Vai al contenuto

Lavoro


Recommended Posts

Che dire... ne parlo qui per la prima volta, con voi... perchè effettivamente mi 'vergogno' un pò a parlarne con i miei, il mio ragazzo, le mie amiche. Già perchè la considero una sconfitta.

Lavoravo come segretaria in una agenzia pubblicitaria da un anno ormai: il lavoro mi piaceva molto, l'ambiente... pure nonostante le cazzate e l'essere poco maturo del mio datore di lavoro ma avevo un bellissimo rapporto con i miei colleghi. Lavoravo 6 ore al giorno ma ne stavo fuori come se ne facessi 8 dato che la mia pausa pranzo era infinita (2 ore e mezzo) durante la quale non sapevo mai che fare e mi ritrovavo volente o dolente in ufficio. Inoltre facevo ben 70 km ogni giorno per il lavoro (35 andare e 35 a tornare) e tra gasolio e pranzo dovevo togliere dal mio stipendio circa 250 euro al mese. Ultimamente c'era una crisi lavorativa, si parlava addirittura di fallimento... io temevo di perdere improvvisamente posto di lavoro e le tensioni nate col mio datore di lavoro mi hanno portata a cercare un' altra occupazione.

Proprio in quel periodo mi contatta una nota cooperativa di supermercati per una proposta di lavoro per il supermercato di nuova apertura nel mio paese.

Non potevo crederci. Avevo fatta domanda nel 2005 e non mi pareva vero che tra tanti avessero scelto proprio me... insomma... cassiera e addetta ai generi vari, 20 ore settimanali circa 500 euro di stipendio... poco - mi dico - ma a conti fatti è lo stesso stipendio che prendevo prima senza considerare rischio della strada e usura della macchina. La perplessità mi sorge quando mi dicono che il contratto è a tempo determinato ma si affrettano ad aggiungere che è finalizzato all'assunzione a tempo indeterminato.

Accetto la proposta e dò le dimissioni. A fine aprile lascio il mio ufficio con la prospettiva di un nuovo appagante lavoro.

Inizialmente tutto bellissimo... corsi di formazione, tirocinii in altre sedi... poi si avvicina l'inaugurazione del nostro punto vendita e per l'allestimento ore e ore di straordinari ma mi dicevo che ne sarebbe valsa la pena... se c'è una cosa che mi piace è farmi vedere volenterosa.

Apre il negozio e dopo la prima settimana l'idillio svanisce: i 'capi' non sono soddisfatti delle vendite e si comincia a parlare di riduzione del personale già allo scadere dei 45 gg di prova (il 20 giugno).

Non sto bene lì.

Non sto bene perchè non mi sento apprezzata lavorativamente parlando; non ho esperienza nel settore (lo sapevano) e malgrado ciò, dopo 10 gg effettivo di lavoro, pretendono già che riesca a rifornire 70 colli di merce in un'ora.

Stanno sempre lì col fiato sul collo a ripetermi che quello non va bene, che quell'altro non va bene, che bisogna avere occhio, che ci metto tanto a chiudere il cassetto a fine turno (grossa responsabilità) etc etc... io al contempo credo di impegnarmi tantissimo e di dare tutta me stessa. Peccato che loro vogliano tutto e subito, denigrando così la mia buona volontà. Quello che mi dà fastidio è che continuano a ripetere che solo chi se lo merita avrà il posto e che i 45 gg scadono presto.

Ora... io non sputo nel piatto in cui mangio...ma veramente ho il magone a pensare di andare al lavoro e sentirmi ogni volta dire quelle cose, ogni 2 minuti. E' la prima volta che la gente mette in discussione il mio operato, la prima in 7 anni che lavoro.

Non credo che lascerò io il posto, sarebbe una grossa sconfitta personale... per canto mio invece quasi spererei che lo facessero loro... scusate il discorso da 'bambina piccola' ma mi toglierei un grosso fardello.

Mi manca il mio vecchio lavoro, avere una postazione mia, la mia organizzazione e i miei tempi... mi manca fare la segretaria, organizzare, risolvere problemi. Solo adesso mi rendo conto che ho sbagliato... nonostante le tensioni, nonostante la distanza... per lo meno lì, in quell'ufficio mi sentivo STIMATA e GRATIFICATA.

