Vai al contenuto

Allevatore Serio E Giusto Prezzo Cuccioli


gelin
 Share

Recommended Posts

Siccome si sta avvicinando la stagione dei calori e siccome molte persone anche quest'anno vorranno avvicinarsi all'allevamento, anche se magari di una sola cucciolata, vorrei esprimere la mia opinione maturata negli anni su cos'è e come dovrebbe comportarsi un BUON ALLEVATORE AMATORIALE.

Credo sia interessante anche per chi si appresterà a comprare un cucciolo in modo da avere un buon metro di giudizio della persona a cui intende affidarsi.

Secondo me un allevatore serio, seppur amatoriale, prima di tutto deve avere una motivazione valida ed etica per scegliere questa strada. Come dice un noto allevatore inglese, lo scopo primario dell’allevare dev’essere il miglioramento della razza, qualunque piano d’allevamento che non parte con quest’idea non è ammissibile.

Detto questo ci sono molti punti che secondo me un allevatore deve tenere bene in considerazione per perseguire questo scopo:

la conoscenza dell’animale:

- non è possibile affrontare questa strada correttamente senza avere le basi, è bene conoscere approfonditamente il furetto nel comportamento, nella fisiologia, le malattie + frequenti e sapere la basi di genetica; per fare questo è necessario tenersi costantemente aggiornati e approfondire con letture e confronti diretti con più fonti per avere una visione più ampia possibile

la scelta dei riproduttori:

- devono presentarsi in buona forma fisica ed essere animali sani non solo apparentemente e per accertarsene deve fare tutti gli esami clinici più opportuni

- devono essere animali di indole docile, sia perché il carattere ha anche delle componenti genetiche, sia per facilitare la gestione di madre e piccoli, per la quale aiuta anche il buon rapporto instaurato con la femmina

- devono essere di genealogia conosciuta, sia per poter comprendere le parentele e le colorazioni della linea e di conseguenza attuare le decisioni in merito agli accoppiamenti secondo la propria idea di allevamento, sia per conoscere se in alcuni rami di quella linea vi siano stati problemi e di che tipo per affrontarli (Quest’ultimo punto è la cosa più complicata sia per una poca sincerità di molte persone, sia per il gran numero di cuccioli che un allevatore può ogni anno far nascere con la conseguenza di rendere molto complicato seguirli in età adulta, sia per i cambi di casa che molti furetti e riproduttori fanno, rendendo anche in questo caso molto difficile se non impossibile seguirne la salute, gli accoppiamenti con linee differenti e generazioni successive in caso di furetti interi)

- devono essere esteticamente piacevoli e rientrare negli standard di razza (poi la scelta di una o l’altra caratteristica più o meno spiccata si tratta di gusto personale)

il programma dall’allevamento:

- deve lasciar seguire ai propri animali la giusta stagione riproduttiva quanto più possibile, senza forzare il fotoperiodo per avere cuccioli in periodi dell’anno più favorevoli “commercialmente”

- è importante che programmi prima quali accoppiamenti fare, pensando anche al futuro (quali cuccioli tenere, quali linee portare avanti ecc...)

- deve ritenersi responsabile per il futuro delle proprie linee, quindi cercare di limitare quanto possibile e sopratutto monitorare gli accoppiamenti dei propri cuccioli una volta lasciata casa per evitare scelte sbagliate che potrebbero andare a discapito della razza (es. trasmissione di tare genetiche, diffusione eccessiva del sangue e quindi parentela diffusa tra le maggiori linee...)

le spese:

- un serio allevatore non può andare al risparmio, deve fare quanto più possibile perché ad ogni furetto venga dato tutto il necessario e per farlo sviluppare nel migliore dei modi, sia per quanto riguarda l'alloggio, l'alimentazione e le cure veterinarie

il tempo:

- per instaurare un buon rapporto con gli adulti e per far crescere i cuccioli in modo corretto e aiutarli ad avere una giusta relazione con l’uomo è fondamentale il rapporto diretto con loro, che non si limiti alle operazioni di pulizia e accudimento ma anche di gioco ed educazione. Un animale trascurato affettivamente avrà un carattere ben diverso da uno con cui si è sempre interagito, considerando comunque anche le peculiarità di ogni singolo individuo.

la scelta dei padroni:

- allevare in modo amatoriale significa tenerci ai propri animali, quindi trovare per loro padroni responsabili e consapevoli di cosa comporta far entrare in famiglia questo animale

- deve occuparsi di persona di cercare i futuri proprietari o delegare solo a persone fidate e altrettanto competenti

- è opportuno che si accerti del grado di conoscenza sul furetto e fornisca tutte le informazioni utili ad una corretta gestione

- dev'essere disponibile a rispondere alle domande poste degli interessati ed a mostrare gli animali di persona nell'ambiente in cui vivono

- se il cucciolo viene ceduto per riproduzione deve accertarsi che il futuro proprietario sia completamente conscio di cosa andrà in contro con questa scelta e che segua i suoi stessi principi di allevamento, inoltre fornirgli la genealogia completa del soggetto

- dev’essere disposto e anzi offrire un consiglio ed un eventuale aiuto diretto sul mantenimento e cura del furetto anche in seguito alla cessione del piccolo e per tutta la durata della sua vita, nel limite delle sue possibilità

il mantenimento e la cura degli adulti:

- un allevatore amatoriale deve amare i suoi animali, considerarli innanzitutto parte della famiglia prima che riproduttori

- deve prendersi cura di loro per tutto il corso della vita, anche quando non saranno più “utili”

- deve fornirgli un’adeguata sistemazione, una giusta igiene, un’ottima alimentazione di prima qualità e adeguate cure veterinarie, nonché uno stile di vita che ne rispetti la natura (ore di libertà, attività fisica, relazione sociale...)

Non parlo approfonditamente delle scelte dall'allevamento nello specifico che possono essere diverse e più o meno condivisibili, comunque queste sono le regole fondamentali che ogni persona che si appresta ad accoppiare il proprio furetto dovrebbe tenere ben presente (femmina o maschio che sia, dare in monta il proprio furetto presuppone la stessa responsabilità).

Perchè una persona desiderosa di un cucciolo possa distinguere chi fa le cose con criterio e chi meno naturalmente deve essere lui stesso informato almeno in modo generale sul furetto e la sua gestione, e non risparmiarsi in domande con l'allevatore, visitarlo di persona e vedere coi propri occhi. :bigemo_harabe_net-117:

Link al commento
Condividi su altri siti

quoto su tutto angela!

vi riporto qualcosa che avevo scritto tempo fa.. un po' modificata

un romanzo sul "giusto" prezzo per un cucciolo!

premettendo che parlo di prezzo di allevatori amatoriali.. i professionisti non li prendo neanche in considerazione perché per un cucciolo da loro non pagherei un euro, contribuirei solo al loro barbaro commercio!

chi cerca un cucciolo come fa a dire se il prezzo è alto o meno? quali sono i costi di una cucciolata?

cibo: una scatoletta di */* costa in media 1.90 euro... bisogna darla alla madre durante la gravidanza e durante tutto l'allattamento e ai cuccioli dai 21 gg circa sino a che si danno alle nuove famiglie verso il mese e mezzo o 2 mesi...

la gravidanza dura 42 giorni e mettendo in conto mezza scatoletta al gg sono: 1.90 x 21= 39,9

i cuccioli in media sono 8 e dalla mia esperienza una cucciolata mangia 2 e poi 3 scatolette al giorno (contando anche tutto l'*/* che viene sprecato addosso ai cuccioli e alle copertine ma sono sempre soldi spesi e senza contare la carne perchè comunque molti non danno etc etc e con quella è ancora più dispendioso!) quindi mettiamo che a 21 gg i cuccioli non mangino ancora 2 scatolette ma da 30 gg si... da 21 a 30 son comunque 9 scatolette d a/d da 30 gg a 40 mettiamone 2 in conto e da 40 a 60 3 (non è proprio così ma ho preso numeri tondi per facilitare i conti) sono in tutto 9+20+60= 89 scatolette che arrotondiamo a 90 tanto ce ne sono sempre in più e fanno 171 euro

in tutto sono []210 euro circa di */*

contiamo anche le crocche?

