Vai al contenuto

Insuf. Renale E Flebo


kiagu
 Share

Recommended Posts

Al mio micio Tommaso è stata diagnosticata un'insufficienza renale grave dovuta a reni policistici, adesso dopo 5 giorni di terapia intensiva dobbiamo fargli le flebo noi a casa accompagnate per il momento da antibiotico e uno sciroppo...

ho letto dai vs. post che sono tanti i mici affetti da insufficienza renale e che molti di loro riescono a vivere per abbastanza tempo, ma leggo anche che alcuni di voi sottopongono a flebo quotidiane alcuni gatti per 8 mesi/1 anno... mi chiedo se per il gatto sia una cosa abbastanza sopportabile e se questo possa garantirgli un'esistenza degna di tale nome... come tutti in questi casi è difficilissimo capire quale sia la soglia oltre la quale è il ns. attaccamento a tenerli con noi piuttosto che il loro bene...

a proposito oggi quando vado a casa a pranzo devo fargli la prima flebo... e sono un po' terrorizzata

:bigemo_harabe_net-127:

Link al commento
Condividi su altri siti

  • Risposte 58
  • Created
  • Ultima Risposta

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Ciao! Innanzitutto quanti anni ha il tuo gatto?

Il rene policistico è una patologia che affligge soprattutto i persiani ed i loro incroci, il tuo è uno di loro?

Per quanto riguarda le flebo leggi sul post invecchiamento precoce, dove ho dato alcuni consigli.

Soprattutto stai calma, il gatto percepisce il tuo nervosismo e si spaventa credendo chissà cosa. Se non hai dimestichezza con gli aghi fai un po' di esperienza facendo "iniezioni" ad una coperta! Sembra strano ma ti consente di acquistare un po' di manualità con l'ago. Una volta messa la flebo prendi il gatto in braccio e carezzalo per tranquillizzarlo, se il medicinale non brucia troppo starà tranquillo.

L'anno scorso ho avuto in cura una gatta con il rene policistico. All'inizio le mettevo la flebo e la chiudevo nel trasportino (altro metodo) ma dopo pochi giorni sentiva la mia voce e arrivava (fai conto che praticamente non si faceva neanche accarezzare dai proprietari!). Se il gatto trae giovamento dalle cure di solito se le fa fare senza troppi problemi.

Purtroppo il tuo ha una malattia che non guarisce perciò dovrà fare le flebo per lunghi periodi.

Non ti scoraggiare e vai avanti!!

Ciao, Antonella

Link al commento
Condividi su altri siti

Il micio ha 8 anni, non è un persiano, ma un bellissimo europeo Bianco e nero. La vet mi ha spiegato che si tratta di una malattia congenita che non ha possibilità di guarigione.

purtroppo le funzionalità del rene sono seriamente compromesse e dopo la terapia in vena i valori sono un pochino migliorati, ma stranamente la creatinina è aumentata a differenza di tutti gli altri.

lunedì dovrei ripetere gli esami del sangue per vedere come va... lui è abbastanza pimpante, ma da come cammina si vede che è sofferente, i reni sono ancora molto grandi e temo che rimarranno così.

per le flebo l'ho affidato al marito di mia mamma che purtroppo ha già esperienza con i mici ammalati e la sua mano più esperta sarà migliore della mia tremolante :huh:

La vet ha detto che cmq nella migliore delle ipotesi Tommaso ha qualche mese di vita, il che mi sembra impensabile visto che fino a prima di natale apparentemente stava benone :bigemo_harabe_net-102:

Link al commento
Condividi su altri siti

Mi dispiace ma purtroppo il fatto che la creatinina aumenti sta a significare che i reni sono proprio sofferenti.

Queste patologie sono difficili da diagnosticare e quindi non è possibile accorgersene senza un'ecografia.

Magari avessimo la sfera magica per sapere come stanno i nostri mici!!!

Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao Kiagu,

mi dispiace per il tuo micio.

Per quanto mi riguarda (se hai avuto modo di leggere il mio topic),la mia micia e' andata avanti (dalla scoperta della malattia) per circa 14 mesi.

