Vai al contenuto

Essere Animalisti


Recommended Posts

Quando l'amore è per tutti gli animali,non solo il proprio cane o gatto,ma anche il topo,il pollo,la mucca,la pecora,il piccione ecc...si è animalisti.Ma non amore "metafisico" amore reale,nei pensieri,nelle azioni,anche nei piccoli gesti quotidiani.Secondo me animalismo significa semplicemente "rispetta e battiti per far rispettare".Non basta dire "poverino",devi fare qualcosa per cercare di tramutare il "poverino" in felice.Non per forza qualcosa di grandioso,bastano solo alcune scelte quotidiane.Animalismo significa capire la sofferenza e non essere solo passivi spettatori,significa AGIRE.

Link al commento
Condividi su altri siti

Credo che non basti rispettare gli animali per essere animalisti.

Credo che per riuscire ad aiutare al meglio gli animali e l'ambiente in cui vivono si debba conoscerli, studiarli, imparare a capirli(non solo nelle sofferenze), solo così credo si possa agire in modo corretto aiutando seriamente gli animali che ne hanno bisogno.

E non parlo solo degli animali che fanno più notizia, cioè cani al canile, gatti al gattile, animali da carne, animali da pelliccia, ecc.. ma parlo di quelli che vivono nei loro ambienti e che passano inosservati, ma spariscono tutti i giorni...mi viene l'angoscia quando girando per i campi con i cani, nei fossi si vedono solo zanzare e gamberi americani...le rane?...che da piccolo le sentivo tuffarsi in acqua quando passavo vicino ai fossi...dove sono finite?...i tritoni?...che vedevo nuotare vicino al fondo...dove sono finiti?....i ramarri?...le bisce?...che tristezza, dove ci sono campi coltivati, c'è una desolazione tremenda...una volta non era così...e io non sono mio padre, non parlo di 40 anni fa, parlo di una decina d'anni, quando di notte sentivi le rane cantare...ora zero, la notte è muta, solo qualche civetta spezza il silenzio...il resto sono auto e camion...

Link al commento
Condividi su altri siti

Voglio esporvi una mia riflessione fatta, dopo aver scritto il post qui sopra...

Credo che il problema più grande dei giorni nostri e dei giorni che verranno, sia il fatto che i giovani non amino più la natura in torno a loro...nascono in grandi città, dove tutto è grigio, nascono in una socetà dove il divertimento è la consolle e il pc...il contatto con la natura è quasi 0 e di conseguenza l'interesse ad essa...si dovrebbe fare di più, bisognerebbe ricordare a tutti i giovani e ai bambini, che pochi metri fuori dalla città, vivono ancora animali e luoghi, che vanno protetti e rispettati, per il loro e per il nostro bene.

Link al commento
Condividi su altri siti

Si,sicuramente conoscerli è una cosa FONDAMENTALE!Ed è vero anche che sono in pochi i giovani a cui interessa la natura.Il problema però è che non c'è nessuno che insegna loro a conoscerla e rispettarla.Anche nelle cose + banali...troppo spesso si vedono in giro ragazzini terrorizzati anche solo da un cane.Nessuno gli insegna come rapportarsi con gli animali,neanche coi cani e coi gatti,figuriamoci con gli altri animali...Cmq secondo me animalismo non è solo una cosa personale(studiare,conoscere,rispettare...)e qualcosa che si deve cercare di dare agli altri...Cercare di far ragionare e riflettere anche persone che non hanno un interesse per queste cose,cercare di informare,rischiando anche di non essere capiti,a volte insultati,ma almeno provarci.

Link al commento
Condividi su altri siti

Cmq secondo me animalismo non è solo una cosa personale(studiare,conoscere,rispettare...)e qualcosa che si deve cercare di dare agli altri...Cercare di far ragionare e riflettere anche persone che non hanno un interesse per queste cose,cercare di informare,rischiando anche di non essere capiti,a volte insultati,ma almeno provarci.

Certo, ma per insegnare e divulgare, bisogna essere un minimo preparati, se no i rischia di fare peggio ;)....e questo il motivo per cui dico che c'è da studiare, gli animali e i loro ambienti ;)

Io in questo periodo devo iniziare un "corso" per i bimbi delle elementari, che li aiuterà a conoscere e rispettare la natura e gli animali...almeno spero, il fine è quello ;) :D

Link al commento
Condividi su altri siti

Brava!Bella sto corso!Il problema è che iniziative di questo tipo dovrebbero esserci un po ovunque,secondo me sarebbe bello se diventasse una materia di studio.Al posto di far dissezionare rane ai bambini andrebbero insegnate cose un po piu utili,partendo dal rispetto...Mi piacerebbe,magari fra un anno o due(quando avro approfondito i miei studi)fare una cosa del genere!

Link al commento
Condividi su altri siti

Hemm..al massimo bravo ;)

Il punto è che se questi corsi non li fanno quelli come noi, non li fa nessuno(comunque non mi risulta che nelle scuole italiane si disezionino le rane).

