Vai al contenuto

Mar Kino

Members
  • Numero contenuti

    189
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su Mar Kino

  • Compleanno 09/09/1978

Contact Methods

  • MSN
    rutman@katamail.com
  • Website URL
    http://www.puntosubbergamo.it
  • ICQ
    12815362
  • Yahoo
    mar_kino78

Profile Information

  • Gender
    Male
  • Location
    Bergamo
  • Interests
    Faccio prima a indicare che cosa non mi interessa:<br />Il calcio<br />I cavalli (lo so, faccio veterinaria, ma non ci posso fare niente, non mi piacciono neanche un po')<br /><br />Cosa mi piace in particolare, in nessun ordine:<br />Il mare, soprattutto da sotto<br />Il volo (per ora un sogno, ma spero presto una realtà)<br />I piccoli mammiferi, particolarmente conigli, roditori e moffette.<br />Guidare la moto<br />Il cibo, specialmente se lo cucino io. <br />Un sacco di altra roba, tra cui arti marziali, giochi di ruolo, rettili, musica, snowboard, pallavolo, linux...<br />Ultimo, ma non meno importante: le donne!!!! :D

Mar Kino's Achievements

Newbie

Newbie (1/14)

0

Reputazione Forum

  1. Mar Kino

    Tartaruga

    La sezione tartarughe è nella sottosezione rettili. Nei mammiferi la vedo grigia metterci le tarte. Ma tant'è. Per il sessaggio delle tartarughe sarebbe bello sapere innanzitutto che tipo di tartaruga possiedi. Ma mi sembra già una domanda molto difficile. Per cui ti darò una linea guida generale per distinguere il sesso. Premesso che le differenze diventano evidenti (per noi) dopo che la tarta ha raggiunto una certa dimensione, la prima cosa che devi andare a guardare è la dimensione e la lunghezza della coda. Se la coda è corta si tratta di una femmina, se la coda è lunga si tratta di un maschio. In alcune specie questa differenza può essere sottile, per cui, per chiudere degnamente la risposta ti dirò: porta la tua tarta da un veterinario per esotici, ti saprà identificare la specie, il sesso e ti darà anche consigli sulla gestione e sull'eventuale accoppiamento. Buon divertimento! Ciaociao Marco
  2. Mar Kino

    Pododermatite

    Per la pododermatite va bene una pomata antibiotica, non so cosa ti abbia dato il tuo vet, ma potrebbe essere quella giusta, visto che questo è uno dei problemi più frequenti che questi animaletti presentano. Difficilmente succede qualcosa se ingerisce la pomata, ma nel dubbio scrivimi il principio attivo della pomata in questione, (è scritto sulla scatola) ti potrò dire se fa male o no. Una cosa importante che potresti fare, e che non so se è già stata scritta, è di modificare la lettiera in modo che i piedi possano poggiare sempre su qualcosa di morbido. Se c'è la rete, toglila, in più aggiungi molto fieno, così potrà usare anche quello, che si schiaccia bene ed è morbido, anche per camminare. Il tuo coniglio gira libero per casa o è confinato in gabbia? Ciao! Marco
  3. Non otterresti granché. Non so quanto tempo abbia la tua coniglietta, ma così a occhio ha appena raggiunto la maturità e ti sta sfidando per allargare il suo territorio. Quello è il suo metodo. Il modo migliore per farla smettere, o limitare questa attività, è questo: lei tenderà comunque a fare la maggior parte delle cacche nella cassetta, però deve sapere che ce n'è in giro qualcuna che delimiti il territorio. Quindi ti devi rassegnare a lasciare due o tre mucchietti (bastano 2 palline a mucchietto) in alcuni angoli strategici della stanza. Ma di solito sarà lei a sceglierli. Gli altri mucchietti che lascia in giro puoi toglierli, ma devi fare attenzione e rimuoverli solo quando lei non è presente nella stanza e non ti vede. Altrimenti prenderebbe questa cosa come un'offesa terribile e la situazione peggiorerebbe. Come misura alternativa puoi prendere una cassetta di "ripiego" da mettere dalla parte opposta alla stanza dove c'è la gabbia principale, entro cui metterai un po' di lettiera e alcune delle palline che hai raccolto precedentemente. C'è la possibilità che lei non ne voglia sapere di questa cassetta, come fa il mio, ma se funziona è una cosa buona. Buon divertimento! Ciaociao Marco
  4. Aggiungo a Briciolona.... Nel caso in cui il problema fossero i denti, prima di darla per spacciata prova a sentire qualcun altro... Ci sono soluzioni anche per questo problema. Ciao! Marco Edit: se ne hai la possibilità, e se ne hai voglia, un'occhiata alle RX te la posso dare anche io. A gratis, naturalmente.
  5. Mar Kino

