Vai al contenuto

Gare Di Morfologia


MyLady
 Share

Recommended Posts

Ecco il dubbio che da un po' di tempo mi tormenta: come considerare le gare di morfologia?

Da una parte viene subito in mente il cavallo perfetto, tirato a lucido, come non pensare alle gare degli arabi, così belli con il collo proteso in avanti, coda e criniera lucenti, le magnifiche andature così eleganti, o le gare di Appaloosa, dove ogni cavallo sa stupirti con un manto particolarissimo, o quelle dei cavalli da tiro, enormi bestioni con code e criniere intrecciate con nastri colorati... dall'altra parte invece ti viene da pensare che forse sono tutti così belli che... sembrano finti!

Appunto, finti. Non ho ancora capito se le gare di morfologia mi piacciono o no, come dire "troppo bello per essere vero"! E allora come considerarle? L'esaltazione massima del cavallo in ogni suo particolare, o il giocattolino che si guarda ma non si tocca e poi a casa viene trattato da re e non da cavallo?

Link al commento
Condividi su altri siti

le gare di morfologia sono importanti. si tratta non tanto di sfilate di bellezza ma del tentativo di spingere gli allevatori a selezionare gli animali . la natura non fa ormai selezioni e tocca farle a noi. spesso gli allevatori fanno dei pastrocci incrociando varie razze o cavalli che non sono molto simili. il risutato è carne da macello e solo in qualche raro caso un bel cavallo.

eliminare i difetti d'appiombo, o fisici in genere lo si fa usando animali di razza che non presentino quei difetti. anche i difetti di temperamento e intelligenza vengono selezionati in questa maniera. Purtroppo il cavallo bruttino rischia di finir in qualche piatto. gli allevatori che di solito cercano di evitar brutte fini si orientano le produzioni su cavalli belli in modo da garantir loro la vita. non solo, il cavallo bello premia l'allevatore con un ritorno economico migliore. quei cavalli che vedi cosi belli spesso sono il frutto anche di una vita sana. sono cavalli che fanno attività fisica e sono tenuti in condizioni psicofisiche ottimali. per stare bene un cavallo deve fare il cavallo. un cavallo viziato si impigrisce e perde la sua bellezza. le gare poi sono solo limitate a età, produzione. ovvero selezionano gli animali da destinare alla riproduzione dando loro dei coefficenti. il più bello vince un premio che da un segnale agli altri allevatori su come allevare i propri cavalli.

Se pensi ad un tpr, la probabilità che finisca su di un piatto è altissima salvo che il suo valore da vivo superi quello da morto . poi con i tempi che corrono un norico o un tpr costa ogni anno solo in fieno 1300€ più madicine,veterinario,mangimi,tempo, addestramento, ferrature o pareggi ecc.ecc.ecc.

se si pensasse in maniera commerciale , ad esempio, un tpr a tre anni dovrebbe valere le spese più il guadagno.

ovvero in tre anni si spende se si fa nascere il cavallo tpr o pesante (800-1000kg)in casa senza spese per i paddock:

4500€ di fieno

750€ di magini

700€ addestramento

360€ veterinario

600€ di medicinali vatri

100€ documentazione veterinaria e di razza(associazioni)

480€ di pareggi

600 € di spostamenti per partecipare alle selezioni di morfologia

180 € finimenti

il tempo non si conta se ci si perde mezzora al giorno( che è una balla) in tre anni sono 547 ore che se si prendessero 5 € all'ora (che non ci si campa) sarebbero 2753€

150 € fecondazione della cavalla (la madre)

+ altre spese non previste e il rischio che muoia l'animale o si faccia male.

il costo che a me risulta è di 11.173€ senza tasse è con un guadagno da sopravvivenza.

un tpr arriva a 800Kg circa di media

la carne vale 2€ al chilo

ovvero per un tpr di 3 anni ti pagano 1600€

dopo questo capisci che un allevatore fa questo solo perchè ama realmete i suoi animali ma ceca come può di non rimetterci troppo. allora io dico viva le gare di morfologia. che vivano a lungo i cavalli pesanti. e che quelli più blasonati trovino un loro mercato .

io non sono un allevatore professionista , mi faccio il fieno da me, domo io, pareggio io e perdo volentieri quei soldi per mantenere le mie cavalle . ma sono anche un imprenditore e sono certo che da 1600€ a 11.173€ bisogna dare seri motivi alla gente per acettare il rischio di perdere tutti questi soldi nella speranza di campare con i cavalli. anche perchè un tpr bello o brutto consuma sempre quello sopra descritto ed entrambi vanno trattati come dici tu da re.

