Vai al contenuto

Il Maiale Lanuto ( Mangalitsa )


Greta
 Share

Recommended Posts

Il maiale lanuto (Mangalitza, Mangalitsa, Wollschwein in tedesco) è originario del vecchio impero austro-ungherese. L'origine della Mangalica è incerta: deriverebbe direttamente dal cinghiale europeo (Cornevin), dall'incrocio tra il porco domestico europeo e quello indiano (Nathusius), dal maiale turco (Fitzinger) e ancora dall'incrocio tra il maiale indiano e il cinghiale (Monostori). Per via del suo lardo prelibato verso la metà del 19. secolo il maiale lanuto ha conquistato mezza Europa. Dall' XX, sino a quando le razze inglesi si diffusero rapidamente e gli animali molto grassi vennero sempre meno ricercati e poi soppiantati dai "maiali da prosciutto".

Una caratteristica precipua della razza Mangalica è appunto quella di depositare un'enorme quantità di grasso, il cui spessore sul dorso può superare i 20 cm; anche la carne, gustosissima, è abbondantemente infiltrata di grasso.

La Svizzera conta oggi, la più importante popolazione di maiali lanuti. Gli animali sono robusti, resistenti contro le malattie, dei buoni marciatori e non conoscono quasi lo stress. Si prestano così molto bene per l'allevamento all'aperto su pascoli estensivi. Sono pure efficienti nella cura del paesaggio; ad esempio per dissodare terreni abbandonati, pulire le selve castanili o nella cura di biotopi umidi. I maialini nascono con striature orizzontali, segno della loro stretta parentela con il cinghiale.

Il pelo lanugginoso è la caratteristica che lo distingue dalle altre principali razze.

Carattere tipico della razza Mangalica è costituito dal pelame, in genere biondo o bianco, ma anche nero o ventre di rondine. Le setole sono di due tipi: alcune, lunghe cm 6-8 e spesse 200-230 micron, sono comuni setole; altre, più corte (4-5 cm) e molto più fini (40-55 micron), sono crespe e conferiscono all'animale un aspetto particolare. Le setole sono più abbondanti in inverno, specie nei soggetti che vivono all'aperto. Non sono animali di grande mole, l'altezza è infatti di cm 70-75, ma bene ingrassati possono toccare non di rado i due quintali di peso e raggiungere anche i kg 220-230. Il numero di maialetti per parto è di 6-8 soltanto, ma la carriera riproduttiva è lunga e la resistenza ad avverse condizioni climatiche è accentuata, specialmente a freddi anche molto intensi.

post-265-1171658565_thumb.jpg

post-265-1171658946_thumb.jpg

post-265-1171658964_thumb.jpg

post-265-1171658975_thumb.jpg

Link al commento
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...
 Share

×
×
  • Crea Nuovo...