Anche ora se trovi insegnanti che ti appoggiano potresti fare dei minicorsi, solo sul rispetto dell'ambiente e dei motivi per cui rispettarlo...certo è che con dei bimbi delle elementari, ci vuole anche fantasia nel raccontargli le cose, incuriosirli e sensibilizzarli ;)

Link al commento
Condividi su altri siti

No in Italia in teoria non si dissezioneno rane,in America sicuramente,ma in America il rispetto per gli animali è ancora + basso...Scusa per il "brava"...pensavo fossi una ragazza!

Link al commento
Condividi su altri siti

Bellissimo il corso per i bambini!! Lo fanno anche in certi parchi!! Ma comunque alle elementari non si studia più scienze naturali? O l'ho studiata solo io? Già allora era la mia materia preferita... :wub:

Non parlatemi di rane e grilli che mi viene da piangere! Quando ero piccolina mio padre mi accompagnava nel campo davanti casa e mi metteva in mano le ranocchie... e la sera si sentivano cantare insieme ai grilli e alle cicale. Adesso non c'è più niente, hanno riempito il laghetto dove stavano, hanno permesso la caccia nei campi e i fagiani e perfino i passerotti sono stati decimati (ma come si fa a sparare a un passero??), le cicogne non ci sono più e neanche le rondini.

Perfino i ricci e le talpe sono spariti.

E per concludere il tutto adesso il comune ha dato l'ok per la costruzione di un centro commerciale e di una palestra al posto di questi campi... tutti gli animaletti che ancora rimangono dove andranno a finire? "£$!"

Link al commento
Condividi su altri siti

Dipende dalle zone degli USA ;)...ti assicuro che anche la c'è gente in gamba che si sbatte ;)

Si sicuramente,anzi se non sbaglio l'Alf è nato lì.Però tutti imaggiori esperimenti vengono fatti o commissionati lì.Almeno io ho letto che in America ci sono ben poche leggi che tutelano gli animali e nel campo della vivisezione,dell'industria alimentare ecc...accadono cose bruttissime...

Link al commento
Condividi su altri siti

Dipende dalle zone degli USA ;)...ti assicuro che anche la c'è gente in gamba che si sbatte ;)

Si sicuramente,anzi se non sbaglio l'Alf è nato lì.Però tutti imaggiori esperimenti vengono fatti o commissionati lì.Almeno io ho letto che in America ci sono ben poche leggi che tutelano gli animali e nel campo della vivisezione,dell'industria alimentare ecc...accadono cose bruttissime...

Non so molto sul livello di leggi sul maltrattamento animale in USA, ma non mi stupirei se tu avessi ragion, sono i più grandi industriali del mondo e per loro il fine giustifica i mezzi...ma come tu stessa hai detto dagli USA arrivano persone in gamba ;)

Anche se quando si dice ALF, c'è da andare con i piedi di piombo...e ricordare che il vero movimento ALF non dovrebbe essere ricondotto a casi come miliaia di visoni liberati...quelli sono atti sconsiderati e stupidi...da quanto ha potuto speigare Stefano Cagno, l'ALF è composta da individui ben più preparati e coscienziosi di ciò che fanno, ma non potendo avere un vero e proprio statuoto visto le azioni illegali(giuste o meno), il primo prila che passa può fare un macello e firmarsi ALF...

Link al commento
Condividi su altri siti

Concordo pienamante su cio che dici dell'ALF.Troppo spesso si sentono in giro notizie un po brutte...Cmq per quanto riguarda gli USA basta pensare che tutte le maggiori multinazionali stanno lì e tutte queste multinazionali sono proprio quelle oggetto di boicottaggio internazionale non solo per motivi "animalisti"...Poi(non voglio passare da antiamericana)basta pensare com'è la mentalità americhana(senza generalizzare)...si vule per forza "arrivare"(senza neanche saper bene dove!) e tutti i mezzi sono buoni.Si tiene ben poco conto di cio che è eticamente(questo termine non mi piace molto...) giusto...

Link al commento
Condividi su altri siti

Chiaramente non conosco tutti i cittadini americani.Ne conosco solo uno...mio zio!E ti giuro che è diventato così...rinnega persino le sue radici.Cmq questa è un altra storia...

Link al commento
Condividi su altri siti

hai ragione manu,ormai non c'è più niente,nelle mie risaie sono spariti i tritoni da un bel po',di rane ce ne sono molti meno,anche i miei adorati triops non ci sono e non so dove ripescarli "£$!"

io mi considero abbastanza animalista,o almeno,guardandomi intorno.....vedo un insetto e non c'è nessuno che è daccordo con me che sia affascinante,studio più che a scuola libri su insetti e animali vari(viva gerald durrel).

solo quà posso trovare persone come voi con cui possa parlare tranquillamente di animali,almeno trovassi qualcuno della mia età a Milano :(

magari alle superiori l'anno prossimo.

Link al commento
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...
 Share

×
×
  • Crea Nuovo...