Vai al contenuto

preparare un puledro


Geipeg
 Share

Recommended Posts

ciao!

Io sono uno di quelli che sicuramente farà più di qualche domanda sciocca. Non ho mai frequentato una scuola di equitazione, non sono praticamente mai entrato in un rettangolo recintato con la sabbietta bella.

Quello che so dei cavalli è quello che vedo stando con loro, quello che sento dagli amici o leggo (libri forum ecc.) Sono uscito a cavallo in passeggiata la prima volta da dodicenne (82') durante un viaggio in texas e senza grosse spiegazioni (problemi di lingua :-)) sono riuscito anche a mandare al galoppo questo povero cavallo stanchissimo e quasi stufo di vivere :-) veramente un santo visto quanto ero tremendino io :-).

Poi nulla fino a 6 anni fa quando sono capitato in un posto che ti metteva a cavallo e ti portava fuori in passeggiata. Monta americana dopo poche uscite ho preso un cavallo a mezzafida il piu veloce e pazzerello della fattoria. Scartava impennava si inventava al galoppo incroci che non esistevano svoltando bruscamente. Sono stato sempre molto attento e non sono mai caduto. Ho tenuto il cavallo 4 mesi poi l'offerta incredibile ho comprato un italiano da sella veloce come un fulmine e molto generoso con cui ho trascorso circa 4 anni. Mi ha insegnato molto e mi ha voluto un gran bene credo si possa chiamare riconoscenza, gli ho dato la possibilita di vivere libero (prima era sempre in box) in branco.

All'inizio non e stato facile, il padrone di prima picchiava forte e voleva solo correre come un pazzo. Il cavallo era nevrile nel sellarlo e non sapeva andare al passo. Ma ha presto capito che si cambiava musica e una volta rilassato la strada è stata tutta in discesa. Ho fatto diversi trekking circa due/tre all'anno.

Poi la disgrazia, il cavallo nonostante mangiasse di tutto e di piu non ingrassava mai, era sempre smilzo anche durante lunghi periodi di pausa non metteva mai su un po di ciccia, pur essendo in buona salute. Ho provato di tutto per ultimo ho deciso di fargli i denti e da qui il danno. Sembra che il veterinario abbia rotto l'osso della lingua e dopo un mese dall'intervento un accumulo di siero ha provocato l'apertura di una grossa ferita sotto il mento che nostante le cure non voleva passare. Dopo un mese si è bucato un occhio. Disperto ho deciso per il peggio.

Chiodo schiaccia chiodo, risorse economiche all'osso, ho preso un puledro di 4 mesi destinato al macello perche maschio. Ora ha 17 mesi, capezza, lunghina, spazzola, piedi (gia fatti due pareggi) sembra veramente ben disposto, tranquillo e fiducioso ormai vado a prenderlo in recinto con solo un paio di chicchi di mais. Vederlo seguirmi giù per il bosco guardando bene a terra dove mette i piedi mi fa ben pensare. In tondino solo passo trotto e richiamo al centro in libertà. Ieri, la terza volta che c'è stato dopo una ventina di minuti dei vari esercizi era ancora bello rilasato e sciutto segno della sua tranquillità.

Scusate se ho scelto questo topic per presentarmi un po ma ho bisogno di aiuto per educare questo cavallo che vorrei mi portasse alla pensione :-) e vorrei avere il vostro aiuto altrimenti non sarei qui! Non devo fare gare o concorsi vorrei solo un compagno affidabile.

ciao

Geipeg

ot per il moderator

Potresti correggermi il nome come in firma??

grazie!

Link al commento
Condividi su altri siti

"sliding stop" ma cos'è? cambi di galoppo ma serve veramente per andare in passeggiata?? io sapevo che il cavallo cambia dasolo quandoserve :-) verrò veramente considerato un pazzo o un imbecille?

Avrò mezze risposte o mezze verità solo perchè considerato a priori incapace?

Link al commento
Condividi su altri siti

Benvenuto Geieg!!

Prima di tutto vorrei fare una precisazione...non importa che il cavallo serva per dressage, salto, reining, endurance etc. o semplicissime passeggiatine...l'addestramento di base deve essere sempre quello...

Il cavallo certo non dovrà arrivare a saper fare cambi di galoppo a un tempo, piruette o chissachè, ma deve essere in mano, deve sapersi riunire, deve avere impulso, conoscere la gamba isolata, passi laterali, indietro...insomma le basi del dressage le deve avere anche il tranquillo cavallino da passeggiata...anzi...è indispensabile!!

