Vai al contenuto

Il cigno nero


Emma111
 Share

Recommended Posts

Fonte: Wikipedia

Il cigno nero (Cygnus atratus (Latham, 1790)), è un uccello acquatico, della famiglia Anatidae, sottofamiglia Anserinae, tribù Anserini e genere Cygnus[1]. Divenne noto al mondo occidentale solo in seguito al 1697, anno in cui venne scoperto nel continente australiano ad opera di Willem de Vlamingh.

È originario dell'Australia, dove nella lingua locale (l'inglese) viene chiamato "Black Swan"[2][3] e vi nidifica in consistenti colonie.Vive nei pressi dei grandi laghi in acque poco profonde e nelle paludi d'acqua dolce e salmastra, spingendosi fino agli estuari dei fiumi. Per la sua eleganza è stato introdotto a scopo ornamentale in parchi, laghetti e corsi d'acqua d'Europa e della Nuova Zelanda.In Italia è occasionale, discendente di esemplari importati che sono fuggiti alla cattività o ne sono stati liberati[4][5]Chiamato cigno nero proprio per la colorazione del suo piumaggio, tuttavia è completamente tale solo all'apparenza essendo bianche le piume remiganti (sulle estremità posteriori delle ali)[6]. Il piumaggio bianco è osservabile al dispiegamento delle ali, ad esempio durante il volo.

È strettamente imparentato con il cigno reale, del quale viene simbolicamente identificato come il negativo speculare.

È anch'esso un uccello imponente, mediamente lungo fino a 140 cm e con un'apertura alare tra i 160 e i 200 cm[8], inconfondibile per il cupo piumaggio ed il becco color rossoattraversato da una striscia bianca nei pressi dell'estremità alla parte opposta dell'attaccamento al capo.[9] In proporzione al proprio peso e alla propria apertura alare, risulta il cigno con il collo più lungo[senza fonte]

Migra spesso a seconda del clima, sfuggendo i periodi di maggiore siccità.

In Italia è presente in pochi esemplari e all'occasione si aggrega e convive con gruppi di cigni reali.[10]

Simile a quella degli altri cigni; le uova vengono incubate da entrambi i genitori in media fra i 36 e i 40 giorni, vengono prodotte in media dalle 10 alle 12 uova.

Come gli altri cigni è erbivoro, nutrendosi fondamentalmente di vegetali che preleva sia nei fondali tramite l'immersione del lungo collo, sia sulla superficie dell'acqua, sia da rami sporgenti che sulla terraferma, ed accidentalmente onnivoro (ingerimento di minuscole forme animali frammiste alle alghe ed erbe acquatiche). Si vedano anche le informazioni al riguardo per il genere Cygnus e per le varie altre specie di cigno che ne sono parte. In Australia il cigno nero è stato a lungo perseguitato dagli aborigeni, che lo ritenevano - per il suo cupo piumaggio - un alleato del diavolo. Risente della caccia e della distruzione del suo ambiente naturale. Oggi la specie è protetta e frequentemente allevata negli zoo e nei parchi.

Alcune immagini:

54d4871a109bb784f758d9b3bdac0720.jpgde460d48184f6eb57b728b7b8b1b1af2.jpg87d6b0259a75a700cd580862fb80161e.jpg03fd18260dc826a4a7d4570fd8367b0f.jpg0746849d8d668555771a358b25366639.jpg

 

Link al commento
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...
 Share

×
×
  • Crea Nuovo...