Vai al contenuto

La Gamba


sir hiss
 Share

Recommended Posts

Buongiorno a tutti,

a cosa serve la gamba a cavallo? A portare i panaloni alla moda? A vestire stivali in pelle di elefante ? O poter lavorare con il cavallo?

Come si lavora con la gamba?

Putroppo sembra che l'utilizzo della gamba sia moda che svanisca.... Eppure è così importante!

Ma è possibile che molti siano convinti che la gamba serva solo per far "accellerare" il cavallo??

Quindi se ho un cavallo in avanti particolarmente attento alla voce la gamba non la uso proprio più?

Come si prepara un alt? Come si riunisce il cavallo? Come si fa una flessione? Come si fanno esercizi di vario genere (dalla ginnastica al "passo allegro" o al salto etc...)

Ma come si fa a montare a cavallo se si usa la gamba solo per salire e poi diventa un accessorio ingombrante????

Sir Hiss

Link al commento
Condividi su altri siti

Ottimo spunto, come sempre Sir! ;o)

La gamba, insieme alla mano e all'assetto, fa parte degli aiuti principali dell'equitazione. Equitazione che è (dovrebbe essere) leggerezza.

Ma cos'è la leggerezza? Si ha leggerezza quando ad ogni minima richiesta del cavaliere, la risposta del cavallo è massimizzata.

Altro principio basilare dell'equitazione, regalatoci da Baucher, è racchiuso nella formula "mano senza gambe, gambe senza mano".

Tenendo ben presente questa premessa, si può dire che le gambe possono creare impulso. Ma l'impulso risulta da un accrescimento di attività da parte del cavallo, richiesto dal cavaliere con un aiuto (la gamba) che con il tempo dovrà man mano diminuire.

Di conseguenza, per ottenere un "passo allegro", come si diceva in un altro topic, non è corretto mantenere una costante attività delle gambe del cavaliere, poiché questo non rispecchia i principi di leggerezza e di impulso crescente.

Un volta che c'è la richiesta con la gamba, il cavallo deve aumentare l'attività e arrivati al risultato voluto la gamba cessa di agire, mentre l'impulso deve rimanere invariato. Se questo impulso viene a mancare alla richiesta della gamba, o se dopo la discesa della gamba l'attività diminuisce, si utilizzano gli aiuti complementari (in questo caso la frusta, magari accompagnata da un aiuto vocale).

In questo modo si mantiene la leggerezza degli aiuti.

Qui ho parlato di impulso, ma la gamba naturalmente verrà anche utilizzata nei piazzamenti laterali, per spostare le anche del cavallo, per eseguire spalla in dentro ed appoggiate, ecc.

Link al commento
Condividi su altri siti

Condivido quello che dice la nostra guru.

Sicuramente la gamba ha un effetto diverso sul cavallo durante le varie fasi del lavoro.

Molto probabilmente il cavallo sarà più reattivo dopo qualche minuto che lavora, quando incomincia a portare sotto il posteriore, quindi a riunirsi.

Una volta raggiunta la riunione il cavallo sarà più recettivo nei nostri confronti e quindi si utilizzeremo la gamba ma in modo completamente diverso rispetto a quando il cavallo era “freddo”

Sono a favore a utilizzare altri aiuti, come frusta e voce a patto che soprattutto la prima venga accetta dal cavalluccio.

Link al commento
Condividi su altri siti

guru?! azz, che parolone.. %[]%

E nelle curve e negli spostamenti come si usa corettamente? Si stringe? si appoggia? si danno impulsi "elettrici"?

Quoto gli impulsi elettrici... ho gli speroni con le pile :bigemo_harabe_net-163:

Sir Hiss!

Link al commento
Condividi su altri siti

guru?! azz, che parolone.. %[]%

E nelle curve e negli spostamenti come si usa corettamente? Si stringe? si appoggia? si danno impulsi "elettrici"?

Ciao LadyD

per quanto mi riguarda, l'azione della gamba parte dall'anca. Cioè dipende che genere di spostamento devo fare. Per esempio in una volta ampia al passo il mio movimento sarà "più debole" rispetto ad una girata stretta al galoppo.

Quando spiego ai miei discepoli come funziona, gli dico sempre che la gamba va usata tutta e con pressione e che ogni cavallo reagirà in maniera diversa alla nostra azione (all'inizio ci si limita al tallone ma con un buon assetto si deve usare tutta la gamba)

Purtroppo quando si è alle prime armi è molto difficile riuscire ad applicare la gamba correttamente, solo col tempo e sudando qualche camicia questo movimento viene naturale.