Le facevamo una flebo al giorno (170 ml circa),per cui pensa quante punture in piu' di 1 anno,la cosa positiva era che lei essendo molto tranquilla, se la lasciava fare senza problemi e all'inizio credi eravamo anche impacciati.Io sono molto emotiva e pur avendoci provato (sono riuscita solo a fargliene una),non sono stata in grado di andare avanti,per cui gliele faceva il mio compagno.

La prendevo e la mettevo sul tavolo,la accarezzavo e le parlavo mentre lui le faceva l'iniezione sotto pelle all'altezza delle scapole,ti dico che dopo poco tempo quando la mettevo sul tavolo lei si accucciava tranquilla da sola.

Posso assicurarti che in assenza di complicazioni vivono bene per mesi,alcuni piu' fortunati anche anni.

Si sa e' una malattia che non da speranza,ma finche' le cure che gli dai,gli permettono di andare avanti,vale la pena di farle.

CORAGGIO!!!!

:bigemo_harabe_net-146:

NADIA

Link al commento
Condividi su altri siti

ho letto che ci sono tanti mici affetti dalla stessa patologia.

oggi a pranzo mi è sembrato che avesse l'alito più pesante, il che non è un buon segno, però quando arrivo mi guarda con i suoi occhioni pieni di amore e io non so più cosa sia meglio per lui.

purtroppo non posso tenerlo con me perchè il mio compagno è allergico. è da un anno che vive con mia mamma, però lei ha altri due gatti e un cane e lavora tutto il giorno, quindi affidarlo a lei in questo momento mi pesa un sacco, ma non ho alternative.

ho tanti sensi di colpa, mi sono accorta io che non stava bene e lui ha con me un rapporto che con nessun altro ha. oggi si era nascosto e solo quando sono arrivata io è uscito fuori dal nascondiglio...

è tristissimo sapere che non ha tante speranze, ancor più triste non potergli stare vicino come vorrei

Link al commento
Condividi su altri siti

Mi dispiace,certo non ti trovi in una bella situazione.

L'alito e' nornale sia "pesante",vuol dire che ha l'azotemia alta,quando i reni non funzionano, non filtrano il sangue e l'ammoniaca che il corpo normalmente produce, intossica il sangue e quindi anche i tessuti, per questo sono importanti le flebo,fanno una sorta di lavaggio del sangue. (Vale per noi la Dialisi).Esistono anche farmaci che aiutato ad abbassare l'azotemia,ma per questo devi chiedere al veterinario.

CIAO

NADIA

Link al commento
Condividi su altri siti

Sì oltre a chiedere bene al veterinario quali sono i farmaci da utilizzare informati anche come poter far convivere il tuo gatto con il tuo fidanzato, perchè se in questo momento il tuo micio è in difficoltà e tu sei la persona alla quale è più legato è giusto che stia con te. Ti dico questo perchè so che persone con allergie hanno risolto e possono vivere tranquillamente con i gatti, però non so dirti in che modo hanno risolto il problema....un bacione, mi spiace tanto per il micio e per te che sei in questa situazione già difficile di per sè e resa ancora più difficile dall'impossibilità di poter tenere con te il micione...ciao :bigemo_harabe_net-146:

Link al commento
Condividi su altri siti

grazie mille per il sostegno :)

so di ripetermi, ma mi sembra impossibile che nel giro di pochi giorni stia succedendo tutto questo...

adesso dobbiamo aspettare lunedì, forse già avere una pevisione da una setttimana all'altra è tanto per queste situazioni, alemno dalle altre storie che ho letto, quindi devo prendere come positivo questo e il fatto che lui sia vispo, mangi e non vedo l'ora di venire in braccio per farsi coccolare :unsure:

Link al commento
Condividi su altri siti

Sì però come hai detto anche tu l'alito maleodorante non è un buon segno.....io purtroppo ci sono appena passata con il mio micio (Peppino) e nonostante tutto mi sembra ancora impossibile pensare a come sia brutta questa malattia, per questo che ogni volta che sento un micio nelle condizioni in cui era Peppino mi sembra di tornare indietro e di rivivere tutto. Daì, vedrai che se ce la metti tutta riuscirai a trasmettere al tuo micio la forza necessaria per lottare il più possibile! Ma come si chiama il micione?

