Vai al contenuto

Louis45

New members
  • Numero contenuti

    1
  • Iscritto

  • Ultima visita

Louis45's Achievements

Newbie

Newbie (1/14)

  • Conversation Starter Rare

Recent Badges

0

Reputazione Forum

  1. Corse di cavalli: Tipi, Classificazioni e Meccanica Cavalli Non ci sono commenti. Le corse di cavalli sono uno degli sport più antichi che siano mai esistiti. Tuttavia, oggi è ancora uno degli sport più popolari. Nella maggior parte dei paesi le corse di cavalli sono molto popolari, quindi sono organizzate e altamente commercializzate. È diventata una grande industria che ha continuato a prosperare per raggiungere i suoi obiettivi. Le corse di cavalli rappresentano una competizione in cui viene testata la velocità di almeno due cavalli, anche se il numero è solitamente maggiore. I migliori cavalli purosangue sono collocati lì, con un fantino che li conduce lungo una pista speciale per questa competizione. Le scommesse sulle corse dei cavalli sono molto popolari nel mondo del gioco d'azzardo, e questo può essere visto su siti come Jackmillion, un sito di scommesse molto popolare nel mercato online, d'accordo con una jack million recensioni che se può trovare su internet. . I principi di base che segnano una corsa di cavalli sono. Chi alleva il cavallo, il proprietario, l'allenatore e il fantino. Anche se all'inizio i proprietari stessi erano responsabili dell'allevamento del cavallo, una differenza è stata fatta circa 100 anni fa. Il rapporto allevatore-proprietario è stato messo da parte. Molti proprietari hanno iniziato a comprare cavalli e non per allevarli, ma per assumere allenatori. Questi addestratori hanno il compito di prepararli per competere nelle gare. PREPARAZIONE PER LE CORSE DI CAVALLI La preparazione di una corsa di cavalli richiede alcuni punti importanti di cui occuparsi. A questo proposito, uno degli aspetti da considerare è la selezione e l'addestramento del cavallo. Nel caso del cavallo, si deve ottenere un animale ben conformato, che sia completo in termini di condizioni di corsa. Ci deve essere un buon equilibrio del cavallo e ci si aspetta anche che abbia una grande velocità, poiché questo è un fattore determinante in queste competizioni. Tuttavia, il temperamento dell'animale non è necessariamente un aspetto limitante in questo campo. Gli allenatori sono i principali responsabili della cura e dell'attenzione dei cavalli durante la loro vita agonistica. Devono dedicare molto tempo al mantenimento delle condizioni dei cavalli. Inoltre, come parte della preparazione, devono selezionare quali gare sono adatte al cavallo che allenano per partecipare. Questo dovrebbe essere basato su aspetti come la qualità della competizione e anche la distanza della competizione. Questi sono tutti fattori importanti da considerare, perché anche se ogni paese può avere le sue caratteristiche in termini di gare, di solito si svolgono in diversi mesi e diverse nello stesso giorno. TIPO DI ALLENAMENTO PER LE CORSE DI CAVALLI Per quanto riguarda l'allenamento dei cavalli, possiamo dire che è proprio come deve allenarsi un atleta. Con costanza, quotidianamente, per raggiungere una condizione fisica adatta a ciò che devono fare. Così, i cavalli richiedono anche un allenamento molto rigoroso per essere all'altezza della competizione. Gli allenatori devono sottoporre i cavalli ad allenamenti quotidiani di vari esercizi. Alcuni di questi includono il cantering e la velocità. Nel caso dell'addestramento al galoppo, questi vengono eseguiti quotidianamente su distanze di massimo 3,5 chilometri. E per l'allenamento della velocità, gli esercizi sono fatti su una distanza limite molto più breve. Tutto questo, finché il cavallo non raggiunge finalmente il giusto ritmo di attività per le competizioni. Uno degli obiettivi dell'allenamento costante è quello di raggiungere un adeguato controllo del ritmo cardio-respiratorio e termoregolatorio del cavallo. E ci si aspetta che sia in grado di adattare i muscoli, i tendini e lo scheletro a tutte le esigenze della competizione. Quando questo viene raggiunto, il risultato può essere osservato nell'animale stesso. Il comportamento del cavallo è influenzato dal rilascio di endorfine che producono una piacevole sensazione di soddisfazione sia negli uomini che negli animali. Tuttavia, tutti gli esercizi di allenamento eseguiti con i cavalli devono essere nei giusti limiti. Esigere più di quanto l'animale dovrebbe essere in grado di fare può essere solo dannoso per l'animale. PROCEDURA NELLE CORSE DI CAVALLI Per le corse di cavalli è stata stabilita una procedura semplice, ma che riflette anche una rigorosa organizzazione. Prima di tutto, quando il cavallo arriva all'ippodromo, deve essere controllato dal