Non è possibile spiegare nero su bianco quale è l'azione giusta e quando farla, perchè si tratta di pochi secondi in cui ci sono molte variabili.

Certo è che con il tempo le azioni che fa la gamba si affinano e non si riflette nemmeno più se la gamba esterna è abbastanza arretrata per partire al galoppo. Lo si fa è basta.

Sicuramente per usare la gamba spesso il movimento parte dall' anca soprattutto se voglio spostare il cavallo lateralmente. Mentre in una girata stretta, la mi gamba interna è il perno per la girata e quella esterna è la "rotaia" che fa scorrere il cavallo...

Sir Hiss

Link al commento
Condividi su altri siti

Cerchiamo di vedere un attimo le differenze..

Per esempio... quali sono gli aiuti che utilizzate per fare un bel circolo? In particolare, qual'è esattamente l'uso della gamba (se c'è) in questo caso?

Link al commento
Condividi su altri siti

ciao a tutti...

la gamba come avete detto voi ha una funzione importantissima e molto spesso viene sottovalutata.

è necessaria per tutto, sia per riunire il cavallo sia per dargli la direzione e tutte le altre cose che avete detto ( le altre cose non le considero minori di importanza ASSOLUTAMENTE :D ma semplicemente sono troppe per essere elencate ).

nei circoli e nelle volte la gamba è l elemento piu importante: la mano da sola non serve a niente. con la pressione della gamba interna si fa in modo che il cavallo non chiuda la figura che stiamo facendo e quella esterna la utilizziamo come parete in modo che il cavallo non scarrocci all esterno. e ciò avviene in tutte le girate .

baci moonlight

Link al commento
Condividi su altri siti

ciao a tutti...

la gamba come avete detto voi ha una funzione importantissima e molto spesso viene sottovalutata.

è necessaria per tutto, sia per riunire il cavallo sia per dargli la direzione e tutte le altre cose che avete detto ( le altre cose non le considero minori di importanza ASSOLUTAMENTE :D ma semplicemente sono troppe per essere elencate ).

La riunione.. lasciamola un attimino da parte, è diversi gradini più in su.. concentriamoci invece su una cosa (apparentemente?) semplice, che si dovrebbe imparare abbastanza presto, in modo che tutti possano intervenire nella discussione: la curva.

Tu dici:

nei circoli e nelle volte la gamba è l elemento piu importante: la mano da sola non serve a niente. con la pressione della gamba interna si fa in modo che il cavallo non chiuda la figura che stiamo facendo e quella esterna la utilizziamo come parete in modo che il cavallo non scarrocci all esterno. e ciò avviene in tutte le girate .

Sono tutti d'accordo con questa affermazione?

In pratica tu utilizzi le gambe come "binari" in modo che il cavallo mantenga la giusta traiettoria.. Ho sintetizzato correttamente?

Ma.. come le utilizzi queste gambe? Alla cinghia, più in avanti, più indietro, dai degli impulsi, è solo appoggiata, è una pressione continua...? E se il cavallo è nella "giusta traiettoria", le gambe agiscono lo stesso? E l'assetto come lo utilizzi?

Spiega spiega... ;o)

Link al commento
Condividi su altri siti

ciao... è qualcosa che ormai mi viene istintivo e che quindi da spiegare a parole non è poi cosi semplice...

allora Lady D hai sintetizzato correttamente...

la gamba interna rimane all altezza del sottopancia, quella esterna arretra un po di pressione per indicare al cavallo che deve fare e poi la gamba rimane là sempre vicina , come dici te, soltanto appoggiata, e se ce ne è bisogno un po di pressione per risistemare la traiettoria.

ed il centro di gravita del cavaliere è spostato leggermente verso l interno. o almeno mi sembra che faccio questo :D...

baci M.

Link al commento
Condividi su altri siti

Altro che avvocato del diavolo :P... mi sa che sei il diavolo fatto persona :D

comunque la gamba esterna non è inutile,è essenziale ( almeno credo, con tutte queste domande mi hai fuso il cervello :D)...

la gamba esterna serve eccome perche ,come gia ho detto, funziona da parete esterna.

l interna sta li e e permette che il circolo/volta non si stringa e l esterna permette che il cavallo non "scarrocci" all esterno...come dici te uso le gambe come binari...

adesso però levami una curiosità... i diavoli ( o gli avvocati dei diavoli ) come fanno le volte??:)

baci M.

