Vai al contenuto

Allevare A Mano


antonella
 Share

Recommended Posts

ciao a tutti io possiedo svariati cocoriti da 3 anni negl ultimi 2 ho cominciato a farli accoppiare in totale ne ho 20 compresi gli 8 piccoli che sono nati circa 12 giorni fa. adesso anche se è un impresa difficilissima vorrei provare ad allevarne uno a mano e credo fermamente che con tutta la mia buona volentà e pazienza e tutti i vostri preziosi consigli ci riuscirò vorrei solo essere un po guidata. per pima cosa a quanti giorni posso prelevarlo dal nido? il nome del prodotto che devo fargli assumere e in che quantità? il posto dove tenerlo e se mangia anche di notte? per il momento le cose fondamentali per il resto ne parleremo in avanti. grazie 1000 per le future risposte :bigemo_harabe_net-146:

Link al commento
Condividi su altri siti

ti dico la mia personale esperienza..

io ho avuto 2 cocoriti, che hanno finito lo svezzamento la settimana scorsa..i miei "bimbi" stanno sulla mano, si fanno accarezzare.. sono buonissimi! e io non li ho allevati a mano in quanto penso che se si può evitare è meglio farlo...

ho iniziato ad andare intorno al nido quando avevano già messo su un po di penne.. li ho accarezzati un po, e ho lasciato che si avvicinassero loro al mio dito.. cosi quasi tutti i giorni.. quando sono usciti dal nido ho iniziato a prenderli con me, coccolarmeli tutti.. all'inizio non si fidavano al 100% ma in poco tempo sono cambiati!! quindi prova anche tu..se vuoi.. è l'unico consiglio che posso darti

Link al commento
Condividi su altri siti

grazie questo è un buon consiglio!

cmq non volevo iniziare adesso , volevo raccogliere tutte le informazioni necessarie per poi in futuro allevarne uno.

senti ma adesso i tuoi coco stanno sempre insieme agli altri ho li hai messi in una gabbietta a parte o magari sul trespolo? pura curiosità,anche perchè a me piacerebbe un sacco tenerne uno per casa,o sul trespolo, con le dovute precauzioni ovviamente.

Link al commento
Condividi su altri siti

stanno con le altre... però le tiro fuori spesso.. i miei poi andranno da riproduzione..quelli che vendo li divido e li tiro fuori continuamente!!!

Link al commento
Condividi su altri siti

bisogna iscriversi al foi.. io non sono iscritta perchè spendo già dei soldi con l'iscrizione all'APA per i conigli.. per le calopsitte e le coco mi scoccia.. tanto.. non devo fare concorsi come con i conigli..

allora ho 3 coppie di cocorite e 1 di calopsitte hih non sono tantissime ma bastano e avanzano assieme agli altri animali!

Link al commento
Condividi su altri siti

grazie per il pettegolezzo! cmq sto mettendo in atto il tuo consiglio da qualche giorno, lo uso con 2 piccoli di 20 giorni di nidiate diverse.. li tengo ogni mattina un quarto d ora con me sul tavolo della cucina,pare che gli piaccia! io appoggio le mani sul tavolo poi sono loro a venire da me..spero che cosi si abbituino alla mia presenza,per poi tenerli fuori dalla voliera senza paura che volino via. ci sto provando spero bene

Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao antonella io ho allevato a mano un cenerino di nome otto che ad oggi ha 5 mesi o poco piu',io lo ho preso a due mesi ,ossia molto piccolo per un cenerino.

I pappagalli per essere allevati a mano devono essere prelevati dal nido appena aprono gli occhi e gli va data la formula da svezzamento per il 10% del peso dello stesso pappagallo per 5 volte al giorno,poi mano mano che crescono si diminuiscono le imbeccate e si aumentano le dosi di poco,calcola che piu' sono di taglia piccola i pappa piu' è difficile l'operazione,nel senso che ci vuole piu' esperienza poiche' i pappagalli piccoli dimostrano molto meno appetito con l'uomo cosa che non succede con i genitori naturali,quindi vedi te se ti senti in grado di mettere a rischio un pulletto.

