Vai al contenuto

Lione 2008!


MyLady
 Share

Recommended Posts

Un po' in ritardo ma finalmente ho aperto il topic dedicato a questa magnifica opportunità che mi si è presentata.

Cominciamo subito con il descrivere gli ultimi allenamenti:

Venerdì 11: selezioni per gli europei con Cavè: in poche parole... un successone!! A parte il tempo (abbiamo montato per tre ore sotto una pioggia ininterrotta e nella palude in cui si era trasformato il campo), tutto il resto è andato per il meglio, la pony era carica, io ancora più di lei, e i giochi che ci ha fatto fare Cavè erano abbastanza semplici.

Fin dall'inizio si è levato un coro dal "pubblico" dei genitori che si meravigliavano per la mia improvvisa agilità, e il mio stesso istruttore ha chiesto a mia mamma se mi ero dopata prima di venire in maneggio!

E così dopo questa mia performance miracolosa, mi toccherà aspettare fino a giugno per sapere se ho qualche speranza di fare almeno una riserva... ma non ci spero molto perchè comunque Cavè non mi conosce poi così tanto, ma non importa, perchè sono pur sempre soddisfatta di come ho montato.

Domenica 13: altro allenamento bellissimo, finalmente con tutta la squadra al completo, dove abbiamo steso una bozza degli ordini di partenza.

Abbiamo provato un bel po' di giochi quasi tutti perfetti, e verso la fine 5 palline, pietre e pneumatici... inutile dire che dopo tutte quelle salite al galoppo il mio ginocchio ha deciso di scioperare, e così mi sono dovuta fermare mezzoretta prima che finisse l'allenamento del resto della squadra...

Domani di nuovo allenamento... per la precisione l'ultimo.

Vedremo come reagisce il ginocchio... la mia preoccupazione è che a Lione non regga dopo i primi 24 giochi del primo giorno... meno male che siamo in 5 in squadra, e male che vada posso star giù in quelli dove bisogna salire, ma comunque speriamo in bene!

Per il resto anche a casa mi "alleno" leggendo e rileggendo il regolamento per non farmi sfuggire niente... ci manca solo che me lo sogni di notte! :bigemo_harabe_net-163:

Domani altri aggionamenti

Baci a tutti

Link al commento
Condividi su altri siti

Brava Mylady!

Fai bene anche a rileggerti i regolamenti perchè sono importanti.

Dacci il conto alla rovescia.

Per la questione dell'allenatore Cavè, non ti preoccupare è il passo successivo, prima pensa alla Francia, poi il resto arriva.

Link al commento
Condividi su altri siti

Mercoledì ultimo allenamento! é andato tutto benissimo, abbiamo lavorato molto sulle girate e gli alt in modo da avere i pony ai comandi. Il mio istruttore mi ha vietato assolutamente di fare salite al galoppo per non peggiorare la situazione del mio ginocchio che deve arrivare a Lione il più intatto possibile!

Mentre chiacchieravo con quelle della mia squadra ho scoperto che venerdì sera c'è una specie di festa di accoglienza... chiamano tutte le squadre, una per una su un palco che c'è nella sala e... ti costringono con la forza a cantare l'inno nazionale e poi a presentarti a tutto il mare di gente che c'è!! Oddio... spero con tutto il cuore che non ci sia tempo per farlo!

Oggi sono di nuovo andata in maneggio e ho mosso un po' la pony nel coperto... era indemoniata! galoppava solo, sbuffando come un treno a vapore, faceva delle partenze a molla con mini impennata che non aveva mai fatto, e dopo poco ho abbandonato il tentativo di concludere qualcosa! Rimessa in box tutta bella pulita, sono passata ad ingrassare selle e testiere della mia pony più altri due che non avevano potuto impazzendo per trovare il sottopancia o il sottocoda adatto che naturalmente non era assieme alla sella... un incubo. Poi sono partita alla ricerca di una capezza che misteriosamente scompaiono sempre, e alla fine sono riuscita a trovare una capezza e una lunghina abbastanza decenti ma che non centrano niente una con l'altra (la capezza è marroncina e la lunghina verde...).

Domani finalmente si parte; come al solito uscirò da scuola all'una quindi dovrò fiondarmi a casa a mangiare un boccone perchè poi alle due partiamo!

Vi racconterò tutto una volta tornata a casa... ma voi tenete le dita incrociate per me, che ne ho un gran bisogno!!

Ciao a tutti!

Link al commento
Condividi su altri siti

Non c'è nulla di più bello di andare all'apertura e cantare a squarciagola il proprio inno!. E' li che comincia tutto, è li che stai dicendo a tutti "siamo qua!" tremate!