Link al commento
Condividi su altri siti

Non ho capito bene se dalla tua spiegazione un effetto delle gambe c'è sempre, anche se il cavallo fa bene il circolo (non "SCARROZZA")

Comunque, se... l'avvocato del diavolo ti dicesse che per i circoli secondo l'equitazione classica non solo le gambe NON sono essenziali... ma diventano inutili (a meno che non ci sia una "sbandata del posteriore"), cosa risponderesti? :P

Link al commento
Condividi su altri siti

oooops.... allora è meglio che non parlo piu... e che mi faccio 1 po di cultura prima di montare se no mi do ad 1 altro sport :bigemo_harabe_net-102: ...

tutti i miei allenatori mi hanno sempre insegnato cosi... oddio mi dovro leggere molte mooolte altre cose sulla monta classica prima di rimontare!!!mi ero informata ma non sapevo che la gamba è inutile anzi...

comunque no le gambe non le uso sempre solo se è necessario...

vabbè vado alla ricerca di informazioni e poi ti faccio sapere...

caro avvocato allora mi dovrò trovare ache un nuovo allenatore poichè questo mi ha sempre spiegato cosi??

AIUTO!!!! HO BISOGNO DI TUTTE LE INFORMAZIONI POSSIBILI !!! SE NO CON CHE FACCIA MONTO A CAVALLO?? faccio le c4 di completo e non so fare 1 circolo?? o cavolo!!!

baci M.

Link al commento
Condividi su altri siti

Esagerata.. :D

Sei in buona compagnia, perché ormai da anni in quasi tutte le scuderia si insegna così: gamba interna alla cinghia che fa perno e arrotonda il cavallo, e gamba esterna indietro, per controllare le anche.

In monta classica è un po' diverso: le gambe non agiscono, a meno che il cavallo "derapi" con le anche. E anche in questo caso, agiscono alla cinghia.

Sono le mani e il peso (l'assetto) che determinano la curva.

Link al commento
Condividi su altri siti

Aspetta, aspetta, aspetta, perchè io ho scoperto da pochissimo la monta classica e devo ancora imparare mille cose!

Senza l'aiuto delle gambe, anche minimo, come fai a far "arrotondare" il cavallo sulla linea immaginaria del circolo/volta? Perchè la mano agisce sul treno anteriore, ma il treno posteriore a quale aiuto risponde per flettersi (naturalmente non a 90° con relativa rottura della colonna vertebrale!)? Spero di essermi spiegata, ho una tale confusione in testa!

Link al commento
Condividi su altri siti

Ho pochissssssimo tempo ora, vi rispondo in due righe.

In realtà la schiena del cavallo NON si flette, anatomicamente non è possibile per il cavallo fare quello che c'è scritto su molti manuali, dove si vede il cavallo che segue con la schiena la circonferenza del circolo che sta facendo.

Di conseguenza l'atto di "far arrotondare" il cavallo attorno ad una gamba non ha senso..

Per il resto rispondo in serata, perché devo scappare.

Buon pomeriggio

Link al commento
Condividi su altri siti

Esagerata.. :D

Sei in buona compagnia, perché ormai da anni in quasi tutte le scuderia si insegna così: gamba interna alla cinghia che fa perno e arrotonda il cavallo, e gamba esterna indietro, per controllare le anche.

In monta classica è un po' diverso: le gambe non agiscono, a meno che il cavallo "derapi" con le anche. E anche in questo caso, agiscono alla cinghia.

Sono le mani e il peso (l'assetto) che determinano la curva.

Wow, sto pezzo me lo sono perso!!

Buonasera

Personalmente dipende dal diametro del circolo. Se devo fare un grande circolo ampio uso la solo la mano, se mi perdo il posteriore uso la gamba esterna. Se devo fare un circolo più stretto uso anche la gamba interna. Non dimentichiamoci che per la direzione è fondamentale anche dove stiamo guardando!

Il peso è sempre nella staffa esterna, soprattutto se il circlo è stretto.

Sir Hiss

Link al commento
Condividi su altri siti

quindi.. se il circolo è ampio tu agisci solo con la mano mentre se è stretto metti anche la gamba? Usi in pratica degli aiuti differenti per fare la stessa cosa (suppur come ampiezza diverse, sempre di circolo si tratta)...?

No, io utilizzo sempre e solo la mano senza la gamba. Ovvio che peso e assetto sono di primaria importanza per determinare l'ampiezza (la direzione). E il peso è all'interno.

... facciamo a braccio di ferro? :D

Link al commento
Condividi su altri siti

considera di dover fare una girata stretta su un terrenno scivoloso il peso deve essere all'esterno

Trovo che il peso all'interno sia un confort per il cavaliere ma un hanicap per il cavallo che deve bilanciare tutto.

Sir Hiss

Link al commento
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...
 Share

×
×
  • Crea Nuovo...