    Sterilizzazione

    Visto che mi mettete in dubbio... In letteratura è segnalato (per il cincillà, ma le cavie sono molto simili) il tempo di 6 mesi come periodo di potenziale fertilità residua (Quesenberry, Carpenter: "Ferrets, rabbits and rodents"). Questo vuol dire che nelle varie parti dell'apparato riproduttore che sono rimaste al loro posto ci sono diversi spermatozoi che rimangono attivi (e attivabili) ancora per un lungo periodo. È ovvio che senza i testicoli la voglia di accoppiarsi sparisce prima dei 6 mesi. La fertilità, invece, rimane. Qualcosina l'ho studiata anche io, dai... Non me l'avrebbero data la laurea, altrimenti. CiaO! Marco
  6. Mar Kino

    Sterilizzazione

    Un po' di risposte anche da me... 1) Traversine: per i primi 2 - 3 giorni è bene cambiarle tutti i giorni. Lo scopo principale della traversina è controllare che non perda sangue, e, se lo perde, che ne perda solo poco. Ammesso che non ne abbia perso (cosa che ci si aspetta succeda) dopo quei primi 3 giorni puoi anche lasciarla qualche tempo in più, oppure toglierla del tutto e ritornare alla lettiera. Meglio questa seconda ipotesi. 2) La casetta lasciagliela. Al massimo puliscila una volta ogni 1 o 2 giorni con un disinfettante serio, tipo qualcosa a base di clorexidina. Possibilmente non alcolico, che lascia vapori e ti si ubriaca il porcello, e possibilmente non iodoforo, come il Betad*ne, che macchia. Lui avrà sicuramente dei benefici psicologici dall'avere intorno a se tutte le cose che conosce, e guarirà meglio e più in fretta. 3) Il fieno lascialo pure a terra. Non succede niente anche se ci si rotola. Probabilmente il vet ti dirà di tenere la ferita pulita. Questo non vuol dire che devi evitare che si sporchi, ma che devi semplicemente passare del cotone con del disinfettante massimo 2 volte al giorno. Se pulisci la ferita più spesso di così rischi di interferire con i processi di guarigione. 4) Deve mangiare subito dopo l'operazione. Prima mangia meglio è. Non ci sono restrizioni come nel caso dei cani, perché ai porcellini l'anestetico non causa il vomito. 5) Non so cosa voglia dire risagire, ma di solito la ferita si chiude in qualche giorno. Se ci saranno punti esterni (dipende da un sacco di cose) dovrai andare a toglierli dopo circa 10 giorni. Altrimenti si riassorbiranno da soli dopo un po' di tempo. 6) Io le passeggiate gliele farei fare, ma tienilo controllato almeno per i primi 2 o 3 giorni. Ma sicuramente il tuo vet di darà dettagli a riguardo. 7) Per rimetterli insieme io aspetterei almeno una decina di giorni, per permettere alla ferita di chiudersi. Tieni presente che, anche dopo la castrazione, il maschio resta fertile per un periodo variabile fino ai 6 mesi... E non preoccuparti troppo!!! Ciao! Marco
  7. Sembrerebbe proprio un ghiro... ma non mi sembra che stia proprio benissimo! Un giretto dal vet io lo farei. Poi senti cosa ti dice lui a proposito della cattività. Io personalmente la sconsiglio totalmente, se non solo nel breve periodo in cui si riprende. Ciao! Marco
  8. Mar Kino

