Vai al contenuto

Essere Trainer Di Cavalli


Spirito Mustang
 Share

Recommended Posts

Spesso mi viene chiesto: "Ma quali sono le doti che deve possedere un T.....r di giovani cavalli?"

Rispondo sempre con poche ma significative parole:

Cultura

Sensibilità

Esperienza

Calma

Consapevolezza

"La differenza tra un T.....r ed un vero ed efficace T.....r è la capacità di gestire le proprie paure, le proprie ansie e la propria calma. Quando mancano questi presupposti l'uso della violenza è sempre dietro l'angolo."

Spirito Mustang

Etologo e T.....r professionista

Link al commento
Condividi su altri siti

Effettui anche dei corsi giusto? Dove ti trovi di preciso?

Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao Spirito Mustang!

Potresti magari raccontarci come sei diventato T.....r? Magari a qualcuno può interessare... ;)

Tra le doti di un buon T.....r, credo che non possa mancare la professionalità e lo spirito di comunicazione... cosa ne dici?

Link al commento
Condividi su altri siti

Si Lady D hai ragione!

Mi sono da sempre occupato di puledri, sono sempre stati la mia passione, il primo contatto con un altro essere. Ricordo ancora la mia prima puledra, più di vent'anni fa, si chiamava Unica ed aveva sangue salernitano che scorreva nelle vene. Ho sempre lavorato con tranquillità, era un mio modo di essere e sentire il cavallo.

Poi gli studi fatti a Parma, al fianco di Danilo Mainardi ed altri importanti etologi come Sandro Lovari, mi hanno permesso di approfondire le mie conoscenze etologiche sia sulla fauna selvatica sia applicate agli animali domestici come cavalli e cani.

Quattro anni fa poi ho trascorso un periodo da Monty Roberts partecipando ad un clinic di problem solving proprio a Flag Is Up Farm. Andando alla sorgente ho approfondito alcuni concetti.

Ogni giorno sviluppo meglio la mia tecnica, aumentando la sua flessibilità di applicazione visto che ogni cavallo è diverso.

Con coraggio porto avanti la mia professione, credo in me stesso ed in quello che posso dare agli animali.

Questo in grande sintesi la mia vita e la mia professione.

Spero di essere stato abbastanza esaustivo, anche se ci sarebbe ancora un mondo da dire.

Ciao

Francesco....Spirito Mustang

Link al commento
Condividi su altri siti

Grazie Francesco (posso chiamarti per nome?)!!

Ah, sei stato da Monty...!! Com'è stato lavorare con lui?

Pratichi dunque il join up con i tuoi cavalli?

Beh, a parte che... il join up non è niente di nuovo... niente più di quello che già dicevano i classici, e che poi è stato preso, rielaborato da Parelli, Roberts, & CO, nevvero? ;)

Link al commento
Condividi su altri siti

Stavo pensando... non deve essere facile come professione, soprattutto al giorno d'oggi. Vedo purtroppo molta gente che pensa che il suo cavallo sia un robottino... lo porta dall'addestratore che "lo programma", poi quando torna a casa dev'essere perfetto... e tale secondo loro deve rimanere!

Forse si sottovaluta troppo l'importanza del lavoro fatto a casa, o della presenza del proprietario durante l'addestramento.

Cose ne dice Francesco?

Link al commento
Condividi su altri siti

Condivido LadyD.

In genere lavoro a stretto contatto con il proprietario, in modo che il passaggio di consegne nella gestione del puledro sia il più fluido possibile. Il mio obiettivo è di trainare anche il proprietario in moda da far diventare egli stesso T.....r del proprio cavallo.

Lavoro con flessibilità, non credo a loghi o scuole di pensiero. Non credo all'applicazione rigida di una tecnica. Credo alla capacità di un vero T.....r di acquisire consapevolezza e flessibilità nell'applicazione di una tecnica.

Da Monty Roberts ho acquisito buoni concetti, ma non uso questa tecnica in modo indiscriminato.

Lavoro attraverso il condizionamento operante, il rinforzo positivo e la desensibilizzazione progressiva, oltre a ricercare un codice di linguaggio condivisibile.

Cerco di lavorare usando calma, testa ed esperienza.

I cavalli che passano attraverso me esprimono sempre calma, equilibrio, impulso, comprensione degli aiuti, leggerezza e soprattutto fiducia nell'uomo e nel cavaliere.

Ciao!

Francesco

Link al commento
Condividi su altri siti

Lavoro con flessibilità, non credo a loghi o scuole di pensiero. Non credo all'applicazione rigida di una tecnica. Credo alla capacità di un vero T.....r di acquisire consapevolezza e flessibilità nell'applicazione di una tecnica.

Da Monty Roberts ho acquisito buoni concetti, ma non uso questa tecnica in modo indiscriminato.

Lavoro attraverso il condizionamento operante, il rinforzo positivo e la desensibilizzazione progressiva, oltre a ricercare un codice di linguaggio condivisibile.

Usi anche il clicker training? Conosci questa tecnica? Cosa ne pensi?

Link al commento
Condividi su altri siti

Il clicker è certamente un efficace rinforzo secondario, che rientra a far parte degli aiuti, ma deve essere anche questo usato con consapevolezza e buon senso altrimenti rischia di diventare una barriera nella comunicazione tra uomo e animale.

Personalmente non preferisco usarlo, sia nel training dei cani che nel training dei cavalli.

Anche in questo caso le mode sono molto pericolose e possono diventare inefficaci....il clicker usato in maniera impropria può addirittura desensibilizzare al rinforzo.

Preferisco insegnare ai proprietari l'utilizzo di gesti, comportamenti e strumenti di più pratico utilizzo nella vita quotidiana. Soprattutto insegno loro l'etologia della specie e del loro animale in particolare. Guido i proprietari alla comprensione delle dinamiche che motivano il comportamento dei loro animali.

Con i cavalli in particolare lavoro molto sulla loro serenità, preservando la loro energia fisica e mentale. Massimo rendimento con minimo sforzo. Insegno loro a dosare la loro energia così come accade in natura.

Mi piace preservare l'individualità del cavallo, non amo i robottini che salgono sui piedistalli, ci siamo capiti vero?

Francesco....Spirito Mustang

Link al commento
Condividi su altri siti

Scusate l'ignoranza...cos'è il clicker?

Comunque tantissimi complimenti a Spirito Mustang o Dr. Francesco...mi sa che presto verrò a fare qualche corso...

Io sono un autodidatta, leggo molto, ma non sono mai andata a dimostrazioni come Parelli o Monty Roberts perchè sono personaggi troppo popolari e troppo costosi...Vorrei qualcuno che mi insegnasse veramente, non come nei corsi Parelli che mettono venti persone insieme...non so se mi spiego.. ;)

Link al commento
Condividi su altri siti

Il clicker è una scatoletta di plastica con una linguetta di metallo che, quando viene premuta con un dito emette un suono secco, un click!

Attualmente è molto utilizzato nell'addestramento dei cani e qualcuno in america ed in europa lo usa anche con i cavalli.

Si tratta di un rinforzo condizionato che fa da ponte tra il comportamento che gradite e che volete rinforzare ed il suo rinforzo effettivo (ad es il bocconcino).

Link al commento
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...
 Share

×
×
  • Crea Nuovo...