servizio veterinario. Lì si conferma che il cavallo è davvero quello elencato e anche le condizioni fisiche del cavallo. Nel caso del fantino, deve anche passare attraverso l'area di pesatura, dove il suo peso viene preso prima dell'inizio della corsa e questa procedura viene effettuata anche dopo la corsa. In piena vista degli spettatori, i cavalli devono essere sellati e i fantini montati. Dopo questo, vengono condotti alla partenza e ogni cavallo con il suo cavaliere viene posizionato nel box di partenza assegnatogli. Sono tutti ben posizionati lì. Poi, l'operatore che è incaricato di dare il via preme il pulsante che sarà utilizzato per iniziare la gara. In piena vista degli spettatori, i cavalli devono essere sellati e i cavalieri montati. Dopo questo, devono essere condotti alla partenza e ogni cavallo con il suo cavaliere viene posizionato nel box di partenza assegnatogli. Sono tutti ben posizionati lì. Poi, l'operatore incaricato dell'avvio preme il pulsante che permette di aprire tutte le scatole nello stesso istante. All'interno del regolamento, vengono anche assegnati dei giudici per controllare le gare e questi devono essere registrati su pellicola. Oltre a questo, si collocano delle cellule fotoelettriche che hanno la funzione di misurare i tempi del cavallo che vince la corsa. Viene misurata sia al traguardo che in altri punti selezionati lungo l'ippodromo. Inoltre, per rendere la competizione il più uniforme possibile, i cavalli devono essere di un certo tipo. Gli viene assegnata un'indennità di peso in base all'età, al sesso, ai precedenti e anche all'esperienza del pilota. Le barre di piombo poste sul lato inferiore della sella possono essere utilizzate per equalizzare il peso del cavaliere con il peso assegnatogli. CATEGORIE DI CORSE DI CAVALLI Le corse di cavalli sono separate in una varietà di categorie. Questa diversità permette a coloro che sono attratti dai cavalli di scegliere una categoria o una disciplina di corse di cavalli che si adatta ai loro gusti. All'interno di questa varietà possiamo menzionare i seguenti. Ci sono corse in piano, corse a ostacoli, corse campestri, corse a coppie e corse al trotto e al cabriolet. Tra i più noti in quasi tutti i paesi, possiamo segnalare i due seguenti: Gare a ostacoli Gare a ostacoli GARE PIANE O CORSE IN PIANO Queste corse sono costituite da competizioni tra 2 o più cavalli, per lo più purosangue, e si svolgono in ippodromi o piste progettate appositamente per questo scopo. Sono chiamate gare piatte o lisce perché non contengono ostacoli da evitare durante la competizione. E la pista da percorrere può variare da circa 400 metri a circa 2,2 chilometri di distanza. In queste gare, ogni cavallo ha una sella e deve essere guidato da un fantino. Questo stile di competizione rientra nella categoria delle corse al galoppo. GARE DI CORSA Le corse a ostacoli sono nella categoria delle corse al galoppo con un alto rischio di caduta. Proprio perché il fantino deve far saltare il cavallo su 20 recinzioni di circa 1,10 metri ciascuna. È certamente uno stile di corsa molto difficile. SELEZIONE DI CAVALLI DA CORSA Per selezionare il cavallo per ogni gara, si deve cercare uno specialista in quella categoria. Dall'allevamento del cavallo, l'obiettivo è che sia uno con la capacità di rispondere a qualsiasi competizione. Tuttavia, è solo di tanto in tanto che si può trovare in questa condizione. I cavalli devono essere considerati per la gara in cui possono rispondere correttamente senza essere spinti oltre le loro capacità di prestazione. Al giorno d'oggi, ci sono gare di distanza. Vanno da 1.000 metri a 3.000 metri, e in alcuni casi possono anche arrivare a 4.000 metri. In base a come un cavallo risponde a queste sfide, gli viene data una designazione. Quando un cavallo risponde efficacemente in una corsa di 1.200 metri, viene classificato come un velocista. Nell'altro caso, ci sono cavalli che devono correre tra i 1.300 metri e i 1.700 metri. Se lo fanno in modo efficiente, sono conosciuti come corridori di media distanza. Altre gare più lunghe, come quella dei 2.100 metri, sono dette di media distanza. E se gareggiano nelle gare di 2.200 metri, sono corridori di lunga distanza. Ai cavalli viene data una categoria che permette loro di avere una classificazione. Tra i due anni e mezzo e i tre anni, si fa una selezione assegnandoli a gare tra gli 800 metri e i 1.600 metri di distanza. In questo modo, possono determinare in quale gerarchia collocare ogni cavallo. Alla fine, le corse di cavalli sono ancora in una posizione molto popolare in tutto il mondo. Alcuni dicono che è perché sono pura passione. Si godono il brivido di guardare i migliori purosangue, e i grandi, gareggiare.
×
×
  • Crea Nuovo...