Vai al contenuto

Tucani


Ospite
 Share

Recommended Posts

ciao a tutti, mi chiamo luca, mi sono iscritto pochi minuti fa e volevo presentarmi:

sono un grande appassionato di uccelli, ho quasi vent'anni e tutt'ora allevo parrocchetti dal collare, are nobili, inseparabili, cocorite, diamanti di gould, passeri del giappone, tortore dal collare, calopsitte, pavoni e ho anche pesci rossi e carpe koi nel laghetto.

vi volevo chiedere informazioni il più possibili dettagliate sui tucani, toco, vitellinus, solforato ecc.

o se avete dei link a articoli anche in inglese, francese, spagnolo. . . . col tedesco invece non sono così bravo!

se potete darmi info su:

- corretta alimentazione

- fino a che temperatura possono stare

- integratori se necessitano

e tutto un pò quello che sapete, perchè ho rastrellato internet come al solito quando mi informo su una specie in particolare ma sui tucani proprio niente o ben poco, quei pochi articoli che si trovano sono superficiali e pure sbagliati, non ne so molto sui tucani ma riesco comunque a vedere che sbagliano foto, nomi e un po tutto!

grazie in anticipo a chiunque voglia rispondere

ps. se li prendo avevo intenzione di costruire delle voliere di 5 x 3 x 2 h + una parte chiusa riscaldata o meno o solo racchiuse da un nylon.

Link al commento
Condividi su altri siti

Innanzitutto, benvenuto! :bigemo_harabe_net-122:

Dalla tua presentazione, non posso che trarre piacere (per le specie che allevi) e un briciolo di invidia (per lo stesso motivo :D).

sui tucani proprio niente o ben poco, quei pochi articoli che si trovano sono superficiali e pure sbagliati, non ne so molto sui tucani ma riesco comunque a vedere che sbagliano foto, nomi e un po tutto!

Concordo pienamente! Pur non avendo lo spazio necessario per potere allevare (mi accontento delle mie cocorite e dei miei diamanti mandarino), mi informo ben volentieri sulle altre specie, e anche io noto spesso la più completa confusione, soprattutto nei siti stranieri (cosa anche normale, perchè in italiano non c'è quasi nulla)!

Innanzitutto ti consiglio, se già non l'hai fatto, di leggere la scheda scritta da aury sui tucani.

Nello specifico:

Tucano solforato (Ramphastos sulfuratus).

Tucano beccoscanalato (Ramphastos vitellinus)

Tucano Toco o Toco (Ramphastos toco)

Caratteristiche generali e mantenimento

I tucani sono grossi uccelli sudamericani dalla livrea vistosa, provvisti di un becco molto colorato e assai massiccio. Questa gigantesca struttura è in realtà incredibilmente leggera e non costituisce alcun problema per gli uccelli, essendo cava al suo interno. La lingua poi presenta una forma del tutto particolare, essendo lunga, stretta e provvista ai lati di filamenti diretti in avanti.

I tucani hanno il primo e il quarto dito rivolti in avanti (zigodattilia): questo permette loro di avere maggior presa sugli alberi.

Sono uccelli che si adattano bene in cattività (pur riproducendosi con estrema difficoltà) tanto da poter essere addomesticati e potersi anche affezionare agli esseri umani.

Si nutrono soprattutto di frutta fresca (in natura ad una dieta essenzialmente frugivora accostano un po' di insetti o qualche piccolo invertebrato).

In cattività si può fornire loro anche riso bollito, pane spezzettato, carne cotta o cruda (tritata o tagliata in piccoli pezzetti): infatti la dieta del tucano, che deve essere povera di ferro per i motivi che indicati sotto, deve essere invece ricca di proteine. Proprio per questo si può anche aggiungere ad essa, di tanto in tanto, qualche grosso insetto o qualche topolino.

