Vai al contenuto

Vari Tipi Di Monta


maria.bruna@aol.it
 Share

Recommended Posts

Parliamo un pò della monta.

Anche queto procedimento si è evoluto nel tempo e ha subito notevoli cambiamenti.

Abbiamo inseminazioni artificiali,con seme fresco,congelato,refrigerato,embrio-trasfert.

Prelievo del seme con manichino e prelievo con manicotto in stazione quadrupedale.

vengono anche clonati grandi campioni che erano però stati castrati,proprio per trasmetterne il DNA.

Cosa ne pensate?Che ripercussioni hanno questi metodi su fattrici e stalloni e anche sui nascituri?

avete avuto esperienze dirette?

Vediamo...

Link al commento
Condividi su altri siti

sai che è un argomento su cui non mi sono mai soffermata un attimo a pensarci..

perchè parli di ripercussioni? l'inseminazione artificiale che tipo di ripercussioni può dare?

Link al commento
Condividi su altri siti

Guarda io l'ho sperimentata con la mia fattrice...

La cavalla ci impiega più tempo a capire di essere gravida,perchè non ricollega l'operazione che fa il vet con la normale procedura di accoppiamento.

Alcuni sostengono,anche se al momento non ci sono fondamenta scientifiche,che influenzi il nascituro...mi spiego.

In natura,la cavalla sceglie lo stallone,ma anche lo stallone sceglie la cavalla,evitandone altre perchè troppo deboli o non idonee a procreare.

Lo stallone sa individuare meglio di qualsiasi vet ginecologo il momento opportuno per la monta...

Quando invece siamo noi a scegliere e a decidere,ma questo avviene anche con la monta naturale fatta sotto controllo dell'uomo,quale cavalla,con quale cavallo e in quale momento far avvenire l'accoppiamento,interferiamo con la selezione naturale.Quante volte si assiste a scene di cavalle imbragate per evitare che calcino uno stallone,perchè magari non lo avrebbero mai scelto.

Alcuni dicono che una monta fatta tra cavalli che si scelgono spontaneamente dia puledri migliori.

C'è una storia di una fattrice campionessa di trotto a cui davano gli stalloni più famosi e prestigiosi...nascevano dei mezzi brocchi.Un giorno la fattrice per sbaglio si accoppiò con uno stalloncino sconosciuto e senza gloria...nacque un fenomeno.Verità o leggenda?

Link al commento
Condividi su altri siti

Alcuni dicono che una monta fatta tra cavalli che si scelgono spontaneamente dia puledri migliori.

C'è una storia di una fattrice campionessa di trotto a cui davano gli stalloni più famosi e prestigiosi...nascevano dei mezzi brocchi.Un giorno la fattrice per sbaglio si accoppiò con uno stalloncino sconosciuto e senza gloria...nacque un fenomeno.Verità o leggenda?

Verità! È una fatto provato e riportato sul libro del grande Federico Tesio, "tocchi di penna al galoppo, il purosangue animale da esperimento". Ora ho pochissimo tempo per approfondire, ma consiglio a chi fosse interessato a questo tema di leggere questo piccolo ma completo volumetto.

Link al commento
Condividi su altri siti

E in fatti mi riferivo proprio a quello,ma alcuni sostengono sia una leggenda,nel senso che la interpretano come un coincidenza e nulla più.

Anche gli stalloni hanno importanti ripercussioni.

Nel centro dove ho le cavalle,che è una stazione di monta pubblica,c'è una stallone quarter,il nostro sposo per la precisione!!!che fa solo monta in stazione quadrupedale.

Ovvero prelevano il seme con il cavallo che ha i 4 arti ben piantati per terra,senza l'ausilio del manichino.Questo per non far associare all'animale il gesto dell'alzarsi sui posteriori con l'appagamento del desiderio...indi non impennarsi in campo gara quando ci sono cavalle in calore facendo volare via il cavaliere.

Ora,praticamente,in questo modo i cavalli appagano il desiderio,ma non lo sanno,nel senso che non collegheranno mai quelle manipolazioni del vet con l'accoppiamento,la nascita di un individuo e il prosieguo della specie!!