Coltello tra i denti e intimorisci il nemico!.

Impara l'inno di Mameli se non lo sai, perchè è altrettanto importante del regolamento.

Se ti capita di cantarlo in premiazione come la mettiamo?

A me è capitato di andare alle cerimonie di apertura e di cantarlo in premiazione e ti assicuro che non c'è nulla di meglio.

Vai li e cantaglielo , la vergogna tienila per quando farai una brutta figura con il professore di matematica!

Facci sognare MYLady!!!!!!!!

Link al commento
Condividi su altri siti

Scusate ma non ho ancora avuto un momento libero per raccontare tutto... ma ora parto col romanzo!

Sono tornata domenica sera alle 10 a casa, e per tutte le 4 ore di macchina ho continuato a supplicare mia mamma di riportarmi indietro... ma partiamo dall'inizio:

Venerdì:

Arriviamo verso le 6, ci cambiamo per la presentazione delle squadre e andiamo dove si sarebbero tenute le gare (la palestra di un college con un campo in erba). Un tizio attacca a parlare in francese per circa un ora, presentando tutti i componenti del Comitato Organizzatore che a loro volta si dilungano in discorsi interminabili, tutto questo mentre il nostro istruttore gattonava di sedia in sedia per distribuirci i buoni pasto!

Finalmente è il momento di presentare le squadre, ed ecco sfilare una marea di bambini e bambine, ragazzi e ragazze sul palco tra uno scrosciare di applausi e grida. Alla fine niente inno, sennò si finiva a notte fonda! Finite le presentazioni, come per magia, tutti i panini del rinfresco spariscono e quando riusciamo a raggiungere (con molta fatica) il tavolo, ci rimangono solo le briciole... e così ci infiliamo nel primo McDonald che troviamo sulla strada senza avere la forza di ribellarci alle schifezze che ti propinano...

E così finisce il primo giorno, torniamo al bed&brekfast e ci addormentiamo subito.

Sabato:

sveglia alle 6 e mezza, e stranamente non mi lamento dell'alzataccia! Mezz'oretta buona di colazione (adoro le colazioni francesi consumate negli accoglienti salotti dei bed&breakfast!) e poi pronti per la gara! si cominciava alle otto e mezza, con la prima batteria degli open dove giocava la squadra delle "Mascalzone piemontesi", ma non sto a dilungarmi. Poi c’erano i piccoli, troppo belli, li guardavi mentre sfilavano prima dell’inizio della gara e li vedevi tutti lì, piccoli, teneri, su degli shetland minuscoli e pelosi... poi li vedevi in gara e ti rimangiavi tutto! Erano incredibili, galoppavano come matti, salivano perfettamente anche col pony lanciato al galoppo e avevano una tecnica impeccabile... davvero, non c’è paragone tra loro e i nostri piccoletti italiani!

E finalmente la nostra categoria: con orrore scopriamo che non ci sono più compertine e così ci tocca fare il campo prova con quelle della squadra degli open che sono diverse. Stranamente non sentivo per niente la tensione, quasi mi sembrava di fare un allenamento come un altro! Appena finita la categoria dei piccoli cambiamo le copertine ed entriamo in campo gara, ci presentiamo, ci mettiamo nella nostra corsia, e di nuovo mi stupisco di come fossi calma. I giochi cominciano: basket, 3 gambe, 5 bandiere, corda, calzini, 3 tazze, piramidi, slalom, a piedi a cavallo e palloncini... io gioco abbastanza bene, un po’ lenta ma con pochi errori; le altre invece fanno un po’ di casini, e da subito finiamo in fondo alla classifica, ma ci stavamo divertendo troppo, e abbiamo finito col fregarcene della classifica e pensare solo a divertirci! Dopo di noi c’erano le altre due batterie degli open, e allora via con grida di incitamento per la squadra dei più “grandi”, che è riuscita e tenere testa alle altre squadre.

Dopo la pausa pranzo si riprende con la seconda manche con lo stesso ordine. Dopo il cambio di copertine rientriamo in campo e cominciamo coi giochi: pietre, spade, 2 bandiere, torre, bottiglie, postino, 2 tazze, pneumatici, cartoni e 4 bandiere. Tequila, la mia pony, dopo la prima manche si era svegliata e ogni volta che doveva partire per prima si esibiva in un piccolo rodeo con salti di mezzo metro... ma meno male sono sempre riuscita a non cadere! A fine gara eravamo penultimi e così ancora più felici per aver guadagnato un posto nella classifica, ci godiamo le altre batterie.