Scegliendo tra frutta e verdura, sarebbe consigliabile optare (ma non esclusivamente) verso spinaci, uva, banane e carote: contengono infatti i tannini, sostanze fortemente antiossidanti (tra l'altro, alcuni tipi abbassano la pressione arteriosa e sono antivirali e antibatterici) e che riducono l'assorbimento del ferro.

Questo è importante nel caso dei tucani perchè previene l'emocromatosi (o diabete bronzino) una patologia dovuta all'accumulo di ferro nel fegato (e anche in sede pancreatica, cutanea e cardiaca) molto comune in questi uccelli (e nelle maine).

Ricorda però che assolutamente i tucani non vanno alloggiati in compagnia di uccelli più piccoli: in questo caso li ucciderebbero e li mangerebbero.

Non sono uccelli eccessivamente cagionevoli di salute, ma soffrono molto le temperature fredde: per evitare spiacevoli inconvenienti sarebbe opportuno alloggiarli in un'ampia voliera esterna protetta in inverno. Se ne avessi pure la possibilità, nella stagione invernale andrebbero ospitati in casa.

Sono uccelli molto costosi, e più o meno minacciati a causa della distruzione del loro habitat naturale (Ramphastos vitellinus, Ramphastos sulfuratus e Ramphastos toco sono tutti nella lista rossa delle specie minacciate della IUNC).

Comportamento

In natura vivono a piccoli gruppi, nel fitto delle foreste. Scendono raramente a terra e lo fanno solo per bere o per impadronirsi di qualche frutto caduto al suolo. Hanno una voce rauca, ma producono anche dei suoni battendo l'una contro l'altra le due ranfoteche del becco. In cattività tendono a essere aggressivi sia con uccelli più piccoli che con altri della stessa specie.

Il Toco è la specie più nota, raggiunge i 60 cm di lunghezza con un becco di circa 22 cm. Come la maggior parte dei tucani costruisce il nido nel cavo degli alberi; in esso la femmina depone 3-4 uova che vengono covate da entrambi i genitori. I piccoli nascono dopo 16-18 giorni e crescono molto lentamente; sono in grado di abbandonare il nido a circa sei settimane di età; svilupperanno completamente il becco solo a 2-3 anni d'età.

Collegamenti

Qui puoi trovare una scheda sul Tucano solforato (noterai certamente confusione sul nome scientifico).

Qui altra scheda sul Toco.

Nel caso volessi avere notizie più dettagliate su questo genere di uccelli, il comportamento in natura, lo status e cose così, in particolare sul Toco o sul Tucano solforato, prova qui (in inglese).

Se volessi qualche altra informazione, chiedi pure! :D

Link al commento
Condividi su altri siti

Se provi qui potrai vedere dei video sul Tucano beccoscanalato (Ramphastos vitellinus). (in inglese)

Invece qui trovi molte informazioni su dieta e allevamento direttamente da un allevatore che si è cimentato nell'impresa (in inglese).

Link al commento
Condividi su altri siti

(Ramphastos vitellinus, Ramphastos sulfuratus e Ramphastos toco sono tutti nella lista rossa delle specie minacciate della IUNC)

Errata corrige: non è IUNC ma IUCN (International Union for the Conservation of Nature and Natural Resources).

Link al commento
Condividi su altri siti

I tucani generalmente sono uccelli rumorosi ma non così tanto come un cacatua o un'ara ma possono emettere una sorta di fischio rumoroso che può dare fastidio.

Link al commento
Condividi su altri siti

Altre informazioni:

Nella stagione degli amori il becco diventa un importante strumento di segnalazione; tutta l'imponente struttura ha anche la funzione di amplificare i versi emessi.

Sulle zampe i tucani possiedono delle lamelle di protezione disposte però solo sulle parti superiori e su quelle inferiori, lasciando quindi i lati non protetti. I giovani presentano, sempre sulle zampe, delle escrescenze callose che scompaiono col tempo.

da: Uccelli da gabbia e da voliera, di Stanislav Chvapil, ed. De Agostini

Link al commento
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...
 Share

×
×
  • Crea Nuovo...