Vai al contenuto

I Segnali Calmanti


maligold
 Share

Recommended Posts

Recentemente un’etologa norvegese studia e formalizza i “segnali calmanti” come parte fondamentale del sistema di comunicazione del cane.

In etologia esistono studi e osservazioni effetuate sui lupi che trattano dei segnali di interruzione o di cutoff per interrompere, appunto, le aggressioni degli altri lupi. Gli studi in merito riferiscono però che nel cane tali segnali non siano parte dei sistemi comunicativi. La norvegese tuttavia sostiene e prova nei suoi studi che nel cane tali segnali esistano e che non servano ad interrompere un’ aggressione ma ad evitarla:

‹‹Il comportamento dei lupi è più incisivo, più intenso,più evidente, adeguato alla vita selvatica. Il cane che è addomesticato, usa manifestazioni più sottili, lettere molto piccole.››

I segnali calmanti descritti sono utilizzati dai cani per prevenire un evento sgradevole, una minaccia da parte dell’ uomo,la paura, un rumore e placare il nervosismo.

Tutto bellissimo quanti di noi sanno cosa sono e sanno come usarli a nostro favore?

E più che altro... come mai tutto questo non funziona a meraviglia e ho passato la mattina a sistemare un cane con ferite da morso.

Link al commento
Condividi su altri siti

  • Risposte 55
  • Created
  • Ultima Risposta

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Concordo. Io sono del parere che se ogni proprietario di cane imparasse a capire il comportamento canino, molti problemi nel rapporto cane uomo e cane coi suoi simili sarebbero evitalbili. Infatti conoscendo certi atteggiamenti del cane si potrebbero prevenire situazioni a volte pericolose.

Link al commento
Condividi su altri siti

Scusate mi fate la cortesia di scrivere quanti di voi non sanno neanche cosa siano tanto per rendermi conto.......no perchè in altre condizioni su un argomento come questo ci sarebbe da scrivere un anno.

Non c'è niente di male a dirlo e più che altro si impara qualcosa..sui nostri cani.

grazie

Link al commento
Condividi su altri siti

mi ci metto subito!

alcune volte riesco ad interpretare i segnali del mio cane, che per altro non e' per niente aggressiva, quindi sono solo segnali di gioco ed eccitazione, e di caccia ... ripeto, alcune volte... il movimento di un orecchio, lo sguardo o l'evitare il mio sguardo, la posizione della coda.

ma certamente ogni cane ha i propri metodi, come se ci fosse una lingua di base comune e poi ogni cane usa un po' il proprio "dialetto".... quindi diventa veramente difficile, specie quando si ha a che fare con molti cani che non si conoscono a fondo.

al canile spesso ci si trova in situazioni solo perche' si e' frainteso un 'segnale' e poi ci si ritrova a pentirsi delle conseguenze.

un segnale di tensione puo' creare fraintendimento ed essere interpretato come aggressivita', confondendo da parte dell'umano, l'elemento dominante e il sottomesso e poi succedono i casini....

ma per imparare tutto forse non basterebbe una vita intera!

Link al commento
Condividi su altri siti

In effetti pure io speravo di imparare di più da questa discussione!

Avendo un cane in casa "24ore su 24" da solo un anno sono ancora in fase di studio ^_^ e speravo che i veterani mi illuminassero con consigli e racconti sulle loro esperienze.

Un sito, che è già stato citato in altri post, mi aveva aiutato a capirci di più, prima dell'arrivo di Brina! ...e devo dire che, a distanza di un anno, riesco a prevedere molti dei suoi comportamenti sia nei miei confornti che al primo approccio con cani sconosciuti.

Forse perché è ancora cucciola ed esuberante ma l'ho vista solo due volte con la coda bassa, in mezzo alle gambe (guarda caso, quando è stata moriscata da un rott libero per il parco!) ...segno che è una bella peperina, vero?!

Metto un elenco dei segnali calmanti più comuni, si sa mai, che possa essere utile!