Link al commento
Condividi su altri siti

micio TOMMASO :D:D

avevo appena scritto un post poi il pc è andato in errore e ho perso tutto:(

dicevo che in realtà non so neanche io cosa sia meglio per lui, da mia nonna sarebbe più tranquillo, ma non conosce la casa e se non ci sono io sta tutto il tempo in bagno, da mia mamma ci abita da un anno, ma ci sono gli altri "pelosi" che gli girano intorno, in compenso c'è il marito di mia mamma che può fargli le flebo senza problemi...

portarlo a casa da e non sarebbe cmq una soluzione perché noi usciamo di casa al mattino prsto e torniamo la sera tardi e per tutto il giorno nessuno può verificare come sta e nelle sue condizioni preferisco che sia "sotto osservazione"...

lui mi guarda e fa le fusa... ti dice che si fida di te è bellissimo, ma terribile allo stesso tempo...

oltre le flebo cmq prende degli antibiotici, uno sciroppo e l'alluminio (??!)

Link al commento
Condividi su altri siti

Piccolo micio Tommaso.... speriamo vada tutto bene e che possa andare avanti per tanti anni! Un bacio e una carezza al piccoletto! :bigemo_harabe_net-146:

Link al commento
Condividi su altri siti

Ieri sera ho chiamato mia mamma per sapere come stava Tommasino e lei, nata pessimista di natura, mi ha demoralizzato al massimo.

ha detto che era giù e non molto reattivo, per fortuna la situazione sembra stazionaria nel senso che mangia e beve normalmente e non vomita...

non poterlo vedere e trarre conclusioni dallle sensazioni di altri è ancora più brutto... vorrei prendermelo e stare con lui tutto il giorno per cercare di capire come sta invece non posso che stare qui a chiedere informazioni di qua e di là, povero miciotto...

ho appena sentito il marito di mia mamma, anche lui dice che non sta molto bene e che anche l'umore non è dei migliori, ha fatto la flebo ieri e stamattina, preso l'antibiotico e lo sciroppo... ma dice che fa fatica a salire le scale, anche io avevo notato che ha male in tutto la parte posteriore del corpo... la fatica nel fare le scale però non so a cosa possa essere legato...

Link al commento
Condividi su altri siti

Certo non è proprio il momento migliore per alcuni dei nostri amori!!!

Senti ho letto che il tuo compagno è allergico al gatto,lo ero anche io, ma ne ho 13!!! Ero arrivata all'asma!

Poi per un certo periodo ho preso gli antistaminici di ultima generazione,che non danno assolutamente nessun problema,ed ora eccomi qua a coccolare i miei tesori...Inoltre,volevo dirti che spesso le persone sono allergiche al pelo del gatto se questo ha qualche pulcetta o le sue uova...Hai controllato il tuo Tommaso? Un valido metodo è,dopo averlo spazzolato accuratamente,controllato che non ci siano ospiti indesiderati,passargli il pelo con un panno appena umido,in modo che sullo stesso rimangano i peli che si sono staccati,ma non se ne sono andati con la spazzola..

Provaci,tenerlo vicino a te,anche solo nelle poche ore che hai a disposizione,lo aiuterebbe TANTISSIMO...

