Vai al contenuto

Maschio Aggressivo Perchè?


Aquilotta
 Share

Recommended Posts

Ho una gatta di quasi 3 anni abituata a vivere un po' dentro e un po' fuori casa. Finchè c'è stato il vecchio gatto dominante del quartiere tutto è andato bene, anche dopo che l'abbiamo sterilizzata sono sempre andati d'accordo. Poi il vecchio gattone bianco è morto, durante una grossa nevicata l'anno scorso.

Invece il giovane gatto che ha preso il suo posto non vuole saperne della mia gatta. Come lei mette il naso fuori dal nostro minuscolo giardino lui la aggredisce, le strappa ciuffi di pelo e la ferisce. Pensavo che fosse una cosa che si sarebbe risolta entro poco tempo, invece va avanti da più di un anno.

Lei non si rassegna a vivere nei pochi metri quadri di giardino, tende ad andare dove tengo parcheggiata la mia auto perchè ha l'abitudine di seguirmi ovunque come fosse un cane. Lei di certo non è aggressiva, ne tantomeno spavalda, la vedo che si muove circospetta.. insomma non credo che sia lei a sfidarlo.

Oltretutto... vabbè che lei non va mai in calore... ma è pur sempre una femmina, pensavo che i maschi fossero aggressivi solo tra di loro ... non capisco il perchè di tutte quelle botte...

Link al commento
Condividi su altri siti

Ma i maschi non dovrebbero essere permissivi con le femmine? Lui non può sapere che è sterilizzata... dovrebbe considerarla una potenziale mamma gatta e trattarla bene... non capisco :huh:

Forse è infastidito dall'odore del nostro cane?

Lei ha un problema alla bocca... forse sente che è malata e la vuole allontanare?

Link al commento
Condividi su altri siti

Non so più cosa fare... La mia gatta si è rassegnata a stare quasi sempre dentro casa, ultimamente per fare i suoi bisogni ha addirittura preso l'abitudine di approfittare della passeggiata col cane per fermarsi lungo la strada sotto la nostra supervisione. Quando esce da sola non si allontana, ma adesso il gatto la attacca perfino sullo zerbino di casa!!!! Sono già due volte che la assale proprio davanti alla porta, io mi precipito fuori (e con me il mio lupotto ) ma il gatto ovviamente, avvertito dai ringhi, s'è già dato alla fuga.

Stamattina invece non so cosa sia sucesso di preciso, sono uscita per un paio d'ore e siccome era una bella giornata e la gatta sornecchiava tranquilla, l'ho lasciata a prendere il sole davanti alla porta di casa. Quando sono tornata ho trovato uno scenario di guerra: urina intorno allo zerbino, alcuni bastoni di legno che avevo ammucchiato davanti a una panca erano tutti sparpagliati, evidentemente la gatta aveva cercato di nascondersi lì sotto e il maschio eveva fatto di tutto per stanarla. Anche lì era sporco di urina e feci. Anche la gatta era bagnata, con ciuffi di pelo che si staccavano, tutta indolenzita e con e lo sguardo spaventato. Penso che sia stata lei a sporcare per la paura (oppure il maschio ha voluto marcare il suo territorio?).

Non so più cosa fare. A quanto pare il gatto in questione sta aggredendo tutti i gatti del paese (maschi e femmine indistintamente). La mia è particolarmente piccola, non ha quasi più denti e non riesce evidentemente a difendersi.

Io purtroppo non ho mai colto il gattaccio sul fatto, ma la gattina si lecca sempre di dietro dopo essere stata attaccata. Forse perchè se la fa sotto... o possibile che il gatto faccia tutto questo per cercare di accoppiarsi con lei anche se è sterilizzata (una sorta di gatto violentatore pazzo)???

Con tutto il mio amore per gli animali, questo è uno di quei casi in cui mi vien voglia di sguinzagliare il mio cane e lasciargli dar sfogo alla sua natura predatrice... che rabbia!!!

Link al commento
Condividi su altri siti

Scusami ma sai se è di qualch'uno questo gatto? Penso che se non è di nessuno ed è randagio sia possibile, tramite persone esperte, catturarlo e sterilizzarlo. Dovrebbe calmarsi. In un certo modo un comportamento così aggressivo potrebbe essere fonte anche di problemi di salute dei gatti del circondario compreso la tua. Spero che la tua sia vacinata a dovere. Prova ad informarti.