Una cosa a me fa piacere, è sapere che i produttori di carne equina in italia sono diminuiti. quello che mi fa meno piacere è che la richiesta è ancora alta. ogni anno dai paesi dell'est arrivano decine di migliaia di camion di cavalli da macellare.

meditate gente meditate e promuovete il made in italy equino in tutte le sue forme escluso quelle crudeli o alimentari.

Link al commento
Condividi su altri siti

Ok, da quanto dici tu ho sbagliato opinione sulle gare di morfologia, no problem, faccio in tempo a ricredermi!

Per trattare i cavalli da re, intendevo non tanto il fatto di non fargli mancare niente, ma piuttosto curarli con mille prodotti il più delle volte superflui, non farli uscire in paddok perchè sennò si sporcano e cose del genere, e se ho sentito io cose di questo tipo da persone normali che hanno un cavallo qualsiasi, non mi stupirebbe se succedesse anche con cavalli superselezionati.

Link al commento
Condividi su altri siti

Devo dare ragione a tutti e due.

Da un lato Fausto dice la verità. La morfologia serve per preservare lo standard di razza nella sua purezza e nei canoni prescritti. Su questo non c'è nulla da dire.

D'altra parte hai pienamente ragione Mylady, i cavalli da morfologia sono dei poveri cristi spesso (lasciamo perdere i TPR magari, ma anche loro godono di trattamenti speciali, anche se un pò più rustici), oltre ai prodotti che si usano, (e che uso anch'io prima dei dressage o delle visite veterinarie e lo fanno tutti) alcuni, portano i cappucci per proteggere le criniere e vengono curati come delle porcellane preziose, ma non soffrono, e non mi sembrano sevizie. Sono i padroni ad essere i più sclerati!!!

Di contro potremmo dire che i cavalli che scorrazzano nel fango sono più contenti, ma i cavalli da esposizione non passano tutta la loro vita col cappuccio, vanno in paddock anche loro.

Link al commento
Condividi su altri siti

Condivido il pensiero di Ela, anche se propendo forse un tantino di più verso l'idea di MyLady.

Personalmente mi dà fastidio vedere i cavalli tutti incappucciati, infagottati, spruzzati da mille prodotti... ma, ripeto, è un'idea mia.

Poi la gara in sé non mi dispiace.. è bello vedere le differenze morfologiche e caratteriali dei singoli soggetti, vedere il progresso di una razza.

Quelle che non riesco proprio a mandar giù, sono le gare riservate agli arabi. Ma che bisogno c'è di terrorizzare 'sti poveri cavalli con sacchetti e sacchettini, per farli correre? Una gara dove le impennate e gli occhi terrorizzati sono all'ordine del giorno, per me non dovrebbe aver nessun valore. Sono d'accordo sull'importanza della morfologia e dell'allevamento, ma un minimo di addestramento dovrebbe essere garantito insomma!

Link al commento
Condividi su altri siti

Ma guarda che li addestrano. Così.

Scherzi a parte, si direbbe che alcuni cavalli (io ho visto anche gli appaloosa col cappuccio e la coda intrecciata) vivono solo per le esposizioni e questo non è un gran chè. Quella del sacchettino degli arabi dovrebbe servire per farli stare ancora più in tiro, ma mi viene un dubbio: dopo tante esposizioni, hanno ancora paura del sacchettino? Perchè ce ne sono alcuni che hanno età notevoli! Eppure vanno a scuola per fare le esposizioni.

Stasera faccio un terzo grado a qualcuno che ne sa più di me sulle esposizioni degli arabi.

Link al commento
Condividi su altri siti

Non sapresti come chiamarlo perchè è un sacchetto.

Quando vai in fiera, vai allo stand degli arabi e guarda una rassegna.

Quando ci sono i cavalli nel ring accompagnati dall'handler, fuori c'è sempre qualcuno che agita un frustino con legato alla punta un sacchetto di plastica di quelli per la spesa. Vai a dare un'occhiata così vedi di persona.

Link al commento
Condividi su altri siti

un cavallo bello, tirato a lucido, con una muscolatura perfetta, lineamenti perfetti.....insomma un cavallo selezionato per essere bello.... vale di più di uno con qualche difettuccio?

capisco che per gli allevatori avere esemplari "ben fatti" sia importante dal punto di vista economico....e il loro punto di vista è lecito......ma chi va ad assistere a una di queste mostre....perchè alla fine sono un modo come un'altro per gli allevatori per promuovere i loro "prodotti" deve sapere cosa cerca.

ora...se io sono interessata ad un cavallo per le miei scorrazzate in campagna....non vado a spendere 12.000 euro...per un cavallo solo bello....con quei soldi ne salvo almeno 5 dal macello o dalle mani di un privato in crisi.

in sostanza vado a vedere queste "mostre" perchè alla fine lo sono...per il gusto di vedere bellissimi animali, ma finisce lì.

Link al commento
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...
 Share

×
×
  • Crea Nuovo...