Io con la mia cavalla ho dovuto farlo,proprio perchè questo maschio eseguo solo queste monte,e perchè ha una deformazione ai genitali aggravata dal classico tumore dei grigi...quindi un scelta forzata.

Ma come si sente a vivere uno stallone,che "utilizza" i suoi organi,senza collegarli a niente,come una sorta di urinare?per me è una delle diavolerie peggiori che l'uomo abbia studiato e per cosa?non alterarne il carattere e diventare pericoloso.

Io sono dell'idea:o tieni lo stallone,lo fai coprire dandogli possibilità di sfogarsi e sta a te arrivare alla giusta capacità per gestirlo,cosa che non è impossibile,oppure lo castri...vivere così è peggio che da castrato,secondo me.

Siccome devono fare i belli,che montano lo stallone e lo affidano anche ai figli...

Link al commento
Condividi su altri siti

ma non saprei dirti, anche noi abbiamo lo stallone da monta, ma esegue una monta naturale e viene tenuto esclusivamente come stallone e non come cavallo da sella, certo è stato addestrato a sella e anche utilizzato, ma negli anni lo si è utilizzato prettamente solo come stallone e da quando sono lì non è mai stato montato.

Poi ci sono alcuni stalloni che se anche montano rimangono caratterialmente abbastanza gestibili, essendo che il proprietrio del posto è anche un commerciante di cavalli, da noi ne passano tanti di cavalli e fra questi ci sono anche alcuni stalloni, pensa che stanno nei box insieme agli altri o se vengono liberati nel paddok grande che è annesso ai paddokini stanno proprio vicino agli altri cavalli/e..

mentre il nostro (del circolo) ha i box accanto al suo liberi, e se viene liberato al paddok, tutti gli altri cavalli vengono messi in box! ha proprio un caratteraccio!

Se per questo MyLord io abborro anche chi usa gli stalloni e poi in gara gli mette in v..ks nel naso.. sono d'accordo con te che se scegli di montare uno stallone, devi lasciargli vivere la sua natura, poi o tu hai le capacità per gestirlo in sella o meno, ma non impedirgli di vivere la sua vita per l'inettitudine del cavaliere!

Per LadyD appena faccio una scappata in centro lo cerco quel libro e lo leggo, sono curiosa!

Link al commento
Condividi su altri siti

Sapete a cosa ho assistito nel centro la scorsa primavera?

C'era un privato,con una puledrina di nemmeno 2 anni e uno maschio intero di tre.Li lascia liberi nel paddock...

Il maschio,naturalmente,cosa fa?Prova a montare la puledra.

Il tizio interviene a suon di frustate date con la longhina in faccia,sul petto e sugli arti,il tutto condito con qualche bello schiaffo.

Mi avvicino e chiedo:"Scusi,che scopo ha tutto ciò?Perchè lascia libero un maschio con una femmina e lo punisce se la vuole montare?"

Risposta:"Per fargli capire che non lo deve fare------------------------------------------------------"

Allora una madre picchia il figlio perchè a 17 anni comincia a pensare alle ragazzine?Stiamo impazzendo o cosa??

Vi rendete conto della confusione di quella povera bestia.

Penserà:"Come,io seguo il mio istinto,quello per cui sono venuto al mondo...ed è sbagliato???"

Questo sempre perchè il poveretto devrà dedicarsi a gare e quindi non avere grilletti per la testa.

Una volta ho trovato la più bella definizione della castrazione:è la concretizzazione materiale dell'incapacità dell'uomo.E' chiaro che uno stallone ha una marcia in più...se sapremo incanalare nel giusto verso questa energia,ingraneremo la sesta,altrimenti...

...è molto meglio ammettere la nostra incapacità castrando l'animale piuttosto che farlo vivere senza fargli comprendere quello che fa o picchiarlo per un istinto.Come se lo frustassi quando si avvicina alla pozza d'acqua per bere.Il tutto con allievi e adepti con le orecchie drizzate per apprendere....................................