Link al commento
Condividi su altri siti

So di chi è il gatto, è di una bambina che viene dai nonni il fine settimana. Questo rende tutto un po' più problematico... se non fosse stato per la bambina avrei già parlato coi proprietari da un pezzo. Però non posso più aspettare. E' proprio per il discorso della salute generale dei gatti che mi preoccupo. La mia è FIV positiva. Quando l'ho saputo ho chiesto al veterinario se poteva stare a contatto con gli altri gatti e mi ha risposto che, visto che è già stata sterilizzata, non dovrebbero esserci problemi... (tranne che per lei, che potrebbe essere maggiormente soggetta a contrarre infezioni). Ora però il comportamento di quel gatto pazzoide non so a quali conseguenze potrebbe portare...

Sto cercando di tenere la gatta in casa, ma lei ne soffre e ne soffre il cane costretto a stare rinchiuso anche lui (e pure io, che amo spalancare tutto quando c'è bel tempo).

Ma mi domando: servirebbe a qualcosa sterilizzare un maschio adulto che ha ormai acquisito certi atteggiamenti aggressivi? E' questo che dovrei consigliare di fare ai suoi padroni?

Link al commento
Condividi su altri siti

Se sterilizzarlo serve a qualcosa, potrei fare una bella chiacchierata col padre della bambina. Avere un bel gattone e sapere che è il maschio dominante del paese potrà essere una soddisfazione per lui... ma quel gatto è un vero criminale! (che poi non ne avrà colpa, ma io devo cercare di difendere la mia piccolina... ha già tanti problemi, ci mancava anche questo!)

Link al commento
Condividi su altri siti

Certo Aquilotta hai ragione, tu devi innanzi tutto proteggere la tua cucciola.

Poi sterilizzare il "maschione" è una cosa positva, eviterà di fecondare altre gatte che metterebbero al mondo cucciolotti di cui non si saprà la fine che fanno....o meglio è chiaro a tutti che i gatti randagi sono esposti a mille pericoli e spesso fanno una brutta fine.

Con la sterilizzazione credo anch'io che si calmerà almeno un pò...perchè così la tua non può andare avanti...povera cucciola!

Link al commento
Condividi su altri siti

Si certamente se riesci a convincere i proprietari a sterilizzarlo quel gatto un pò si calmerà.. Ma non pensare che questo accada subito,infatti ho fatto operare anche io un maschio che se la prendeva con tutti gli altri mici,ma la vet. mi ha detto che ci sarebbero voluti alcuni mesi perchè il suo atteggiamento aggressivo scomparisse..Ma non hai un terrazza dove tenere la tua micetta,dove quel gatto non possa andare???

Link al commento
Condividi su altri siti

Abito al piano terra... ho una veranda coperta e pochi metri di giardino recintato. Credevo che fino a qui, con l'odore del cane, il gattaccio non ci sarebbe arrivato. Sapevo che è importante "dare una mano" a proteggere il territorio, infatti sia io che il cane accorriamo prontamente ogni volta che sentiamo la gatta urlare, ma quel gatto si sta facendo sempre più sfacciato... non ha paura di niente e non ha intenzione di lasciare alla mia micia neanche un metro di territorio suo.

E io, che mi ero un po' tranquillizzata, vedendo che la micia non si allontanava più dalla veranda... povera tesora...

Per Fiore77: hai ragione... vivo in un contesto rurale, qui parlare di sterilizzare le gatte è ancora fantascienza, purtroppo si preferisce eliminare i gattini appena nati. Per me è una barbarie, e sto cercando di sensibilizzare gli altri proprietari di gatte. Per ora sono riuscita ad ottenere che lascino almeno un gattino a cucciolata, per far si che le povere mamme si limitino a due sole cucciolate l'anno... già che fanno tutta la fatica della gestazione e del parto per niente...

Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao, senti i gatti odiano l'acqua,perchè quando sei a casa e ti accorgi che si avvicina un pò troppo non lo annaffi? Non è un gesto crudele,ma forse lo farà riflettere!!!Ripeti più volte,imparerà a rimanere lontano dalla tua dolce micetta. un bacio a te ed a lei :bigemo_harabe_net-146: una grandissima carezza al tuo cane..

Link al commento
Condividi su altri siti

Grazie. E' un ottimo consiglio... però l'infido non si fa mai vedere. Evidentemente lo sa che la gatta è protetta dalla padrona e dal cane, così si avvicina di soppiatto e attacca solo quando noi non siamo nei paraggi. Me ne accorgo solo dalle urla della gatta, e ormai è tardi... quando arrivo, lui si è già dato alla fuga... :angry:

(P.S.: Un paio di volte gli è arrivato un sasso lanciato dalla finestra... ma la mia mira non è granchè e non sembra che lui sia rimasto molto impressionato!)

