Vai al contenuto

Allo Stage Di Philippe Karl


LadyD
 Share

Recommended Posts

Sveglia alle 4.30 (già non sono mattiniera... ma di domenica...!! AAAARRRGH!!!!), partenza mezzora dopo, per andare ad "Intercettare" due amiche, compagne di avventura.

Alle 8.30 eravamo già vicino a Zurigo, dove si tiene niente poo di meno che lo Stage Istruttori di Philippe Karl.

Fortunatamente in Svizzera è possibile partecipare al corso come auditori anche solo per una giornata... senza bisogno di vendere un rene sul mercato nero per poterselo permettere.

Il primo gruppo era proprio agli inizi: hanno lavorato da terra su flessioni e spalla in dentro, sul dritto e in volta. Stesso lavoro l'hanno ripetuto più tardi in sella.

Vedere queste tre persone più o meno allo stesso livello lavorare insieme in campo è stato veramente interessante, dato che si vedevano benissimo le differenze di "stile" e le diverse attitudini/reazioni dei vari cavalli.

Il secondo gruppo era più eterogeneo: era comoposto da una ragazza che ha iniziato da poco, un'altra che già aveva qualche base in più, e due istruttori di Légèreté. Vedere questi ultimi è stata una delizia per gli occhi: piaffer, pirouette, cambi di galoppo, passo spagnolo... bello bello bello.

In seguito è entrata una ragazza che montava un cavallo appena domato, quindi abbiamo potuto vedere il lavoro di base che si fa in questi casi.

Dopo una brevissima pausa pranzo, due allievi di Karl hanno tenuto una lezione ad altrettanti binomi, poi commentata dagli altri allievi e da Karl stesso.

Il primo era agitatissimo, probabilmente era una delle prime volte che lavorava sotto l'occhio giudice di così tante persone. La seconda istruttrice invece se l'è cavata benissimo, e ha ricevuto molti complimenti.

E poi... purtroppo è arrivata la fine dello stage, e ci siamo avviati verso casa.

Comunque vedere Karl all'opera è stato veramente bello, peccato solo non aver avuto la possibilità di vederlo in sella... ma sono bastati solo pochi attimi di lavoro da terra con alcuni cavalli per poterne saggiare l'abilità.

Lui comunque è una persona davvero brillante, puntigliosa, precisa, che va dritta al sodo, ma ha anche la battuta pronta per sdrammatizzare e allentare la tensione.

Mi sono piaciute particolarmente le sue spiegazioni, che variavano ovviamente dagli aspetti tecnici della "sua equitazione", all'esperienza personale, agli studi di etologia che sono stati fatti, fino ad esempi e confronti in altri campi dell'equitazione (ha citato da Parelli, all'iperflessione). Davvero un Maestro a tutto campo, che pero' nei momenti di pausa preferisce stare un po' con se stesso.

Speriamo di poter ripetere presto l'esperienza!!

Link al commento
Condividi su altri siti

Sì, è stata veramente un'esperienza bellissima, da ripetere assolutamente!

Ho scritto "da Parelli, all'iperflessione", per dire che spaziava con fluidità in qualsiasi argomento equestre, dall'etologia, ai sistemi "rovinacavalli". ;o)

Link al commento
Condividi su altri siti

Noooo!!! Invidia, invidia, invidia, invidia!!

Torno oggi da due settimane in Francia e cosa leggo? Che tu te ne sei andata da Philippe Karl, così, senza dire niente!

Cavoli che esperienza... devo assolutamente trovare un modo per aggregarmi al gruppo che andrà ai prossimi stage! Deve essere bellissimo vedere tutto le parole che si leggono e che si studiano, messe in pratica da un grande Maestro come Karl. Perchè non fai un esempio di una delle spiegazioni che ha fatto? Mi interesserebbe sapere cosa pensa dei metodi tipo Parelli, per esempio...

Aspetto una risposta al più presto!

P.S.: Io però in Francia ho montato un comtois e un arabo da endurance e tu nooo!! :P :P

Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao Mylady!

Calma calma... non ti ho risposto prima perché ero in vacanza, sono appena tornata e... tra poco devo andare dal mio equino che sicuramente si sarà goduto ottimi giorni di ferie e relax senza di me che lo stresso con mille esercizi ;o)

Che dire, lo stage è stato veramente bello, peccato solo che siamo potuti andare solo all'ultimo giorno, che mi hanno detto essere il meno interessante dal punto di vista didattico... e che non ci ha permesso di vedere il Maestro in sella. CHE PECCATOOOOOOOOOOO!!!!!

Comunque vederlo insegnare è stato veramente speciale: ci si aspetta (o meglio: IO mi aspettavo) una persona molto seria e composta, e invece è veramente una bella persona, che sapeva giocare tra serietà nel lavoro, ma anche rompere i momenti di imbarazzato silenzio con qualche bella battutina. Inoltre le sue spiegazioni erano veramente chiare e ben motivate (niente: "si fa così e basta", come purtroppo tanti istruttori dicono oggi, senza darti nemmeno una minima motivazione di quanto stai facendo): ogni azione ha uno scopo, volto a migliorare e a proseguire il lavoro.

Comunque, è stato bello anche perché abbiamo visto dei gruppi molto eterogenei: il primo era decisamente agli inizi (tipo i nostri stage), mentre l'altro aveva due istruttori già confermati. Insomma, abbiamo visto l'inizio e "la fine" (tra virgolette, perché non si finisce mai di imparare) di un percorso veramente affascinante.

E, cosa che voglio sottolineare, non sono solo i cavalli morfologicamente perfetti a poter arrivare ai massimi livelli di addestramento. Prova ne è, che il migliore della giornata era uno stalloncino andaluso che a prima vista non era assolutamente un granché, piccolo e tozzo, era persino mooooolto più grasso del Gringo... il che è tutto dire, eheheh! Ma sotto la sella si trasformava, diventando un vero destriero leggero e agile, che faceva le figure più difficili con estrema eleganza e facilità: una meraviglia per gli occhi. Alla faccia di chi dice che gli unuici bei cavalli di dressage sono tedeschi e olandesi, eheheh!! ;o)

Trucchetti per il passo spagnolo? Nessuno... arrivando all'ultimo giorno non abbiamo visto purtroppo gran parte delle lezioni. E poi gli unici cavalli che lo facevano, probabilmente lo avevano già consolidato da un bel po' di tempo, e di conseguenza dubito che sia stato insegnato in questo stage. Ma aspetto l'arrivo di Franco, che sicuramente ce lo farà fare quando valuterà che siamo pronti. per ora ci sono cose più importanti su cui lavorare! ;o)

Link al commento
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...
 Share

×
×
  • Crea Nuovo...