Se mai decidessi di provarci fai attenzione alla sterilizzazione degli accessori che usi per l'imbecco,al tipo di formula di cui' si nutrira'(ce ne sono molte in vendita ma poche sono buone).

Se vuoi altri consigli per quel poco che posso dirti chiedi pure.

Ciao Antonio

Link al commento
Condividi su altri siti

ciao antonio so che è passato un podi tempo da questa discussione ma è arrivato il momento in cui dovresti darmi i tuoi (preziosi x me ) consigli. da questa settimana mi stanno nascendo i cocoriti deve schiudersi l ultimo uovo.

mio marito sta costruendo una specie di uncubatrice con legno polistirolo e un termostato per rettili in modo da tenerlo li dentro con la giusta temperatura. le cose piu importanti che vorrei sapere sono: a che temperatura tenerlo?,che marca di soluzione da imbecco compare?a che temperatura dare la pappa e come faccio a misurarla?(la temperatura). per il momento questo... spero che tu sia disponibile.

ti ringrazio anticipatamente!

Link al commento
Condividi su altri siti

a che temperatura tenerlo?,che marca di soluzione da imbecco compare?a che temperatura dare la pappa e come faccio a misurarla?(la temperatura)

Ciao antonella!

Purtroppo l'utente rallye è stato bannato tempo fa, se vuoi potrei darti io qualche informazione:

  • la temperatura della "camera calda" per i primi giorni di vita deve essere di circa 34-35 °C; dalla camera calda poi i pulli saranno prelevati per le imbeccate che fornirete loro;
  • non potendo inserire marche di alimenti nel forum, posso solo dirti che esiste una motlitudine di tipologie diverse di alimenti, molti dei quali in polvere, ben bilanciati e dosati per la crescita e lo svezzamento, che vanno sciolti in acqua tiepida;
  • la pappa va somministrata ad una temperatura di circa 37-38 °C.
Link al commento
Condividi su altri siti

Si, secondo me un normale termometro dovrebbe andare bene. Anche se credo che comunque esistano dei termometri apposta pe alimenti.

Link al commento
Condividi su altri siti

wow! quanti ne hai?per venderli sei iscritta come allevatrice o lo fai tanto per?cosa si deve fare per ricevere a casa gli anelli per metterli alle zampe? scusa per le tante domande ma sono molto molto curiosa... :P:D

Allora sul fato degli anellini da mettere alle zampine sono una vera tortura, ve lo posso garantire, avevo dei canarini che avevano l'anello e gli faceva davvero male, ho dovuto toglierlo perche non riuscivano quasi più a volare!!!

I cocoriti poi non hanno bisogno di questi anellini!

Io i primi due che ho preso non ce l'avevano per fortuna!

io ti consiglio di non metterglielo!

Link al commento
Condividi su altri siti

Non ho capito una cosa però, quando sono ancora rosini,con poche piume, o con i puntini bianchi, basterebbe ogni giorno metterli su un tavolo insieme a noi???

Così quando saranno + grandi si avvicineranno + volentieri a noi?

Grazie

Link al commento
Condividi su altri siti

Allora sul fato degli anellini da mettere alle zampine sono una vera tortura, ve lo posso garantire, avevo dei canarini che avevano l'anello e gli faceva davvero male, ho dovuto toglierlo perche non riuscivano quasi più a volare!!!

I cocoriti poi non hanno bisogno di questi anellini!

Io i primi due che ho preso non ce l'avevano per fortuna!

io ti consiglio di non metterglielo!

Ti pregherei in futuro di non dare per assoluti i tuoi pensieri.

Gli anellini (forniti in genere dalla FOI) servono per gli allevatori e per coloro che partecipano alle mostre.

Esistono diverse misure di anelli, proprio perchè si possano adattare al meglio al diametro della zampina dell'uccello, in modo che non stringano e non causino danni. Perciò, a meno che, appunto, non siano stretti eccessivamente da qualcuno non competente (perchè dato che si inanellano da poco più che pulli bisogna considerare che la zampina crescerà), non ci sono problemi di sorta.