Leccarsi il naso

Dare la zampa

Scodinzolare

"Sorridere"

Scrollarsi

Inchinarsi per gioco

Spostare di lato la testa o lo sguardo

Mettersi di fianco o voltarsi

Inserirsi tra due individui

Immobilizzarsi, sedersi, sdraiarsi

Muoversi lentamente

Sbadigliare

Annusare

Urinare

Link al commento
Condividi su altri siti

Devo ammettere che il corso di obbedienza e tutt'ora l'agility mi stanno insegnando a capire molto la mente del cane e i cvari segnali....calma, paura, aggressività, etc... ma non posso dire di essere un'esperta...quindi...ogni delucidazione in merito è ben accetta!

Link al commento
Condividi su altri siti

Devo ammettere che il corso di obbedienza e tutt'ora l'agility mi stanno insegnando a capire molto la mente del cane e i cvari segnali....calma, paura, aggressività, etc... ma non posso dire di essere un'esperta...quindi...ogni delucidazione in merito è ben accetta!

ok...........

I Segnali calmanti sono:

Ø Girare la testa

Ø Guardare altrove

Ø Socchiudere gli occhi

Ø Voltarsi di lato e di spalle

Ø Leccarsi il naso

Ø Immobilizzarsi

Ø Camminare lentamente, usare movimenti lenti

Ø Posizione di gioco

Ø Sedersi

Ø Mettersi a terra-“sfinge”

Ø Sbadigliare

Ø Annusare

Ø Curvare

Ø Mettersi in mezzo

Ø Agitare la coda

Ø E altri ancora più difficili da cogliere e da inserire.

Questi funzionano si, come linguaggio da cane a cane ma possono essere utilizzati dai cani anche in altre situazioni quando si relazionano con l’uomo, capita spesso di chiedere al cane un seduto troppo deciso ed il cane prima di sedersi sbadiglia profondamente, o si da una leccata al naso....

Un altro concetto da fissare bene in testa per capire i segnali calmanti è che ne esistono molti che il cane attua con noi ma che non vengono capiti dai cani...o non sortiscono l'effetto desiderato perchè il cane ricevente non sa usare il linguaggio per prevenire una rissa o un morso.

Link al commento
Condividi su altri siti

Ogni volta che do più di un comando a Ray si mette a sbadigliare e non la finisce più!...

Ma quindi questi segnali indicano la tranquillità del cane nelle diverse situazioni?

ma tipo annusare è un atto che fanno tutti, esempio un cane maschio lupoide che vive qui vicino una volta ha annusato ray e appena si è accorto essere un maschio ha tirato su il pelo e immobile s'è messo a ringhiare e al primo movimento di Ray l'ha sottomoesso ringhiando e quasi mordendolo (non fosse che ray per fortuna era ancora un cucciolo)

Link al commento
Condividi su altri siti

Ogni volta che do più di un comando a Ray si mette a sbadigliare e non la finisce più!...

Ma quindi questi segnali indicano la tranquillità del cane nelle diverse situazioni?

ma tipo annusare è un atto che fanno tutti, esempio un cane maschio lupoide che vive qui vicino una volta ha annusato ray e appena si è accorto essere un maschio ha tirato su il pelo e immobile s'è messo a ringhiare e al primo movimento di Ray l'ha sottomoesso ringhiando e quasi mordendolo (non fosse che ray per fortuna era ancora un cucciolo)

Questi segnali vengono espressi dal cane per dirti calma ora lo faccio, oppure calma non ti faccio nulla ad un altro cane.

E non significa che il tuo cane sia calmo anzi esprime il suo disagio per una richiesta eccessiva.

Link al commento
Condividi su altri siti

questo mi fa venire in mente una cosa che mi frulla da parecchio.

Quando stiamo per uscire e cerco di mettere il collare ad Aki inizia a stiracchairsi come se si fosse appena svegliato...zampe davanti, zampe dietro, sbadiglia, poi mi gratta la mano con cui tengo il collare...1...2...3...volte, poi lo morde e poi se lo fa infilare. (in pratica 10 minuti solo per metterlo :bigemo_harabe_net-163: )

questi quindi sarebbero tutti segnali per dire? aspetta un attimo, adesso lo metto, quando ho voglia io, non ti arrabbiare?

