Vai al contenuto

Consiglio Urgentissimo Salute Carlino


lunetto
 Share

Recommended Posts

Salve a tutti,sono possessore di un carlino di poco meno di 2 anni, iper attivo e molto fifone.

20 giorni fa al rientro da una passeggiata,dopo essersi nascosto dietro mia madre vedendo arrivare in corsa una cagna,il cucciolo 10 minuti dopo,ha iniziato a perdere l equilibro.Arrivati a casa,non si alzava più.Il giorno seguente mi sono recato in un ospedale veterinario e fatti i dovuti accertamenti neurologici (rx e mri) è risultata un ernia al livello c6-c7 che ha compresso il midollo.In aggiunta al problema citato,si sono aggiunte complicazioni in anestesia provocando rigurgito prima e dopo l intubamento mettendolo a rischio polmonite ab-ingestis.

Focalizzando il problema su quest ultima nelle 72 ore seguenti,il consiglio è stato di tenerlo a riposo per le successive 4 settimane facendo terapia riabilitativa degli arti,in casa o presso un centro riablitativo.Ho optato per l ultima,seguendo un ciclo di 5 terapie.

Su consiglio di amici,ho portato proprio oggi il cucciolo in un altra struttura dove il diagnosta visitandolo, ha consigliato per domani un esame,mielografia, per vedere meglio il problema in quanto si,l animale ha avuto miglioramenti nell arto dx posteriore,ma nessuna sensiblità in quello anteriore dx che appoggia rovinosamente a terra provocando escoriazioni superficiali per quando sia bendato e adeguatamente protetto.Secondo lui i 20 giorni trascorsi sono tanti e non si esclude un danno permanente in quanto sarebbe dovuto essere stato operato nelle 12 ore seguenti l accaduto!

2 anestesie nel giro di 20 giorni,posso provocare rischi aggiuntivi?

Sono disperato e disorientato, tengo a questo cucciolo come fosse un figlio e farei ogni cosa per aiutarlo.Chiedo consiglio a qualche esperto che sappia consigliarmi su cosa fare.

Allego di seguo il referto neurologico del primo ospedale veterinario.

Aiutatemi, Grazie.

Anamnesi: Tre giorni fa, mentre era a passeggio con la Proprietaria, dopo essersi agitato per la presenza di un altro cane, presenta intolleranza al movimento e difficoltà deambulatorie AA. Iniziale terapia con FANS

con modesto miglioramento dei sintomi.

Esame neurologico: Emiparesi bipede laterale destro. Propriocezione assente AAD, ridotta APD.

Sensibilità profonda fortemente diminuita AAD. Riflesso flessorio assente AAD. Resto dei riflessi spinali nella

norma. Buona reazione alla minaccia bilateralmente. Lieve sindrome Horner OD. Normale risposta al CBT.

Resto dei NNCC nella norma. Non si evoca algia alla palpazione di tutto il rachide.

Esami collaterali: Lo studio radiografico del rachide cervicale eseguito nelle proiezioni ortogonali LL e VD

ha evidenziato riduzione degli SIV C5-C6 e C6-C7.

Esame MRI del rachide cervicale effettuato con sequenze SE T1 e FSE T2 pesate nei tre piani dello spazio

prima e dopo introduzione di mezzo di contrasto paramagnetico e con sequenze STIR nel piano trasverso e

GFE nel piano dorsale. Protrusione/estrusione mediana del DIV C6-C7 con impronta del sacco durale e

discreta compressione del midollo spinale. Nelle sequenze pesate in T2 si apprezza area iperintensa

(isointensa nelle sequenze pesate in T1) intramidollare di forma irregolare a livello di quadranti superiore e in

alcuni tratti inferiore di destra che si estende nel tratto compreso tra il terzo craniale di C6 e lo SIV C7-T1.

Assenza di captazioni patologiche di mezzo di contrasto.

Diagnosi: Mielopatia compressiva mediana C6-C7 da protrusione/estrusione discale e segni di edema

intramidollare a lateralizzazione destra.

Commenti: I sintomi neurologici del paziente sono da attribuire verosimilmente all’edema intramidollare

destro piuttosto che alla compressione discale C6-C7. Tuttavia si consiglia la decompressione chirurgica del

midollo spinale in tale sede e successiva fisioterapia riabilitativa. Controllo neurologico tra 30 gg.