    Veterinari

    Aggiungo anche io, attingendo dalla mia breve esperienza: purtroppo molti veterinari che non sanno niente degli esotici, pur di non rinunciare ad un cliente, tentano una serie di "approssimazioni", basandosi sull'esperienza con le specie convenzionali e sulle nozioni diciamo "casalinghe" che sono sopravvissute dall'infazia, per lo più raccontando stupidaggini. Per fortuna questa tendenza sta scomparendo, e molti ambulatori hanno uno o più colleghi di referenza a cui affidare queste bestiole. Ho fatto tutto il giro degli ambulatori veterinari della bergamasca e lo posso confermare di prima mano. Peccato che questo vuol dire che c'è meno lavoro per me... Ciao! Marco
  9. Confermo quanto detto da Francesca... Aggiungo che la percentuale di incidenza di tumori all'utero nel coniglio arriva fino all'80%!!! Ciao! Marco
  10. Ciao! Ho visto la RX, che è piccolina piccolina e si vede parecchio male. La vescica è bruttina, ma non mi sembra una cosa così catastrofica come te la dipinge il vet. OK per l'antibiotico, immagino ti abbia dato qualche chinolone (enrofloxacin, ciprofloxacin e altri dai nomi simili) che hanno eliminazione urinaria e fanno effetto da quella parte. Il mio dubbio però è il seguente: 1) sei sicura che sia sangue quello che esce con le urine? I conigli hanno l'urina dal colore molto forte, tendente al rosso. È stato fatto qualche test? 2) sei sicura che il problema sia SOLO a livello vescicale? Il fatto che non mangia ci sta con il dolore della sua situazione, ma è assolutamente controproducente rispetto alle sue necessità terapeutiche. E corrisponde anche con problemi ai denti. Se il problema è solo quello vescicale dovresti farti dare qualche antidolorifico (qualche FANS come meloxicam, carprofene o flunixin megalumina) e nutrirla forzatamente. Puoi prendere una siringa senz'ago e caricarla di pellet pestati accuratamente diluiti in acqua. Inserisci la punta (ripeto, senza l'ago) nello spazio tra gli incisivi e i molari, finché comincia a masticare, poi premi lo stantuffo delicatamente. Devi dargliene almeno 20 - 40 ml al giorno, a seconda del peso, ma se gliene dai di più è tutto di guadagnato. Facci sapere!! Ciaociao! Marco
  11. Continua con gli impacchi di acqua calda e magari aggiungici un pochino di camomilla. Poi chiama il vet e chiedigli se può anticipare l'appuntamento... Facci sapere! ciao! Marco
  12. Mar Kino

    Taglio Unghie

    Lascia stare, non mettere nessuna porcata chimica, che poi magari se la lecca via... Se ha smesso di sanguinare è a posto, non serve altro. Ciao! Marco
  13. Confermo la versione di Briciolona: sono studente di Veterinaria (meno 2 esami!!!!!! Yahoooo!!!!) e frequento quella clinica in particolare sia perché sono interessato alla "specializzazione" (virgolette obbligatorie) in esotici, sia perché sto preparando la tesi sui conigli. Per la questione delle bestie: sono convinto che il significato sia più importante del significante, ammesso che non si commettano errori di grammatica... Questo vuol dire anche che non esistono parole dispregiative in assoluto, e nella mia frase bestie era inteso nel suo senso più comune, cioé "animali". Detesto le ripetizioni... Si, lo so, sono contorto, ma è parte del divertimento. Per quanto riguarda la visita, sottoscrivo tutto quanto detto da Briciolona, che è la mia cliente ideale... Aggiungo solo che se vuoi puoi anche portare un pugno di pellettato, se non vuoi addirittura portarti la scatola intera. Va bene anche se conosci a memoria il nome del prodotto e la casa produttrice, che è la versione più comoda. Ciaociao! Marco
  14. Permetti? Non credo proprio che la causa del decesso sia stata la "congestione". Che, per inciso, non si è mai sentita nei conigli. Visto che mangia verdure da agosto, se il problema fosse stato quello sarebbe stato male al massimo ai primi di settembre, non certo a metà dicembre. Tutte le informazioni che riporti a proposito delle verdure (fermentano, fanno male, non riesce a smaltirla) sono delle grosse stupidaggini. Il coniglio è erbivoro ed è stato costruito per mangiare verdure. Sono i pellettati di bassa qualità, quelli con tanti cereali, il pane e i biscotti che fermentano e causano problemi, sia ai denti che alla digestione. Detto questo: nessuno dei due vet ha fatto una visita ACCURATA ai denti? Con magari una o più radiografie? E una agli occhi? E al naso? Quali denti sono stati limati? Ti hanno detto solo quelle cose? Ti hanno dato solo collirio (il primo) e antibiotico (il secondo)? Che antibiotico, per curiosità? Sai che esistono antibiotici che possono uccidere un coniglio in tempi rapidissimi? Ciao Marco
×
×
  • Crea Nuovo...