Vai al contenuto

Mai Avuto Un Cavallo


non solo cavalli
 Share

Recommended Posts

Ciao, non ho mai posseduto un cavallo ne tantomeno ne ho mai montato uno, però da circa un anno sono andato a vivere ai Castelli Romani, in particolare vicino il centro equestre del Coni, zona quindi molto frequentata da appassionati di passeggiate gare e quant'altro, tanto che a forsa di vederli mi sta nascendo una forte passione che mi sta facendo sognare di possedere un giorno un amico di passeggiate a quattro zampe (gia possiedo due cani, quindi mi riferisco ad un cavallo :-)).

Vorrei da voi esperti del settore alcuni consigli ed in particolare:

1) Razza adatta ad un neofita, mi hanno consigliato la razza Avelignese o haflinger

2) Posso tenere questo cavallo, che a detta dei miei amici "esperti", essendo un cavallo molto robusto e rustico puo stare semplicemente in un recinto lungo 20 metri e largo 5, con una semplice tettoia e non una stalla vera e propria dove potersi riparare dalla pioggia e mangiare, poichè il cavallo lo vorrei tenere nel mio giardino sia perché amo il contatto giornaliero con gli animali in genere, sia per ragioni di costi. Bisogna tenere presente che nella mia zona le temperature d'inverno scendono, durante la notte, di qualche grado sotto la zero e non passa inverno che non imbianchi con un po di neve, seppur soltanto per pochi giorni/settimane?

3) Il futuro cavallo uscirebbe in passegiata con me o mio nipote (lui sa andare a cavallo) nel bosco circa una volta a settimana, mentre il resto del tempo lo passerebbe nel recinto sopradescritto in compagnia dei miei cani, due grossi cani da pastore che soggiornano nel giardino adiacente al recinto per il cavallo

4) giornalmente io posso dedicare al cavallo per accudirlo, che non ho la piu pallida idea di cosa si tratta e ve ne sarei grado se mi delucidasse in merito, di soltanto trenta minuti al giorno che posso realmente garantire, poi spesso il tempo puo essere di piu ed un giorno a settimana circa mezza giornata per accudirlo e passeggiata.

5) quanto costa mediamente un cavallo di questo tipo, tenendo presente che il mio obiettivo è uscirci in tranquille passeggiate nel bosco ed amarlo per tutto il corso della sua vita, sia acquistarlo che mantenerlo e poi le spese del maniscalco, qualcuno inoltre puo spiegarmi di che tipo di cure veterinarie ha bisogno e generalmente quali sono i costi

Vi ringrazio anticipatamente del tempo che mi dedicherete, ma ci tengo aprecisare alcune cose:

sono un amante degli animali e riesco generalmente ad instaurare un buon rapporto di fiducia con tutti loro, prima di portare il futuro cavallo a casa lo terrei uno due mesi in un maneggio dove due volte la settimana mi recherei per avere qualche lezione, la monta che avrei scelto é con sella americana (questa mi hanno consigliato), in passeggiata una volta che ho portato il cavallo a casa, uscirei soltanto con persone esperte fino a quando non mi sento sicuro di poter gestire qualche inconveniente da solo, sono una persona molto prudente e non mi piace correre rischi inutili attualmente ho 39 anni.

Grazie di tutto, Andrea.

Link al commento
Condividi su altri siti

Caro Andrea,

Prima di tutto benvenuto sul forum, e soprattutto nel mondo dei cavalli.

Scrivi che abiti vicino ad un centro equestre. Capisco che i cavalli hanno qualcosa di magico che si risveglia in determinate persone, ma non bisogna dimenticare che sono animali di 500 kg con dei bisogni particolari e delle necessità. Ti consiglierei quindi, dapprima, di investire questa tua mezzoretta di tempo quotidiana a stare tra i cavalli del centro, a montarli, a prendertene cura, a leggere testi e articoli.

Con un percorso di apprendimento equestre ben costruito, sia pratico che teorico, ti accorgerai da subito che un giardino non va bene per un cavallo, che due cani non sono il massimo per far compagnia ad un cavallo (è un animale sociale, e sicuramente la compagnia di un altro cavallo o pony, che parla la sua stessa "lingua", è assolutamente migliore), che dedicargli solo mezzora al giorno non è abbastanza (quando li avevo a casa, con meno di un'ora al giorno non si riusciva a garantire la cura necessaria per l'animale, la tettoia e il paddock), che bisogna conoscere psicologia e fabbisogni fisici e psicologici per prendersene cura nel migliore dei modi, che la razza non è importante quando le qualità dei singoli soggetti, che il tipo di monta (western, piuttosto che italiana, classica o spagnola, ecc) te lo devi sentire tu e non ti può essere "imposto" (seppur con buone intenzioni) da terzi.