Nota: Durante l’induzione dell’anestesia generale per lo studio MRI e successivamente al risveglio, il

paziente ha manifestato due fenomeni di rigurgito esofageo. In entrambi i casi sono state adottate

prontamente le dovute procedure d’urgenza. Cautelativamente il paziente è stato quindi sottoposto a terapia

antibiotica ad ampio spettro, ricovero e seriali controlli radiografici del torace per scongiurare il pericolo di un

polmonite ab ingestis. Viene dimesso dopo tre giorni per assenza di sintomi respiratori riferibili a tale

patologia con terapia antibiotica da proseguire a domicilio.”

Link al commento
Condividi su altri siti

Mi dispiace molto x il tuo carlino e anche x te e spero che riesci davvero trovare un bravo specialista ad aiutarti

A bologna prova di sentire alla clinica veterinaria di ozzano dell emilia ho sentito che sono molto bravi

auguri

Ti ringrazio.Sai essere più precisa?Cercando,ad Ozzano, ho trovato 2 Ambulatori veterinari e un dipartimento di sanità pubblica veterinaria.Grazie

Link al commento
Condividi su altri siti

Purtroppo i danni al midollo sono solitamente irreversibili. Come sta attualmente il cane? riesce a camminare? Si regge in piedi? Trascina il piede posteriore e si procura ancora le ulcere?

L'unico consiglio che posso darti, una volta accertata la causa del problema, come tu hai fatto, è di seguire la terapia (se i vet. te ne hanno assegnata una) e far fare al tuo cane un'adeguata fisioterapia, atta a conservare sia la circolazione che la muscolatura. Di questo puoi occuparti tu stesso massaggiando l'arto colpito, facendo lavorare le articolazioni e rilassando il muscolo più volte al giorno.

Link al commento
Condividi su altri siti

Il cucciolo in piedi da fermo,ha la zampina posteriore destra che tiene rigida all infuori.non appena inizia a camminare la rimette in sede e quando va per fermarsi la rimette puntandola all infuori.

Il danno più grosso è nella zampa anteriore destra che poggia per la parte terminale,verso l indietro e non ha sensibilità.Curo con Dermaflon,da ieri (prima usavo gentalin beta o mercurio cromo),la parte superiore che sfrega.Fisso il tutto con garze e cerotto quando è in casa,mente per uscire uso una fascia elastica e una scarpetta in gomma da usura.Lui tenta di leccarsi la zampina,da sopra le bende,quindi forse qualcosa sente?

2 o 3 volte al giorno muovo entrambi gli arti massaggiandolo anche fra le zampette.

Oggi riprendo anche la terapia presso un centro di riabilitazione veterinaria.

Sono disperato a vederlo cosi,dorme spesso mentre prima era arzillo e faceva con me passeggiate di mezz ora nel parco.Quando usciamo,giusto il tempo dei bisognini che si sdraia sull erba aspettando che lo riprenda in braccio.

Grazie.

Link al commento
Condividi su altri siti

Povero piccolo, è abbastanza normale che adesso avverta la stanchezza. Il fatto che voglia leccarsi la zampa anteriore credo sia un buon segno, perchè se non avesse affatto sensibilità, tenderebbe ad ignorarla. Cerca di massaggiarlo anche quattro volte, facendogli articolare oltre al piede anche il gomito e la spalla. Continua puntualmente le terapie, è presto per dire che la situazione si stabilizzi, anzi, potrebbe benissimo migliorare.

Mi raccomando, informaci sui progressi!

Link al commento
Condividi su altri siti

Grazie,lo porterei in capo al mondo.

Si,articolo anche tutta quanta la zampa,gomito compreso per una ventina di "flessioni" ad arto.Lo porto a terapia perchè spero che le sapienti mani possano fare di meglio,anche se una ventina di minuti a giorni alterni,di seduta, mi sembrano troppo pochi.

Il secondo diagnosta a cui mi sono rivolto ieri,ha detto di aspettare ancora un mese in quando il disco non comprime molto e quindi la non necessità di operare,piuttosto invece la necrosi midollare in quel punto.

Ha consigliato tale lasso di tempo per vedere se il cucciolo riesca a recuperare il più possibile ed eventualmente o optare per un sacchettino di cuoio in cui mettere la zampina quando esce fuori casa,o un intervento chirurgico alla parte terminare della zampetta,inserendo una placchetta che la tenga in posizione di appoggio (quindi articolando solo il gomito).Quest ultima forse sembrerebbe la più radicale,ma cosi non si calcificherebbe l articolazione?

Insomma vedo tutto nero.

Grazie

Link al commento
Condividi su altri siti

Un mese mi sembra un periodo di tempo ragionevole per vedere se ci saranno altri miglioramenti. Va bene la fisioterapia fatta tutti i giorni e poi due volte a settimana la terapia "ufficiale".