Link al commento
Condividi su altri siti

questo mi fa venire in mente una cosa che mi frulla da parecchio.

Quando stiamo per uscire e cerco di mettere il collare ad Aki inizia a stiracchairsi come se si fosse appena svegliato...zampe davanti, zampe dietro, sbadiglia, poi mi gratta la mano con cui tengo il collare...1...2...3...volte, poi lo morde e poi se lo fa infilare. (in pratica 10 minuti solo per metterlo :bigemo_harabe_net-163: )

questi quindi sarebbero tutti segnali per dire? aspetta un attimo, adesso lo metto, quando ho voglia io, non ti arrabbiare?

Si potrebbe...... è un modo disorganizzato per cercare di comunicare con te...che magari continui a chiedere qualcosa che in quel momento il cane non riece a fare per il forte condizionamento delle sue emozioni, prima di uscire di casa...

Praticamente il cane è in uno stato emotivo (da lui non controllato perchè riflesso condizionato) che non gli consente di ubbidire .

Link al commento
Condividi su altri siti

identica cosa con ray appena gli infilo in guinzaglio tutto scodinzolante se non mi muovo si stiracchia e mi gratta la gamba...

ma quindi ho un cane stressato? nel senso se gli chiedo comandi sbadiglia, se usciamo si stiracchia, fuori con altir cani si muove a scatti come un robottino per giocare..

Lo sto stressando? a me sebrava di fare le cose fatte bene.. o forse non ho ben capito..

Quando si presentano questi segnali cosa dobbiamo fare noi? aspettare? essere più chiari nella richiesta di qualcosa?..

Link al commento
Condividi su altri siti

identica cosa con ray appena gli infilo in guinzaglio tutto scodinzolante se non mi muovo si stiracchia e mi gratta la gamba...

ma quindi ho un cane stressato? nel senso se gli chiedo comandi sbadiglia, se usciamo si stiracchia, fuori con altir cani si muove a scatti come un robottino per giocare..

Lo sto stressando? a me sebrava di fare le cose fatte bene.. o forse non ho ben capito..

Quando si presentano questi segnali cosa dobbiamo fare noi? aspettare? essere più chiari nella richiesta di qualcosa?..

un attimo.......dobbiamo distinguere i segnali calmanti....dai comportamenti appresi.

SE ti gratta la mano evidentemente sa, che prima o poi lo consideri e si esce..(rinforza il comportamento, ogni volta che ti gratta e tu lo consideri o gli dai quello che vuole)

Diverso è il segnale calmante che viene utilizzato o quando chiedi con troppa forza oppure quando non chiedi in modo comprensibile per il tuo cane! La frenesia di tutti i giorni porta noi tutti

a non leggere tutte queste cose (purtroppo) e molto spesso si da colpa al cane che non obbedisce e si punisce per questo, mentre invece semplicemente andiamo troppo di corsa per essere compresi!

Link al commento
Condividi su altri siti

ciao a tutti, anche noi stiamo facendo un corso di educazione con winston. il corso lo stiamo facendo noi insieme a lui, perchè è verissimo che dobbiamo imparare tantissime cose per relazionarci al meglio con il nostro cane. capire i gesti che fa e come li fa aiuta molto in effetti. leggendo i vs. discorsi cercherò di capire dai suoi movimenti quello che vorrà dirmi winston.

ieri lo abbiamo lasciato libero in un parco per la prima volta, con noi c'era l' istruttrice che ci diceva a stare tranquilli per incutere così tranquillità al cane. sì, ma che paura che se ne andasse!! invece winston è stato bravissimo ci seguiva e edell voltte ci precedeva ma con tanta tranquillità. ogni lezione impariamo cose nuove. winston le impara bene e subito...noi ci metiamo un pò di più!!

