Vai al contenuto

quante specie di lontre esistono?


Poseidon
 Share

Recommended Posts

Ciao Poseidon!

Io ne ho trovata solo una specie:

Eccoti una breve scheda tratta da http://digilander.libero.it/verdecammina/lontra.htm

Ordine: Carnivori

Famiglia: Mustelidi

Genere: Lutra

Specie: Lutra lutra

--------------------------------------------------------------------------------

Caratteristiche

La lontra comune o di fiume (Lutra lutra) può essere lunga 120 cm, compresi i 45 cm della coda, ed è caratterizzata da testa tondeggiante ed allungata, muso arrotondato e occhi piccoli, le orecchie sono corte e tondeggianti quasi del tutto nascoste dal pellame.

Le zampe sono cortissime e palmate, mentre il pellame è folto e corto di colore bruno. Possiede lunghi baffi sensibilissimi che le permettono di localizzare pesci e anguille individuandone anche i movimenti più lievi.

Ha i sensi acutissimi ed in particolare vede, fiuta e sente ottimamente.

Le lontre dedicano molto del loro tempo al gioco, che viene per importanza subito dopo la caccia e il nuoto.

--------------------------------------------------------------------------------

Diffusione

Vive in tutta l'Europa, l'Asia continentale e insulare e l'Africa nord-occidentale.

In Italia la sua popolazione è stimata in un centinaio di individui, concentrati per il 70% nei corsi d'acqua di Basilicata, Campania e Puglia. Altri nuclei minori si trovano in Abruzzo, Calabria, Molise, Lazio e Toscana.

In Campania è presente nella maggior parte dei corsi d'acqua del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano ed in particolare nei fiumi Calore, Tanagro, Bussento, Lambro e negli affluenti dell'Alento, del Bodolato, del Palistro e del Mingardo. Un'altra colonia di lontre è presente, al di fuori del Parco, lungo il corso del Sele.

--------------------------------------------------------------------------------

Habitat

Per vivere ha bisogno di acque pulite e non frequentate dall'uomo, con le rive coperte da ampi tratti di foreste, dove vive scavando gallerie sotterranee che sboccano sempre sott'acqua, in genere a un metro e mezzo circa di profondità. Da questo sbocco parte una galleria lunga circa due metri che salendo obliquamente nel terreno conduce alla camera principale della tana, che è sempre assai spaziosa e tappezzata di erba asciutta. Una seconda galleria più stretta conduce dalla camera principale all'aperto sulla riva del fiume, favorendo il ricambio dell'aria.

--------------------------------------------------------------------------------

Riproduzione

Per costruirsi la tana approfitta quasi sempre delle buche che le acque dei fiumi lasciano sulle rive; raramente utilizza le cavità naturali tra le radici di vecchi alberi o le tane abbandonate da tassi o volpi.

I piccoli possono nascere in qualsiasi periodo dell'anno, sebbene il periodo degli amori abbia luogo in genere tra febbraio e marzo. Dopo nove settimane la femmina dà alla luce 2 o 4 piccoli che nascono con gli occhi chiusi, e dopo tre anni sono perfettamente adulti.

Gli esemplari adulti vivono isolati, tuttavia le femmine tengono presso di sé la prole per molto tempo.

--------------------------------------------------------------------------------

Alimentazione

In genere dopo il tramonto và a caccia di pesci, in particolare trote, e continua la sua attività tutta la notte. Divora anche granchi, rane, topi d'acqua e piccoli uccelli.

Nei mesi invernali, quando l'acqua è gelata, cerca i buchi che si aprono nel ghiaccio e vi si infila per scendere in acqua alla ricerca di cibo.

--------------------------------------------------------------------------------

Legislazione

La lontra ormai è giunta sull'orlo dell'estinzione a causa dell'azione devastante dell'uomo che, cementificando ed inquinando i fiumi, costruendovi ponti, case, strade e ferrovie ha ridotto drasticamente il suo habitat.

Inoltre, a causa dei danni che provoca alla fauna ittica, in quanto ottima pescatrice, è stata sempre perseguitata dall'uomo e anticamente venivano offerte ricompense ai cacciatori semplicemente per il suo abbattimento. Oggi è molto ricercata la sua pelliccia, usata per preparare vari capi di vestiario, mentre con i peli della coda si fanno pennelli e con la parte lanosa del pellame si confezionano copricapo.

Si stima che prima della sua protezione, avvenuta nel 1977, solo nel decennio 1963/1973 siano state abbattute in Italia 660 lontre

Link al commento
Condividi su altri siti

in verità c'è da dire che vengono dette volgarmente "lontre" anche altri animali non facenti parte del genere luntra.

la piu conosciuta è la luntra luntra come detto ma ad essa van affiancate:

il genere Lutrinae

Aonyx congicus = Lontra dalle guance bianche del Camerun

Enhydra lutris nereis = Lontra di mare meridionale

Lontra felina = Lontra marina

Lontra longicaudis = Lontra a coda lunga del Centro e del Sud America

Lontra provocax = Lontra di fiume meridionale

Lutra lutra = Lontra comune

Pteronura brasiliensis = Lontra gigante del Brasile o Arirai

Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao.ve ne dico altre.

Lutra lutra (Lontra europea)

Lutra canadensis(Lontra canadese)

Lutra annectens (Lontra dell'America Centrale)

Lutra maculicollis (Lontra dal collo macchiato)

Lutra perscicillatata (Lontra liscia)

Lutra sumatrana (Lontra dal naso peloso)

Lutra platensis (Lontra del Rio de la Plata)

Amblonix cinerea (Lontra senza unghie o Lontra nana)

=°°=*+++*

Link al commento
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...
 Share

×
×
  • Crea Nuovo...