Per quanto riguarda l'intervento della placchetta, oppure la scarpina di cuoio, questa è una decisione che prenderai a seconda di come evolverà la situazione. Considera che in ogni caso, se il cane non potrà più riprendere sensibilità all'arto, non userà neanche l'articolazione, quindi che essa si calcifichi o meno ha poca importanza. Quello che deve importare è fare in modo che utilizzi al meglio l'arto evitando di lesionarlo.

Capisco che una situazione così grave ed improvvisa ti faccia vedere tutto nero... tu stai facendo tutto per riuscire a far reagire al meglio il tuo pelosino, non hai nulla da rimproverarti.

Link al commento
Condividi su altri siti

Grazie per la risposta.Ad oggi sono passate 3 settimane dall accaduto,aspetterò un altro mese incrociando le dita (non passa mai il tempo).Consigli quindi 2 sedute ufficiali a settimana e il resto fatto da me?Attualmente ho fissato 3 sedute a settimana.

Continuo a sperare nei miracoli.

Grazie ancora per i consigli.

Link al commento
Condividi su altri siti

Grazie per la risposta.Ad oggi sono passate 3 settimane dall accaduto,aspetterò un altro mese incrociando le dita (non passa mai il tempo).Consigli quindi 2 sedute ufficiali a settimana e il resto fatto da me?Attualmente ho fissato 3 sedute a settimana.

Continuo a sperare nei miracoli.

Grazie ancora per i consigli.

Tre sedute a settimana sono ancora meglio!!! Nel frattempo non disperare, i nostri amici animali spesso ci riservano delle sorprese... leggi quest'esperienza che riguarda sempre danni al midollo spinale:

http://www.animalinelmondo.it/forum/index....showtopic=22516

Link al commento
Condividi su altri siti

Grazie zarina per la presenza e il conforto.ho letto il post e son contento per Youma.

E' dura aspettare però.Sono appena rientrato dai bisognini serali e stasera ho visto il cucciolo in una nuova tecnica di movimento:saltella sulle 3 zampe e a gran velocità tenendo sollevato la zampetta anteriore.

Che dire,io aspetto il giorno, e prego che arrivi,che possa appoggiare anche quella anteriore.

Ho letto nel post che mi hai suggerito, il termine "radiale",proprio quello che mi era stato detto 2 giorni fa dal dottore.

Grazie di nuovo per quello che fai.

Ho provato a mandare un mp a ferrest del post,ma non mi visualizza il messaggio tra gli inviati.Sono di Bologna e vorrei avere un ulteriore parere dal dott. che ha visitato Youma.

Link al commento
Condividi su altri siti

Ho paura dirlo forte ma poco fa mentre era in braccio e facevo terapia alla zampina anteriore ha irrigidito e rilasciato l estremità lui stesso 2-3 volte e intanto lo osservavo.Ora è qua accanto a me che si lecca le ditina.Pizzicando poi la pelle che c è tra le dita un pò più forte,ma sempre delicatamente,ha ritirato la zampa.

E' un buon segno forse no?

Dio fammi questo miracolo.

ciao

Link al commento
Condividi su altri siti

Ho paura dirlo forte ma poco fa mentre era in braccio e facevo terapia alla zampina anteriore ha irrigidito e rilasciato l estremità lui stesso 2-3 volte e intanto lo osservavo.Ora è qua accanto a me che si lecca le ditina.Pizzicando poi la pelle che c è tra le dita un pò più forte,ma sempre delicatamente,ha ritirato la zampa.

E' un buon segno forse no?

Dio fammi questo miracolo.

ciao

Mi sembra sicuramente un buon segno... anche se la sensibilità non dovesse tornare al 100% vedrai che poi lui svilupperà tutta una serie di tecniche per usarla al meglio.

Comunque il fatto che la lecchi e la ritragga lascia ben sperare!!!

:bigemo_harabe_net-146:

Link al commento
Condividi su altri siti

ciao a tutti, vi ringrazio per il supporto morale e gli incoraggiamenti che mi state dando.Grazie.

Oggi prima di fargli terapia a casa,ho voluto osservare cosa faceva mentre lo tenevo in braccio sbendato: come qualche giorno fa,irrigidisce la zampina e si lecca la parte terminale delle dita.Poi la rilascia e continua in questo modo leccandosi di sotto e di sopra.Quando poi ho iniziato le manipolazioni afferrandolo saldamente,ad un cerpo punto ha iniziato a mordicchiarsi le ditina verso l estremita,nella zona delle unghiette,alternando morsi a leccatine.E' la prima volta che si morde! :bigemo_harabe_net-102:

Cosa devo pensare?Mi sto sconfortando.