Link al commento
Condividi su altri siti

La signora citata da Maligold è Turid Rugaas una studiosa di comportamento canino da molti anni e osservando l'interazione tra cani ( gruppi misti di individui) ha elaborato alcune teorie molto interessanti sul modo con cui i cani comunicano tra loro e con noi, una di queste è appunto basata sui segnali di calma, che sono più o meno quelli già elencati da voi.

Alcuni di questi segnali hanno lo scopo di evitare a prescindere un eventuale scontro. Altri sono di sottomissione all'altro soggetto e servono a calmare "i bollenti spiriti" del dominante, altri ancora servono a sedare uno scontro sul nascere...insomma tutti hanno uno scopo preciso.

Conoscerli è sicuramente utile ad una persona che possiede un cane, perchè ciò serve sia ad imparare come comunica il nostro cane sia a capire come interagisce con i suoi simili.

Tutto questo è davvero utile, ma occorre precisare alcune cose. Intanto c'è una enorme variabilità di comunicazione da razza a razza ( e per quanto riguarda i meticci conta la razza che prevale nell'incrocio) e occorre anche considerare che in alcuni cani dove è stata amputata la coda o le orecchie è più difficile, sia per noi che per gli altri cani, interpretare lo stato d'animo dell'animale. E poi c'è una differenza sia nella qualità che nella velocità di comunicare.

Maligold chiedeva giustamente come mai questi segnali non servono ad evitare tutte le risse, bè oltre alla variabilità delle razze occorre anche tener presente che lo stretto contatto che i cani hanno con i loro proprietari spesso li porta a "dimenticare" le buone maniere canine o sono stati cresciuti così isolati dai loro simili da non aver appreso per nulla il modo di comunicare. A tutti voi sarà capitato di incontrare per strada cagnolini spesso di taglia piccola-media tirare come ossessi i propri padroni al guinzaglio e fiondarsi abbaiando contro il vostro cane ( magari dieci volte più grosso di lui), questo non è coraggio, ma spesso è paura ( e quindi ti mostro i muscoli per farti vedere che sono più forte di te!) oppure è totale mancanza di comunicazione. I cani piccoli sono spesso cresciuti isolati, magari portati sempre in braccio dal padrone e una volta adulti qualunque cane diventa un nemico. Quindi con questi cani i segnali di calma non hanno molto effetto.

Poi dobbiamo anche tenere conto del fattore guinzaglio. Due cani che si incontrano uno di fronte all'altro trattenuti dal guinzaglio sono in una situazione talmente innaturale che sono condizionati e anche qui i segnali non servono a nulla, anzi, spesso si passa all'attacco senza troppi complimenti.

A parte queste considerazioni, sapere che se sgridiamo il nostro cane e lui distoglie lo sguardo, sbadiglia, magari si siede pure vuol dire che ha capito e che cerca di calmarci, ci aiuta a non insistere in atteggiamenti che provocano conflitti con il nostro cane. E possiamo anche usarli anche noi.

E' proprio un bel post complimenti, ci sarebbe da scrivere per ore, ma ora devo tornare al lavoro, ma appena posso scrivo qualcosa in più.

Link al commento
Condividi su altri siti

proseguendo il discorso volevo approfondire il concetto dello sbadiglio del cane quando viene rivolto a noi, per esempio dopo che gli abbiamo ordinato di fare qualcosa.

In questo caso il cane ci sta esprimendo:

- incertezza: non gli abbiamo insegnato bene un comando e lui non capendo la nostra richiesta "prende tempo" per riflettere e immette più aria sbadigliando.

-paura: gli abbiamo ordinato il comando con voce troppo dura e magari con un atteggiamento del corpo troppo aggressivo e il cane sbadiglia per calmarci.

Quando ci relazionaniamo con i nostri cani dobbiamo stare attenti, oltre al tono della voce, soprattutto alla posizione del nostro corpo. Se ordiniamo al cane seduto! con tono duro magari urlando con il corpo rigido e sguardo fisso sul cane, lui probabilmente sbadiglierà, distoglierà lo sguardo da noi insomma cercherà di evitare un eventuale scontro con noi e cercherà di calmarci.