Link al commento
Condividi su altri siti

  • Risposte 60
  • Created
  • Ultima Risposta

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Capisco come ti senti. Stringi i denti e vai avanti. A volte è una tattica per scoraggiare le persone meno motivate. Nel frattempo guardati intorno, vedrai che uscirà qualcosa di meglio. E nel frattempo pensa che è soltanto un lavoro. La tua vita è fuori di lì, con Milo e Chanel, il tuo ragazzo e la tua famiglia. Il lavoro è un mezzo per mantenere i cani, avere qualche hobby, aiutare in casa... sono sicura che di gratificazioni ne avrai tantissime in altri campi!

:bigemo_harabe_net-146:

Link al commento
Condividi su altri siti

Capisco come ti senti. Stringi i denti e vai avanti. A volte è una tattica per scoraggiare le persone meno motivate. Nel frattempo guardati intorno, vedrai che uscirà qualcosa di meglio. E nel frattempo pensa che è soltanto un lavoro. La tua vita è fuori di lì, con Milo e Chanel, il tuo ragazzo e la tua famiglia. Il lavoro è un mezzo per mantenere i cani, avere qualche hobby, aiutare in casa... sono sicura che di gratificazioni ne avrai tantissime in altri campi!

:bigemo_harabe_net-146:

Cara Antonella che dire... che abbia altre soddisfazioni nella vita quello è vero... a partire dalla mia vita cinofila fino a quella strettamente personale.

Penso che è solo un lavoro, o almeno mi sforzo di farlo...

GRAZIE...

Link al commento
Condividi su altri siti

Capisco anch'io come ti senti. E' chiaro che ti senti delusa, nel lavoro di prima infatti avevi una mansione che ti gratificava e adesso non è più così. Quoto quanto ti ha detto zarina. Guardati in giro e vedrai che con il tempo troverai qualcosa di più gratificante. Cerca, però, di non vedere questa esperienza lavorativa come qualcosa di negativo, io sono convinta che da qualsiasi esperienza si impara qualcosa. Nel frattempo cerca gratificazioni al di fuori del lavoro.

Link al commento
Condividi su altri siti

Non sapete quanto abbia bisogno di parole come le vostre... grazie Martina, grazie anche a te!

Link al commento
Condividi su altri siti

sai noemi....anch io ti capisco bene!pensa che sono 24 anni che faccio un lavoro che NON mi gratifica ,NON mi appassiona........NON mi interessa nemmeno!come si fa a sopportarlo?pensando prima di tutto che sei tu che hai un lavoro e non un lavoro che ha te.........che purtroppo i fortunati che riescono a vivere facendo un attività che amano sono davvero pochi e quindi sei in buona compagnia.........e come ti hanno detto le altre stringendo i denti e andando avanti un giorno alla volta..............ricorda sempre che la tua vita VERA è quella che hai FUORI dal lavoro,sono i tuoi cani,le tue amicizie,,le persone che ami,il lavoro serve per "campare" e essere indipendente economicamente,ben difficilmente per realizzarsi come persona

questo naturalmente non ti deve far pensare che io stia consigliandoti di rassegnarti e "abbozzare"...se in questo posto non ti trovi bene,fai benissimo a cercarne un altro,è importante come dicevi tu che le ore che tu passi al lavoro ,che ti piaccia o no,siano comunque fonte di gratificazione e di stima e non di continue critiche o velate minacce,tutto questo può essere deleterio a livello di stress psichico,quindi se posso darti un consiglio,cerca solo di non abbatterti e di indirizzare le tue forze verso la ricerca di qualcosa che ti possa far sentire piu serena e appagata.........non colpevolizzarti i motivi che ti hanno spinto a fare la scelta di cambiare erano validi e i presupposti non certo quelli che poi hai trovato

e poi sono d'accordo con martina...ogni esperienza ,anche la piu negativa insegna sempre qualcosa........non fosse altro che determinate situazioni o ambienti non vanno bene per te ,o anche imparare a rapportarti a situazioni difficili

per quanto puo' valere hai tutta la mia comprensione e la mia simpatia ......coraggio!sono sicura che ce la farai a uscire da questo periodo ,VUOI SCOMMETTERE CON LA TUA SUPERMOD? :bigemo_harabe_net-134:

Link al commento
Condividi su altri siti

24 anni cavolo Dona son tanti... come fai a resistere? Hai tutta la mia ammirazione.