(P.P.S.: una volta gli è arrivato anche il cane... il gatto ha attaccato mentre aprivo il cancello e il cane è stato più veloce di me, è sgattaiolato fuori come un lampo e non l'ho potuto fermare. Non l'ha acchiappato, ma almeno per un po' di tempo il gatto non s'è fatto vedere :D)

Link al commento
Condividi su altri siti

ho letto solo ora, l'unica cosa da fare è castrare il micio criminale, togliendogli le bip bip, si calmerà un pochino... ma se è territoriale rimarrà sempre territoriale anche se castrato sappilo aquilotta... risolvi un pochino ma non del tutto.

il carattere ormai è quello, e se c'è antipatia nei confronti della tua gatta è probabile che rimarrà antipatica anche da castrato.

Link al commento
Condividi su altri siti

Lo immaginavo... sigh!

L'unica speranza è che una volta castrato si faccia avanti un altro maschio dominante al quale la mia micia stia un po' più simpatica... ma immagino sia troppo augurarmi che possa proteggerla un altro gatto.

Il pretendente, al momento, sarebbe un bel gattone che ha la sua età e col quale va abbastanza d'accordo (qualche volta l'ha rincorsa quando gli siamo passati sotto il naso per la passeggiata, ma se lei soffia lui desiste e ultimamente sembra ignorarla... sarebbe già un netto miglioramento :D)

Link al commento
Condividi su altri siti

Ecco, lo sapevo... uno dei graffi che le ha fatto si è infettato, ha prodotto un ascesso (che sotto al pelo non avevo visto) e che stasera le è scoppiato ed è uscito un sacco di pus... gliel'ho spremuto un po' e poi l'ho disinfettata... poverina, è anche sotto cortisone, ha le difese immunitarie a zero...

E intanto non sono riuscita ancora a parlare coi padroni del gattaccio... dovrò aspettare un'altra settimana! Uff!

Link al commento
Condividi su altri siti

Allora... la ferita ha continuato a buttare tutto ieri. Le ho fatto degli impacchi e adesso la micia sta meglio, la ferita si sta asciugando.

Oggi l'ho lasciata uscire perchè c'è un'altra gatta che ha portato qui vicino il suo gattino (bellissimo)... porta sempre qui i suoi micetti quando intorno a casa sua ci sono troppi bambini che vanno a infastidirla... è una grossa gatta che sa difendersi e che ormai va d'accordo con la mia, così protegge il territorio anche per lei. Peccato che non ci stia sempre...

Gli altri mi dicono che sicuramente il padrone del gatto, cioè il padre della bambina, non ne vorrà sapere di farlo sterilizzare (in effetti, per quanto poco lo conosco, mi pare di aver capito che sia proprio il tipo di persona che se ne infischia dei problemi degli altri). Aspetto a parlarci a quattr'occhi, poi vi farò sapere com'è andata.

Link al commento
Condividi su altri siti

Non so... la ferita butta ancora, e se n'è aperta un'altra... in pratica ha due ferite sopra l'attaccatura della coda, simmetriche ai lati della colonna vertebrale.

Per chi non è sensibile a certe immagini, metto qui una foto delle ferite. Non so cosa pensare... le era già successo, ma il gonfiore dell'ascesso era enorme prima che scoppiasse, e si era aperta una sola ferita. Stavolta mi sono accorta solo che qualcosa le piccava e invece è venuto fuori questo macello.

Io continuo a disinfettarla e farle impacchi, ma appena le metto qualcosa lei comincia a leccarsi e si toglie via la crosta che inizia a formarsi. Lo so che fanno sempre così, ma è esasperante.

Mentre cerco di risolvere i suoi problemi, mi sembra opportuno presentavi meglio la mia micia... quindi metto qui le sue foto, che sono adatte a tutti:

KAPPA

Link al commento
Condividi su altri siti

Sono riuscita a parlare con la mamma della padroncina... è rimasta allibita, perchè dice che il gatto in casa è buono. Le ho fatto vedere le ferite della mia gatta e le ho consigliato di chiedere conferma agli altri proprietari di gatti (nessuno ha il coraggio di affrontare l'argomento, a quanto pare).

Mi è sembrata sinceramente mortificata, ha detto che proverà a tenerlo chiuso, ma sappiamo entrambe che non sarà possibile... la sterilizzazione gliel'ho consigliata e anche se ha detto che ci penserà non mi è parsa affatto convinta. Spero che ci rifletta bene.

Intanto Kappa sta migliorando, la parte ferita è ancora un po' calda ma sembra asciutta, non c'è più pus. Si sono formate due crosticine pulite... speriamo che stia guarendo.

Link al commento
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...
 Share

×
×
  • Crea Nuovo...