A qualcuno di voi sarà capitato di rimproverare duramente il cane per qualcosa e il cane in quell'occasione si è magari ribellato affrontandovi in maniera frontale, magari abbaiando e mostrandovi i denti. Ebbene questo comportamento viene messo in atto quando i segnali che lui ci ha inviato prima non sono stati capiti e noi abbiamo continuato ad infierire sul cane e lui allora si ribella. E' indice di un forte stress che noi gli abbiamo provocato.

Quando sgridiamo il nostro cane per qualcosa e lui inizia a sbadigliare, sposta lo sguardo di lato, abbassa le orecchie, si lecca le labbra velocemente, si siede ecc...dovremmo immediatamente smettere di rimproverare l'animale. Questi segnali sono tutti di sottomissione e ci stanno dicendo " va bene, ho capito, ora però basta" se si insiste si perde la fiducia del cane in noi ( un ottimo capo non ha bisogno di ribadire sempre con la forza che è il capo e non ha bisogno di punire duramente i propri sottoposti, i rituali sono molto più importanti delle prove di forza).

Gli studi in questo settore sono ancora alle prime armi e quindi non tutto quello che si dice o si legge è vero. Il mondo della comunicazione dei cani è molto complesso da interpretare perchè ci sono tantissime variabili in gioco, come per i nostri dialetti. E soprattutto ricordate sempre che anche se i segnali di calma hanno più o meno gli stessi significati per tutte le razze canine questo non comporta lo stesso comportamento in tutti i cani.

I pastori per esempio ritualizzano molto più dei levrieri. I nordici sono bravi nel comunicare e passa molto tempo tra una comunicazione di guerra e l'attacco vero e proprio, ciò non vale per i bull. I bulli ( come il mio amstaff per esempio) se ben socializzati e abituati a tutto e tutti comunicano molto bene con i loro simili, ma fra una sfida e il passare alle maniere forti ci passa pochissimo tempo.

Se due Husky maschi si incontrano liberi e si sfidano voi potete tranquillamente andare al bar a prendere un caffè, leggere il giornale, tornare dai cani e trovarli ancora a "insultarsi" con rituali e mugolii. Se due pastori tedeschi maschi si incontrano ritualizzano per qualche minuto ma se non trovano un accordo attaccano pinzandosi e quando uno dei due si sottomette fine della rissa. Se il mio amstaff incontra un altro cane maschio di grossa taglia libero ( mi è successo spesso in campagna), in un secondo mette in atto tutti i segnali che conosce e se l'altro non capisce che è il caso di allontanarsi scatta l'attacco fisico, nel senso che non usa la bocca ma butta a terra l'avversario con il corpo. Ho un paio di foto e appena posso ve le posto per farvi vedere tutta la mimica. I cani alla fine non si toccano nemmeno con un dente e una volta stabilito il concetto di chi comanda tutto torna tranquillo per un pò.

Nel caso di cani molto dominanti però se l'altro è un cane alla pari sono guai, perchè non si tirano indietro e si passa ai morsi veri e propri.

I segnali servono a non far scoppiare risse sempre e comunque, ma non le evitano perchè ricordiamoci sempre che nei cani ( meticci o di razza, piccoli o grandi) l'aggressività è una caratteristica importante che serve al cane per sopravvivere e riprodursi.

Spero di non essere stata troppo lunga :bigemo_harabe_net-102:

Link al commento
Condividi su altri siti

proseguendo il discorso volevo approfondire il concetto dello sbadiglio del cane quando viene rivolto a noi, per esempio dopo che gli abbiamo ordinato di fare qualcosa.

In questo caso il cane ci sta esprimendo:

- incertezza: non gli abbiamo insegnato bene un comando e lui non capendo la nostra richiesta "prende tempo" per riflettere e immette più aria sbadigliando.

-paura: gli abbiamo ordinato il comando con voce troppo dura e magari con un atteggiamento del corpo troppo aggressivo e il cane sbadiglia per calmarci.