Io non vorrei abbattermi ma mi fanno sentire una persona inadatta... danno per scontato che sappia cose delle quali non ne so nemmeno l'esistenza... e se sbaglio, cazziatone. Poi magari se provi a spiegarti ti bruciano subito rigirando il discorso come vogliono.

Insomma...sarà pur vero che il 10 del mese ti pagano lo stipendio ma il prezzo da pagare qual'è?

Sentirsi dire sempre ste cose?

Dona scommetto volentieri servisse a ridarmi un pò di serenità!

Ti adoro!

Link al commento
Condividi su altri siti

no no noemi....non c'e nulla da ammirare guarda :bigemo_harabe_net-134:

semplicemente io sono riuscita a "scindere" questo aspetto insoddisfacente della mia vita da tutto il resto...e a rendermi conto che ,anche se non mi piace affatto ,il mio lavoro mi garantisce una certa stabilità economica che mi consente di occuparmi della MIA VERA VITA (e cioe tutto il mio branco peloso) come voglio,mi permette di fare controlli frequenti dal veterinario,di farli mangiare mangimi adatti alle loro esigenze,ecc ecc.......è stata semplicemente una scelta di priorità........per me era piu importante potermi permettere queste cose,poter vivere da sola e non con i genitori (la liberta è un esigenza che io ho sempre sentito fortemente),rispetto a fare un lavoro che mi gratificasse a livello personale............ma questa E' LA MIA SCELTA del tutto opinabile e mi rendo conto alquanto non condivisibile................sono ben lungi dal consigliarla a chi come te ,vuole vivere il tempo dedicato al lavoro come una soddisfazione e non come una "rottura di scatole inevitabile"

cosa fare nel tuo caso?

cara vorrei tanto avere una buona risposta da darti,qualcosa che "ti illumini d'immenso" ,una sorta di trovata geniale............purtroppo non posso consigliarti altro che di "fare muro",contro di loro,cercando di spiegargli con calma (e so bene come non sia facile quando certe persone ci si mettono)che se vogliono ottenere qualcosa da te DEVONO SPIEGARTI COME SI FA visto che nessuno ha la scienza infusa..........cerca di non fare il loro gioco ,questo non è altro che il famoso mobbing di cui si parla tanto...........ti ci vorra tanta forza,ma devi cercare di essere piu "dura" di loro,anche se ti stressa,anche se ti demoralizza.....è quello che vogliono,ricordalo

e nel frattempo cerca altrove,datti da fare in altre direzioni.......ma non mollare tu per prima ,hai detto una cosa giustissima,tu NON DEVI DIMETTERTI........ma cercare di "salvarti la vita" si pero........ti abbraccio ,se hai piacere di parlarne in privato mandami pure un mp.....mi farebbe piacere

Link al commento
Condividi su altri siti

e nel frattempo cerca altrove,datti da fare in altre direzioni.......ma non mollare tu per prima ,hai detto una cosa giustissima,tu NON DEVI DIMETTERTI........ma cercare di "salvarti la vita" si pero........ti abbraccio ,se hai piacere di parlarne in privato mandami pure un mp.....mi farebbe piacere

Cercherò di tenere duro... (quello che mi fa rabbia è che si spacciano tanto difensori dei diritti del lavoratore...)