Ecco perchè parlavo di ripercussioni

Link al commento
Condividi su altri siti

La penso esattamente come te, ed è per questo che ho celto un piccolo circolo privato, che non ha bisogno di noi per sopravvicere e quindi siamo pochi e per quanto spesso io ed il mio fidanzato ci guardiamo in faccia certe volte per chiederci sove siamo finiti, alla fin fine siamo soddisfatti perchè qui certi atteggiamenti sono schifati da tutti noi, c'è solo un privato che ogni tanto alza le mani sul suo cavallo ma lo so per sentito dire e so che è stato riproverato più volte dai proprietari del posto! gli hanno detto che se incapace di gestire un cavallo così buono, anzzichè picchiarlo di prendersi un paio di lezioni (questo signore non ha ancora imparato a battere la sella e rimmbalza come un sacco di patate e s'incavola se il cavallo sgroppa), però ripeto non ho mai assistito a scene del genere altrimenti sarei intervenuta in prima persona! diciamo che in classifica c'è molto peggio.. ogni tanto arriva qualcuno di nuovo da noi ma poi se ne va in cerca di centri più grandi e più affollati, e in quei casi mi vien da chiedere se la gente va a cavallo per farsi vedere oppure stare con il proprio cavallo!?!!

per fortuna noi quei problemi non li abbiamo!

Link al commento
Condividi su altri siti

Anche io speravo di non dover vedere più scene simili,ma chissà quante ancora mi capiteranno!!!

Anche il prelevamento del seme,senza l'ausilio del manichino non è per niente semplice...ho visto come facevano con il cavallo in questione e all'inizio era alquanto spaventato.

Capisco che con queste nuove metodologie si risolvono tanti problemi tipo infezioni,dover spostare la cavalla,usare seme congelato di campioni ormai scomparsi...ma è necessario applicarli solo per non "rovinare" il carattere di un soggetto?

Io lo trovo aberrante...

Link al commento
Condividi su altri siti

sì sa che noi essere umani siamo dei geni in quanto comportamenti abberranti! £@@£

Link al commento
Condividi su altri siti

ehm in cosa consiste? :huh:

Link al commento
Condividi su altri siti

questo per non fermare le giumente che gareggiano vincendo?

Ci sono dei momenti in qui questo ambiente mi fa proprio ribrezzo! :angry:

Link al commento
Condividi su altri siti

Nella maggior parte dei casi è così,anche perchè il tutto ha un suo costo e quindi ci sono delle """serie"""motivazioni(da notare triple virgolette)dietro.

altre volte lo fanno perchè la madre naturale ha un brutto carattere e affidando l'embrione ad un'altra non possono certo cambiarne il DNA però sperano che crescendo con un modello educativo migliore,più paziente e ben disposto verso l'uomo si possa placare il carattere originario.

Naturalmente solo pochi casi hanno motivazioni valide,magari patologie particolari della madre o rischio per la sua vita o ancora qualche malattia che potrebbe portarla a decesso prima di ultimare gravidanza e allattamento.

E sulle clonazioni,cosa ne pensate?

Link al commento
Condividi su altri siti

Prima di sparare qualche cavolata ad alto livello, ho deciso che avevo bisogno di più informazioni, e così ho passato l'ultima ora a cercare articoli sulla clonazione equina.. se tutto quello che abbiamo detto prima è vero questo è molto peggio.. Trovo aberrante, abominevole clonare un animale per fare più soldi..

Potevo concepire la clonazione solo nel caso in cui (e forse nemmeno in quel caso) si potesse riprogrammare il dna per evitare patologie del soggetto donatore.. ma questo non è quello a cui la gente è interessata, pensano solo a far soldi sui campioni che hanno vinto l'impossibile, il laboratorio di cremona (coloro che hanno clonato prometa nel 2003), sognano già di clonare varenne.. mentre alla fiera cavalli di verona, c'è già uno stand che proponeva questi servizi di clonazione per ""campioni sportivi d'eccezione"" delle più famose discipline.

Parlano di bioetica, ma qui l'etica c'entra come i cavoli a meranda..