Comunque quando hai bisogno di qualcosa chiedi :lol: !

Anche io sto addestrando il mio puledro, adesso ha 2 anni e mezzo e prima di lui l'ho fatto con Jessi che ora ha quasi 5 anni e mi è uscita fuori bene...

Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao a tutti,

Io sono Eris, ho una puledra che ad Aprile compie tre anni. E' sempre vissuta in paddok, con una mamma adottiva (che tra poche settimane sarà venduta), la sua mamma è morta che aveva poco più di due mesi.. L'ho chiamata Yuma, è un incrocio tra un Quarab e una criolla.. é molto socievole e le ho insegnato poche cose ma ci siamo sempre coccolate a vicenda e ci vogliamo un mondo di bene, in paddok mi segue ovunque io vada, non ha paura di essere toccata ovunque anche con la frusta in mano non fa una piega, il paddok è il suo mondo e finche siamo la dentro niente e nessuno le farà paura! sta legata, sa andare in giro con la capezza alla lunghina,. le piace essere tolettata e le prendo tutte quattro le zampe e pure il maniscalco che ogni tanto le pareggia le unghie dice che è brava anche se agli altri tira i morsi..

Tra poco deve essere iniziata alla doma o addestramento, è un anno che penso a questo e non so come gestire il tutto..

Lasciate che mi presenti a voi: ho 27 anni e vado a cavallo da quando ne avevo sette, ho avuto 3 cavalli, Stella del Sud la Criolla mamma di Yuma morta per tumore all'intestino.. e Betzy incrocio tra un quarab e una berbera.. di cinque anni che ho venduto dopo un anno che l'avevo acquista perchè non sono riuscita ad instaurare un rapporto con lei, per quanto mi è dispiaciuto in quanto ci ero affezzionata, ogni volta che la montavo era diventato un gioco al massacro, quanto ci metteva a cercare di sbattermi contro un muro o a terra o contro qualche staccionata, anche se da terra era la cavalla più affettuosa del mondo.. etc

Adesso monto una criolla, dopo Betzy avevo quasi rinunciato a trovare un cavallo che volessi a tal punto da acquistare, quando il mio fidanzato ha maturato la decisione di comprarsi allora lui un cavallo e lasciarmi la sua compagna una criolla di nome Juanita che aveva da un sacco di tempo.. Io e Juanita ci sopportiamo stoicamente, non è una cavalla da principianti è una testa calda, ma è leale e buona e chiede solo di vivere come vuole lei, è lunatica, dispotica e brusca.. non sopporta le coccole, le vede come i dispetti.. in sella se le dai ottanta lei rispondi con ottanta, ma se le dai l'anima, lei ti da la sua.. con lei non ci si annoia mai, ogni giorno è un avventura... e piano piano stiamo cominciando a provare sempre più affetto nei confronti l'una dell'altra anche se il viaggio è ancora lungo per entrambe, ci dobbiamo ancora adattare per diventare un binomio perfetto, d'altronde con lei avremo sempre degli e dei bassi dato il suo carattere lunatico, ma non mi lamento, mi accorgo ogni giono di apprezzarla sempre più, soprattutto di lei mi fido e questo per me è già un grosso passo avanti, dopo Stella non mi ero mai fidata completamente di un cavallo...

Tornando a Yuma, per quanto la mia esperienza sia abbastanza estesa sia sulla monta americana che inglese, di addestramento non so un "H".. tutto quello che ho ottenuto finora è stato grazie all'more che provo per lei.. ma non posso più andare avanti così.. finora qui vicino tutti i posti dove addestrano cavalli non mi sono piaciuti per l'esperienze vissute dai privati che sono passati dal circolo e che per un motivo o per l'altro hanno poi portato i loro cavalli ad addestrare da qualche parte, quando sono tornati erano o peggio di prima psicologicamente o fisicamente o entrambi... con questo non voglio dire che siano tutti degli incopetenti... Non posso neanche dire mi metto d'impegno e frequentiamo un corso insieme tipo Doma dolce etc etc perchè il mio lavoro mi porta a viggiare sovente e per un puledro so che ci vuole un po di continuità altrimenti si fanno un passo avanti e due indietro..

Avete qualche consiglio da darmi?

ErisBad

P.S. Grazie anticipatamente per le risposte e scusate se sono stata prolissa, ma volevo essere più chiara possibile!