La sera c’era la cena nel maneggio e finito di mangiare ci siamo lanciati a conversare con dei ragazzini francesi troppo simpatici, scoprendo un enfant prodige, un bimbetto di 9 anni che l’anno prima aveva vinto gli europei di pony games... no comment...!

Domenica:

La tristezza per la partenza si fa sentire già dal mattino, quando dobbiamo caricare le valige in macchina, ma appena arriviamo in maneggio il morale sale di nuovo alle stelle.

Le gare si svolgono sempre con lo stesso ordine. Al mattino noi abbiamo i soliti 10 giochi: basket, spade, torre, cassetta degli attrezzi, 2 bandiere, bottiglie, 3 gambe, piramidi, palla e cono internazionale e slalom. Parte della tensione che non si era fatta sentire il giorno prima, arriva adesso, portando con se un po’ più di errori, ma anche una carica maggiore e così mi decido a lasciar galoppare un po’ di più Tequila, che non aspettava altro!

Il pomeriggio c’erano le finali (intese come gara finale, e non tra i migliori), e i giochi da 10 diventano 12: palloncini, 2 tazze, pneumatici, palla e cono internazionale, cartoni, rifiuti, 5 bandiere, 5 tazze, calzini bottiglie, a piedi a cavallo e 4 bandiere. Finalmente riusciamo a prendere il ritmo di gara, e da settimi che eravamo, scaliamo la classifica fino al 4 posto, guadagnandoci a fine gara i complimenti della giuria. Finite le altre categorie, cominciamo con qualche problema a caricare i pony, ma il bello non era ancora arrivato! Infatti, quando sembrava ormai tutto pronto... il van decide di non partire, causa batteria a terra! Ma finalmente dopo molti tentativi riusciamo a farlo ripartire. Intanto c’erano le premiazioni e noi eravamo gli unici a piedi perchè tutti i pony italiani erano stipati nel camion in attesa che partisse. La squadra dei piccoli arriva quinta su sette, noi settimi... su sette e le due squadre open arrivano decime e settime su 15. Ancora sulle note della Marsigliese, usciamo dal campo ed esausti e un po’ tristi che sia già tutto finito, ma con la promessa di ritornare l’anno successivo!

E così questo è il resoconto a grandi linee di questa bellissima esperienza, ma prima di lasciarvi ci tengo a fare dei ringraziamenti:

Grazie prima di tutto a Tequila, che in questi due giorni si è trasformata in una macchina da guerra, ma perfettamente ai comandi, e non mi ha mai delusa ma al contrario mi ha regalato delle emozioni bellissime.

Grazie alla mia squadra, che non si è mai scoraggiata davanti a un ultimo posto in classifica.

Grazie ad Andrea, il mio istruttore che mi ha dato la possibilità di partecipare a questa fantastica gara.

Grazie a mia mamma che mi ha sponsorizzata e portata fino a Lione.

Grazie, infine, ai posizionatori dei giochi (tra cui c’era il papà di una mia compagna di squadra), che sono stati efficientissimi a montare le corsie, permettendo lo svolgersi delle gare di ben 10 batterie al giorno, nei tempi prestabiliti.

Un bacione a tutti (e scusate per il romanzo!)

Link al commento
Condividi su altri siti

Complimneti.

Complimeti per il resoconto , complimenti per lo spirito con cui hai partecipato, complimenti per essere così serena e così consapevole, complimenti per la voglia di divertirti e complimenti per l'amore che dedichi al tuo cavallo e al tuo sport.

Grazie, ci hai dato una bella lezione, continua così.

Riporto anch'io quello che hai scrito nei tuoi ringraziamenti.

Grazie prima di tutto a Tequila, che in questi due giorni si è trasformata in una macchina da guerra, ma perfettamente ai comandi, e non mi ha mai delusa ma al contrario mi ha regalato delle emozioni bellissime.

Grazie alla mia squadra, che non si è mai scoraggiata davanti a un ultimo posto in classifica.

Grazie ad Andrea, il mio istruttore che mi ha dato la possibilità di partecipare a questa fantastica gara.

Grazie a mia mamma che mi ha sponsorizzata e portata fino a Lione.

Grazie, infine, ai posizionatori dei giochi (tra cui c’era il papà di una mia compagna di squadra), che sono stati efficientissimi a montare le corsie, permettendo lo svolgersi delle gare di ben 10 batterie al giorno, nei tempi prestabiliti.

Brava MyLady.

Link al commento
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share

×
×
  • Crea Nuovo...