Un mix corretto viene circa 8 euro al kg (Comprando le buste + grosse ma non avendo sconti particolari)

la mamma da sola incinta e che allatta (12 sett) mangia circa 400 gr di crocche a settimana (mangiando anche tanta carne e umido altrimenti aumenta).. quindi sono 4.400 g quindi circa 35 euro di crocche x mamma

i cuccioli con mamma dai 45 giorni facciamo sino ai 70 giorni mangiano in media 1 kg di crocche a settimana quindi x 4 sett circa sono 32 euro

in tutto sono []67 euro di crocche

mettiamo almeno un integratore 15 euro, due scatolette d latte x gattini 20 euro..

la mamma deve prendere il remover quando fa la muta prima del parto e sono altri 8 euro

[]integratori latte remover: 43 euro

ora se vogliamo le cose fatte proprio bene un cucciolo DEVE mangiare carne!!!

che carne? quaglie, pollo, tacchino, coniglio, piccioni, anatra, galletti, gallinelle.. volendo anche pulcini e topolini.. e interiora varie..

ed i prezzi lievitano!

io prendevo ogni settimana: un coniglio, un pollo, 2 carcasse di pollo, 8 quaglie, una coscia di tacchino, un piccione o una gallinella o un galletto o un'anatra a seconda delle disponibilità fegatini, cuori pancine e trippa verde. questo lo dividevo in 7 sacchetti.. inizialmente ne mangiavano mezzo sacchetto ma in breve tempo sono arrivati a mangiarne un sacchetto al giorno quindi mettiamo che dai 20 ai 30 giorni ne abbiano mangiato mezzo e poi dai 30 ai 70 in cui hanno cambiato casa uno intero.

ogni volta spendevo sui 35 euro per una settimana quindi 5 euro al giorno.. i primi 10 giorni ne hanno mangiato solo la metà quindi 2.50 x 10 sono 25 euro.. gli altri giorni 5 euro al giornoper 40 giorni sono 200 euro.

[]in tutto di carne 225 euro..

(ho fatto il conto dei miei che mangiavano sicuramente più carne che crocche ma non ho contato la mamma e i miei cuccioli erano 7 non 8 quindi le cose si bilanciano)

cibo: 545 euro

cure veterinarie... senza contare le cose che possono essere evitate come ecografie etc etc e facciamo che non si prendono acari o coccidi o cose simili che possono sempre capitare! e facciamo che la cucciolata proceda al meglio perché si... possono esserci gravi problemi mastiti e diverse cose!! quindi proprio il minimo minimo:

vaccini: un vaccino costa in media 30 euro 30x8 cuccioli= 240

chip: un chip costa in media 30 euro: 30x8= 240

(ho fatto una media, ma c'è chi paga il vaccino 35, 40 come chi lo paga 20, idem il chip che arriva a 60 euro! dipende dalla zona in cui si abita, il nord è più caro, e dal rapporto con il vet)

quindi di cure veterinarie si spende 480 euro circa (per cucciolata media)

lettiera, la migliore per una cucciolata è quella di carta riciclata ma non è necessaria quindi prendo ad esempio la più economica (che ho usato anch'io) ovvero il pellet x stufe..

un sacco di pellet da 15 kg costa in media 6 euro, quel sacco lo finivo in 2 settimane con mamma incinta e cuccioli piccinini e poi in una settimana quando i cuccioli hanno iniziato a fare varie popò nella lettiera verso i 30 giorni.. sono