:bigemo_harabe_net-146::bigemo_harabe_net-146::bigemo_harabe_net-146:

Link al commento
Condividi su altri siti

Tommasino per fortuna almeno le pulcette non le ha, ma grazie per il consiglio!

anche mio fratello era allergico ai gatti, ma convivendoci gli è passata, il problema di fondo è che se non sei un gattaro non hai nessuna voglia di fartela passare e purtroppo lui un gattaro non lo è.

quando ho deciso di dare tommaso a mia mamma l'ho fatto anche e soprattutto perchè lui è un micio abituato a stare sempre con qualcuno e farsi coccolare, quando sono andata a vivere da sola che lui restava solo durante il giorno, quando tornavo mi seguiva e miagolava fino a quando non lo prendevo in braccio per la sua razione di coccole e guai se lo mettevo giù prima di avere soddisfatto il suo bisogno... per cui decidere di riportarlo da mia mamma è stata una scelta per lui che in questo modo aveva sempre la compagnia anche di altri "pelosi".

adesso non so veramente cosa sia meglio, mia mamma soffre di pessimismo cosmico e ieri mi ha distrutto tutte le impressioni positive che avevo avuto, suo marito, che gli fa le flebo, mi ha detto che è dimagrito un sacco... però dico io l'ho visto a pranzo, possibile che in poche ore sia degerato in quel modo!??!?!

forse sono io che non lo volevo vedere...

forse sono loro che sono troppo pessimisti...

non so, adesso sono preoccupata per il fatto che non riesca a salire le scale, questa è proprio una novità... e non riesco a legarla al resto :o

Link al commento
Condividi su altri siti

Tommaso è ora sistemato sull'asse da stiro in soggiorno :rolleyes: sembra che sia il suo posto preferito, soffre da sempre di manie di protagonismo;-)

penso che si senta anche un po' più al riparo dagli altri "pelosi" che però sembrano rispettosi e non dargli troppa noia... oggi non ha voluto mangiare, ma credo che sia soprattutto perchè abbiamo cercato di dargli la pappa specifica per i reni che temo non sia di suo gusto. la vet ha deto che deve cmq mangiare e si è lasciato corrompere con un po' di arrosto, adesso gli prepariamo del pollo che lei ha detto può essergli d'aiuto.

ho detto a mia mamma di controllargli anche la bocca, ho letto che molti micioni hanno avuto problemi di stomatiti e piaghe in bocca, ma per fortuna sembra che adesso sia tutto a posto a parte un po' di alitosi...

certo l'umore non è il massimo, ma è anche stato sballotato per tanti giorni avanti e indietro dalla vet, quindi adesso vorrà riposarsi un pochino...

leggendo anche tutte le vostre storie vorrei solo che soffrisse il meno possibile, ma soprattutto che viva nel modo più "naturale", il pensiero che lui non capisca quello che gli stiamo facendo, le occhiatacce che da quando arrivi con la medicina o la flebo, mi fa pensare che lui non sia per l'accanimento terapeutico per cui vorrei riuscire a fare il necessario solo per lasciarlo andare nel modo meno doloroso possibile £@@£

Link al commento
Condividi su altri siti

ieri sera sembrava più vispo che nel pomeriggio, quando mia mamma ha fato lui bagno lui ha accopato a sua solita posizione di "compagnia" sopra il water, il che significa che ha anche meno male alle zampe dietro perchè è saltato si senza problemi...

la situazione sembra stazionaria, purtroppo non c'è verso di fargli mangiare la pappa per lìinsufficienza renale e quidni gli stiamo dando del pollo e quanto più gli aggrada per nutrirlo.

l'antibiotico non è il suo forte, lo sputa in continuazione anche se abbiamo rotto la pastiglietta perchè fosse più piccola, ma prorpio quando sembra che l'abbia presa e lo lasci andare te la risputa!

penso che sia stufo di flebo, medicine e torturette varie, ma almeno fino a martedì quando ripeterà gli esami del sangue deve rassegnarsi e continuare la cura, una volta che abbiamo un'idea sull'andamento della cura potremo anche capire come procedere £@@£

adesso sono risucita a convincere mia mamma, pessimista di natura, a tirarsi su il morale per tirarlo su un pochino anche a lui, tutto fa...

Link al commento
Condividi su altri siti

Non saprei...Peppino non ha mai gradito il latte e quindi non mi son mai posta il problema.