Quando ci relazionaniamo con i nostri cani dobbiamo stare attenti, oltre al tono della voce, soprattutto alla posizione del nostro corpo. Se ordiniamo al cane seduto! con tono duro magari urlando con il corpo rigido e sguardo fisso sul cane, lui probabilmente sbadiglierà, distoglierà lo sguardo da noi insomma cercherà di evitare un eventuale scontro con noi e cercherà di calmarci.

A qualcuno di voi sarà capitato di rimproverare duramente il cane per qualcosa e il cane in quell'occasione si è magari ribellato affrontandovi in maniera frontale, magari abbaiando e mostrandovi i denti. Ebbene questo comportamento viene messo in atto quando i segnali che lui ci ha inviato prima non sono stati capiti e noi abbiamo continuato ad infierire sul cane e lui allora si ribella. E' indice di un forte stress che noi gli abbiamo provocato.

Quando sgridiamo il nostro cane per qualcosa e lui inizia a sbadigliare, sposta lo sguardo di lato, abbassa le orecchie, si lecca le labbra velocemente, si siede ecc...dovremmo immediatamente smettere di rimproverare l'animale. Questi segnali sono tutti di sottomissione e ci stanno dicendo " va bene, ho capito, ora però basta" se si insiste si perde la fiducia del cane in noi ( un ottimo capo non ha bisogno di ribadire sempre con la forza che è il capo e non ha bisogno di punire duramente i propri sottoposti, i rituali sono molto più importanti delle prove di forza).

Gli studi in questo settore sono ancora alle prime armi e quindi non tutto quello che si dice o si legge è vero. Il mondo della comunicazione dei cani è molto complesso da interpretare perchè ci sono tantissime variabili in gioco, come per i nostri dialetti. E soprattutto ricordate sempre che anche se i segnali di calma hanno più o meno gli stessi significati per tutte le razze canine questo non comporta lo stesso comportamento in tutti i cani.

I pastori per esempio ritualizzano molto più dei levrieri. I nordici sono bravi nel comunicare e passa molto tempo tra una comunicazione di guerra e l'attacco vero e proprio, ciò non vale per i bull. I bulli ( come il mio amstaff per esempio) se ben socializzati e abituati a tutto e tutti comunicano molto bene con i loro simili, ma fra una sfida e il passare alle maniere forti ci passa pochissimo tempo.

Se due Husky maschi si incontrano liberi e si sfidano voi potete tranquillamente andare al bar a prendere un caffè, leggere il giornale, tornare dai cani e trovarli ancora a "insultarsi" con rituali e mugolii. Se due pastori tedeschi maschi si incontrano ritualizzano per qualche minuto ma se non trovano un accordo attaccano pinzandosi e quando uno dei due si sottomette fine della rissa. Se il mio amstaff incontra un altro cane maschio di grossa taglia libero ( mi è successo spesso in campagna), in un secondo mette in atto tutti i segnali che conosce e se l'altro non capisce che è il caso di allontanarsi scatta l'attacco fisico, nel senso che non usa la bocca ma butta a terra l'avversario con il corpo. Ho un paio di foto e appena posso ve le posto per farvi vedere tutta la mimica. I cani alla fine non si toccano nemmeno con un dente e una volta stabilito il concetto di chi comanda tutto torna tranquillo per un pò.

Nel caso di cani molto dominanti però se l'altro è un cane alla pari sono guai, perchè non si tirano indietro e si passa ai morsi veri e propri.

I segnali servono a non far scoppiare risse sempre e comunque, ma non le evitano perchè ricordiamoci sempre che nei cani ( meticci o di razza, piccoli o grandi) l'aggressività è una caratteristica importante che serve al cane per sopravvivere e riprodursi.

Spero di non essere stata troppo lunga :bigemo_harabe_net-102:

Finalmente una discussione produttiva.....e che serva a più persone!

Non ho molto tempo per scrivere su questo argomento in questi gg ma sono contento che ciber sia così produttiva. :bigemo_harabe_net-117: ..e inoltre sa cosa dice..il che in questo ambito non è poco, e molta gente non si sa ben districare complimenti!

Link al commento
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...
 Share


×
×
  • Crea Nuovo...