[]gravidanza 6/14 * 42= 18

cuccioli piccini 6/14 * 30= 12 circa

cuccioli dai 30 ai 70 giorni = 6/7 * 40= 34 circa

sono circa 65 euro di lettiera! (Ammazza mi è venuto un colpo presa volta x volta non sembrava così tanto XD )

alloggio

la gabbia parto: una conigliera per una cucciolata va bene e la meno cara costa []50 euro

la cuccia parto: la + economica è la lettiera chiusa ad angolo da adibire come cuccia e costa circa 12 euro

gabbia + cuccia: 62 euro

pulizie

ok, il s*****x.. 6,50 euro a bottiglia.. 4 confezioni x tutto il periodo.. il massimo è quando i cuccioli iniziano ad uscire e fare popì che poi con il pancino schiacciano e spargono ovunque x non parlare della popò è il top! []6,50*4= 26

carta per pulire.. facciamo la + economica.. i rotoloni grossi da discount 4.00

nascono dentro il nido cacano dentro il nido uno schifo..

escono dal nido e la fanno 1 po' ovunque sino ad imparare a farla nella lettiera

iniziano a mangiare l'*/* e oltre spargerlo x tutta la gabbia ci si fanno il bagno dentro

escono dalla gabbia e fanno la popò e la pipì ovunque

quindi facciamo che in tutto in media dura 14 giorni: []112 giorni x 4.00/14 = 32

tenete conto poi che le copertine vanno lavate una volta al giorno quindi acqua e corrente.. che non sono quantificabili..

il detersivo facciamo che in tutto si son spesi 10 euro..

e il condizionatore (dato ke i cuccioli devono stare ad una data temperatura) sempre non quantificabile

detersivo: []10 euro

s*****x + carta + detersivo: 68 euro

teniamo conto che i proprietari dei cuccioli vengano tutti a casa a prendersi i piccoli quindi nessun viaggio... e teniamo conto che il maschio sia proprio quindi non si viaggia x il maschio e non si danno anche i diritti di monta.

sono: 1.220 / 8 = 152,5

ed invece se..? :

se il maschio non è dell'allevatore

un diritto di monta può variare.. alcuni chiedono un cucciolo, altri un cucciolo ogni 5, altri ancora il prezzo di uno o più cuccioli e altri sono amici e non chiedono nulla..

ma se il padrone del maschio chiede il diritto di monta si conta il prezzo di un cucciolo(o dei cuccioli) dati al proprietario del maschio e si divide tra gli altri cuccioli!

a volte il proprietario del maschio è distante diversi km quindi uno deve anche viaggiare x fare la monta e quindi si deve tener conto anche di quello! io i primi 2 anni ho speso 200 euro per il viaggio per far incontrare siri con i mariti!

altro esempio.. ci son allevatori.. (come me per esempio) che non si fidano a dare cuccioli nei propri dintorni perché magari le persone non sono serie quindi devono portare i cuccioli anche a diversi km..

io per esempio spendevo 200 euro per portare i cuccioli a roma o milano!

altro probema.. una furetta può avere problemi di salute e quindi si devono tener conto nel prezzo dei cuccioli anche le spese veterinarie della furetta..

altra cosa da tenere in considerazione sono i certificati di origine, se un cucciolo ha il certificato d'origine, l'allevatore paga quel certificato circa 7 euro quindi 7*8 sono altri 56 euro..

se poi il cucciolo che vendono è + grandetto quindi ha fatto anche altri vaccini e ovviamente ha avuto più mantenimento di pappe etc è normale che si venda a prezzo più alto!

non condivido quando gli allevatori vendono i cuccioli a diverso prezzo..

io ho venduto sia i mezzi sia gli angora allo stesso prezzo, idem gli anni passati i mascherina, cannella, dew striped, panda, blaze etc..

per un cucciolo che sia "blacksurf con le enstencion" (come direbbe tyler :lol: ) o un mascherina standard, spedo lo stesso tanto! quindi non c'è motivo di venderli a prezzo diverso!

