Vai al contenuto

Lettera Di Philippe Karl Alla Fn


LadyD
 Share

Recommended Posts

Philippe Karl ha scritto nel 2008 una lettera alla FN, aspettando invano una qualsivoglia risposta. Lo scritto è stato poi pubblicato da una nota rivista tedesca, e si trova anche sul sito del Maestro:

http://www.philippe-karl.com/534/Deutsch/U...iftenliste.html

Eccone la traduzione:

27.03.2009

Alla Direzione della Deutschen Reiterlichen Vereinigung FN

Egregi Signore e Signori,

A causa della crescente professionalizzazione dello sport equestre e della crescente pressione da parte di condizionamenti economici negli ultimi 30 anni la dottrina dell’equitazione ufficiale è drasticamente mutata.

Quale base della formazione di istruttrici ed istruttori essa dovrebbe nel contempo fornire il migliore modello per l’addestramento classico del cavallo. Invece l’addestramento (“Dressur” in tedesco è usato indifferentemente per indicare la disciplina sportiva o l’addestramento in genere) si è ridotto ad uno sfruttamento dei cavalli superficiale e caratterizzato dalla coercizione. Una percentuale molto alta di cavalli paga il prezzo di questo – sotto gli sguardi pressoché indifferenti delle autorità competenti.

Ad ogni livello di addestramento, dalle federazioni equestri nazionali fino alla FEI, i giudici hanno fatto diventare norma l’inaccettabile – vuoi per ignoranza, vuoi per compiacenza. Questa tragica deviazione si osserva in tutto il mondo. Essa porta, osservandola sotto il profilo etico ed estetico, ad un pesante regresso culturale. Le fila di quanti rifiutano questo tipo di equitazione si ingrossano di giorno in giorno.

La Deutschen Reiterlichen Vereinigung FN ha un ruolo guida nel dressage sportivo a livello mondiale. A motivo di questo suo ruolo di riferimento sarebbe suo compito di mettersi alla testa di un movimento di riforma, che non potrà che portarle onore.

Sarebbe illusorio credere che sia sufficiente un’abile riformulazione della scala dell’addestramento, l’aggiunta di alcune vuote e belle frasi sull’”armonia”, il “ginnasticare” o l’”arte equestre classica”, per determinare un reale cambiamento di rotta. Qui sono richieste delle regole comprensibili, chiare e facili da tradurre in pratica, che permetterebbero ad un tempo di proteggere i cavalli, fermare l’azione di quanti si comportano male, e di promuovere un addestramento veramente dalla parte del cavallo.

In questo senso vorrei proporre alla Deutschen Reiterlichen Vereinigung FN di inserire i punti seguenti nel suo regolamento:

1) Sia alla longe che a sella è vietato l’uso di redini ausiliarie fissate all’imboccatura. La longe deve essere sempre fissata ad un capezzone.

2) Sia nel lavoro quotidiano che in gara sono vietate capezzine allacciate strette. (Per contro deve permesso presentare un cavallo in gara senza capezzina).

3) Il controllo della bocca del cavallo va effettuato sistematicamente ad ogni ripresa prima del lavoro in campo prova. Ogni ferita alla bocca del cavallo porta alla squalifica.

4) Se un cavallo presenta ferite da speroni, il cavaliere viene squalificato.

5) L’incappucciamento del cavallo (linea fronte-naso dietro alla verticale) viene sanzionato in ogni movimento con un voto massimo 3.

6) Mascelle bloccate, lingue fuori o passata sopra e digrignamento dei denti vengono sanzionati ad ogni movimento con voto massimo 4.

7) L’andatura in distensione (portamento allungato, in cui la criniera ha un’andamento all’incirca orizzontale e la linea fronte-naso rimane davanti alla verticale) diviene parte di tutte le riprese, in tutte e tre le andature e dalle due mani.

8) Il passo viene inserito di nuovo come andatura di pieno valore nelle riprese, dove almeno nelle riprese di livello E, A, L ed M deve rappresentare fino al 30 percento del punteggio. La lateralizzazione del passo (passo simile all’ambio) porta alla squalifica.

9) Nelle prove per cavalli giovani come alle aste i giovani cavalli vanno presentati nelle tre andature in distensione, mentre il cavaliere al trotto ha da battere la sella.

Distintamente

Philippe Karl

Link al commento
Condividi su altri siti

L'ha scritta nel 2008?!?!

A quanto pare l'efficienza e l'interesse nel rispondere deve abitare su un altro pianeta... tutto sommato è anche comprensibile, se si adottano i suoi suggerimenti rimangono ben pochi binomi in gara, cosa che dovrebbe succedere anche adesso se ci si attenesse veramente al regolamento già esistente. Che vergogna...