Hai la fortuna di abitare vicino ad una scuderia. Approfittane e stai tra questi splendidi animali, impara più che puoi ed un giorno, te lo auguro, potrai acquistarne uno, con alle spalle una sicurezza che solo l'esperienza ti potrà dare.

Link al commento
Condividi su altri siti

Cara LadyD,

grazie mille per le tue indicazioni, sicuramente il primo passo che farò è recarmi in un centro dove poter familiarizzare con i cavalli in genere e vedere se questa passione é veramente qualcosa che nel tempo può portarmi veramente ad amare questo animale così come amo incondizionatamente i miei cani, se sarò in grado di potermi prendere cura di lui e farlo vivere in modo sereno, tengo molto al benessere sia fisico che psicologico degli animali, però l'indicazione che chiedevo nel forum era qualcosa che andava oltre, ovvero andava vista un pochino in prospettiva poichè non vorrei cominciare una disciplina e sviluppare una passione, se in seguito non ho le possibilità di poter gestire la situazione comodamente da casa, poiché il mio unico obiettivo é avere degli animali con il quale interaggisco quotidianamente, anche se come spiegavo il tempo a disposizione non è molto, ma non in senzo assoluto, vado a spiegarmi meglio: io dedico del tempo al mio giardino di campagna circa due tre ore al giorno, in questo tempo mi prendo cura dei miei cani che non gli faccio mai mancare delle coccole quotidiane, delle mie galline, del mio piccolo orto e della pulizia in generale del giardino, cira 2000 metri, in queste ore che sono fuori a sbrigare queste faccende i miei cani stanno con me ed interagiscono continuamente, magari do loro una carezza piuttosto che un piccolo bocconcino premio, tutto questo mentre sbrigo faccende che non sono inerenti alla loro cura, nella mia ignoranza credevo che con un cavallo potessi comportarmi nello stesso modo, il recinto che avevo intenzione di costruire sarebbe in una posizione centrale rispetto a dove svolgo le mie attività mattutine e dove lui sarebbe quindi in mia compagnia, quindi quando parlavo della mezzora intendevo dire proprio prendermi cura di lui in tutte le attività che giornalmente vanno "necessariamente" sbrigate per la salute del cavallo e per non vivere in un giardino che alla fine diventi un letamaio, alla sera quando torno dal lavoro non passa giorno che io non controlli gli animali, chiudo nel ricovero notturno le galline, da da mangiare ai cani vedo che stiano bene e magari pensavo di fare anche un saluto ed una carezza al futuro bestione di casa.

Credo che ora ti abbia dato degli elementi più concreti per aiutarmi a capire se il mio ibiettivo è pura follia oppure con qualche aggiustamento é realmente fattibile.

La cosa importante che devi sapere é che io ho due meravigliosi gemellini di quasi due anni di età e avere il cavallo in casa vuol dire far familiarizzare anche a loro con l'animale come fanno abitualmente con cani, galline, gatti ecc. dovermi recare in un maneggio per un lungo periodo per poter coltivare questa passione non la vedo una cosa possibile, poiché questo vorrebbe dire che non potrei passare tutto il tempo che passo con i miei figli e mia moglie a casa, giocando con loro mentre, prima e dopo aver sbrigato le faccende in giardino.

Grazie del tempo che mi dedicherai, poiché queste indicazioni per me sono di fondamentale importanza per sapere se posso, insiema alla mia famiglia, iniziare questa nuova avventura.

Andrea

Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao, e benvento anche da parte mia.

Conosco benissimo i Pratoni perchè vengo spesso a fare i concorsi quindi immagino perfettamente che la tua siatuazione sia idilliaca e probabilmente ottimale anche per accogliere eventualmente un equino. Sono il paradiso dell'equitazione e non solo. E' una zona fantastica che amo moltissimo.

