Vai al contenuto

E Se La Nuova Famiglia Non Lo Cura?


aguagua
 Share

Recommended Posts

Salve, ho trovato un cane cucciolo (4mesi) in aprile 2008 malconcio abbandonato in una casa in costruzione fuori dal centro abitato. l'ho curato, fatto operare, microcippato, fatto i vaccini, anche l'antirabbica ed ho cercato qualcuno che lo potesse tenere adeguatamente. io vivo in appartamento, il cane è uno schnauzer tipo gigante.

Ho travato una famiglia, amici di mio padre, con casa in campagna, un altro cane taglia medio piccola che hanno espresso il desiderio di accoglierlo. In ottobre come da accordi gli ho portato il cane.

Io ho osservato che mancava la recinzione alla loro casa. Ma mi hanno detto che provvisoriamente durante il giorno, in loro assenza, essendoci solo la suocera una donna di 70anni, lo avrebbero tenuto legato con passante ad un filo di 20 metri e il cane quindi avrebbe avuto + di 100 mt quadri di spazio; e poi la sera al loro arrivo lo avrebbero slegato fino al mattino dopo. In pochi mesi si sarebbero dovuti trasferire in una villa con un ampio giardino dove sarebbe stato libero in uno spazio recintato (la villa l'ho visitata).

La settimana dopo torno e porto i documenti del cane e libretto sanitario.

Continuo a essere in contatto con queste persone per avere notizie del cane e dilato le visite in maniera da farlo abituare alla nuova situazione.

Fine dicembre (ero passata da loro la settimana prima) chiamano mio padre dicendo che avevano pensato ad un'assicurazione, io ne sono ben lieta. Scopro a gennaio che l'assicurazione è stata fatta a mio nome e pagata da mio padre con la motivazione che loro non avevano provveduto a fare ancora il passaggio. Mio padre immaginando che in caso di omessa custodia avrei avuto problemi io, paga il premio.

Pochi giorni dopo (metà gennaio) incontro la signora che mi dice quanto siano contenti del cane e quanto ci si siano affezionati. Il 26 gennaio mio padre mi informa che il cane ha avuto un incidente. Chiamo e mi reco da loro a 30km dal mio domicilio, accompagnata dal mio ragazzo. Il cane ha una brutta ferita alla zampa destra e la sinistra visibilmente rotta con frattura esposta. C'è il marito della signora che mi dice che il veterinario che loro abitualmente contattano gli ha detto di portarlo in un centro dove possano fare dei raggi. Chiedo quando è accaduto l'incidente e lui risponde 10gg prima, che probabilmente un vicino gli ha sparato. Dice anche che lui quel pomeriggio è impegnato, allora contatto davanti a lui dei veterinari in città e gli dico che lo portiamo immediatamente. Esito della visita dal veterinario: articolazione della zampa fratturata, una brutta infezione curata male a loro dire (avevo portato con me gli antibiotici che gli stavano dando). Prescrizione: 1 settimana di punture e poi altri raggi e poi operazione per mettere il chiodo, poi 50gg e togliere il chiodo. si raccomandano di non tenere il cane a contatto con altri animali e prevalentemente al chiuso. Li chiamo e gli dico che sono disponibile a prendermene cura io per il tempo necessario, ma che se avessero voluto o potuto occuparsene loro lo avrei riportato. Loro sono ben lieti che me ne occupi io. Riporto il cane dal veterinario dopo 2 settimane come prescritto e mi dice che l'infezione è passata all'osso, che loro non sono in grado di fare una pulizia chirurgica e che se voglio provare a salvare la zampa devo portarlo in un centro fuori regione. Informo il giorno stesso la nuova famiglia del cane e gli dico anche che non sono in grado io di far fronte alle spese, la signora inizialmente dice di essere propensa anche a fargli mettere una protesi. Poi l'incontro nel pomeriggio e mi dà 200 euro dicendomi che è un momento difficile.