Mi sento di un'impotente in tutta questa situazione, vorrei fare qualcosa ma mi rendo conto di essere solo una piccola formichina che da sola non può niente.

Ci voleva proprio qualcuno di conosciuto e, si spera, rispettato nel mondo dell'equitazione che smuovesse un po' la situazione, anche se per ora i risultati non fanno sperare in un futuro migliore.

Io continuo a sperare che sia solo una "moda" passeggera, che presto verrà abbandonata per la sua effettiva inutilità.

Per adesso, però, non posso far altro che apprezzare e condividere anch'io queste parole.

Link al commento
Condividi su altri siti

All'inizio dell'anno mi sono trovata a scrivere un articolo per una rivista, dove facevo un'analisi sull'importanza del cavallo, di cosa è successo all'equitazione e del come mai siamo andati a finire dove siamo ora. Perchè guardandomi in giro noto che quello che ha scritto Karl, all'inizio della lettera, è tragicamente una pratica diffusa e addirittura accettata. E' diventata l'equitazione. Non lo posso pubblicare ancora qui, perchè non è andato in stampa ma è lì al calduccio in redazione, pronto per la prima occasione. Anzi, prenderò spunto dalla lettera per fare qualche aggiunta.

Una cosa mi sembra importante, chiunque, anche una "formichina", metta in pratica gli insegnamenti di Karl ( e non solo suoi, perchè grazie al Cielo, ce ne sono altri), dovrebbe guardare dall'alto al basso anche il più grande campione che incappuccia un cavallo e il giudice che lo premia.

Link al commento
Condividi su altri siti

Sono felice di annunciarvi che ho firmato la lettera sul sito di Karl! Mi sento importante... :P

Però ho sfogliato un po' le pagine delle firme e... italiani manco uno... voglio sperare che sia solo perchè non si è ancora diffusa la notizia di questa lettera...

Link al commento
Condividi su altri siti

La storia continua...

Qui trovate la risposta della FN in francese...

http://www.philippe-karl.com/wcms/ftp//p/p...rl150609_fr.pdf

... e qui in inglese:

http://www.philippe-karl.com/wcms/ftp//p/p...rl150609_en.pdf

E naturalmente Karl non ha fatto attendere una sua replica

in francese:

http://www.philippe-karl.com/wcms/ftp//p/p...fn290709_fr.pdf

... e in inglese:

http://www.philippe-karl.com/wcms/ftp//p/p...fn290709_en.pdf

Uhm... ho idea che dovremo aspettare un altro anno prima di poter leggere una nuova risposta delle federazione... :rolleyes:

Link al commento
Condividi su altri siti

E la storia continua ancora!

Mi è appena arrivata una mail dal sito di Philippe Karl, per chi è interessato la riporto qui:

"Dear Madam, dear Sir,

On 9 February 2010, more than 20 experts will attend an FEI meeting in Switzerland to discuss once again whether the so-called hyperflexion (“Rollkur”) is an adequate method of training a horse. In order to support the opponents of this method and offer them further arguments, a petition has been initiated at www.no-rollkur.com. We’d like to invite you to support this action against hyperflexion – time is short!

You were so kind as to sign our own petition calling for reforms of the FN rules, which was initiated in May 2009. This obviously bore fruit: The German FN eventually invited Philippe Karl for a meeting in Warendorf, Germany. They now have to find an appropriate date. We will of course keep you informed about the outcome of this meeting.

Thank you very much again for your support!

Cordially,

Philippe Karl & his team"

Questo è il link: No-Rollkur

Ho guardato un po' le nazionalità di chi ha firmato... tanti tedeschi, altrettanti olandesi, un buon numero di americani e poi svedesi, svizzeri, inglesi francesi, persino un paio dal Sud Africa e uno del Brasile.

Itlaiani?

Tre.

Con me quattro.

Una di questi tre è anche "membro" del Centro Internazionale del Cavallo della Venaria Reale... qualcuno sa cosa vuol dire e cosa implica?

E ancora una domanda a LadyD: visto che questa conferenza sarà in Svizzera, tu ne sai qualcosa di più?

Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao MyLady!

ANche ame è arrivata la mail, ma ancora non ho info precise sul meeting. Penso comunque che mi verrà comunicato qualcosina dagli allievi svizzeri di PK, che solitamente avvisano tutti quando ci sono eventi del genere.

Se saprò qualcosina in più vi terrò informati!

Link al commento
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...
 Share

×
×
  • Crea Nuovo...