Dare le medicine è davvero un gran problema. Io ho provato sminuzzandole e sciogliendole nell'acqua per poi mettere tutto in bocca con la siringa, solo che Pepe le sbavava fuori...poi infilate in pezzetti di wurster o di prosciutto, sbriciolate nell'omogenizzato, di dargliele in bocca direttamente manco a parlarne!!!

Però visto che c'è chi gli fa le flebo, immagino non avrà problemi a fare iniezioni quindi prova a sentire il veterinario se per caso uno o più farmaci che prende il micio possono essergli somministrati tramite iniezione. So che non è il massimo, nel senso che fa le flebo, fa le punture, prende le medicine, mangia il cibo apposito che gli fa schifo...però cosa vuoi fare? purtroppo non è che si può lasciarli andare senza cure, quindi magari provate, se vedete che i risultati non ci sono allora inutile accanirsi oltre. :bigemo_harabe_net-146:

Link al commento
Condividi su altri siti

Ricordate il suggerimento di Portaspada? Diceva di mettere il medicinale nella pasta per i boli di pelo sulla zampetta del gatto così che il gatto sia costretto a leccarsi.... ora io non so sotto che forma sono queste medicine ma se sono tipo compresse si può tentare! Baci!!! :bigemo_harabe_net-146:

Link al commento
Condividi su altri siti

La cosa migliore è dargli la maggioranza dei medicinali per iniezione. Non può sputarle ed è meno traumatico di una compressa infilata giù per la gola.

Volevo anche dirti che ormai il gatto è abituato a stare a casa di tua madre e spostarlo in una casa "estranea" sarebbe causa di stress. So che ti senti in colpa per non essergli vicino, coccolalo quando vai a trovarlo e pensa che trasferirlo ora (anche cacciando il tuo allergico ragazzo...) non gli farebbe bene.

Continua con le flebo, il latte può berlo a patto che non gli procuri la diarrea, anche se è un ulteriore apporto di proteine, ma se non mangia non si sommano ad altri alimenti.

Resto in attesa delle prossime analisi

Ciao e buona domenica

Antonella

Link al commento
Condividi su altri siti

Martedì Tommaso è volato sul ponte dei gatti... insieme a tutti i mici che hanno fatto parte delle nostre vite e che ci hanno regalato momenti unici...

da domenica non ha più voluto mangiare nulla e nonostante le flebo era molto disidratato... come ci siamo dette più volte, te lo dicono loro quando è il momento, lui mi ha fatto due fusa poi non è più voluto stare in braccio se ne è andato sotto l'armadio dandomi le spalle...

ci siamo salutati così...

ho lasciato che fosse mia mamma a portarlo dal veterinario, non ce l'ho fatta ad andare io...

adesso è sepolto in campagna insieme al suo gioco preferito...

grazie a tutti per il sostegno che mi avete dato, grazie per l'amore che condividiamo per il meraviglioso mondo peloso dei gatti

Link al commento
Condividi su altri siti

Mi dispiace tanto,veramente...Ma da come hai raccontato,lui non aveva più una vita degna di tale nome,e te lo ha fatto capire! I gatti sono animali che hanno una grandissima dignità,e secondo me,hai fatto bene a lasciarlo andare via,senza continuare con l'inutile accanimento terapeutico.

Coraggio,ti siamo tutti vicino :bigemo_harabe_net-146:

Link al commento
Condividi su altri siti

La cosa che mi colpisce sempre quando uno dei nostri mici ci lascia, è la dignità con la quale lo fanno....ogni esperienza ci insegna qualcosa, anche da un piccolo animale possiamo trarre insegnamenti che ci rendono più maturi e più consapevoli di che forza ci voglia ad affrontare tutti i momenti dolorosi che la vita ci offre...ma nello stesso tempo ci fa capire quanto questa vita sia importante e quanto sia importante viverla assaporandone ogni minimo attimo. Mi spiace tantissimo per te, per la tua sofferenza ma cerca di non scordarti mai che nel tuo cuore Tommaso continuerà ad esserci, con tutti i suoi momenti migliori. un grande abbraccio Cinzia

Link al commento
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...
 Share


×
×
  • Crea Nuovo...