Vai al contenuto

Roma E Novara: Canili E Allevamenti Abusivi


mayacoya
 Share

Recommended Posts

CONTINUATE A COMPRARE CANI E A FAR FARE CUCCIOLI DI METICCI... e tutto questo non avrà mai fine!

Omniroma-Roma VIA NEWTON, SANTORI (PDL): "SEQUESTRATO CANILE ABUSIVO" :angry:

(OMNIROMA) Roma, 28 ott - "Stamane è stato finalmente posto sotto sequestro, da parte del XV gruppo della polizia municipale, il canile abusivo trovato ieri pomeriggio in via Newton dall'Ufficio tutela e benessere degli animali del Comune di Roma e dal sottoscritto. Ad oggi però il grave sospetto che aleggia in merito a questa indecente vicenda è che qualche ufficiale di polizia giudiziaria della Asl Roma D potesse conoscere la terribile condizione igienico-sanitaria in cui si trovavano a vivere i cani e che non abbia, ad oggi inspiegabilmente, mai richiesto né un ausilio dell'Ufficio animali né tantomeno un intervento dei vigili di zona, al fine di denunciare ed eventualmente consegnare ai servizi sociali il gestore della struttura abusiva". E' quanto dichiara in una nota Augusto Santori, consigliere del Pdl del Municipio XV. "I circa settanta cani trovati all'interno di baracche in una zona verde di proprietà Ater al quartiere Portuense - prosegue la nota - sono stati proprio oggi oggetto di un protocollo di intesa con la Asl che prevede nei prossimi giorni il ricovero in infermeria dei malati (molti di questi cani erano affetti da una presunta rogna), la sterilizzazione e la bonifica dell'intera area, oramai adibita a una vera e propria discarica di calcinacci, rifiuti alimentari e immondizie varie. Inoltre tutti i cani saranno 'chippati' e buona parte di loro verrà presumibilmente ospitata nei canili comunali". "Siamo fiduciosi - conclude Santori - nelle indagini che attualmente sta portando avanti la polizia municipale, anche in merito ad eventuali responsabilità ed omissioni di ufficiali ed operatori della Asl, che non solo hanno causato il prolungarsi le sofferenze subite dai cani ma hanno anche portato alla morte di numerosi gatti e galline presenti nelle adiacenti fattorie, sbranate dai cani".

________________________________________________________________________________

_

ANIMALI: SEQUESTRATO ALLEVAMENTO DI CANI NEL NOVARESE

(ANSA) - NOVARA, 28 OTT - Un grande allevamento di cani, con

oltre 100 esemplari tra cuccioli e adulti, del tutto privo di

autorizzazioni, e' stato scoperto e sequestrato dagli agenti del

Corpo Forestale nelle campagne del comune di Oleggio.

La struttura, facente capo ad una impresa individuale, e'

infatti risultata del tutto sconosciuta sia al settore

veterinario della Asl di Novara, sia al Comune di Oleggio: la

legge impone invece che la creazione di un allevamento di cani

debba essere autorizzato dal sindaco, dopo una accurata

istruttoria da parte dei veterinari della Asl, che accertano la

conformita' delle strutture ai requisiti igienici e sanitari

previsti. Anche i box, i recinti e le strutture entro le quali i

cani venivano allevati sono risultati del tutto abusivi, privi

cioe' di qualsiasi autorizzazione edilizia e di permesso di

costruire.

Durante le indagini e' stato inoltre accertato che i cani

venivano venduti senza che venisse rilasciata alcuna fattura o

ricevuta, con conseguente evasione degli oneri fiscali, per un

importo verificato in parecchie migliaia di euro.

I cani microchippati dagli allevatori venivano registrati

all'anagrafe canina regionale da un compiacente medico

veterinario di Varallo Pombia, il quale emetteva altresi' la

fattura relativa a tale prestazione, in realta' mai eseguita,

trasmessa poi a mezzo posta all'acquirente dell'animale.Sia i

titolari dell'allevamento che il veterinario che si prestava

alle illecite operazioni compiute da questi, sono stati

denunciati alla Procura della Repubblica di Novara.

Al termine della perquisizione dell'allevamento 109 cani di

varie razze (west highland white terrier, maltesi, san bernardo,

labrador, pinscher, barboncini, sharp pei) sono stati posti

sotto sequestro e - valutate le buone condizioni degli animali -

affidati agli stessi allevatori i quali tuttavia non potranno

venderli, ne' potranno allevarne altri.

La stessa Forestale aveva, pochi giorni fa, denunciato alla

Procura della Repubblica di Milano il titolare di un negozio di

animali, responsabile di aver importato dall'Ungheria dei

cuccioli di cane, prima che compissero l' eta' minima prevista

dalle vigenti normative (3 mesi e mezzo), falsificandone la data

sui ''passaporti'' dei cani. (ANSA).

Link al commento
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share

×
×
  • Crea Nuovo...