MA! se un allevatore si fa 4000 km per andare a prendere un furetto particolare con buone caratteristiche sia estetiche sia nella genealogia (e ovviamente nella salute) e quindi spende diversi soldi capisco che i cuccioli di quel furo possa farli pagare d + rispetto a quelli di un furetto preso dietro casa!

e capisco anche che se un allevatore non riesce a vendere un mascherina standard a 200 euro possa abbassare il prezzo rispetto ad un angora o un colore particolare che comunque venderebbe a prezzo più alto data la richiesta!

ma bisogna star attenti perché diversi allevatori potrebbero approfittarsene e data la rarità di un cucciolo venderlo a più soldi senza un reale motivo! quindi da parte di chi compra è sempre bene chiedere di motivare il prezzo di un cucciolo ;)

insomma ci sono tantissssssime cosa da tenere in considerazione!

il prezzo corretto per un cucciolo allevato BENE per me può andare dai 150 ai 300 euro..

poi bisogna specificare che allevato BENE per me non sono solo i soldi spesi ma anche il tempo che si dedica al cucciolo e quindi far in modo che cresca a contatto con le persone quindi circa mezzora di tempo per ogni cucciolo quindi 4 ore per 8 cuccioli.. ma non parlo di 4 ore di seguito.. sempre distribuite nell'arco della giornata...

allevato bene poi per me significa che il cucciolo abbia una buona genealogia..

e come sollevato da tanti il dubbio "come si fa a sapere se sia vera?"

al momento l'unico modo è chiedere a furettomania di controllare nella loro anagrafe dato che hanno diverse cucciolate registrate.. e poi farsi mandare foto dell'accoppiamento etc.. farsi dare il contatto degli allevatori da cui sn stati presi i genitori e informarsi il più possibile chiedendo anche sui forum dato che tra allevatori bene o male ci si conosce tutti..

purtroppo molti mentono..

alcuni spacciano i cuccioli di una furetta per cuccioli di un'altra facendo un grosso danno dato che in futuro c'è la possibilità che si accoppino parenti..

un altro piccolo modo per sapere se la genealogia è vera è quello di studiarsi la genetica delle colorazioni! conoscendola potrete notare se ci sono colorazioni (o tipi di pelo) assurdi!

a parte la genealogia una piccola conferma può essere il certificato di idoneità alla riproduzione dato che per averlo si devono fare delle visite mediche per verificare il reale stato di salute del furetto.. ma sempre chiedete a furettomania se son reali questi certificati!

alcuni accoppiano persino per maschi con una femmina convinti di riconoscere quali cuccioli sono di uno e quali dell'altro! che cavolate!

diversi si inventano premi dei furetti non esistenti.. altri dei pedigree certificati CHE NON ESISTONO! NE' IN ITALIA NE' IN EUROPA!

TUTTI I PEDIGREE EUROPEI HANNO LO STESSO VALORE DEI CERTIFICATI D'ORIGINE DI FURETTOMANIA! non sono più nè meno affidabili! questo perchè non esiste nessun ente europeo riconosciuto!

allevato bene per me significa che la cucciolata abbia una stanza in cui stare non a contatto con TUTTI gli altri furetti che potrebbero stressare mamma e piccoli!

o se ci sono più fure con i cuccioli e magari nn vanno d'accordo tra di loro quindi si stresserebbero sarebbe meglio avere + stanze quindi una per tutti gli altri fury (maschi e sterilizzati) una per mamme con cuccioli e 1 altra ancora se le mamme tra loro non si sopportano e quindi potrebbero star male sentendo l'odore l'una dell'altra! durante il periodo delle cucciolate io mi autosfrattavo dalla mia stanza per cederla a siri!