Link al commento
Condividi su altri siti

Jacky....purtroppo credo che più o meno tutte le persone che lavorano abbiano passato almeno una volta (se non di più) quello che stai vivendo tu ora.....è vero, la tua vita è fuori...ma è pur vero che lavorare anche poche ore in un ambiente così denigra e demolisce l'umore...poi va a carattere sicuramente.....oppure va per la necessità di non poter fare a meno di uno stipendio...e quando i "capi" sentono che qualcuno che bisogno in modo particolare di quello stipendio ne approfittano in modo ignobile!!!! certo non tutti i datori di lavoro sono così...anche io ho subito anni di lavoro per necessità...un anno mi ruppi una caviglia e la mia datrice di lavoro mi chiamò dicendo che o andavo a lavorare col gesso o mi avrebbero licenziata subito dopo....io in quel periodo vivevo con i miei e sapevo quanto contavano sul mio stipendio....così tutti i giorni per quasi due mesi facevo oltre un'ora di viaggio cambiando 3 mezzi col gesso al piede per non perdere il posto di lavoro......poi mi diedero un calcio nel sedere in un'altra occasione....un lavoro che mi è piaciuto invece tantissimo l'ho dovuto lasciare in modo forzato dopo quasi 10 anni per grandi problemi di salute di mia mamma.....sono passati 11 anni da allora..ma ancora l'altra notte ho sognato che ero lì a lavorare!! proprio perchè mi piaceva il lavoro, mi sentivo gratificata io come persona, mi sentivo utile....e per come sono fatta io, se posso scegliere, ho bisogno di sentirmi gratificata...altrimenti mi spengo proprio....la vivo davvero malissimo!!! i pianti che mi son fatta quando ho lavorato in ambienti tipo il tuo attuale lo so solo io....arrivavo a casa e piangevo...mi svegliavo al mattino sperando in un qualsiasi disastro mondiale che mi permettesse di non recarmi in quel luogo dove pesava ogni secondo!!!! l'ultimo lavoro che ho fatto è stato pesantissimo, faticosissimo (lavoravo in una serra) però io adoro i fiori, le piante...e non mi pesava nulla!!!! il 99% dei mie colleghi erano maschi e Dio com'è bello lavorare senza troppe donne in giro!!!! poi per gestioni di figli e orari ho dovuto lasciare, però sono satati due anni bellissimi che mi hanno insegnato tanto.

E' difficile davvero riuscire a cogliere solo le cose positive...però in questo momento è l'unica cosa che ti può permettere di andare avanti senza stare troppo male!!! ma nel frattempo non stare con le mani in mano e cerca qualcosa che ti possa fare stare più serena!!!

In ogni campo, in ogni esperienza, in ogni persona che si incontra, non sempre ci si trova davanti ad un qualcosa che ci appaga appieno.....però se in quella Coop tu hai anche solo l'1% di soddisfazioni, cerca di concentrarti solo su quelle per quanto ti è possibile!!!

un abbraccio :bigemo_harabe_net-146:

(scusa il monologo ma stasera parlo...parlo...parlo..... :bigemo_harabe_net-134: )

Link al commento
Condividi su altri siti

Cinzietta... :bigemo_harabe_net-102:

L'unico rammarico che ho è che nonostante i vari problemi ho lasciato un lavoro che mi piaceva e dal quale nessuno mi licenziava per quest'altro lavoro che si è rivelato assai deludente...

Io ho bisogno di lavorare, convivo, il prossimo anno mi sposo e ho da pagarmi una macchina e devo mantenermi una passione che ho: i miei cani e l'agility.

E poi guarda...concordo che sul lavoro...meno donne ci sono, meglio è. Io a parte con un paio di colleghe, con le altre mi sembra tutte che davanti tutto amore amorino... una volta che volti le spalle...le pugnalate.

Quello che non sopporto è quando in un posto di lavoro ci sono 'figli' e 'figliastri'...

Link al commento
Condividi su altri siti

Beh sai, se hai un datore di lavoro intelligente se tu vali lui te lo fa notare anche se ci sono figli, figliastri, nipotastri etc. etc. se hai a che fare con un cretino, figli o non figli, sempre cretino si dimostra!!!!

Allora tu pensa che (tuo malgrado) in questo momento non ti puoi permettere di perdere lo stipendio...so che non è il massimo lavorare solo per quello scopo, però attualmente è l'unica cosa che ti consente di portare a buon fine i tuoi "impegni".

Fra un "impegno" e l'altro concediti il lusso di guardarti intorno per cercare un lavoro che ti possa dare tutto ciò che cerchi...ma lascia questo solo se trovi quello che davvero vuoi!!!!

Link al commento
Condividi su altri siti

mi dispiace tanto per come ti senti..anche io non sto più bene dove sto, non ho più voglia di alzarmi la mattina per venire a lavorare e non riesco a concentrarmi...e continuo...perchè come si dice...ho il mutuo a fine mese...tu mettiti alla ricerca di qualcos'altro...sicuramente lo troverai e se ami il tuo lavoro, ti impegni e lo sai fare bene...lo troverai sicuramente.

ps= al massimo vai a fare un saluto ai tuoi vecchi colleghi, magari il tuo capo ti dice di tornare e tu gli dici che stai bene, che sei più vicina, che ti danno di più...magari ti offre uno stipendio più alto e un orario continuato :D

Link al commento
Condividi su altri siti

Mi intrometto ... mi pare che il consiglio di Faith sia sensato.