Link al commento
Condividi su altri siti

Un in bocca al lupo grande grande :lol:

Bhè, da quanto ho capito l'esperienza ce l'hai, ma non le basi e il tempo per domarla. Prova a dirci di dove sei, magari conosciamo qualche addestratore affidabile ;-)

Link al commento
Condividi su altri siti

:bigemo_harabe_net-127: ...possibile si....ma da pazzi...
Link al commento
Condividi su altri siti

tunisia non è mi ca italia... la pur di far soldi... ti fanno ammazzare!!!

Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao Sara, io sono di Torino..

In realtà dopo aver scritto quel post, ho letto un altra discussione che s'intitola "addestramento di Zion" o qualcosa del genere.. E' stata una lettura interessante, che ne pensi se iniziassi a comprare i dvd e i fascicoli dei sette giochi di parelli? almeno potrei insegnargli a rapportarsi con me nel modo migliore oltre a non farmi morsicare.. Sono rimasta impressionata soprattutto quando dici che oramai Zion ascolta ciò che dici, nel tondino:"Passo, trotto, galoppo e alt o beck.." sarebbe già un miglioramento.. Non ho fretta per l'addestramento da sella, anche se procederemo con calma e ci metteremo un anno magari.. Non ti ho detto che ho avuto un esperienza nel recupero di un cavallo "difficile" poi la padrona dopo un incidente ha deciso di donarlo ad un associazione protezionistica, ma l'esperienza è rimasta.. Sai mi piacerebbe provare, infondo proprio come con il tuo puledro, la mia è cresciuta con me, non ha paura dell'uomo è abituata a me, e una volta per prova mi sono messa a "sacco" su di lei e a parte un piccolo irrigidimento della postura, non ha mosso un muscolo, ovviamente sono scesa quasi subito.. dimmi cosa ne pensi, per favore..

La Yuma a causa della morte della madre e del periodo di adattamento conseguente, adesso ha solo un po di paura delle cose nuove, i cambiamenti, ma basta la giusta dose di pazienza, amore e fermezza che supera tutti gli ostacoli che gli si pongono davanti!

Fammi sapere a presto..

Eris

Link al commento
Condividi su altri siti

Benvenuta Eris

Sî, i dvd e i libri servono, ma.. se ci si vuole avvicinare al metodo (Parelli o qualsiasi altro) trovo che sia decisamente meglio affidarsi ad un professionista che ti mostri come fare, e ti spieghi per lo meno la filosofia e le basi di quanto vuoi fare. Solo DOPO ti potranno essere utili i libri e i dvd! ;o)

Addestrare un puledro non è una cosa facile, e credo fermamente che "sperimentare" non sia una buona idea. Da quel che ho letto hai delle ottime basi e probabilmente il discorso non ti sarà affatto nuovo ;o)

Link al commento
Condividi su altri siti

No infatti LadyD,

so che sperimentare non sia una buona cosa, anzi spesso è solo deleterio per i nostri amici a quattro zampe, ma sono cmq preoccupata di trovare un buon adestratore per la mia piccola, considerando che verebbe poi addestrata da un altro che ha un altro modo di rapportarsi con i cavalli, di gestirli e di montarli e poi quando la Yuma mi ritorna, c'è cmq un problema di fondo, Io ho un mio modo di rapportarmi con i cavalli, un mio modo di gestirli e di montarli.. etc etc

Come un po il discorso per l'addestramento dei cani, se io ho un cucciolo e lo porto da un addestratore che me lo addestra, può anche essere l'addestratore migliore del mondo, ma se io non imparo a rapportarmi con il mio cucciolo come fa l'addestratore, esso non mi obbidirebbe mai...

Ho visto sul sito di Parelli Italia che a Lodi i primi di febbraio fanno un corso di 2 gg, ma mica posso portarci la Yuma che non è mai salita su un trailer o van prima d'ora.. ? Cmq mi informerò sui prezzi... Tanto so che saranno più o meno proibitivi, ed io che adesso sto aprendo una ditta, non me lo potrò sicuramente permettere...

Grazie per il consiglio.. fatemi sapere se c'è conoscete un buon addestratore dalle mie parti, magari un salto a parlarci non mi costerebbe nulla, no?

Eris

Link al commento
Condividi su altri siti

Ho visto sul sito di Parelli Italia che a Lodi i primi di febbraio fanno un corso di 2 gg, ma mica posso portarci la Yuma che non è mai salita su un trailer o van prima d'ora.. ? Cmq mi informerò sui prezzi... Tanto so che saranno più o meno proibitivi, ed io che adesso sto aprendo una ditta, non me lo potrò sicuramente permettere...

Grazie per il consiglio.. fatemi sapere se c'è conoscete un buon addestratore dalle mie parti, magari un salto a parlarci non mi costerebbe nulla, no?