allevare per me significa NON AVERE TROPPE FEMMINE perchè.. esempio facciamo dei conti 1.220 * 6 = 7.320.

una cucciolata e cavoli uno come fa a spendere a fare 6 cucciolate spendendo 7.320 euro???

ma ci sono comunque persone ricche..

però 4 ore per una cucciolata..

non tengo conto 6 cucciolate contemporaneamente perché sarebbe proprio sfiga ma vivendo alla stessa temperatura e alla stessa esposizione di luce è probabile che entrino in calore assieme quindi vabbè prendiamo x esempio 4 cucciolate..

dove le trovi 16 ore al giorno x dedicare abbastanza tempo ai cuccioli???

per non parlare del fattore genetico.. se non si mettono dei limiti imponendo le sterilizzazioni se di quei 48 cuccioli anche solo 10 si riproducono sono 80 parenti e così via!

ecco perché sono per i piccoli allevatori che abbiano poche furette.. prediligendo chi ha iniziato con un lento cammino iniziando con una furetta per vedere come va avere una cucciolata.. poi l'anno successivo magari due.. poi tre sino secondo me ad arrivare ad un massimo di 4 furette per allevatore.. altrimenti io non li considero più amatoriali ma professionisti..

un buon allevatore per me è una persona che valuta bene a chi dare i cuccioli cercando solo persone serie e non dandoli al primo che capita! facendosi anche qualche km per far avere buone case ai propri "nipotini"

insomma fate molta attenzione quando cercate un cucciolo!!

Link al commento
Condividi su altri siti

Quoto in tutto e per tutto i due interventi qui sopra riportati.

Per quel che ci riguarda, quando cercavamo un cicciolo di furetto siamo andati a visitare diversi posti, tra cui allevatori più grandi e altri più "amatoriali".

Alla fine la nostra scelta è caduta su un'allevatrice amatoriale, a circa un'ora e mezza di auto da noi (quindi sicuramente non la più vicina), ma ci è sembrata quella più capace..

Prima di tutto lei aveva una coppia di furetti europei che devo dire erano magnifici: pelo lucente, davvero ben educati, non mordaci, giocherelloni, fiduciosi. Due cagnolini!

I due potevano girare per tutto il pian terreno e una parte di giardino (totalmente cintato con un muro) e per la notte aveva costruito una gabbia esterna enorme.. quasi come una stanza vera e propria! Aveva due piani, tantissime amache, tubi, ecc. Cuscini contenenti stoffa (quindi non la pericolosa gommapiuma), innumerevoli palline, e un angolo dove c'era un bel po' di terra e sabbia dove i amavano scavare. Insomma.. un paradiso!

Inoltre la ragazza ancora prima di parlare dell'eventualità dell'acquisto ci ha spiegato tutto su malattie, vaccinazioni, alimentazione, educazione,... Credo ci stesse anche valutando, perché da quel che so è capitato che non avesse veduto uno dei suoi piccoli a qualche cliente che non la convinceva..

Infatti si vedeva che era davvero innamorata dei suoi piccoli.. si capiva da come ne parlava, da come spiegava, da come li trattava... e dal tempo che passava con loro.

Alla fine quando abbiamo visto i piccoli.. che meraviglia! Dormivano tutti accanto alla madre, poi piano piano si sono svegliati e hanno cominciato a curiosare in giro.. e come diceva la ragazza, siamo stati scelti da uno di loro :P

Siamo poi tornati ancora un paio di volte per vedere come procedeva la crescita, finché il piccolo non era pronto per essere preso. Il prezzo se non ricordo male, si è aggirato intorno ai 100-150 euro, non ricordo bene.. ma insieme ci ha dato anche una piccola scorta dell'alimentazione.

Che dire, adesso abbiamo un furetto davvero educato, coccolone, e soprattutto sano. E sono sicura che un po' di merito viene anche da un allevamento corretto..

Link al commento
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...
 Share

×
×
  • Crea Nuovo...