Lady ti ha fatto un sacrosanto, corretto e doveroso panorama di cosa bisogna sapere sui cavalli e dopo avere letto la tua risposta mi sento di fare un'aggiunta di carattere pratico, di gestione quotidiana. Partiamo dal presupposto che tu trovi un animale mitissimo (non è detto che sia un cavallo, perchè un bell'asino è un amico ugualmente ecezzionale) e che da lui, voi non pretendiate nulla se non la sua compagnia e la sua presenza. Occorre ribadire che comunque per la cura dell'equino ci vuole una adeguata conoscenza; sai benissimo che per allevare qualsiasi animale bisogna conoscere le sue esigenze e non solo quelle. Sai anche che dovrai avere un veterinario ed un maniscalco perchè le vaccinazioni (ammmettendo che non abbia mai problemi) sono obbligatorie per chiunque possegga equini e che i piedi vanno curati mensilmente , più o meno (o ogni 40 /50 gorni massimo), le unghie vanno pareggiate, eventualmente vanno ferrati, e bisogna controllare che i piedi siano in perfetta salute. Questo probabilmente non sarebbe un problema perchè hai diversi centri nei paraggi e troverai sicuramente chi viene a vedere l'animale quando ne hai bisogno. Andiamo alla gestione quotidiana.

L'equino ha bisogno di un riparo, un box, o una capanina (costruita con un fondo impermeabile, ovvero in cemento per fare in modo da tenerla isolata dall'umidità del terreno con la rete idrica che gli assicuri sempre di vere acqua fresca e pulita per abbeverarsi) che va pulita ogni giorno, che vuol dire togliere le feci ogni giorno (ne fanno anche 10 al giorno), tenere la lettiera asciutta togliendo periodicamente anche la parte dove il cavallo urina. Un posto dove ricavare la letamaia. La scelta della lettiera può essere o in paglia o in truciolo ( che sono i più usati), hanno gestioni differenti ma devi prevedere di averne una buona scorta, così come di fieno, quindi ti ci vuole uno spazio coperto adeguato per il ricovero, oltre a diversi metri di paddok dove possa pascolare o scorrazzare a suo piacimento. La dimensione del prato è importantissima.

Non è nulla di tremendo ma richiede una gestione quotidiana molto impegnativa, almeno un'ora tra pulizia del box e distribuzione del cibo (3 volte al giorno, se non hai un pascolo vero e proprio e comunque l'erba non è sufficiente a nutrirlo adeguatamente). In più necessita di una presenza giornalirera costante se lo vuoi mantenere amichevole e socievole, devi dedicargli delle attenzioni quotidiane e non è semplice come con il cane che ti segue nell'orto e lo accarezzi intanto che stai facendo qualcosa. In pratica se te lo vuoi godere anche solo come semplice amico, devi comunque dedicargli molte attenzioni che richiedono un impegno quotidiano che va ben oltre la mezz'ora tra l'orto e i figli, perchè sono animali sociali, che vogliono il contatto (oltre che per le cure necessarie) altrimenti divantano schivi e diffidenti e rinselvatichiscono, predono il piacere della nostra compagnia e diventano difficili da gestire.

Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao Ela,

piacere di conoscerti, inconsapevolmente portandomi un semplice esempio, hai risvegliato in me l'antica passione dell'asino, che non ho mai preso in considerazione poichè credo non sia troppo adatto a fare passeggiate qui per i boschi, e comunque se dovessi scegliere oggi come oggi di avere un impegno costante giornaliero, preferirei instaurare un rapporto con un cavallo.

Vi ringrazio per le varie delucidazioni che mi state dando, anche perchè i "miei amici" me l'avevano resa veramente facile, tipo un pezzo di recinto una tettoglia, e il fieno una volta al giorno, acqua automatica ed il cavallo puo stare solo anche una settimana.

Comunque non credo mollero tanto facilmente, conoscendomi quando mi metto in testa una cosa...

seguirò per iniziare il consiglio di LadyD e comincerò a dedicare parte delle mie giornate ai cavalli dentro un maneggio, poi vi terro aggiornato sulle varie evoluzioni.

Cara Ela, quando hai qualche impegno con il tuo cavallo da queste parti, mi farebbe piacere venirti a trovare, magari con la mia famiglia, così avremo modo di conoscerci e nel comtempo comincio un po a respirare quest'aria magica che vi circonda.

Con affetto a tutti voi, Andrea

Link al commento
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...
 Share

×
×
  • Crea Nuovo...