Vai al contenuto

Formazione Del Puledro


Spirito Mustang
 Share

Recommended Posts

Nel mio lavoro con i puledri non mi avvalgo della collaborazione di un assistente e quindi ogni mia azione la valuto attentamente al fine di garantire la sicurezza mia e del puledro.

In questo contesto grande valore assume l'espansione dell'area di comfort del puledro al fine di migliorarne la fiducia in se stesso e ridurre al minimo sorprese e incidenti.

Nel tondino lavoro associando il puledro e desensibilizzandolo a diversi stimoli potenzialmente impaurenti. Aumento progressivamente la sua area di comfort e faccio diventare il tondino l'area di comfort base.

Nel lavoro montato in tondino inizio gradualmente a guidare il puledro alla comprensione dei miei aiuti (e non alla sottomissione) e sottoponendolo anche montato a diversi stimoli.

Voglio che la bolla di confidenza si sviluppi sempre più. Guido alla calma, alla serenità, tenendo bassi i livelli d'ansia.

Alla fine i miei campi di lavoro entrano a far parte dell'area di comfort del puledro ed il centro di quest'area è la mia presenza. Il cavallo associa il comfort a me sia nella comunicazione da terra, sia nella comunicazione tattile dalla sella.

Tutto viene svolto nella massima sicurezza, attraverso uno scrupoloso lavoro per obiettivi sfidanti ma raggiungibili.

Spero sempre di poter dare un piccolo contributo professionale alla conoscenza dell'educazione e formazione di base del puledro.

Francesco.......Spirito Mustang

Link al commento
Condividi su altri siti

Caro Spirit Mustang,

i tuoi topic sono sempre molto interessanti!!!

Ti voglio raccontare cosa mi è successo ieri.

Dove tengo i miei cavalli c'è anche un'altro signore, molto anziano, che possiede una cavalla araba di 14 anni, Stella.

Questa cavalla l'hanno cresciuta loro e fino a che era giovane era molto brava anche se nevrile (un carattere tipico arabo). Viveva con altre cavalle e poi le era nata una puledra. Pultroppo la puledra è morta a 2 anni e lei è rimasta sola perchè anche le altre cavalle furono vendute. Sono circa 10 anni che è la padrona incontrastata della stalla e del paddock. Contatti con l'uomo non ne ha quasi mai. Le danno da mangiare senza nemmeno accarezzarla anche perchè tutti hanno una paura folle della cavalla. E' un divolo...morde scalcia e rampa!! C'è la nipote di questo signore che viene sempre a vedermi lavorare con i miei cavalli e mi ha chiesto di aiutarla almeno per spazzolare Stella. Mi ha raccontato che qualche anno fa era venuto un domatore per cercare di riprenderla, ma era stato un disastro. Come sentiva la macchina Stella si buttava in terra e non c'era verso di smuoverla!!! E' una cavalla sicuramente moolto intelligente.

Ieri sono andata da lei e per prima cosa ho cercato di chiuderla fuori dalla stalla perchè quando è lì dentro è molto pericolosa. Se chiudiamo la porta da fuori lei la riapre perchè sa come funziona il lucchetto...

Fatto ciò l'ho spinta in mezzo al campo e mi sono fermata. Lei è venuta vicino a me, ma non aveva proprio un bell'atteggiamento...orecchie indietro e narici tirate...

Allora mi sono avvicinata molto lentamente e l'ho accarezzata con la frusta (mantenevo sempre una distanza di sicurezza). Poi piano piano sono riuscita a metterle la cavezza e la corda. E' stata l'impresa più dura perchè cercava sempre di mordermi, e io la brontolavo.

Infine l'ho portata in un recinto piccolo e l'ho liberata. Ha iniziato a correre come una matta cercando di scappare, ma alla fine è venuta da me che ero ferma in mezzo al campo. Il suo atteggiamento era già cambiato...orecchie avanti e sguardo curioso...

L'ho girata con la corda ed è stata bravissima e quando la fermavo voleva avvicinarsi sempre di più.

Alla fine l'ho portata fuori tranquillamente e la ragazza l'ha spazzolata tutta. Ogni volta che cercava di mordere scuotevo la corda e brontolavo.

I proprietari non credevano ai loro occhi!!!

Non ho fatto niente di speciale...ho cercato solo di comunicare con Stella a suo modo, mentre loro non riescono a farsi rispettare...non hanno polso e lei si diverte a mettergli i piedi in testa!! Poi lei è anche molto sola e quindi quando c'è qualcuno cerca di divertirsi a modo suo...

Ho intensione in primavera di portarla con i miei cavalli, secondo me potrebbe imparare di nuovo come ci si comporta con gli uomini perchè i miei sono molto rispettosi e fiduciosi e sanno bene cosa possono o non possono fare.

Io sicuramente non sono la persona adatta a riprendere Stella perchè è una cavalla molto difficile. Ma ieri ho capito veramente quanto conta il saper comunicare con il cavallo e comportarsi di conseguenza.

Anche se la sua fama non era molto bella non ho avuto timore di andare da lei e questo l'ha capito subito...

*+++*

Link al commento
Condividi su altri siti

Anche se la sua fama non era molto bella non ho avuto timore di andare da lei e questo l'ha capito subito...

Ottimo Sara. Ricorda sempre che è la capacità di gestire la propria paura a differenziare un T.....r da un vero T.....r. Ho visto fin troppi trainers e cavalieri aver paura dei loro stessi cavalli e quando la paura non viene gestita e affrontata è molto facile che la violenza prenda il sopravvento.

Un vero T.....r deve saper affrontare e superare in sicurezza fantasmi, spettri e paure....altrimenti ci sono tanti altri lavori al mondo da fare ;)

Sviluppare comportamenti assertivi deve essere un "must" per un T.....r professionista!

Spirito Mustang

Link al commento
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...
 Share

×
×
  • Crea Nuovo...