Vai al contenuto
Forum Animali nel Mondo
Serypk3

Gatto in situazione catastrofica, aiuto!

Recommended Posts

Salve mi chiamo Serena

Vi scrivo per la mia gatta di quasi 11 anni che giorno 18 gennaio ha iniziato ad urinarie pipi, ho somministrato dell'erba spaccapietre per rilassare la vescica e da quel giorno le è passato tutto. 

Nonostante ciò ho notato che fosse diventata abbastanza sedentaria ed era spesso e volentieri coricata nel suo scatolino (sto in campagna e lei è sempre stata libera) 

Mi è capitato di notare che ogni tanto andava a mangiare la terra (proprio terra dove stanno le piante!) e li per li non ci ho fatto caso dato che ho un altro gatto che ha il vizio di mordere e mangiare tutto, sopratutto la terra o il terriccio. 

Giorno 30 gennaio ; Pipi normale, sedentarietà, mangia solo cose morbide e compare il sanguinamento dalla bocca

Sono consapevole che già al primo allarme dovevo provvedere ad andare dal vet ma per vari motivi e per non scombussolare la gatta che è abbastanza irrequieta ho evitato pensando che si risolvesse come la pipi (me la porterò a vita la cosa..) 

L'altro ieri vedo che il sanguinamento è passato dopo aver dato degli antibiotici che avevo somministrato all'inizio per il semplice raffreddore. Ieri invece noto anche che la gatta inizia ad essere molto debole da reggersi a malapena in piedi e  comincia a mangiare proprio in extremis e sopratutto solo cose morbide o liquide.. 

Decido finalmente di portarla dal vet, viaggio tranquillo perché già stava malissimo, è stata una santa anche dal vet ma solo perché forse già non aveva più le forze.. 

LA visita e vede che in bocca nel molare dx dell'arcata bassa ha tutto attorno una materia dal colore grigio (non mi ha detto cosa fosse, ma faceva tanta impressione perché era come un agglomerato di sangue o cellule morte che puzzano anche, non ve lo so spiegare..) 

Inizialmente dice di operarla subito senza fare nessun accertamento (ecco perché non mi fido, pur di spillare soldi vogliono far fare le cose a tutti i costi), innanzitutto ho suggerito di misurare la temperatura che è risultata essere a 40 e dopo lo convinco a fare un prelievo del sangue e un'ecografia alla vescica almeno per capire le altre cose.. Procede prima con l'ecografia e inizia a rasare la pancia e vede delle macchioline rosse di sangue sotto pelle (al momento mi sfugge il nome usato in medicina) e mi spiega che sono coaguli di sangue. Successivamente prepara un ago, fa mettere il gatto con la pancia in aria e riprende in mano l'aggeggino per l'ecografia per capire il punto preciso, il tutto senza darmi una spiegazione di quel che stesse facendo e rispondendomi alle numerose domande "ora vede". Dunque stringe la siringa in mano e prende la mira sulla pancia del gatto (dico pancia perché non so che abbia fatto e quale organo abbia toccato, 0 spiegazioni) e infila l'ago con la forza con cui si tirano le freccette sul tabellone.. Comincia ad aspirare e non esce nulla, a meno che non vi fosse un liquido trasparente che non ho visto.. 

Posa questa siringa e va nell'altra stanza per prenderne un'altra per fare il prelievo del sangue, lo fa sulla zampina e qui tutto normale, è dopo che mi allarmo quando vedo che ne prende mezza siringa e senza badare al gatto va dritto nella macchinetta che analizza il sangue. Nel frattempo vedo che il gatto perde tanto sangue da dove è stato fatto il prelievo e intervengo subito chiamandolo. 

Gli esami, che vi allego di seguito in foto, dicono che ha pochissimi globuli rossi, piastrine bassissime e dunque in queste condizioni il gatto è praticamente morto per lui. Il perché? 

Secondo lui il gatto ha preso del veleno per topi che impedisce la coagulazione del sangue e quindi è come se nelle vene gli scorresse acqua e ha emorragie ovunque, anche nei polmoni oltre che nella vescica (da cui non è uscito nulla, ripeto). L'unica cosa che si può fare è somministrare la vitamina k1 sotto cute, fialette konakion da 10 mg , la prima dose la da lui e io la ripeto ogni 8 ore. Ad oggi sono arrivata alla quarta fiala in tutto. 

Prima di andare chiedo se potesse idratarla con le flebo dato che non aveva bevuto da un po' oppure per dare delle vitamine che in genere vengono date quando l'animale è senza forze e si rifiuta, poiché a detta sua sarebbe inutile darle dei liquidi dato che il suo sangue è già "acqua". 

LA gatta è al calduccio da stanotte, ho fatto tutte le dosi, ho cercato di dare con la siringa degli omogeneizzati mischiati ad acqua ma oppone tanta resistenza, non ha mai voluto nulla con la siringa. È molto abbattuta, si fa la pipi addosso si può dire e ha il respiro rumoroso (circa 25 al minuto) 

Ho chiamato una clinica veterinaria per sapere se potevo fare una flebo con soluzione salina e mi è stato detto che potevo farla a mio rischio e pericolo, cose che avrebbe detto qualsiasi medico senza aver visitato il gatto. 

C'è qualcuno di voi che sa se è possibile fare le flebo in queste condizioni? O è pericolosa date le indicazioni del vet e delle presunte emorragie?

Avete mai avuto un esperienza simile? 

Qualsiasi consiglio o esperienza è ben accetta, ringrazio tutti in anticipo. 

IMG_20200208_180911-min (1)-compressed.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×