Link al commento
Condividi su altri siti

Ricordo un randagio che tenni a casa per diversi mesi. Il suo piede era stato schiacciato dalla ruota di un'auto, con danni piuttosto gravi. Anche lui aveva del tutto perso la sensiblità e per diverso tempo alternava leccatine a morsi feroci. Probabilmente percepiva l'arto come "addormentato" ed i morsi servivano per fargli provare qualche stimolo sensoriale. Non abbatterti, a me sembra un buon segno. Il cane ospite (Birillino, c'è una foto nella mia firma) riprese completamente l'uso della zampa dopo alcuni mesi.

Come vanno le terapie? Come sta adesso?

PS=nella peggiore delle ipotesi invece il piccolo percepisce il piede come un elemento estraneo e tenta di amputarlo a morsi, ma non credo assolutamente che sia questo il tuo caso, visto che manifesta, pizzicandolo, una sensibilità anche se ridotta.

Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao,

allora:il piccolo in questi ultimi 3 giorni ha fatto notevoli miglioramenti.Adesso appoggia regolarmente la zampina anteriore.Ieri l ho portato a fare una passeggiata per la prima volta dopo l accaduto,senza alcun guanto nè fasciatura.Sul marciapiedi ogni tanto sentivo uno sfregamento di unghia,ma la zampa ha fatto il suo lavoro.Tornati a casa ho notato appena un pochino di sangue sulle dita (poco) e da questo immagino che l articolazione adesso la muove,forse le punte invece sono ancora addormentate.Dall ultimo post scritto non ha più tentato di mordersi le dita,ma si lecca spesso.In casa,immagino a causa del pavimento scivoloso,tende a irrigidire la zampina posteriore,mentre quella anteriore se sta tranquillo la appoggia,se invece fa il "pazzo" ogni tanto ribalta l articolazione all indietro.Quando invece cerca di guardare verso l altro,l arto anteriore lo tiene penzoloni e quando riprende la marcia,riappoggia la zampetta.Ancora non è granchè coordinato quando deve fare "manovra di inversione",sedendosi e tentennando d equilibrio.

E' comunque tornato attivo facendomi penare quando sentendo all' improvviso suonare il campanello,si lancia dal letto facendo balzi alla superdog o prende la rincorsa per saltare sul divano.Vedo che si sente più sicuro e infatti tenta di salire un gradino della scala ma non ci riesce,allora lo prendo e lo distraggo.

Tra 5 giorni farà un mese dall accaduto,secondo voi come tempi,potrebbe recuperare ancora?Notavo osservando le due zampine anteriori che quella infortunata è leggermente più magrina dell altra,immagino per via dell averla usata poco in questo ultimo mese.

Insomma,spero che possa fare ulteriori progressi,mentre lunedi dovrebbe essere l ultima seduta di riabilitazione.

Ciao e grazie.

Link al commento
Condividi su altri siti

:bigemo_harabe_net-122::bigemo_harabe_net-122::bigemo_harabe_net-122: sono felicissima dei miglioramenti del piccolo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

congratulazioni per il tuo lavoro

Link al commento
Condividi su altri siti

Grazie,spero che continui a far progressi. :lol:

Ma certo che continuerà a fare progressi! Mi raccomando però, anche se ha finito le sedute di riabilitazione, di non sospendere la terapia a casa. Purtroppo, come tu stesso hai notato, l'atrofia muscolare è sempre in agguato, ed è una buona soluzione continuare a far lavorare il muscolo anche passivamente.

Link al commento
Condividi su altri siti

Ma certo che continuerà a fare progressi! Mi raccomando però, anche se ha finito le sedute di riabilitazione, di non sospendere la terapia a casa. Purtroppo, come tu stesso hai notato, l'atrofia muscolare è sempre in agguato, ed è una buona soluzione continuare a far lavorare il muscolo anche passivamente.

Ciao,in effetti l ultima seduta sarebbe il prossimo mercoledi.Intanto comunque a casa, continuo a fargli la terapia 2-3 volte al giorno.Oggi per distrazione ho leggermente pestato col mio piede,la puntina delle dita addormentate e non ha fatto nessun cenno,mi sono assicurato di non avergli fatto nessun danno, però nemmeno un leggero guaito.

Grazie per li consigli.

ciao

Link al commento
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...
 Share

×
×
  • Crea Nuovo...