Tieni i contatti con il "vecchio" lavoro (senza implorare che te lo ridiano, però! :bigemo_harabe_net-134: )

e nel frattempo cerca, cerca e cerca ancora.

E se trovi un po' di tempo e di energie ... investi nella tua formazione continua.

Un curriculum "ricco" aiuta sempre!

In bocca al lupo!

:bigemo_harabe_net-146:

Link al commento
Condividi su altri siti

Come va?

:bigemo_harabe_net-146::bigemo_harabe_net-146::bigemo_harabe_net-146:

Ciao Cara... come va... come 2 settimane fa. Sono stufa di sentirmi insultare continuamente per delle c****te... ma cerco di stringere i denti nonostante tutto. Ieri sono stata a parlare con la titolare di un negozio di una nota marca di oggettistica per la casa... cercano una commessa, 40 ore la settimana, 4 anni di contratto. Sarebbe una manna dal cielo. Non riesco a campare con 500 euro al mese, ma finchè non trovo altro devo arrangiarmi.

Link al commento
Condividi su altri siti

Sono le 3 meno un quarto di notte... domattina lavoro ma non riesco a dormire... com'è diventato pesante affrontare la giornata lavorativa...

Intanto si fa largo in me l'idea di riiniziare a cercare qualcosa in ufficio, a tempo pieno... F*****o se dovrò rifare qualche km per andare al lavoro... ma io rivoglio un lavoro che mi piace e uno stipendio adeguato!

Provo ad andare a dormire... notte Amiche...

Link al commento
Condividi su altri siti

ciao noemi........

ti capisco cara ma cerca di non perderci il sonno,non mi piace affatto questa cosa....hai bisogno di tutte le tue energie per affrontare questo particolare periodo della tua vita e se non riposi .......... :bigemo_harabe_net-102: mi permetto di suggerirti di andare in erboristeria almeno e farti dare qualcosa di naturale che possa aiutarti un po'...........dai vedi che qualche spiraglino si apre?pensa positivo.....ma soprattutto DORMI la notte!!! :bigemo_harabe_net-146::bigemo_harabe_net-146:

Link al commento
Condividi su altri siti

Noemi.. dai vivila serena è solo un lavoro, i lavori si possono cambiare, se non ti senti a tuo agio comincia a guardarti intorno se trovi di meglio e se trovi ti licenzi.. NOn viverla con angoscia pensa che nessuno ti obbliga a rimanere lì che è il tuo lavoro, che come dice zarina a volte è una tattica per scoraggiare il personale essere un po bruschi ma non lasciarci la salute non ne vale la pena. è SOLO UN LAVORO.. e ce ne sono tanti altri se questo non ti gratifica..

non viverla come unica soluzione, come se fossi in obbligo rimanre lì, devi rimanere per tua scelta, e se hai necessità di un lavoro e non puoi stare a casa in ricerca di altri lavori allora prendi coscienza che è un lavoro provvisorio, nel frattempo puoi guardarti ing iro e fare colloqui da altre parti..

Dai :) su con la vita, tu lo sai che vali, ed anche tanto non ti farai abbattere dalle parole di persone che non conosci e che non han altro da fare che parlare parlare e parlare?.. quando dicono cose che ti pesano fia un sospiro, sorridi perchè tanto sai che son parole inutili e che se la cosa ti pesa troppo PUOI andartene anche se son sicura che non ce ne sarà bisogno perchè scaduti i giorni ti assumeranno e la vivrai meglio e se così non fosse non hai le catene in quel posto ;) ..

Forza un abbraccio!

Link al commento
Condividi su altri siti

Ragazze domani mattina ho un colloquio alle 10!!!!!!!!

Incrociatevi per meeeeeeeee!!! :bigemo_harabe_net-146:

Link al commento
Condividi su altri siti

In bocca al lupo!!

Facci sapere, mi raccomando!!

Senz'altro!!!!!

Link al commento
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...
 Share


×
×
  • Crea Nuovo...