Eris

se per Lodi intendi Boffalora (vicinissimo a Lodi) ti lascio la mia mail:

paglia_ia@yahoo.it

scrivimi, chi organizza il corso è l'ex proprietario della mia Etoile, ti do il suo numero di telefono!

Link al commento
Condividi su altri siti

Ti ho scritto!! spero che tu riceva la mia mail...

Eris

Link al commento
Condividi su altri siti

Un corso certamente non farebbe male, però se devo dire la verità il metodo Parelli l'ho imparato leggendo il libro e guardando le dimostrazioni nelle fiere....

Magari non lo seguo alla perfezione, ma nemmeno m'interessa farlo....

Se ci fissiamo su tutti i movimenti e gli sguardi che dobbiamo fare, seguendo alla lettera quello che dicono Parelli o Monty o chi si voglia si perde il segreto di questi metodi.....l'ASCOLTARE il cavallo...;-)

ErisBad, intanto se vuoi comprati libro o dvd...come vuoi, poi se ti va fai pure un corso, non può farti che bene, l'importante è che non ti fissi...

poi ricorda...il miglior maestro è la natura....e l'esperienza...

Dove tieni il cavallo non c'è un istruttore che ti potrebbe aiutare?

:bigemo_harabe_net-146:

Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao Sara,

scusate tutti se non vi ho risposto subito, ma sto aprendo una ditta in questo periodo e credo di stare per impazzire tra uffici comunali, ufficio delle entrate, camera di commercio, auto che si sfasciano in mezzo alla campagna di notte in mezzo alla nebbia, notai isterici e commercialisti da rincorrere..

Per il discorso della Yuma, sì anche io sono d'accordo in linea generale con tutti i precetti che insegnano Parelli e CO.. Ma non sono così quadrata da fissarmi solo sul loro metodo, capisco che ognuno di noi ha una diversa sensibilità e feeling con il proprio cavallo e poi c'è da mettere sul piatto della bilancia anche l'esperienza accumulata (errori e successi compresi), tutto è importante ed inseguito nell'arco degli anni ci rendiamo conto di aver sviluppato un nostro metodo, questo senza escludere la voglia di migliorasi sempre per poter dare il massimo ogni volta che stiamo accanto ai nostri partner a quattro zampe..

Sapete cosa ho scoperto oggi??? La yuma risponde al mio fischio... qualunque cosa faccia, se mi metto a fischiare per chiamare il cane, lei si mette a galoppare per venire da me!!! So che sembra una sciocchezza, ma considerando che è sempre stata libera, che ho cercato di regalarle un infanzia il più possibile lontana dalle costrizioni e dalle manipolazioni degli uomini.. ebbene sono contenta, non gliel'ho insegnato, lo fa da sola, sono soddisfatta!!

Io non sto propriamente in un maneggio, è un amico che ha un grosso cascinale, con tanto terreno che affittava box e paddok per i privati.. ha iniziato così con pochi amici.. bell'arco di pochi anni, ha cominciato a mettere a posto la struttura, fare altri paddok e altri box, adesso siamo un circolo privato nato quest'anno..

Non siamo tanti privati, perchè preferiamo essere pochi ma buoni come si suol dire.. Ognuno di noi ha più di un cavallo, c'è anche chi ne ha cinque.. L'anno scorso abbiamo ospitato per due mesi un gruppo di persone facenti parti di un maneggio che cambiava residenza, e per quanto ci siamo divertiti, per quanto sia stata una bella esperienza, tornare ad essere pochi è stato un sollievo...

Ho parlato con la persona che ha l'esperienza necessaria per poter addestrare il mio puledro, è un mio amico.. ma non ho ancora preso una decisione, lui vorrebbe che fossi prensente all'addestramento in maniera troppo attiva, ed io con il mio lavoro (viaggio tanto) non posso..

Adesso poi che aprirò una ditta mia, viaggerò ancor più di prima e sarò 3/4 del mese sempre fuori casa..

Per Alicecilia, sì sono di Torino, perchè? anche tu sei di TO?

Eris

Link al commento
Condividi su altri siti

Sono sicura che troverai la soluzione giusta! Si vede quanto sei affezionata a Yuma....

Molti non si fanno scrupoli...danno il puledro in mano a chissachi....e invece di ritrovarsi un compagno di avventure si ritrovano soltanto un mezzo di locomozione... :bigemo_harabe_net-127:

Link al commento
Condividi su altri siti

Sì hai ragione, per me Yuma, non ha valore econimico che tenga!!!

