Vai al contenuto

Cerco Aiuto Da Esperti


don d
 Share

Recommended Posts

ciao ragazzi sono nuovo ansi nuovissimo

mi sono iscritto perchè da poco ho preso un ratto ...praticamente lo levato dalle sorti di un reticolato .....quando lo preso aveva 30 giorni ora si va facendo un bel rattone .....avevo bisogno di aiuto ,se io posto delle foto potete dirmi che tipologia è ? e come mi devo comportare per assicurarmi la sua fiducia? ......

grazie spero in un aiuto ......

Link al commento
Condividi su altri siti

scusa il ritardo!

iniziamo subito con il rettificare le tue informazioni, il pitone reticolato è uno dei grandi costrittori vietato per legge in italia, poteva essere un sebae, un anaconda, un moluro, un boa cresciuto ma non un reticolato.

la gestione del ratto è piuttosto semplice: necessita di una gabbia spaziosa, le più adatte sono quelle per piccoli uccelli in quanto a maglie fini.

nella gabbia crea delle amache con della stoffa che cambierai e butterai ogni 2 settimane circa. posiziona una scatola di cartone anche piccola che userà come tana e che cambierai quando sarà stata rosicchiata oppure una tana in legno e plastica. personalmente preferisco il cartone usa e getta. sempre con del cartone puoi crearti dei ripiani, anche quelli usa e getta.

una ciotola metallica non ribaltabile è sufficiente per il cibo, quelle in plastica vengono rosicchiate. ti serve anche un beverino a pallina, sempre con beccuccio in acciaio.

l'alimentazione del ratto è molto varia, puoi fornire gli scarti della cucina, tra cui pasta cruda e cotta ma mai condita, riso bollito, cereali e legumi vari, scarti di frutta e verdura, biscotti secchi, formaggi senza sale, uova, pezzetti di pollo, succhi di frutta etc. l'alternativa è fornire un misto di cibo per cavalli in fioccato, che trovi nei centri agrari e crocchette per cani light insieme a un buon supplemento di frutta e verdura. non va mai dato l'arancio ai maschi in quanto la buccia contiene sostanze cencerogene.

ogni tanto dai qualche goccia di aceto di mele, un pezzettino di cioccolato fondente e un po di echinacea in gocce. questi prodotti sono un aiuto per il loro apparato respiratorio il quale è molto soggetto a infezioni virali che finiscono facilmente in polmonite, ma che possono essere tenute sotto controllo con qualche rimedio della nonna!

il ratto è un animale molto socievole e sociale e non andrebbe mai tenuto da solo almeno di creare con lui un rapporto di simbiosi quasi totale.

per affiatarti con un ratto il sistema più veloce e sicuro è quello del bagging. metti il ratto in un sacchetto tipo federa di cuscino e poi metti la federa sotto la felpa. il ratto associerà velocemente il tuo odore ad un "luogo sicuro". fornisci spesso cibo con le mani e tieni la gabbia in un luogo tranquillo, di poco passaggio da dove però possa vederti e stare con te.

se hai altre domande fai pure!

Link al commento
Condividi su altri siti

ti ringrazio per le informazione che mi hai dato per quanto riguarda la gabbia lui sta in un vero e proprio castello la gabbia è 50 per 45 due piani, nel piano di sopra c'è la casa in plastica e degli stracci che lui si porta dentro a mo di materasso e sotto ha un beverino molto capiente una ciotolina per l'acqua e la ciotola del cibo,poi ha delle liane fatte con lo spago,ho notato che gli piacciono molto,del legno non trattato che rosicchia volentieri e ora sto provvedendo alle amache e a dei tubi,per quanto riguarda il reticolato so perfettamente che è illegale il posesso in italia ma sai cene sono tante cose illegali ma intanto entrano lo stesso ti posso assicurare che un reticolato dalla famosa muta a pixel e dalle dimensioni poco contenute per questioni di privacy non scendo in dettagli....

mi hai illuminato sul fatto del bagging non ne conoscevo l'esistenza lui sta molto volentieri nella tasca della felpa o della tuta , fa un po di resistenza quando lo esco dalla gabbia ,difatti ora gli apro la gabia e si fa il giro della stanza rientra da solo e poi la chiudo....noto che è molto attacato alla gabbia dici che sia un fattore di paura ? o soltanto perchè conosce l'ambiente esterno e quindi ritorna in fretta in gabbia ? ora postero la foto e mi farebbe enorme piacere se tu mi potessi dare un parere su che tipologia potrebbe essere, potrebbe essere un norvegese ???

cmq grazie di tutto sei stata gentilissima

Link al commento
Condividi su altri siti

non vedo foto!

i ratti in natura hanno un nido a cui fanno ritorno anche dopo lunghe uscite. la gabbia per lui è il posto in cui fare ritorno, ma anche da non abbandonare se fiuta un pericolo possibile o reale. puoi diventare tu il suo nido tenendolo in braccio il più possibile. più si affeziona e meno bisognini ti farà addosso, fino al punto di non ferne proprio. dopo potrai portarlo fuori libero e non si allontanerà mai da te.

Link al commento
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...
 Share

×
×
  • Crea Nuovo...