lo so, ti sembrerò invadente a frti tutte queste domande, ma un'ara come primo pappagallo è cosa non da poco e non puoi permetterti di sbagliare.

Ciao, attendo notizie!

:bigemo_harabe_net-122:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite   
Ospite

lo alimento per tre volte al giorno e la pappa è un preparato servito alla temperatura di 40°C per evitare di ustionare il gozzo. per lo svezzamento utilizzo una siringa senza "prolunga" perchè ho letto che è più efficace e c'è meno rischio di fare del male al piccolo. l'imbecco lo effettuo da sinistra verso destra del becco, perchè (così ho letto) a destra il pappagallo ha l'esofago.

la sistemazione futura sarà su un trespolo, nella sala di un appartamento dove abito.

cortesemente consigliatemi anche i migliori prodotti per sterilizzare gli accessori e le gabbie, e soprattutto quale lettiera posso usare (se trucioli di legno o altro)

grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
dokindok    0

ok, mi sembra che come prima esperienza tu ti sia ben informato e questo mi fa molto piacere... Per la quantità di cibo, dovresti dargli mediamemte il 10 % del suo peso. Mai dargli un altro pasto se il gozzo non è completamente vuoto! Inizia subito a fargli prendere familiarità col cibo che mangerà in futuro.. adesso sarà solo un gioco, ma poi ricorderà certi gusti e mangerà senza problemi. Forniscigli ciotoline con frutta sminuzzata, legumi e quant'altro tu voglia fargli mangiare in futuro... Comunque tutto quello che fai è corretto. Io eviterei lettiere di trucioli perchè al primo battito d'ali ti sparpaglia tutt per casa, lo stesso dicasi per la ghiaia. Io uso rotoli di carta da imballaggio che ancoro al fondo con nastro adesivi di carta, del tipo da imbianchini.

Sui prodotti per la pulizia e l'igiene stai attento, perchè molti sono dannosi, non posso scriverti qui le marche, ma se ci sentiamo in pvt ti faccio sapere tutto.

Per quanto riguarda il trespolo ho molti dubbi... Un pappagallo non può vivere una vita su un trespolo, a meno che tu non gli stia attaccato gran parte del giorno, portandolo a fare moto altrove. Quando poi non sarai in casa come farai? Un ara ti smonta una casa se gli piglia il pallino, e al primo filo di corrente, ci resta secca. Se hai previsto di mettergli una catena al piede, sappi che oltre ad essere una crudeltà immensa, è uno dei principali motivi di infortunio e morte per un pappagallo. :bigemo_harabe_net-127: Le prime volte il pappagallo cercherà di buttarsi giù e prenderà degli strattoni tremendi alla zampa. Se va bene se la cava con qualche distorsione, se va male si spezza una zampa con ripercussioni gravissime e nella peggiore delle ipotesi casca giù di botto e sbatte la testa con violenza.. Scusa la vena tragica ma certe cose è meglio dirle con crudezza, perchè restino piùà impresse.

Una gabbia invece, oltre a farlo stare al sicuro quando non ci sei, si trasforma in una vera e propria palestra poichè arrampicandosi in essa potrà fare esercizio. Dai un'occhiata alla mia gabbia. Quando sono in casa il mio cenerino è sempre fuori sul suo tresposlo posto sulla gabbia, quando non ci sono è sempre dentro.

Un'utima cosa, cerca di stimolare il tuo pappagallo fornendogli giochi e passatempi da uilizzare in tua assenza.

Per ora basta così, il resto lo vedremo poi...

IN bocca al lupo! :bigemo_harabe_net-117:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
bardo    1

dokindok ti ha illustrato molto bene la realtà del possedere un uccello impegnativo come un'ara.

Mi associo nello sconsigliare nel modo più categorico l'uso della catena che ritengo una vera e propria barbarie, inutile e dannosa perchè quasi sempre l'uccello si fa del male serio.

l'imbecco lo effettuo da sinistra verso destra del becco, perchè (così ho letto) a destra il pappagallo ha l'esofago.