Parto vado ad un centro specializzato a 350km dal mio domicilio, mi dicono di non amputare la zampa, ma che la frattura rimasta esposta per troppo tempo prima di cure adeguate ha determinato che la zampa seppur salvandola, non potrà tornare ad essere funzionale. compro altri antibiotici (21,50 euro a settimana). Li richiamo la settimana scorsa dicendo che non posso + tenere il cane dove lo sto accudendo (presso la casa del mio compagno che partecipa con me a tutti gli incontri con loro e le visite) e che il cane può tornare da loro, non c'è più la necessita di tenerlo lontano da altri animali, basta che continuino gli antibiotici che io gli consegno. Riporto il cane, lunedì 16 marzo, nel frattempo loro hanno fatto una recinzione per lui e chiamo anche il giorno dopo per notizie. Venerdì 20 mi chiama la signora dicendo che lei il cane non lo può + tenere perché è troppo grande e che è divenuto irruento forse a causa delle medicine.

Ora il passaggio di proprietà non è stato fatto, e credo che si facciano forza su questo, ma loro hanno sempre detto di volerlo tenere, gli avevano cambiato anche il nome. L'ho consegnato loro 5 mesi fa e ne aveva 9 e stava in buona salute, ho smesso di cercargli una famiglia perché hanno sempre continuato a dire che il cane era ormai parte della loro. Ora il cane ha 14 mesi, è malato e zoppo. Ovviamente mi sono già mossa per trovargli una casa, mi rendo conto che si siano rivelati inaffidabili e pericolosi per il cane stesso e che hanno sempre detto di volerlo ma che per qualsiasi spesa si sono rivolti a mio padre o subdolamente hanno fatto in modo che l'affrontassi io. Vorrei sapere da voi se contravvengo a qualche legge dicendole che finché non trovo una soluzione lo deve tenere e visto l'accaduto ho il diritto di chiedere il rimborso di tutte le spese veterinarie sostenute e da sostenere (deve rifare i raggi e essere sottoposto a operazione di osteosintesi se passa l'infezione o amputazione in caso contrario), io lavoro a singhiozzo come libera professionista, il mio reddito non mi consente di vivere fuori da casa dei miei. La famiglia che l'ha preso è benestante, ma a parte le 200 euro, finora tutto ciò che si è dovuto pagare l'ho sostenuto io e la mia famiglia (assicurazione medicine, visite, viaggio per specialista a napoli da pescara. Nel frattempo che non trovo qualcuno ed io non lo posso tenere dovrei pagare un rifugio, ma non posso permettermelo, tra l'altro 2 mesi di cure costanti hanno inciso sul mio lavoro pesantemente. Mi chiedo anche se non ci sia da parte loro una responsabilità + grande nel non aver custodito il cane come avevano esplicitato e avermi contattato solo dopo 10gg dall'accaduto e pur sapendo dal loro veterinario che andava portato da qualcuno esperto, non l'abbiano fatto attendendo che lo facessi io, infine ho scoperto che l'assicurazione che loro hanno insistito per stipulare direttamente con assicuratore di fiducia, sebbene sia stata pagata da mio padre a inizio gennaio è stata stipulata solo successivamente al 26 gennaio giorno in cui l'ho preso per portarlo da un veterinario e l'ho tenuto per curarlo. Grazie anticipatamente per i vostri consigli.

Link al commento
Condividi su altri siti

Il cane è stato ferito e loro non l'hanno fatto visitare per dieci giorni? Credo ci siano i termini per denunciarli per maltrattamenti... se il cane è intestato a te potrebbero anche essere responsabili del reato di cattiva custodia e magari potresti avere un rimborso delle spese... ma ci vorrebbe il parere di un avvocato o qualcuno più esperto in materia legale.

Link al commento
Condividi su altri siti

a me non è chiara una cosampoichè sono ignorante in materia,quando dici...

Mio padre immaginando che in caso di omessa custodia avrei avuto problemi io, paga il premio

pagando questo premio avete passato l'assicurazione ai proprietari o comunque sei sempre tu la responsabile?