Anche le cocorite, al pari dei canarini, possono avere anellini, se partecipano ai concorsi.

Ma, del resto, se non si vuole partecipare a concorsi, non ce ne è bisogno.

Link al commento
Condividi su altri siti

Non ho capito una cosa però, quando sono ancora rosini,con poche piume, o con i puntini bianchi, basterebbe ogni giorno metterli su un tavolo insieme a noi???

Così quando saranno + grandi si avvicineranno + volentieri a noi?

Grazie

no , puoi prenderli appena sono autonomi , non sanno acora volare bene(quindi si prendono facilmente) , li tieni un po' con te e li rimetti nella gabbia .

questo serve a farli avvicinare senza allevarli a mano.

Link al commento
Condividi su altri siti

ti dico la mia personale esperienza..

io ho avuto 2 cocoriti, che hanno finito lo svezzamento la settimana scorsa..i miei "bimbi" stanno sulla mano, si fanno accarezzare.. sono buonissimi! e io non li ho allevati a mano in quanto penso che se si può evitare è meglio farlo...

ho iniziato ad andare intorno al nido quando avevano già messo su un po di penne.. li ho accarezzati un po, e ho lasciato che si avvicinassero loro al mio dito.. cosi quasi tutti i giorni.. quando sono usciti dal nido ho iniziato a prenderli con me, coccolarmeli tutti.. all'inizio non si fidavano al 100% ma in poco tempo sono cambiati!! quindi prova anche tu..se vuoi.. è l'unico consiglio che posso darti

lei li ha un po' accarezzati quando erano ancora nel nido e poi quando sono usciti dal nido li ha presi un po' con se .

comunque se la femmina non si fida al 100% di te potresti impaurirla e stressarla .

Link al commento
Condividi su altri siti

no , puoi prenderli appena sono autonomi , non sanno acora volare bene(quindi si prendono facilmente) , li tieni un po' con te e li rimetti nella gabbia .

questo serve a farli avvicinare senza allevarli a mano.

Io sinceramente c ho provato ma con scarsi risultati. visto che vivevano e vivono tutt ora in una voliera insiema ad altri coco, la cosa mi veniva un po difficile xrchè se per un giorno nn andavi a prenderlo diventava subito selvatico quindi ho smesso di stressarli.

cmq ritornando al discorso di allevarne uno a mano un altra domanda che ho da farvi e quella della consistenza della pappa..come deve essere?? liquida?solida? quanto acqua x quanta polvere??

ancora l incubatrice non è pronta, nn vedo l ora che lo sia ho tanta voglia di allevare il piccolo con lo stesso amore di un bambino come se fosse il mio secondo genito..deve essere un esperienza stupenda!

Link al commento
Condividi su altri siti

la consistenza della pappa deve essere tipo come quella di uno jogurt.

la pappa è in povere e tu dovrai aggiungere l'acqua in base alle dosi scritte nella confezione.

è normale che stando con gli altri (selvatici diventa selvatico), quando metti dentro la mano per prenderlo gli altri si spaventano facendo spaventare anche quello addomesticato.

quindi riavrà paura di te .

è meglio in una voliera tutti quelli addomesticati e in un'altra voliera i selvatici .

Link al commento
Condividi su altri siti

è normale che stando con gli altri (selvatici diventa selvatico), quando metti dentro la mano per prenderlo gli altri si spaventano facendo spaventare anche quello addomesticato.

quindi riavrà paura di te .

è meglio in una voliera tutti quelli addomesticati e in un'altra voliera i selvatici .

solo che nn ho altro posto dove metterli e cmq ci ho rinunciato. e cmq adesso voglio applicarmi sul piccolo. approposito vorrei precisare che qui da noi in questo periodo dell anno ci sono quasi sempre intorno i 35 45 gradi se metto il pulletto in ina camera calda non pensi che se metto anche 4 patate la cena è pronta!? volevo tenerlo in uno scatolino con la segatura o uno straccetto con una finestrella per prendere aria, ho paura di cucinarlo visto che mi hanno detto che deve stae a 35 gradi e già ci sono...

Link al commento
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...
 Share

×
×
  • Crea Nuovo...