Hanno soverchiato la cara cecchia natura, con questi esperimenti ed io mi chiedo dove ci porterà tutto questo.. :bigemo_harabe_net-127:

Link al commento
Condividi su altri siti

Esatto,lo scopo principale della clonazione equina è quello di fare soldi,usando il dna di campioni gia scomparsi o di cavalli castrati che si sono rivelati fenomeni.

La ricerca sulle malattie è stata quasi del tutto abbandonata,altrimenti si potrebbe conservare anche il loro cordone ombelicale,no?

Anzi,di recente hanno ultimato la mappatura del genoma,ovvero del DNA del cavallo...sapete cosa hanno scoperto?Che è molto simile a quello umano e che moltissime patologie sono in comune.

Quindi,cosa faranno?Useranno i cavalli per fare esperimenti per curare molte malattie che riguardano l'uomo,proprio come fanno già con i maiali.

Ora,siamo d'accordo che il progresso sia importante,io stessa studio biologia ed è fantastico curare le malattie...però ci sono dei limiti,oltre i quali,per quanto si sforzi,l'uomo non potrà mai andare...non potrà mai sconfiggere la morte o l'invecchiamento,per una patologia che riesce a curare ne escono altre quattro nuove.

Perchè non rilassarsi un pochino,vivere secondo natura,accettando questo bellissimo gioco con le sue sconfitte?

D'altronde,nessuno mai farà esperimente sull'uomo per curare gli animali,ma loro non ne avrebbero diritto?Dove sta scritto che alcuni debbano passare la loro vita a fare da cavie nei laboratori,nei campi gara o nelle mani di proprietari deficienti??E alla loro vita,alla loro esistenza,che è unica ed irripetibile e degna di essere vissuta come la nostra nessuno ci pensa?Certe volte mi sento in colpa anche solo a mettere una sella su di un cavallo...

Link al commento
Condividi su altri siti

purtroppo sono cose in cui non possiamo nulla, non riusciamo nemmeno far dichiarare il cavallo come animale d'affezione, per impedire i viaggikiller in cui trasportano i cavalli da macello qua in italia.. che cosa orribile.. figurarsi impedire un affluenza di soldi come questa o i vari esperimenti..

Ricorda:"c'è del marcio in danimarca!"

Per il resto limitiamoci a quello che possiamo fare noi, nel nostro piccolo e a scrivere nei forum e a parlare con la gente per far conoscere e amare il cavallo come lo vediamo noi!

E a picchiare eventualmente con un frustino se nelle nostre immediate vicinanze c'è qualcuno che per non far sfoderare il suo cavallo lo massacra di frustate!

Io ho rotto un frustino addosso a uno (col suo stesso frustino) che stava picchiando il cavallo con quel frustino per un rifiuto.. e gli ho detto (urlato) che "il suo comportamento non era migliore di un uomo che picchia una donna o di un pedofilo che abusa di un bambino.. che si sarebbe dovuti vergognare di abusare in questo modo di un animale co sì puro.. e se lo avessi rivisto fare una cosa del genere il frustino glielo avrei infilato su per... (avete capito)"

Ifatti è l'unico momento in cui perdo il lume! vedere un cavallo malmenato.. li potrei facilmente ricambiare il favore!

Link al commento
Condividi su altri siti

Questo è giustissimo...nel nostro piccolo cercare di fare qualcosa,anche se a me sembra che non sia mai abbastanza...per uno che si salva,mille soffrono o fanno una fine orrenda...

Ma è possibile che un animale,quale è l'uomo,deve disporre a suo piacimento della vita e della dignità di tutti gli altri esseri viventi,delle piante,del clima e delle risorse naturali??

E queste pratiche...invece di spendere tanti soldi per queste finalità abominevoli,non si potrebbero dare alla ricerca(che non bastano mai),oppure utilizzarli per creare ricoveri per animali malati o a fine carriera o abbandonati...

Clonare cavalli si...salvare quelli selvaggi come mustang e quelli italiani dell'aveto no...

Evviva la coerenza!