Una precisazione: l'imbecco viene consigliato di farlo da sinistra a destra non perchè ci sia l'esofago (anche perchè il gozzo è uno slargamento dell'esofago) ma perchè c'è la trachea.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite   
Ospite

ciao e grazie per i consigli...ho pensato anche io ad una bella gabbia dove far stare il pappagallo in mia assenza però fino ad ora non sono riuscito a trovare nessina gabbia che possa essere sufficientemente grande...ho paura che al pappagallo si possa rovinare la coda o addirittura le ali...scusami se ti chiedo altre info, ma vorrei sapere dopo quanti mesi dalla nascita posso iniziare a lavarlo con uno spruzzino ed esistono prodotti specifici oppure basta dell'acqua?

ciao e grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
dokindok    0

sono felice per la scelta della gabbia....troverai quella adatta, ne sono sicuro... La doccia andrebbe fatta il prima possibile per abituarlo ad avere un buon rapporto con l'acqua, però se è troppo piccolo rischi di creargli problemi termici, visto che hai una scatola e non una camera climatica. Io consiglio di iniziare a fargli la doccia con lo spruzzino (ottimo il nebulizzatore a apressione da piante) quando è completamente impiumato e quando la temperatura è decisamente più alta. Hai la fortuna di andare incontro all'estate dove potrai divertirti a fargli le docce, che quando fa davvero caldo diventano un'obbligo... Che dirti, io aspetterei ancora un paio di mesi a meno che tu non abbia un luogo particolarmente caldo dove fargliele. Tieni ben a mente che i pappagalli sono forti ma quando si raffreddano è dura curarli, a volte c'è bisogno di mesi di areosol.... Se sei accorto però, come d'altronde sembri, non avrai questi problemi. Ricorda che i pappagalli patiscono molto gli sbalzi di temperatura più che il freddo. Se sono tenuti in un posto freddo patiscono meno che se sono passati da un luogo caldo ad uno freddo... Quindi occhio alle correnti d'aria che sono le più insidiose. QUando gli farai il bagno, cerca un bel posto soleggiato e caldo dove farlo asciugare in tua compagnia....

In bocca al lupo e un saluto speciale al tuo pennuto :bigemo_harabe_net-146: !!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite   
Ospite

grazie ancora per i continui consigli...è proprio una fortuna per me aver trovato questo forum.

in merito alla gabbia sono sempre più propenso a produrla artigianalmente per i motivi precedentemente citati facendo attenzione ad evitare evbentuale materiale tossico per il mio ara. :bigemo_harabe_net-117:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite   
Ospite

vorrei porre un'altra domanda....non conosco la vostra esperienza con un'ara, in generale sò che non sono molto chiassosi e comunque il tutto è relativo a come si educa il pappagallo...però volevo chiedere quando l'animale è grande lo sentirò strillare spesso? e anche di notte?... per ora è solo un pulcino un pò più grandicello che chiama solo quando ha fame...poi una domanda ancora!!!

un giorno che avrò un figlio sarà facile fare accettare al pappagallo che anche lui fa parte della famiglia???...oppure potrà diventare aggressivo nei confronti del nuovo membro della famiglia???

scusatemi, se possono sembrare banali alcune domande, forse mi faccio troppe p...e mentali (pasatemi il termine) però voglio che il mio ara sia il più felice possile.

ciao e grazie

:bigemo_harabe_net-100:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
dokindok    0

Scusa se rispondo solo la sera ma è un periodo unpò pieno di lavot...Allora... Occhio alla gabbia perchè l'unco modo per rnderla atossica è quello di farla o in acciao inox oppure vericiata con tecnica powder coated.

Per lo strilare.....eh beh, i pappagalli strilan anche in natura e non c'è verso di fali stare zitti gli ara poi, dopo i cacatoa, sono proprio urlatori... In natura si chiamano tra di loro emettendo acuti fischi udibili anche a chilometri. La notte invece non urlano...Dormono! Basta creargli il buio con una coperta sulla gabia... Ah! Importante.. E' beneche t faccia dormire il tuo pappagallo il più possible...l'ideale sarebbe 12ore di sonno al buio, 12 ore sveglio. Questo limiterà al minimo lo stress del pennuto.

Gli ara si affeziono morbosamente al padrone e diventano diffidenti con gli esranei, 'unico modo per renderlo affabile è quello di fargli fare molta vita sociale... Deve vedere tanta gente, dev'essere maneggiato in cotinuazione anhe da estranei (spiegherai tu come..), deve cpire da subito che gli altri non sono un pericolo. Insisto sul maneggiare... Giocaci spesso col pappagallo, toccalo, giralo, strapazzalo, più fai qesto e pi evitera che cresca col terrore delle mani. La garanzia che poi sia bravo con tutti non c'è, ma se ti impegnerai non lasciandolo a lungo solo, ma facendogli fare appunto una vita sociale, aumentarai le tue pssibilità di successo. Ricorda che tutti i pappagalli hanno un periodo in cui beccano...quello è il periodo in cui molti danno via il pappagallo, ma se farai le cose giuste determinerai se il tuo pappa sarà un beccatore o no.

Forza e coraggio, come ti dicevo nella prima, non è un'impresa facile...