La sua Mamma era la mia metà, il pezzetto mancante della mia anima (so che sembra stupido detto così) io pensavo e lei agiva senza neanche darmi il tempo di darle i comandi, bravissima, avevamo un feeling fuori dal comune... Grazie a Lei, sono riuscita a superare tutte le crisi e i momenti bui della mia vita.. E' impossibile descrivere a parole il rapporto che ci legava anche da terra; quando ho saputo che aveva il tumore, mi sono sentita morire, quando è morta c'è voluto 1 mese perchè riuscissi a cominciare a preoccuparmi della Yuma ed un anno prima che ricominciassi a montare.. Io adoro i cavalli in genere, ma con lei è morta quel pezzetto mancante che avevo ritrovato... Considero Yuma il suo ultimo regalo per me, è morta dopo due mesi di parto, dopo solo un mese dalla diagnosi..

La puledra caratterialmente ha preso dal padre, impaziente, capricciosa, testarda, un poco impressionabile e lunatica, ma è mia come io sono sua e sono sicura che tutto andrà a posto!!!

Oggi le ho preso le zampette è un mese che non gliele prendevo (preferisco non stressarla più di tanto ancora), ha fatto un po i capricci sulla posteriore sx, ma nulla di grave... era anche di cattivo umore.. è sempre così quando va in calore, in paddok sta in un angolo tutta sola non vuole nessuno accanto e poi comincia nitrire e pestare le zampe a terra, all'inizio mi spaventavo di questo comportamento, ma poi ho scoperto che diventa semplicemente di pessimo umore in quel periodo!!!

Grazie Sara per il sostegno ed i consigli!!! :bigemo_harabe_net-117:

Eris

Link al commento
Condividi su altri siti

Un corso certamente non farebbe male, però se devo dire la verità il metodo Parelli l'ho imparato leggendo il libro e guardando le dimostrazioni nelle fiere....

Magari non lo seguo alla perfezione, ma nemmeno m'interessa farlo....

Se ci fissiamo su tutti i movimenti e gli sguardi che dobbiamo fare, seguendo alla lettera quello che dicono Parelli o Monty o chi si voglia si perde il segreto di questi metodi.....l'ASCOLTARE il cavallo...;-)

ErisBad, intanto se vuoi comprati libro o dvd...come vuoi, poi se ti va fai pure un corso, non può farti che bene, l'importante è che non ti fissi...

poi ricorda...il miglior maestro è la natura....e l'esperienza...

Dove tieni il cavallo non c'è un istruttore che ti potrebbe aiutare?

:bigemo_harabe_net-146:

Hai ragione Sara, un istruttore, qualcuno che ti dia l'esempio, ci vuole. Io seguo con interesse il tuo post sulla doma di Zion ed è evidente che tu te la cavi bene anche se sei autodidatta. Però, a fare da soli, certe cose sono precluse. Io per esempio ho cominciato proprio questi giorni a fare i giochi Parelli in maneggio (non chiedetemi di che livello, sono stata invitata a partecipare alle lezioni e si fa di tutto)... non vi dico che spasso gicare a pallone, divisi a squadre, e cercare di segnare in porta portandosi appresso ognuno il proprio cavallo (una mischia fenomenale!)... o correre tutti in circolo per fare il gioco della sedia... Purtroppo, chi fa da sè può lavorare sul rapporto cavallo-uomo, ma questo tipo di esercizi (che giovano tantissimo alla socializzazione e all'equilibrio psicologico del cavallo) non li può fare... E vi garantisco che partecipano alle lezioni anche puledri sdomi e cavalli considerati difficili. In un paio di lezioni sono già successi miracoli...

Link al commento
Condividi su altri siti

Hai ragione Sara, un istruttore, qualcuno che ti dia l'esempio, ci vuole. Io seguo con interesse il tuo post sulla doma di Zion ed è evidente che tu te la cavi bene anche se sei autodidatta.

Grazie!

Comunque autodidatta è dire troppo....io mi riferivo ai giochi Parelli, mi sarebbe anche piaciuto frequentare un corso...ma sono troppo costosi....

Io ho fatto anche alcuni anni di maneggio, poi ho frequentato un centro per diventare guida equestre....insomma di cosucce ne sapevo quando sono arrivati i cavalli...e di certo non ho imparato tutto sui libri e dvd...sia chiaro.

Poi...il generale l'Hotte diceva che i libri insegnano a chi sa già...eheh

Link al commento
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...
 Share

×
×
  • Crea Nuovo...