Vai al contenuto

Pesce Rosso Ammalato... Quali Cure?


Tommiromano
 Share

Recommended Posts

Ciao a tutti!

Mi chiamo Tommaso e ho cominciato da poco a dedicarmi ai Carassius Auratus. Vi scrivo perché uno dei miei pesciolini (varietà Oranda) ha dei problemi di salute che non riesco bene a identificare, spero possiate aiutarmi e darmi consigli su come curarlo al meglio.

Tutto è cominciato una ventina di giorni fa, quando ho scoperto una specie di "brufolo" sul labbro inferiore del pesce. Ho contattato il negozio di animali, che ha ipotizzato fosse causato da un'infezione batterica dovuta a una piccola ferita (lo stesso negoziante l'aveva fatto cadere a terra, al momento dell'acquisto), e mi ha consigliato di tamponare il labbro con un bastoncino cotonato imbevuto di MercuroCromo.

Dopo due-tre giorni di questa cura il brufolo sembrava guarito, e ho sospeso le applicazioni. Tempo altri due giorni, però, e la situazione è peggiorata di nuovo: tutto il labbro inferiore era gonfio e parzialmente necrotizzato.

Per evitare rischi agli altri pesci, ho spostato l'Oranda in una vasca di quarantena e ho ripreso la cura col MercuroCromo, senza risultati. Si sono anzi formati due specie di lividi" scuri, uno nella parte anteriore del muso e uno all'estremità di una pinna caudale, e il pesce ha iniziato a coprirsi di una sorta di forfora bianca (non puntini, né batuffoli cotonosi, sembrano proprio pezzettini di forfora), prima nella zona della testa e ora anche sul dorso. Non capisco come mai, ma tende anche a intorbidire l'acqua della vaschetta. Il pesce boccheggia abbastanza spesso, ma a parte questo si comporta in modo abbastanza normale e mangia normalmente.

Ho chiesto consiglio a un altro negoziante, che è inorridito al sentire della cura al MercuroCromo e mi ha consigliato di fargli fare quotidianamente dei bagni in acqua a 25° e sale. Ora sto seguendo questa cura da qualche giorno, ma risultati non se ne vedono, anzi la quantità di "forfora" è aumentata.

C'è tra di voi qualcuno che sappia darmi qualche consiglio?

Grazie, e a presto!

Tommi

Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao,

Grazie per la risposta. L'acquario è da 100 litri, contiene (conteneva) 8 Carassius di taglia medio-piccola e un piccolo pulitore. Ho fatto analizzare l'acqua appena è comparso il problema, non so dirti i valori ma mi hanno detto che erano perfetti e non potevano essere la causa della malattia. Gli altri pesci sembra che stiano benissimo. Le pinne sono tutte in buone condizioni, l'unica che sembra avere qualche problema è appunto una di quelle caudali che ha un livido scuro.

Tra l'altro mi sta venendo il dubbio che anche il secondo negoziante mi abbia dato un consiglio sbagliato riguardo alla cura del sale... Mi ha detto di fare bagni della durata di un minuto con 15 g/litro di sale a 25°, ma un minuto mi sembra davvero poco! Aspetto le vostre opinioni.

Ciao, e grazie.

Tommi

Link al commento
Condividi su altri siti

Appena riesco vedo di fargli qualche foto e farvela vedere. Al momento il pesciolino è in una vaschetta da 5 litri ricavata da una damigiana... Non so se sia l'ambiente più indicato per curare un pesce, ma non avevo niente di meglio. Cambio l'acqua tutti i giorni (altrimenti diventa molto torbida). Praticamente "travaso" il pesciolino in un'altra vaschetta identica, con acqua del rubinetto lasciata riposare 24 ore e con l'aggiunta di biocondizionatore A*****ia A***a A***a.

Nelle ore successive al travaso il pesce sembra boccheggiare meno, poi ricomincia e non smette fino al successivo cambio d'acqua.

Modificato da martyfloo
da regolamanto le marche vanno oscurate
Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao, le malattie dei pesci sono una cosa per esperti e soprattutto bisogna vederli.

Potrebbe essere a causa di un parassita che si può curare con l'innalzamento della temperatura (ma occhio, perchè sono casassius) e utilizzare prodotti specifici a base di verde malachite, acriflavina, chinina solfato. Un'altra malattia che mi viene in mente, ma non sono un'esperta, potrebbe essere Linfocistosi . In questo caso sono da migliorare le condizioni dell'acqua, dell'alimentazione e sempre mantenendo il pesce in quarantena ho letto che bisogna rimuovere le cisti mediante sfregamento e utilizzare un prodotto per prevenire le infezioni batteriche. In entrambi i casi il corpo, le pinne e la bocca appaiono ricoperte da piccoli puntini, come granelli di farina. Ma l'unica cosa da fare è fare vedere il pesce a qualcuno che se ne intende veramente.

Link al commento
Condividi su altri siti

se ti serve un consiglio dovresti iniziare a fare una cura di antibiotico

se lo trovi nei negozi di animali si chiama D**A M**R lo sanno anche i negozianti come lo devi usare.

se fai la cura di antibiotico tutto il tempo che lo usi togli i carboni attivi di dentro l'quario.

Modificato da ela
da regolamento: vietato citare marche o nomi di prodotti
Link al commento
Condividi su altri siti

a me pare invece che sei stato affrettato a partire con le cure , laprima fa in effetti rabbrividire, la seconda e' per disinfettare, io agirei cosi' prima di tutto mi procurerei una vaschetta per la cura di almeno 10 litri che dici? costera' una decina di euro e ti puo' sempre servire, lascia perdere tutte le cure mantieni l'acqua pulita cambiando il 10% ogni giorno (cambiare troppa acqua non fa bene scombussola troppo i valori), mangiare poco, molto bene se mangia. posta delle foto, ma non curare il pesce lascialo stare per un paio di giorni

Link al commento
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...
 Share

×
×
  • Crea Nuovo...