:bigemo_harabe_net-117:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
bardo    1

Ottimo dokindok, come sempre del resto. Ottimi consigli, non posso che sottoscrivere! Eh si, gli ara sono proprio dei provetti urlatori!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
dokindok    0

Grazie Bardo, mi pare di capire ci sia stima reciproca... :bigemo_harabe_net-122:

Io ho molto a cuore i grandi pappagalli, essendo anch'io passato da errori imperdonabili ed avendo vissuto una terribile storia con il mio primo cenerino, malato di pbfd... Tutto questo mi ha fatto stringere amicizia con molta gente competente, tra cui noti veterinari aviari ed inevitabilmente, grazie a loro, ho imparato qulacosa di più sui pappa. Ora è bene condividere....

P.s. = Certo che rileggevo i miei messaggi..... Che scempio! Quanti errori.... Perdonatemi ma avendo poco tempo, scrivo sempre molto velocemente e combino un macello! :lol:

Un saluto a tutti!

:bigemo_harabe_net-146:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite   
Ospite

Ciao,

sono nuova del forum e soprattutto negata nell'utilizzarlo...quindi se sbaglio vi prego abbiate pazienza e aiutatemi.

Mi aggiungo a questa discussione perchè tratta l'argomento che cerco...

Io e mio marito amiamo gli animali, abbiamo un allevamento amatoriale di falchi e gufi, cavalli, cani, anatre, pecore, capre... e un bel pò di pappagalli lori di varie specie, e una coppia di Ara... un' Ara arauno e un ' Ara Arlecchino. L'Ara Arlecchino (Burt) è stato allevato dai genitori quindi super indipendente, mentre l'Ara Arauno è allevata a mano... solo che non riusciamo a svezzarla...non ne vuole sapere di mangiare da sola ora ha nove mesi. Abbiamo provato a toglierle delle poppate ma niente... anzi vi dirò che grida e basta ed era calata troppo di peso... Momentaneamente le diamo 2 poppate a pèranzo e la sera saltiamo quella della mattina...qualcune ha qualche consiglio?

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
leo982.1    16

Ciao Tania,

è un vero piacere leggere che allevi tutti questi animali, benvenuta nel nostro forum!!

Prima di tutto, per una navigazione piacevole ti consiglio di leggere il regolamento del forum, poi di fare una visita nella sezione dedicata alle presentazioni, apri un nuovo post e ti presenti al forum, poi, in base agli animali che possiedi ed allevi vai nelle varie sezioni e ci presenti i tuoi animali, ovviamente se hai problemi con i tuoi animali puoi tranquillamente parlarne nelle varie sezioni. Non ripescare vecchie discussioni, ma apri nuovi post e parlaci dei tuoi problemi.

Riguardo al pappagallo il consiglio che posso darti è quello di ridurre gradualmente le poppate con la siringa fino a non darne più. Offrigli del cibo dalle tue mani, il più vario che puoi e lasciaglielo a disposizione per tutta la giornata, prima o poi dovrà mangiare, ovviamente non devi mai rinunciare e mollare, è faticoso e a volte sconcertante, ma dovrai sempre insistere e non mollare mai!!!

E' normale comportarsi così, ricevere cibo senza fatica (cioè senza andarlo a cercare, rompere i semi, ecc....) è piacevole, quindi le prime volte lo vedrai urlare, reclamare cibo, ma devi insistere!!! Può aiutarti nell'intento il veterinario, parlane anche con lui ed esponigli il problema!!!

Tienici aggiornati!

Un saluto,

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciao a tutti, molto presto mi arriverà un piccolo ara di qualche mese, mi sto informando in anticipo per evitare di fare troppi errori!! vi volevo chiedere un consiglio, la mia idea è di tenerlo in casa ovviamente finche non finirà completamente lo svezzamento, nel periodo fino ai 7-9 mesi, quanto cresce circa? perché volevo prendergli una gabbia "momentanea" finche sta in casa...cosi posso averne un idea delle dimensioni!! grazie :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
livioenrico    0

Qualcuno sa se un ara sa difendersi dai gatti dei vicini?

I miei gatti sono bravissimi e ci giocherebbero dolcemente ma ci sono alcuni gatti in giro che a volte scavalcano i muri della mia proprietà e potrebbero essere pericolosi. Potrebbe bastare un attimo di mia disattenzione e un gatto veloce potrebbe prendere la preda. Ma se un Ara è in grado di difendersi le cose cambiano e potrei sentirmi più tranquillo.

Eventualmente se non un ara, ci sono altri pappagalli o uccelli in genere che potrei tenere liberi con me nell'orto senza troppe preoccupazioni?

Mi scuso se ho sbagliato posto dove scrivere, sono nuovo qui, eventualmente spiegatemi cosa fare o spostate il mio messaggio nella giusta discussione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×