Link al commento
Condividi su altri siti

stessa risposta per le solite questioni, se i nostri cari politici si abbassero lo steipendio diciamo anche solo 2/3000 euro tutti quanti e cominciassero a pagare per tutti i servizi di cui usufruscono gratuitamente e aiutassero tutte quelle famiglie che in quest'ultimo anno di crisi sono state sfrattate e e buttate in mezzo ad una strada? non lo fanno nemmeno per gli esseri umani quelli della loro stessa specie, pensi che lo farebbero per dei cavalli?

Affamano, imbrogliano, rubano e non vengono mai puniti perchè si creano delle leggi a posta, solo per avere più potere e soldi, pensi davvero che potrebbero preoccuparsi di queste inezie?

Per la gente contano i soldi, i viaggi, il cellulare, le auto e poi vanno in giro con le pezze al cu..o, pensi che a loro gliene importi qualcosa?

lasciamo perdere la coerenza e la bioetica e facciamo quello che possiamo nel nostro piccolo..

Link al commento
Condividi su altri siti

E sai qual è il bello?Che a questi qui va tutto bene,non è vero che a essere ladri e cattivi si viene punito...più malvagio sei e più vai avanti...per dirne una l'altro giorno si sono portati via caldaia e termosifoni dalla casa che ho acquistato in campagna e sto ristrutturando...ma siamo pazzi??

Il problema che almeno noi possimo parlare,protestare e dire qualcosa... e non otteniamo nulla...

figurati chi non può dire niente e ribellarsi...possibile che i vet stessi non si rendano conto?

Cioè è stato dimostrato...per quanto clonato da un grandissimo campione,non è detto che quel cavallo otterrà lo stesso dei risultati,perchè dipende da come viene cresciuto,dalla balia che se ne prende cura,dagli stimoli e dall'addestramento che riceve...non è una fotocopia...

perchè invece non ci preoccupiamo di salvaguardare i tantissimi cavalli giovani dalle enormi potenzialità,e vi assicuro ci sono anche tra i sella italiano,farli crescere e maturare a dovere,affidandoli ad esperti,per poterli avviare ad una lunga e fruttuosa carriera nel rispetto dell'animale?

Clonare=estinzione.Se si iniziasse a clonare troppo ben presto perderemo tutta la varietà genetica per cui abbiamo tanto lottato e allora si che sarà in pericolo non il risultato agonistico,ma la soppravvivenza della specie stessa!!

Link al commento
Condividi su altri siti

per soldi ovvio.. ma siccome non possiamo cambiare il mondo e non siamo milionari e non abbiamo l'anima di pescecani (povere bestie sempre in mezzo), ci dobbiamo accontentare di quel poco che abbiamo e di quel poco che possiamo affrire al mondo!

Link al commento
Condividi su altri siti

Eppure il progresso potrebbe essere incanalato per ottenere risultati veramente utili ed etici...

Cioè,se un grande campione scompare,ok è brutto,è un duro colpo...però non dobbiamo preoccuparci di trovarne una copia il più uguale possibile,ma un altro soggetto,diverso,con caratteristiche differenti che possa ottenere non gli stessi risultati,ma risultati ancora migliori...

Già con le moderne tecniche di allevamento si può determinare il colore,il sesso e la conformazione del nascituro...non basta??

Eppure,ritorno alla tesi iniziale,ovvero che quando i cavalli si scelgono(e non lo sostengo solo io,ma anche Tesio)per l'accoppiamento,la veemenza,il trasporto e la complicità che li unisce influiscano nel creare grandi campioni...

Infatti i grandi capostipiti non sono stati mica selezionati con chissà quali metodologie o fecondazioni,anzi nella stragrande maggioranza sono il risultato di incroci "pazzi"...

Per dire,uno dei più grandi capostipiti quarter ha nelle sue vene...sangue Percheron!!!Chi l'avrebbe mai detto?? :o:o

Link al commento
Condividi su altri siti

ahahahaaha.. effettimavente hai ragione!

ma siamo circondati da un branco d'imbecilli che fanno la corsa all'oro..

Link al commento
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share

×
×
  • Crea Nuovo...