Link al commento
Condividi su altri siti

a me non è chiara una cosampoichè sono ignorante in materia,quando dici...

Mio padre immaginando che in caso di omessa custodia avrei avuto problemi io, paga il premio

pagando questo premio avete passato l'assicurazione ai proprietari o comunque sei sempre tu la responsabile?

Allora, loro hanno fatto capire che avrebbero fatto un'estensione dell'assicurazione sulla casa a agli animali domestici da loro detenuti....

Poi hanno detto a mio padre che non era possibile perchè io avevo microchippato il cane a nome mio... e che allora avevano dovuto fare l'assicurazione a me per proprietà o detenzione di cani con estensione a chi custodisce il mio cane per un periodo limitato e non remunerato.

La questione che ho scoperto e che non può essere sfuggita al loro assicuratore è che il responsabile dei danni del cane è colui che lo ha in custodia non il proprietario se lo ha dato ad altri... ovviamente queste cose mio padre non le sapeva e ha pagato senza dirmi nulla subito per evitare che io facessi polemica con loro. Quando mi ha detto che loro avevano provveduto a mio nome, io ho pensato che ormai era fatta e che almeno il cane era coperto per eventuali danni a terzi. Inoltre l'assicurazione l'hanno stipulata solo dopo che il cane lo sono andata a prendere, ben 20gg dopo aver ricevuto i soldi per farla e aver detto di averla stipulata. Me l'hanno consegnata quando sono andata a riportare il cane. Da ciò che ho letto ho capito che per quanto riguarda i cani e altri animali domestici prevale in termini di responsabilità colui che lo detiene fisicamente e non colui che ha registrato il microchip. E inoltre che è colui a cui è affidato l'animale che ha l'obbligo di denunciarlo alla Usl entro un termine. Il proprietario come risulta sul microchip deve firmare solo in caso il cane abbia il pedigree e l'iscrizione all'ENCI. E loro erano in possesso di tutti i documenti del cane.

Comunque se qualcuno di voi ha informazioni attendibili o un'esperienza simile vi prego di postarle qui. Ho contattato un avvocato oggi, ma purtroppo non è facile trovarne uno che abbia dimistichezza con le leggi su proprietà e detenzione dei cani, quindi mi farà sapere.

Se riuscirò ad avere una risposta da lui la posterò qui, statene certi.

Grazie a tutti per l'interessamento

Link al commento
Condividi su altri siti

qualche giorno fa al TG avevo sentito che molte città si stanno organizzando ad avere un'apposita sezione per gli animali in tribunale...forse se ne occupava l'AIDAA ma non ne sono sicura...mi aveva colpito perchè parlavano di questa associazione nazionale in cui questo gruppo di avvocati si occupava di controversie nel loro "tempo libero" purtroppo non ricordo altro ma magari se fai una ricerca su internet trovi qualcosa..in bocca al lupo

Link al commento
Condividi su altri siti

aquaqua grazie x la spiegazione,non sapevo funzionasse così...

sfortunatamente non ti posso essere d'aiuto,ma mi farebbe molto piacere se tu postassi gli sviluppi della vicenda...

Link al commento
Condividi su altri siti

Ti consiglio di rivolgerti al legale della LAV in particolare a C***a C*******ro- **********.it

Ci sono tutti gli estremi per una denuncia.

Sei stata molto precisa nella descrizione della situazione, hai mancato solo di una cosa...considerando quanto stai facendo per questo cane potevi sterilizzarlo prima di darlo a queste persone.

Hai fatto firmare loro un modulo di adozione, hai fatto fotocopia del loro documenti?

Se hanno firmato qualcosa si tratta di una scrittura privata a tutti gli effetti.

Gli interessati possono rivolgersi a mayacoya tramite mp per avere il nominativo e l'indirizzo e-mail del legale.

Modificato da zarina
non si possono inserire indirizzi e-mail e nomi
Link al commento
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...
 Share

×
×
  • Crea Nuovo...